Attualità » Primo piano Nuova serra comunale destinata ai disabili, fatto il punto della situazione a sei mesi dall'inizio delle attività

La nuova serra comunale destinata ai disabili posizionata presso la Ex Draga è più attiva che mai. Questo importante servizio socio-assistenziale, che sorge sulla area della ex Draga a pochi passi dal fiume Tevere, il cui uso è stato dato in concessione dal Comune di Umbertide alla Usl Umbria 1, è improntato verso il lavoro in agricoltura, dove gli ospiti del Centro Socio Riabilitativo “Arcobaleno” (situato presso i locali della Fabbrica Moderna di piazza Marx) sono affiancati da operatori educatori e volontari e potranno svolgere la loro attività durante tutto l'arco dell'anno, come una vera e propria azienda agricola. La consegna della struttura da parte del Comune di Umbertide alla città è stata effettuata a ottobre dello scorso anno mentre a maggio 2021 sono iniziate le attività al suo esterno, facendo ripartire una realtà importante per tante persone disabili e per le loro famiglie, ospitata fino a qualche anno fa presso in quella che era la serra situata nella zona industriale Madonna del Moro. Per questo nella mattinata di giovedì 19 ottobre è stato fatto il punto della situazione alla presenza del sindaco Luca Carizia, della direttrice del Distretto Altotevere della Usl Umbria 1, Daniela Felicioni, della presidente della Cooperativa Asad Liana Cicchi, della responsabile territoriale di Asad, Monica Nanni, degli assessori Pier Giacomo Tosti e Alessandro Villarini. Hanno preso parte anche i ragazzi del Centro Arcobaleno, operatori di Asad, della cooperativa “Il nido dei pettirossi” e volontari dell'associazione “Oltre la parola”. “Un anno fa consegnavamo alla città e alle associazioni del territorio questo importante servizio per tanti ragazzi con disabilità e per le loro famiglie rimasto assente in città per troppo tempo – ha detto il sindaco Luca Carizia - A distanza di un anno le attività della nuova serra comunale destinata ai disabili sono entrate a pieno ritmo, confermando così la sua vocazione di luogo di formazione e di avvicinamento al mondo del lavoro. I complimenti più grandi vanno ai protagonisti di questo progetto, ovvero i ragazzi del Centro Arcobaleno, per il loro impegno e per il loro essere un esempio per tutti noi. Un grazie va a tutti gli operatori di Asad impegnati nel progetto e alla Usl Umbria per la proficua collaborazione. Ringraziamo inoltre il Gal Alta Umbria e la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia per aver creduto fortemente in questa realtà”. “Si è coronato un sogno con questo servizio e sono veramente molto felice delle attività che qui vengono svolte – ha affermato la direttrice del Distretto Altotevere della Usl Umbria 1, Daniela Felicioni - Grazie a questi laboratori noi riusciamo a indirizzare le abilità e le attitudini di ogni per sviluppare le proprie potenzialità”. A elencare i progetti e le attività che si sono susseguite nel corso di questi mesi e che verranno in futuro è stata la presidente della Cooperativa Asad, Liana Cicchi: “Questo luogo è frutto di un lavoro corale. Molte sono le progettazioni fatte in pochissimo tempo. Qui vengono svolte attività di agricoltura sociale, fondamentali per le persone che vivono un disagio legato alla disabilità perché viene sviluppato il benessere psicofisico. Qui sono stati realizzati progetti come 'Imparo nell'orto' che rientra nel macroprogetto di Agri social network, con attività agricole che vedono coinvolti gli ospiti del Centro Arcobaleno e la pulizia del parco. E' un luogo aperto alla comunità e ai servizi che si occupano di inserimento lavorativo. Molti altri progetti abbiamo in mente per il futuro, come la collaborazione con l'Università degli Studi di Perugia e dell'associazione Il Faro, che permetterà alla serra di diventare il custode dei semi autoctoni del territorio. Durante l'estate anche i ragazzi dei Centri Estivi hanno svolto delle attività, con i ragazzi del Centro Arcobaleno che sono stati i loro maestri”. “Per noi è importante essere parte di una comunità – ha dichiarato la responsabile locale di Asad, Monica Nanni - Ogni giorno gli ospiti del Centro Arcobaleno puliscono il parco qui di fronte. Con il bar qui vicino è stata creata una collaborazione. Loro comprano i prodotti che vengono coltivati in serra per venderli ai loro clienti”. La nuova serra comunale si disloca all'interno di una serra agricola moderna, adeguata e funzionale struttura. L'area 800 mq di terreno destinati a orti e vede la presenza della nuova serra e di una rimessa per attrezzi agricoli di circa 85 metri quadrati e di una sala polivalente di 60 mq. L'importo complessivo degli interventi è stato di 190mila euro, finanziati dal Gal Alta Umbria e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, che hanno consentito oltre alla costruzione della nuova serra anche la sistemazione urbanistica della zona della ex Draga a pochi passi dal fiume Tevere, con interventi di arredo urbano, nuovi giochi e sistemazione del verde.

19/10/2021 18:43:20 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Umbertide, bando per contributi a canoni di locazione

A partire dal 15 ottobre al 30 novembre è aperto il bando per il contributo dell'affitto corrisposto nell'anno 2020. Sono ammessi a beneficiare del contributo i conduttori di alloggi di proprietà pubblica o privata titolari, alla data del bando, di un contratto, non a canone sociale, registrato ed in possesso dei requisiti elencati nel bando. Può essere presentata una sola domanda per nucleo familiare. Prima della protocollazione della domanda l’ufficio Servizi Sociali sarà a disposizione per verificarne la corretta compilazione previo appuntamento telefonico ai numeri 075/9419245 e 075/9419228. L’ufficio non compilerà la domanda ma verificherà solamente la sua corretta compilazione. La domanda di partecipazione, redatta su apposito modulo, può essere presentata: - Al protocollo del Comune di Umbertide - Piazza Matteotti, 1 (fissando appuntamento telefonico contattando i numeri 0759419243 e 0759419262); - Inviata a mezzo mail a comune.umbertide@postacert.umbria.it (la casella riceve sia Pec che semplici mail) in questo caso la domanda dovrà essere inviata scansionata e completa di documentazione; - Inviata tramite il servizio postale, con raccomandata con avviso di ricevimento, indirizzata a Comune di Umbertide – Piazza Matteotti, 1 (Ufficio Servizi Sociali). Il bando, la modulistica e le modalità di presentazione della domanda sono disponibile sul sito istituzionale del Comune di Umbertide all'indirizzo www.comune.umbertide.pg.it.             

18/10/2021 18:25:04 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Scuola primaria “Di Vittorio”, completati gli interventi di adeguamento alla normativa antincendio

Sono stati ultimati nei giorni scorsi gli interventi di adeguamento alla normativa antincendio che hanno interessato la scuola primaria “Giuseppe Di Vittorio”. I lavori hanno avuto un importo complessivo di 140mila euro, di cui 70mila provenienti da risorse del Comune e altrettanti provenienti da fondi statali. Nel dettaglio le operazioni che hanno interessato l'edificio scolastico di via Capitini hanno consentito l'adeguamento del locale di servizio al piano seminterrato e la riqualificazione della scala antincendio posta sul retro della scuola, con l'inserimento di nuovi dispositivi. E' stata quindi realizzata una nuova uscita di emergenza all'interno del locale dove si trovava la mensa verso l’esterno e la struttura metallica portante di copertura della palestra, è stata trattata con prodotti specifici per una migliore resistenza antincendio. È stato effettuato anche l'adeguamento del deposito attrezzi della palestra ospitata all'interno della scuola. Il sindaco e l'assessore ai Lavori pubblici e all'Istruzione affermano che si è trattato di importanti interventi resi possibili grazie a uno sforzo economico dell'Amministrazione Comunale unitamente a risorse statali. Questi lavori dimostrano la grande attenzione di questa Amministrazione nei confronti dell'edilizia scolastica. Inoltre è stato smontato l’impianto fotovoltaico dalla copertura vetrata che sarà riposizionato a terra. Infine, altri interventi hanno riguardato attrezzature antincendio come estintori e “naspi” e la realizzazione di un filtro a prova di fumo tra la palestra e le zone dedicate alla didattica.        

14/10/2021 18:56:39 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Dal 9 ottobre al 6 novembre alla Rocca di Umbertide la collettiva “L'ora di Mosca-Esperienza#01”

  Negli spazi della Rocca-Centro per l'arte contemporanea, a partire da sabato 9 ottobre fino al 6 novembre, il gruppo artistico L’ora di Mosca presenta la mostra “Esperienza#01”. Si tratta delle seconda esposizione organizzata dal gruppo, dopo quella allestita con successo al Castello dei Paleologi di Casale Monferrato, inaugurata a luglio 2021. Il gruppo – nato nel giugno del 2020 come formazione indipendente e autogestita, mossa dall’esigenza di riaffermare la propria esistenza creativa di fronte alla contrazione delle attività culturali imposta dal Covid 19 – si compone in questo secondo appuntamento di dieci artisti, diversi per linguaggio, provenienza ed età che sono: Aqua Aura, Giuliano Caporali, Loretta Cappanera, Elisa Cella, Andrea Cereda, Angelica Consoli, Nadia Galbiati, Marco Grimaldi, Matteo Suffritti, Manuela Toselli. Proprio nella coesistenza e nel dialogo di personalità diverse, i dieci artisti trovano l’elemento unificante. A questo allude il nome L’ora di Mosca, che prende spunto da una citazione di Wassily Kandinsky, tratta dal libro autobiografico Sguardi sul passato (1913), in cui l’artista russo rievoca la forte emozione suscitata in lui dalla molteplicità dei colori che la luce, la luce intensa e dorata di un tramonto invernale, genera riflettendosi sulle fantasmagoriche architetture del Cremlino; una molteplicità che, come in una grande orchestra composta di strumenti diversi, genera una “sinfonia”. La seconda mostra del gruppo, dal titolo Esperienza#01, prende le mosse proprio dalla presa d’atto e dalla riflessione di natura teorica su questa diversità, che appare cifra dell’orizzonte artistico contemporaneo, non più dominato da un movimento o da una tendenza prevalente, come in passato, e invece polverizzato in tante individualità che procedono in modo autonomo. Il concept della mostra, quindi, tenendo conto anche della configurazione della Rocca, è l’idea di “organismo”, di un “corpo” pulsante e multiforme in cui ognuno degli artisti rappresenta un diverso organo, una diversa attitudine o funzione. Dentro questo “corpo”, il visitatore sarà invitato a compiere una sorta di viaggio, suddiviso nei piani e scandito in una sequenza di tappe cui corrispondo i lavori dei vari artisti: dalle profondità della Materia, delle Viscere, dell’Alterità, (Aqua Aura, Cereda, Consoli), all’Epidermide, allo Sguardo, all’Azione, alla Griglia (Aqua Aura, Grimaldi, Galbiati, Caporali, Toselli), per innalzarsi infine alla Luce, alla Forma, ai Sospiri e alle Finestre (Cappanera, Cella, Suffritti, Toselli, Grimaldi, Galbiati), attraverso una trasmutazione che ha qualcosa del processo alchemico, del passaggio dalla materia all’idea, così come della polarità tra l’elemento apollineo – la limpidezza della ragione – e il dionisiaco – la pulsione delle viscere. In questo saliscendi, in questo gioco di interconnessioni anche distoniche, nella complessità concettuale dell’intero disegno espositivo – in base al quale gli stessi artisti ricorrono in luoghi diversi, evidenziando così la complessità del lavoro creativo, non riducibile a una sola chiave interpretativa – sarà possibile cogliere ciò che infine unisce L’ora di Mosca: ritrovarsi su di un terreno comune, in cui le ragioni formali, le varietà poetiche e la variabilità dei linguaggi, lasciano il posto alla pura esigenza di esistere; una sorta di strato arcaico, primordiale, mitopoietico della creatività, oltre il quale non è più possibile spingersi, una “necessità” espressiva. Da questo momento in avanti ognuno dei componenti del gruppo diventa la porzione di un organismo più vasto, in continuo movimento, un corpo dagli innumerevoli volti in cui la solitudine stessa delle opere genera la Sinfonia di Mosca. L'apertura dell'esposizione è prevista per sabato 9 ottobre alle ore 17.30. La mostra è patrocinata dal Comune di Umbertide con il supporto dell'Associazione Culturale Libera Mente - Laboratorio di Idee di Alessandria. Il testo critico è curato da Chiara Tavella. “Esperienza #01” del gruppo “L'ora di Mosca” sarà visibile dal martedì alla domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 18.30. Chiuso il lunedì. Per informazioni è possibile contattare il numero 075 9413691, scrivere all'indirizzo mail info@loradimosca.it o visitare il sito www.loradimosca.it. All'ingresso e all'interno della Rocca sono presenti cartelli informativi con tutte le regole anti contagio che devono essere seguite. E' necessario indossare la mascherina e rispettare il distanziamento interpersonale. Sono presenti inoltre contenitori con gel igienizzante per le mani. E' obbligatorio esibire il Green pass.           Area degli allegati      

08/10/2021 19:20:58 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Presentata la nuova aula magna “Marcella Monini” del Campus Leonardo Da Vinci

La nuova aula magna “Marcella Monini” del Campus “Leonardo Da Vinci” di Umbertide si è presentata in tutto il suo nuovo splendore e in tutta la sua veste ipertecnologica. Alla presentazione hanno preso parte il dirigente scolastico del Campus, Franca Burzigotti, l'assessore comunale all'Istruzione, Alessandro Villarini, i docenti Stefano Del Furia e Marta Ciancabilla (che insieme alla professoressa Silvana Fioravanti hanno seguito passo passo la realizzazione il restyling dell'aula), la presidente del consiglio d'istituto Lucia Bonucci e l'interior designer Lorenzo Granturchelli. Alla cerimonia erano presenti i familiari dell'eroica giovane madre Medaglia d'oro al Volor Civile e docente presso l'istituto superiore umbertidese che perse la vita nell'estate nel 2008 per salvare i propri figli, insegnanti del Campus, rappresentanti gli studenti, delle scuole del territorio e dell'Umbria. A spigare le funzionalità della rinnovata aula magna sono stati i docenti del team digitale del Campus, Stefano Del Furia e Marta Ciancabilla. La nuova aula magna è stata pensata come uno spazio flessibile, riconfigurabile e polifunzionale. Sarà un luogo di incontro e di apprendimento potenziato dalla tecnologia, con un design semplice e moderno. Lo spazio può contare su un immenso ledwall di dimensioni 300x175, una diagonale di schermo pari a 136”, una risoluzione 1600x900 e 1.440.000 Surface Mount Diode (SMD). Al ledwall sono collegati con una condivisione device wirless quattro monitor di replica dislocati per la sala. La nuova aula magna dispone di un sistema di audio integrato da dodici canali. Tutti strumenti che alunne, alunni e corpo docente potranno utilizzare per implementare una didattica innovativa in questo rinnovato spazio di apprendimento e partecipazione. L'investimento per i lavori è stato di circa 200mila euro, di cui circa 50mila sostenuti dalla Provincia di Perugia mentre gli altri provengono dai Decreti Sostegno per l'emergenza Covid e da uno specifico progetto ex legge 440 presentato ad hoc dalla scuola. “L'idea di questa aula magna è nata anno scorso nel periodo dell'emergenza Covid che ci ha imposto di ampliare il numero delle nostre aule – ha detto la dirigente Burzigotti - Quando ci sono difficoltà nascono delle cose eccellenti. La nuova aula magna intitolata a Marcella Monini rappresenta la volontà della nostra scuola di andare avanti. E' un ambiente lineare, elegante e accogliente dal punto di vista dei colori che danno un senso di serenità. Abbiamo investito molto sulla tecnologia, ponendo l'attenzione su nuovi spazi formativi che si possono trasformare anche in ambienti per altre attività. Andiamo verso un nuovo modo di fare didattica, di fare scuola e di formazione”. “Questo restyling permetterà all'aula magna Marcella Monini di essere più moderna e funzionale – ha affermato l'assessore Villarini - L'attenzione che il Campus ha rivolto a quest'aula deve essere interpretata come un modo di onorare la memoria Marcella Monini e quello che rappresenta per tutto noi. La nuova veste di quest'aula consente al Campus Da Vinci di fare un ulteriore salto di qualità e di confermarsi ancora di più come una delle eccellenze del nostro territorio”.        

08/10/2021 19:12:29 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano “Le Pietre Parlanti”: presentazione del nuovo libro di Pietro Vispi

Ancora una volta Pietro Vispi, regala a Umbertide e tutti gli umbertidesi un prezioso contributo letterario, per la valorizzazione del patrimonio culturale del territorio. Il suo nuovo libro "Le Pietre Parlanti" sarà presentato sabato 9 ottobre al Centro San Francesco di Umbertide alle ore 15.30, in collaborazione con UNITRE di Umbertide che nella stessa giornata inaugurerà il nuovo anno accademico.   In "Le Pietre Parlanti", edito da Gruppo Editoriale Locale di Umbertide, Vispi indaga quelle pietre, decori e a volte vere e proprie sculture, presenti negli edifici del centro storico, in particolare su facciate e portali. A partire da pietre notevoli che si incontrano passeggiando per il paese e comunque accessibili facilmente propone in modo originale la storia di Umbertide e nello stesso tempo denuncia gli episodi di trascuratezza che hanno portato testimonianze importanti della storia di Umbertide al degrado o alla scomparsa. Il libro è quindi nella sua originalità e nella qualità delle fotografie, realizzate da Paolo Ippoliti, in esso contenute anche una fonte di documentazione importante non deteriorabile nel tempo a memoria futura.   Saranno presenti alla iniziativa il prof. Gustavo Cuccini presidente nazionale emerito dell’associazione e il Vicesindaco Annalisa Mierla in rappresentanza dell’amministrazione comunale.   Il volume diventa non solo una testimonianza storica, ma una guida e anche un invito a conservare la nostra memoria, ad avere cognizione di chi siamo. Forse, può diventare l'occasione per dare vita ad una "caccia al tesoro" alla scoperta di pietre che giacciono in scantinati, cortili, soffitte o fondi in attesa di essere "ascoltate". Perchè come ci dimostra Vispi in questo libro le pietre parlano, basta solo raccogliere la loro voce e ascoltare le storie che esse raccontano.    

07/10/2021 18:41:21 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Riparte l'attività dell'UNITRE ad Umbertide: sabato la presentazione del nuovo anno accademico

Riprendono a pieno ritmo le attività dell'Universita della Terza Età di Umbertide, sabato 9 ottobre la presentazione dell'anno accademico 2020/2021 a San Francesco preceduta dalla  presentazione del libro di Monsignor Pietro Vispi “Le pietre parlanti” L’Università della terza Età UniTre di Umbertide dopo due anni di attività ridottissima dovuta alla pandemia presenterà agli iscritti e alla cittadinanza per l’anno accademico 2021/2022 il suo piano formativo. Questo piano formativo si muove in continuità, con quanto UniTre aveva avviato alla sua apertura e quindi si muove nell’ottica di integrare diverse culture e diverse generazioni oltre che promuovere Umbertide e le attività culturali e sociali che animano la città. UniTre si augura di ritrovare l’ interesse e l’entusiasmo che aveva animato la nascita di UniTre ad Umbertide e si propone di potenziare le attività sia per gli argomenti che per la loro affinità con le aspettative degli associati. In primo luogo, si riprendono le attività interrotte a marzo 2020 con il primo lockdown e riprese solo alcune in modalità on line che hanno interessato pochi associati per la difficoltà di utilizzare uno strumento nuovo per riprendere con continuità con quanto già fatto e in secondo luogo apertura a nuovi argomenti e nuove docenze. I settori di interesse saranno ancora : settore linguistico con attività riguardanti la lingua italiana e le lingue straniere (corsi di lingua italiana, francese ed inglese) Il settore storico e letterario con interesse locale e nazionale ( storia dell’800, storia sociopolitica di Umbertide dal dopoguerra ad oggi, storia di realtà produttive della nostra città, importante sarà il lavoro presentato dalla professoressa Edvige Pucci sulle Ceramiche Pucci) Settore scientifico che coinvolgerà varie discipline( continuerà la serie pillole di scienza e sarà arricchito con inserimento di argomenti anche apparentemente ostici da trattare come la teoria dellaRelatività) Il settore tecnologico (trattato attraverso i personaggi le innovazioni e le trasformazioni sociale indotte) Il settore artistico iconico con lo sviluppo di ideazione e manualità Il settore musicale con l’intento di approfondire la conoscenza della musica a partire da quella, tipicamente italiana, del melodramma. Il settore teatralee cinematografico Settore Natura ecologia e salute o aspetti di approfondimento legati anche alla salute e alle malattie. Presentazione di libri e incontri con gli autori Seminari e Dibattiti Sarà presente in rappresentanza dell’amministrazione Comunale il vicesindaco Dott.ssa Annalisa Mierla L’apertura con la presentazione delle prime attività del programma che sarà ampliato in seguito anche basandolo sull’andamento delle riaperture legate alla pandemia sarà fatta il giorno sabato 9 ottobre 2021 presso il Salone Conferenze del Centro Culturale San Francesco di Umbertide a partire dalle ore 16,30 L’apertura dell’anno accademico sarà preceduta dalla presentazione del libro di Monsignor Pietro Vispi “LE PIETRE PARLANTI” a partire dalle ore 15.30 da parte dell’autore. In questo libro Monsignor Vispi, a partire da pietre notevoli che si incontrano passeggiando per il paese e comunque accessibili facilmente propone in modo originale la storia di Umbertide e nello stesso tempo denuncia gli episodi di trascuratezza che hanno portato testimonianze importanti della storia di Umbertide al degrado o alla scomparsa. Il libro è quindi nella sua originalità e nella qualità delle fotografie in esso contenute anche una fonte di documentazione importante non deteriorabile nel tempo a memoria futura. Saranno presenti alla iniziativa il prof. Gustavo Cuccini presidente nazionale emerito dell’associazione e il Vicesindaco Annalisa Mierla in rappresentanza dell’amministrazione comunale. Si invitano associati e cittadini a partecipare all’evento a partire dalle ore 15.30.        

07/10/2021 12:58:24 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy