Notizie » Società Civile “Books for dogs”: Penny Radford lascia la guida dopo 15 anni

Era il 2007 quando la britannica Penny Radford, insieme a Teana Newman, fondò ad Umbertide l'ente di beneficenza per cani Books for dogs. Un'associazione che in 15 anni ha aiutato tantissimi cani (e non solo) abbandonati del territorio ed è passata dalla bancarella allestita tutti i mercoledì mattina all'ingresso del mercato di Umbertide, ad una vera e propria sede, un emporio in realtà, in pieno centro storico.   L'impegno di Penny Radford nel mondo del volontariato a favore degli animali iniziò un giorno di Natale, quando si offrì di aiutare il canile di Lerchi. "Era evidente che c'era bisogno di una iniziativa nuova per aiutare questi animali abbandonati - scrive Penny Radford - Allora abbiamo cominciato una raccolta fondi tra la comunità di espatriati di Umbertide. Il mio primo progetto era quello di fornire una lavatrice necessaria per il canile in modo che i cani potessero sempre avere coperte pulite.Ho trovato un grande sostegno nella nostra comunità e ho raccolto i soldi in pochi giorni". E' dopo questa prima esperienza che nasce l'idea di Books for dogs. "Teana e io abbiamo deciso che il modo migliore per raccogliere fondi regolarmente sarebbe stato iniziare con una bancarella al mercato di Umbertide vendendo libri di seconda mano, per lo più in inglese. Molte persone avevano libri da regalare e molte persone volevano comprarli. Rapidamente la bancarella di Books for dogs è diventata un punto focale il mercoledì mattina al mercato. Sono stati raccolti molti soldi e, cosa molto importante, è stata creata la consapevolezza della difficile situazione dei cani abbandonati. Da allora abbiamo continuato la nostra storia di successo e diversi anni fa ci siamo trasferiti nel nostro primo negozio. Un ulteriore ampliamento ha portato BfD all'attuale EMPORIO di Via Cibo". Con le attività di raccolta fondi negli ultimi anni la volontaria Penny Radford è riuscita a raggiungere la somma di oltre 100.000 euro. Tutti fondi destinati ad aiutare gli animali abbandonati  (in prevalenza cani) nel nostro territorio. "Raccogliamo fondi anche attraverso la raccolta di cassette in molti negozi e ristoranti di Umbertide. Sono lieta di dire che ora raggiungiamo la comunità più ampia possibile e la clientela del negozio è veramente internazionale. Il team di volontari di BfD è fantastico. Angela Nutt, che è stata la responsabile del negozio più o meno dall'inizio e ha dedicato molto tempo alla causa. Un altro grande“grazie” a Jill Essery, anche lei presente dall'inizio, ed alla sua conoscenza enciclopedica di libri che è impressionante e ha anche ispirato molti di noi a leggere di più". Panny Radford oggi ha deciso di lasciare la guida di Books for Dogs ma ci tiene a sottolineare che rimarrà comunque molto coinvolta con il rifugio per cani di PONTE PATTOLI e continuerà a lavorare per il benessere degli animali in qualsiasi modo possibile anche in futuro.  

17/01/2022 16:09:15 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Informagiovani: tutti i posti del Servizio Civile Universale ad Umbertide

Scade il prossimo 26 Gennaio 2022 alle ore 14:00 il bando per la selezione di volontari da impiegare nei progetti di Servizio Civile Universale. Sono complessivamente n. 20 i posti disponibili per i quali i giovani possono candidarsi nel comune di Umbertide. I soggetti presso i quali svolgeranno le loro attività sono: il Comune di Umbertide in collaborazione con Arci Servizio Civile Perugia, la Cooperativa Asad e Anonima Impresa Sociale in collaborazione con Legacoop.   Di seguito i progetti dove si propongono l'impiego di volontari: - “Me ne importa 2022”, assistenza disabili presso Comune di Umbertide (8 volontari); - “Tutti... incluso me”, assistenza disabili presso Centro Socio Riabilitativo Arcobaleno (1 volontario); - “Time to care”, adulti e terza età in condizione di disagio presso Centro Diurno Alzheimer Il Roseto (1 volontario) e IRBB Istituti Riuniti di Beneficenza (1 volontario); - “La tana dei...bambini!”, educazione e promozione culturale servizi all'infanzia presso Nido d'Infanzia “Ghirigoro” di Pietralunga (1 volontario) e scuola materna “Sacro Cuore” di Pistrino (3 volontari); - “Oltre le distanze”, minori e giovani in condizioni di disagio o di esclusione sociale presso Centro Lucignolo (3 volontari); - “Ciak... Ripartiamo”, attività artistiche finalizzate a processi di inclusione presso il Cinema Metropolis di Umbertide (2 volontari) Chi può partecipare. Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari e alle forze di polizia, possono presentare domanda i giovani senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto i 18 e non superato i 28 anni di età (28 anni e 364 giorni) e siano in possesso dei seguenti requisiti: cittadinanza italiana, ovvero di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea, ovvero di un Paese extra Unione Europea purché il candidato sia regolarmente soggiornante in Italia;  non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata. I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio. Gli aspiranti operatori volontari devono presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it.  La durata del servizio è di dodici mesi. Agli operatori volontari in servizio civile universale spetta un assegno mensile di 444,30 euro. Per informazioni e orientamento ai progetti: Ufficio Informagiovani del Comune di Umbertide. Si riceve solo su appuntamento, nei giorni di martedì – giovedì dalle 15 alle 17. Per informazioni e appuntamenti, telefonare ai numeri: 3409040212 oppure 3666613539.        

17/01/2022 15:34:57 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile A Montone la magia del Natale a misura di bambino

Nel suggestivo borgo di Montone, tra luci di Natale, presepi ed eventi dedicati ai più piccoli, anche questo fine settimana sarà possibile assaporare al meglio l’atmosfera delle feste.  Due gli appuntamenti in programma domenica 19 dicembre: si comincia in piazza Fortebraccio con l’arrivo, alle 16.30, di Babbo Natale ed i suoi gnomi per la consegna dei regali a tutti i bambini. Si prosegue al teatro San Fedele con un bellissimo film di animazione “Versi perversi”, previsto alle 19.00 con ingresso gratuito.  L’intero programma delle feste, realizzato dall’Amministrazione comunale, con il contributo della Regione Umbria e in collaborazione con la Pro Loco e le associazioni del territorio, segna un ritorno alla tanto desiderata normalità e punta su eventi di qualità, sempre legati alla tradizione. Da non perdere anche la piacevole passeggiata tra le viuzze del paese alla scoperta dei presepi allestiti per il concorso “PRESEPIANDO”, organizzato dall’associazione IncontrArti, che porterà i visitatori a scegliere con il proprio voto il più bello o il più simpatico. Per partecipare basta entrare nel palazzo del Comune e ritirare la scheda di voto che andrà poi riconsegnata al termine della visita. La premiazione è prevista per il 5 gennaio in Piazza Fortebraccio, dove verranno assegnati due premi: uno al creatore del presepe più votato e l’altro andrà al possessore della scheda pescata nell’urna. Per tutta la durata delle feste altri momenti di svago e cultura saranno proposti dal complesso Museale San Francesco con molte aperture straordinarie e tante attività da non perdere, tra cui laboratori per i più piccoli e visite guidate.   

16/12/2021 21:38:32 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Basket Club Fratta e La Bottega del Tartufo Umbertide insieme per il sociale

Basket Club Fratta e La Bottega del Tartufo Umbertide insieme per il sociale, presentato il calendario 2022: i proventi saranno devoluti per sostenere il Progetto Kreoo   È stato presentato presso il Museo di Santa Croce il calendario solidale 2022 che vede unite le due formazioni cestistiche umbertidesi militanti in Serie C Silver e in Serie A2. I fondi raccolti attraverso le vendita del calendario saranno devoluti in favore del Progetto Kreoo, portato avanti dalla Cooperativa La Rondine di Città di Castello. Kreoo è un progetto sperimentale socio-riabilitativo per giovani adulti disabili finalizzato all'integrazione e alla collaborazione con realtà associative e produttive nel quale viene usata la Comunicazione Alternativa Aumentativa (CAA). La CAA è il termine usato per descrivere l’insieme di conoscenze, tecniche, strategie e tecnologie che facilitano e aumentano la comunicazione in persone che hanno difficoltà ad usare i più comuni canali comunicativi, soprattutto il linguaggio orale e la scrittura. E' quindi tutto quello che aiuta chi non può parlare a comunicare. Alla presentazione del calendario hanno preso parte il sindaco Luca Carizia, l'assessore alle Politiche sociali, Sara Pierucci e i capitani del Basket Club Fratta e de La Bottega del Tartufo Umbertide, Filippo Venturelli e Federica Giudice. Erano presenti la responsabile del Progetto Kreoo Valentina Rossi insieme alle educatrici Agnese Coltrioli ed Elena Zanforlin. “Quando si uniscono sport e sociale si fa sempre centro e voi lo avete dimostrato ancora una volta organizzando questa iniziativa – ha detto il sindaco Luca Carizia – Vedere uniti il Basket Club Fratta e La Bottega del Tartufo Umbertide per una causa così bella è motivo di grande soddisfazione. A voi vanno i più sentiti complimenti con l'auspicio che progetti come questo possano essere compiuti anche nei prossimi anni”. Durante la presentazione i capitani Venturelli e Giudice insieme agli educatori della Cooperativa La Rondine hanno raccontato come è venuto alla luce il calendario. Nel corso di una serata al Pala Morandi cinque ragazzi del Progetto Kreoo (Gino, Enrico, Nizar, Matteo e Mirko), in un clima di gioia e di divertimento, si sono messi davanti all'obbiettivo del fotografo Manuele Martinelli per diventare i protagonisti dei 12 mesi del 2022 insieme alle cestiste e ai cestisti delle due formazioni. Oltre alle foto dei ragazzi del Progetto Kreoo insieme alla giocatrici e ai giocatori, il calendario vede la presenza di frasi di grandi del basket e dello sport, come Kobe Bryant, Magic Johnson e Pietro Mennea, riportate nei simboli della Comunicazione Aumentativa e Alternativa. Da parte dei promotori dell'iniziativa è stato fatto un ringraziamento speciale all'Amministrazione Comunale di Umbertide, al fotografo Martinelli che ha offerto gratuitamente la sua professionalità, alla responsabile del Progetto Kreoo Valentina Rossi e agli educatori Agnese Coltrioli, Elena Zanforlin e Matteo Chierici. Il calendario ha un costo di 10 euro e sarà venduto nel corso delle partite casalinghe del Basket Club Fratta e della Bottega del Tartufo Umbertide. Le copie possono essere prenotate contattando il numero 3356870117. Di seguito i nomi degli atleti che hanno preso parte al calendario. Basket Club Fratta: Michele Crispoltoni, Pietro Staccini, Sebastian Racksan, Filippo Nardi, Francesco Bonucci, Filippo Venturelli, Riccardo Rombi, Andrea Crispoltoni, Giovanni Pelloni, Simone Pascolini, Tommaso Gregori, Giacomo Palazzetti, Mattia Venti, Giorgio Tognaccini, Lorenzo Conti. La Bottega del Tartufo Umbertide: Ilaria Moriconi, Alessia Cabrini, Federica Giudice, Giorgia Paolocci, Beatrice Stroscio, Federica Pompei, Aneta Kotnis, Beatrice Olajide, Beatrice Baldi, Giulia Cassetta, Giorgia Gambelunghe, Melissa Mastroianni, Annagiulia Bartolini.        

10/12/2021 17:18:56 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Giovani Giornalisti per l'Europa: 5 video dal Campus da Vinci di Umbertide

Insieme si vince: pronti per l’Europa Le alunne della classe 4°A dell’indirizzo Scienze Umane del Campus Leonardo da Vinci di Umbertide, partecipando al Progetto giovani giornalisti per l’Europa 2 promosso dalla Regione Umbria e realizzato dal Centro Italiano di Studi Superiori per la formazione e l’aggiornamento in Giornalismo Radiotelevisivo di Perugia grazie al Dott. Luca Garosi hanno mostrato con cinque video, come i fondi sociali europei vengono utilizzati da enti pubblici, come ad esempio comuni e scuole ma anche da privati. Infatti Il video Digital Montone (https://youtu.be/MYloLCnhnh4) presenta il progetto "Gemma zona sociale 1", attuato dal comune di Montone, che ha permesso la formazione e l'animazione digitale attraverso servizi online specifici e lo sportello digitale all’interno del Comune stesso, oppure il video Corso FilMaker (https://youtu.be/e6NbGOmbI2w) si racconta il corso di formazione per video maker realizzato dalla Fondazione Hallagarten- Franchetti Centro studi della Montesca. Nel video Mille possibilità per il futuro (https://youtu.be/bmp-W2sH_eA) viene presentato il progetto realizzato da POLIHUB che aveva come scopo la creazione di laboratori urbani  che possano rinnovare o formare nuovi servizi di ampiamento, o meglio ancora di avvicinamento dei giovani al mondo del lavoro, che finiti gli studi, vogliono sviluppare le loro motivazioni e competenze con persone esterne, che non conoscono e con cui si vogliono mettere in gioco.  Nel video riguardante In Vino …Formazione  (https://youtu.be/B_ftm4V6z1E) l'Associazione Forma.azione S.r.l con i fondi sociali europei ha contribuito alla formazione di esperti per la commercializzazione del vino nel mercato estero. Ed in infine nel video Anziani in azione (https://youtu.be/4ts7ke2-EuA) viene presentato questo progetto realizzato dalla cooperativa Fiore Verde che promuove l'invecchiamento attivo tramite attività per persone over 65 in Umbria.  Tale progetto è alla sua seconda edizione visto il grande successo della prima che è stata vinta proprio dal Campus Leonardo da Vinci Traguardo importante da raggiungere è vincere il premio per il video più votato: per vedere i video basta cliccare e mettere like ai seguenti link Digital montone. https://youtu.be/MYloLCnhnh4  Corso Filmmaker: https://youtu.be/e6NbGOmbI2w In Vino… Formazione: https://youtu.be/B_ftm4V6z1E  Mille possibilità per il futuro : https://youtu.be/bmp-W2sH_eA Anziani in azione: https://youtu.be/4ts7ke2-EuA  

04/12/2021 10:19:00 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile “Minchia Signor Tenente”: uno spettacolo teatrale di beneficenza per l'AUCC

"Minchia Signor Tenente". Questo il titolo dello spettacolo di beneficenza che andrà in scena il 5 dicembre prossimo al Teatro dei Riuniti di Umbertide. Il lavoro è scritto da Antonio Grosso e messo in scena dalla compagnia teatrale assisana "Le voci di dentro". Il titolo prende lo spunto dalla canzone di Faletti che vinse il secondo premio al Festival di Sanremo nel '94. Così diceva la canzone ”Minchia, signor Tenente e siamo qui con queste divise, che tante volte ci vanno strette, specie da quando sono derise da un umorismo di barzellette. E siamo stanchi di sopportare quel che succede in questo paese dove ci tocca farci ammazzare per poco più di un milione al mese” L'autore Antonio Grosso in un'intervista al Corriere della Sera così afferma: “E' una commedia sulla mafia in cui si ride per un'ora e mezza riflettendo”. Il lavoro è ambientato nella Sicilia del '91, in una piccola caserma dei carabinieri, dove sembra che la mafia non esista. La situazione si ribalta con l'arrivo di un tenente mandato per operazioni riguardanti un noto mafioso di “cosa nostra”. In sostanza, la commedia parla della criminalità organizzata scegliendo la strada dell'ironia e della leggerezza. Lo spettacolo è finalizzato a raccogliere fondi per l'AUCC di Umbertide. Per informazioni e biglietti è possibile contattare il numero 3663907741.

08/10/2021 19:34:09 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile La bandiera della Pace di Capitini esposta ad Umbertide fino a domani 3 ottobre

Fino a domani, domenica 3 ottobre, Umbertide ospita la bandiera della Pace, fatta cucire da Aldo Capitini ad alcune amiche in occasione della Marcia per la Pace del 24 settembre 1961. Solitamente esposta a Perugia, presso la Biblioteca di San Matteo degli Armeni, oggi e domani sarà visibile a tutti al Museo di Santa Croce. "Voglio usare le parole di Gianni Rodari - dichiara Giuseppina Gianfranceschi del Coordinamento per la Pace di Umbertide - Niccone - Lisciano Niccone - per dire che cosa significa la bandiera fatta cucire da Capitini". “Assisi, 24 settembre 1961: 700 anni sono passati da quando il più umile e il più grande figlio dell’Umbria, Francesco, lanciava da questi colli, all’Italia e al mondo, il suo messaggio di umana fratellanza, di amore per la vita e le sue creature. Nel secolo dei satelliti artificiali e della bomba all’idrogeno, una folla diversa si raccoglie all’ombra dell’antica rocca per ascoltare un nuovo messaggio di pace; è la stessa folla che oggi, domenica, riempie gli stadi o si sgrana lenta all’ora del passeggio cittadino. Ma su di essa piovono tristi e solenni le parole che il poeta turco Nazim Hikmet ha scritto in memoria delle 70 mila vittime di Hiroshima, di una bambina giapponese che vive ormai solo in quei versi: «Avevo dei lucenti capelli: il fuoco li ha strinati, avevo dei begli occhi limpidi: il fuoco li ha spenti, un pugno di cenere: quello son io, poi venne il vento e ha disperso la cenere». Si conclude ad Assisi, poco prima del tramonto, la Marcia della Fratellanza e della Pace: venti, trentamila persone sono partite stamattina da Perugia; hanno percorso a piedi i lunghi e faticosi chilometri che separano il capoluogo dell’Umbria verde dalla città di san Francesco, solo per dire all’Italia e al mondo, in questa penultima ora del giorno: «Vogliamo vivere, vogliamo che il mondo viva, vogliamo che da un continente all’altro le mani si stringano». Il professor Aldo Capitini, che ha ideato e organizzato la marcia, in collaborazione con associazioni democratiche, sindacati e uomini di cultura prende la parola per primo: «Questa marcia – egli dice – era necessaria ed altre marce saranno necessarie nel nostro e negli altri paesi, per porre fine ai pericoli della guerra, per liberare i popoli dai mali dell’imperialismo, del colonialismo, del razzismo, dello sfruttamento economico». Lo scrittore Guido Piovene dichiara di aver aderito alla marcia per dire alto e forte il suo no alla morte.” "È di questo spirito - continua Giuseppina Gianfranceschi - che vogliamo riempire le vite di tutti noi, tramite un umile simbolo come la bandiera cucita con strisce di fodera in quel lontano 1961, così semplice ma così potente fino ad essere diventata il simbolo del popolo della pace. Dalla Marcia Perugia Assisi del 1961 alla Marcia che si farà il prossimo 10 ottobre, ci separano 60 lunghi anni, anni che hanno visto vecchie e nuove guerre ancora non concluse, nuove guerre concluse con una devastazione inimmaginabile, creando ogni giorno di più solchi profondi che separano le persone, noi abbiamo un dovere che ci è stato assegnato da tutti coloro che nel mondo sono morti per la pace e la libertà, è quello di preservarla dov’è e portarla dove non c’è ancora. Vorrei finire con le parole di Gianni Rodari: “Le bandiere hanno il colore dell’arcobaleno, ma il richiamo alla natura ha un suo significato speciale: l’arcobaleno, questa volta, lo vogliamo prima della tempesta, non dopo. La pace deve precedere, impedire la guerra, per non essere soltanto un doloroso bilancio di rovine.”  

02/10/2021 14:27:14 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy