Notizie » Società Civile Leonella Zucchini riconfermata presidente Ass. Genitori “Insieme per...”

Dopo l’intesa attività svolta durante il lock down, volontari di nuovo al lavoro per organizzare iniziative dedicate alla lettura Umbertide, 15 giugno 2020 - L’Associazione Genitori “Insieme per…” di Umbertide ha rinnovato le proprie cariche sociali riconfermando alla guida la presidente Leonella Zucchini, coadiuvata dal vicepresidente Aldo Manuali. L’assemblea, che si è riunita virtualmente su piattaforma internet, ha nominato anche i componenti del Consiglio Direttivo: Laura Rossi, Mirella Luiz Vieira, Paola Landi, Paola Pambianco, Valentina Radicchi, Valentina Santucci e Carla Arcangeli nella funzione di segretaria.  L’Associazione Genitori “Insieme per…” è nata nel 2004 con l’obbiettivo di promuovere iniziative a sostegno della genitorialità, aprendosi ad una nuova dimensione sociale dove i figli sono percepiti non solo come figli propri ma soprattutto come figli dell’intera comunità, che quindi deve essere attenta ai bisogni e alle esigenze di bambini e ragazzi nelle varie fasce di età.  Tra i numerosi progetti a cui negli anni l’associazione ha aderito c’è anche “Nati per leggere”, iniziativa finalizzata a promuovere la lettura sin dalla tenera età, attraverso laboratori per genitori e letture animate per i più piccoli.    Un’attività che non si è interrotta nemmeno durante il lock down perché se l’emergenza Covid 19 ha costretto le biblioteche alla chiusura, l’Associazione ha continuato a proporre momenti di lettura rivolti ai bambini utilizzando modalità alternative, da internet al telefono. Nei mesi di marzo e aprile infatti l’Associazione Genitori “Insieme per…” ha aderito all’iniziativa “Favole al telefono” promossa da Medem in occasione del centenario della nascita di Gianni Rodari che ha visto bambini e ragazzi di tutta Italia ricevere una piacevole telefonata da parte di un volontario dell’associazione che ha letto loro una delle tantissime favole dello scrittore e pedagogista italiano, proprio come faceva il ragionier Bianchi con la sua bambina quando era lontano da casa, nella celeberrima storia da cui l’iniziativa trae il nome.  Inoltre l’Associazione ha sfruttato anche le nuove tecnologie proponendo sulla propria pagina Facebook una serie di videoletture pensate per i più piccoli e accessibili a tutti.  Ora con la fine del lock down i volontari sono già al lavoro per organizzare nuovi momenti di incontro dedicati alla lettura negli spazi aperti della città.   

16/06/2020 12:45:54 Scritto da: Eva Giacchè

Cultura Umbertide, ha riaperto il Museo di Santa Croce

Dopo la chiusura forzata a causa dell'emergenza Covid-19, ha riaperto al pubblico il Museo di Santa Croce. I visitatori, come informa Sistema Museo, saranno accolti nel completo rispetto di tutte le vigenti norme in materia di sicurezza e igiene anti Covid-19, con cartellonistica adeguata alle esigenze di visita e stazioni con igienizzanti gel in più punti del museo. Il Museo è dotato di un protocollo di sicurezza che regolamenta le modalità di accesso, consentito solo con l’uso di dispositivi di protezione individuale e regolato per mantenere il distanziamento: l'ingresso è inoltre vietato ai visitatori con sintomi influenzali. Il percorso di visita è definito e segnalato: ciò consente il mantenimento della distanza interpersonale di almeno un metro. Il Museo, per il mese di giugno, aprirà il sabato e la domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 18.30. Nella chiesa trecentesca dove è ospitato il museo si trova sull'altare maggiore la pala della Deposizione dipinta da Luca Signorelli nel 1516, L'opera è l’unica fra i tanti lavori su tavola del maestro cortonese a trovarsi ancora nel suo sito originale. La stessa caratteristica, alquanto insolita per un museo, si verifica anche per i dipinti posti sugli altari laterali. La Deposizione fu commissionata dalla confraternita di Santa Croce nei primi mesi del 1516 e terminata nel luglio dello stesso anno. La data compare in basso a destra sulla cornice originale, inglobata nel 1611-12 in una più grande mostra lignea intagliata. La scena della Deposizione è inserita in un’ampia illustrazione dei momenti salienti della Passione: in alto a sinistra le tre croci sul Golgota; al centro la Deposizione, cui assistono il gruppo delle Marie, la Vergine già svenuta e la Maddalena; a destra San Giovanni, al disopra del quale sono rappresentati il trasporto del corpo verso il sepolcro e il compianto del Cristo morto. Essendo la confraternita intitolata alla Santa Croce, i tre pannelli della predella sono dedicati alla leggenda del Ritrovamento della vera croce di Cristo nella versione tratta dalla Leggenda aurea di Iacopo da Varagine, testo assai diffuso nel Medioevo. Di grande importanza nel Museo anche altre opere provenienti dalla vicina chiesa di San Francesco, tra cui una tela di Niccolò Circignani detto il Pomarancio, raffigurante la Madonna con il Bambino in gloria. Il museo di Santa Croce presenta anche un’importante sezione archeologica: materiali ceramici dall’età protostorica al periodo ellenistico e romano, che attestano una frequentazione di lunga data della zona, monete databili al IV-V secolo d.C. da un insediamento sul Monte Acuto e una stipe votiva che ha restituito bronzetti di tipo italico del genere schematico a figura umana e animale, databili al VI-V secolo a.C. Fanno certamente riferimento ad una società pastorale, in cui gli ex voto di uomini e animali rappresentano la richiesta di protezione e il ringraziamento per l’intervento divino.   Per informazioni è possibile contattare il numero telefonico 0759420147 o l'indirizzo. umbertide@sistemamuseo.it. Possono essere visitati anche i siti www.umbriaterremusei.it o www.sistemamuseo.it Il Museo di Santa Croce, Sistema Museo e Terre e Musei dell'Umbria sono presenti su Facebook, Twitter ed Instagram.            

15/06/2020 16:50:13 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Fiere di Trestina. Carletti: “occasione di socialità oltre che di shopping. Ripartiamo anche dai territori”

Ritornano i mercati nel centro storico di Città di Castello e ritornano anche gli appuntamenti sul territorio: domenica 21 giugno 2020 per l’intera giornata in viale Parini sarà rispettato l’appuntamento con Trestina in fiera, “una manifestazione nata qualche anno fa su un’idea mia e del consigliere Luciano Domenichini – ricorda l’assessore al Turismo e Commercio Riccardo Carletti, annunciando l’evento - per creare movimento e animazione, che, in questo complesso anno, diventa anche un segno della Voglia di ripartire, motto scelto per l’edizione 2020, ricca di ambulanti e di proposte per l’estate ormai alle porte. Non nascondiamo che Trestina in fiera è anche una delle prime iniziative in cui è prevista una partecipazione consistente e per questo sarà importantissimo rispettare tutte le misure di sicurezza assunte dall’organizzazione per vivere una bella giornata di incontri e shopping sulla base del distanziamento sociale e dell’uso di dispositivi di tutela personale e collettiva. Trestina in fiera ha fin da subito avuto un grande riscontro e sono certo, che non solo per il suo significato simbolico di ripartenza, anche quest’anno possa essere un successo grazie alla collaborazione della società Bocciofila Trestinese Auser 1997 e dell’associazione L’arte e la Terra e grazie ad attrattive di grande richiamo come i prodotti tipici, le curiosità la tradizione e l’artigianato”.

15/06/2020 15:37:06 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Umbertide: contributi per l'affitto, pubblicato il bando. C'è tempo fino al 15 luglio per le domande

  Il Comune di Umbertide informa che è in pubblicazione il bando per l'assegnazione di contributi a sostegno dei canoni di locazione corrisposti nell'anno 2019, per i quali la Regione Umbria ha messo a disposizione 67.579,53 euro. Il bando è rivolto ai cittadini italiani, ai cittadini di uno Stato dell’Unione Europea o agli stranieri in possesso dei requisiti di cui all’art. 40, comma 6 del D.Lgs. 286/1998 . Il richiedente deve avere residenza anagrafica o attività lavorativa stabile ed esclusiva o principale nel Comune di Umbertide, a condizione che le stesse sussistano nell’ambito territoriale regionale da almeno cinque anni consecutivi. Tutti i componenti del nucleo familiare anagrafico, compreso il richiedente, non devono avere titolarità del diritto di proprietà, comproprietà, usufrutto, uso e abitazione su un alloggio, o quota di una parte di esso, ovunque ubicato sul territorio nazionale, adeguato alle esigenze della famiglia. Inoltre, il richiedente non deve essere titolare dei contributi per l’autonoma sistemazione concessi a seguito di eventi sismici o di altri contributi pubblici concessi ad integrazione del canone d’affitto Il richiedente deve essere percettore di reddito nel 2018 e deve aver percepito nel medesimo anno, un reddito imponibile complessivo del nucleo familiare, costituito in misura non inferiore al 90% da pensione, lavoro dipendente, indennità di cassa integrazione, indennità di mobilità, indennità di disoccupazione, sussidi assistenziali e assegno del coniuge separato o divorziato, non superiore alla somma di due pensioni minime INPS che per l’anno 2020 ammonta a 13.391,82 euro, rispetto al quale l’incidenza del canone annuo di locazione sia non inferiore al 14%. Ovvero deve essere precettore nel 2018 e aver percepito nel medesimo anno, un reddito annuo complessivo del nucleo familiare non superiore a 16.400,00 euro, rispetto al quale l’incidenza del canone annuo di locazione sia non inferiore al 24%. La domanda di assegnazione dei contributi deve essere presentata compilando il modello appositamente predisposto e disponibile nel sito web del Comune di Umbertide. Il richiedente deve dichiarare il possesso dei requisiti previsti, la composizione del proprio nucleo familiare con il reddito di ciascun componente percepito nell’anno 2018 e dichiarato ai fini fiscali nell’anno 2019, la titolarità di un contratto di locazione regolarmente registrato con l’importo del canone di locazione pagato nell’anno 2019, nonché l’eventuale sussistenza delle condizioni che danno diritto a punteggio e che determinano la priorità in graduatoria. La domanda, inoltre, dovrà essere corredata dalla documentazione indicata nel modello, compresa la copia del contratto di locazione regolarmente registrato (relativo all’anno 2019) e la documentazione non desumibile dalle banche dati delle amministrazioni certificanti. La domanda di partecipazione, redatta su apposito modulo, sul quale dovrà essere applicata una marca da bollo di 16,00 euro, può essere presentata all'Ufficio Protocollo del Comune di Umbertide (fissando appuntamento telefonico contattando i numeri 0759419243, 0759419241, 0759419262), inviata a mezzo mail a comune.umbertide@postacert.umbria.it (la casella riceve sia Pec che semplici mail, in questo caso la domanda dovrà essere inviata scansionata e completa di documentazione) o tramite il servizio postale, con raccomandata con avviso di ricevimento, indirizzata a Comune di Umbertide – Piazza Matteotti, 1 (Ufficio Servizi Sociali). La domanda potrà essere presentata a partire dal 15 giugno 2020 e dovrà pervenire al Comune entro il termine perentorio del 15 luglio 2020 pena l’esclusione dalla graduatoria. Per le domande spedite a mezzo raccomandata A.R. farà fede il timbro postale. “L’intenzione – afferma l'assessore alle Politiche Sociali, Sara Pierucci - è quella di dare un aiuto concreto per alleviare il peso di una situazione in cui si trovano diversi concittadini e di evitare il prodursi di procedimenti di sfratto a causa della situazione di disagio in cui le famiglie si sono trovate dopo l’emergenza”.                 -------- Messaggio Inoltrato --------   Oggetto: Contributi per l'affitto, pubblicato il bando: c'è tempo fino al 15 luglio per la presentazione delle domande Data: Mon, 15 Jun 2020 12:29:11 +0200 Mittente: comunicazione 

15/06/2020 12:56:22 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Pd Umbertide: “Attrezzarsi per riaprire in sicurezza le scuole”. Presentata interrogazione urgente

Il Governo ha messo a disposizione 330 milioni per l'edilizia scolastica "leggera" in vista della riapertura a settembre. Sono fondi PON che il Ministero dell'Istruzione metterà a disposizione la prossima settimana attraverso un avviso pubblico. Già da subito gli Enti locali potranno accreditarsi sulla piattaforma amministrativa per ottenere le credenziali per poter accedere al bando che uscirà la prossima settimana, in modo tale che dalla fine di questo mese i fondi possano essere immediatamente utilizzabili. “Va considerato - dichiara il PD Umbertide - che questa Amministrazione non è riuscita ad aver finanziato sino ad oggi alcun intervento relativo all'edilizia scolastica a differenza degli altri comuni umbri (e quello relativo alla scuola materna di via Morandi è precedente al suo insediamento). A settembre è necessario riaprire le scuole in sicurezza e nel rispetto delle norme vigenti”.   “Tramite il nostro gruppo consiliare abbiamo presentato subito un’interrogazione urgente per sapere: 1) se questa amministrazione è a conoscenza delle risorse disponibili e se si sta attrezzando per la partecipazione al bando relativo, per consentire alle scuole del Comune di Umbertide di riaprire in assoluta sicurezza e rispettando le normative vigenti; 2) quali azioni ha messo in atto l'amministrazione comunale per rimodulare i servizi di trasporto e di mensa rispettando le normative e coniugando il tutto con le difficoltà delle famiglie; 3) se rispetto allo scorso anno per il servizio di asilo nido si prevedono riduzioni di accessi o, auspicabilmente, si sta pensando ad una organizzazione diversa degli spazi (in attesa finalmente di una struttura nuova e oramai indispensabile)."                

15/06/2020 12:18:30 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Pietralunga, Enel rinnova il sistema elettrico, domani i lavori

E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete ettrica di media e bassa tensione, informa che domani, martedì 16 giugno, eseguirà un intervento di potenziamento del sistema elettrico di Pietralunga, con particolare riferimento agli impianti “Valle del Carpina” che forniscono alimentazione a un’ampia porzione di territorio comunale. I tecnici dell’azienda elettrica svolgeranno attività di manutenzione per la sostituzione della componentistica elettromeccanica, che in parte risulta danneggiata e che sarà rinnovata con l’installazione di componentistica di ultima generazione per ripristinare ed ottimizzare l’automatizzazione degli impianti in modo da garantire qualità e continuità del servizio elettrico. Le squadre operative di E-Distribuzione verificheranno anche l’assetto di rete per assicurare una distribuzione equilibrata dell’energia elettrica in tutta l’area. Le operazioni devono svolgersi in orario giornaliero per ragioni di sicurezza e richiedono un’interruzione temporanea del servizio elettrico, che E-Distribuzione ha programmato per domani, martedì 16 giugno. I lavori inizieranno alle ore 8:30 e si concluderanno nel primo pomeriggio. Grazie a bypass da linee di riserva, l’area del “fuori servizio” sarà circoscritta a un gruppo ristretto di utenze comprese tra via San Vincenzo, via Marconi, viale Buozi, voc. Palombaro, via Battisti, via Garibaldi, via Carpinella, via Nuova, voc. Mezzano, voc. Cortolla, via delle Noci e limitrofe (pochissimi civici per ogni via). I clienti sono informati anche attraverso affissioni, con il dettaglio dei numeri civici coinvolti, nella zona interessata. L’Azienda raccomanda di non utilizzare gli ascensori per la durata dei lavori e di non commettere imprudenze contando sull'assenza di elettricità: la corrente potrebbe essere riallacciata momentaneamente per prove tecniche. In caso di maltempo, i lavori potrebbero essere rinviati. E-Distribuzione ricorda anche che per segnalazioni e guasti è utile contattare il numero 803.500, indicando il codice POD (nel formato IT001E…) della propria utenza riportato nella bolletta elettrica. Inoltre, è possibile ricevere informazioni anche sui canali social facebook e twitter di E-Distribuzione nonché sul sito web www.e-distribuzione.it dove, nella sezione “interruzione di corrente”, è a disposizione la "mappa delle disalimentazioni" che fornisce dati in tempo reale sullo stato della rete elettrica.  

15/06/2020 11:51:39 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica PD Umbertide: “prende il via il centro di riuso pensato anni fa”

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa a firma del PD Umbertide sull'apertura del centro di riuso e l'Osservatorio Verso rifiuti zero «Sabato verrà inaugurata una delle componenti fondamentali di un progetto nato anni fa e che indiscutibilmente dovrà essere approfondito nuovamente riportando il dibattito in Consiglio e nelle sedi opportune. Ricordiamo infatti che tra pochi giorni Umbertide vedrà l’apertura del suo centro di riuso, localizzato nella zona Industriale Madonna del Moro e nato tempo fa dalle idee sorte in seno alla discussione condivisa tra Amministrazione e associazioni del campo energetico-ambientale, partita nel 2011 con la costituzione dell’Osservatorio Verso rifiuti Zero. Proprio quest’ultimo è il format partecipativo che è stato oggetto di un nostro ordine del giorno portato oramai un anno fa in Consiglio con il quale, accolto all’unanimità da tutta l’assemblea consiliare, avevamo riproposto di attualizzare e adattare ai nuovi standard le odierne questioni ambientali presenti sul nostro territorio locale. Tra le quali appunto quella delicatissima della gestione dei rifiuti per la quale Umbertide si è distinta con risultati promettenti in termini di raccolta differenziata, un traguardo importante ma da considerarsi non più sufficiente in un contesto globale di approccio integrato per la riduzione, il recupero e il riciclo dei prodotti di rifiuto. Per questo l’apertura del nuovo centro deve essere affiancata da un’attività ulteriore di sensibilizzazione alla pratica della ri-valorizzazione di quello che molto spesso siamo portati a considerare scarti, oggetti esauriti dei cicli di produzione. Il centro rappresenta quindi un solido tassello nello schema circolare dell’economia e del trattamento dei rifiuti stesso, il quale permette sostanzialmente un allungamento in termini di vita utile di oggetti e altro materiale recuperabile e non per forza spazzatura come forse spesso si è portati a considerare. Per questo abbiamo chiesto come Gruppo PD, insieme alle altre forze di opposizione, che si riporti al più presto il dossier in terza commissione per avvalorare l’iter al quale la nostra proposta ha dato il via; riattivare il sopracitato Osservatorio darà sicuramente una visione di ampio respiro alle problematiche ancora presenti a Umbertide e nelle frazioni, stringendo Istituzioni e cittadini attorno ad alcune considerazioni ineluttabili circa le prospettive future del tema e trovando quindi quella giusta sinergia per un percorso programmatico sulle risorse ambientali. Una strada indirizzata al riuso che dovrà essere percorsa insieme, a partire dai comportamenti rispettosi del singolo fino alla capacità di programmazione dell’amministrazione che più volte abbiamo incalzato. Insomma una sfida utile oggi e imprescindibil»

12/06/2020 14:10:56 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy