Attualità » Primo piano Rilancio dell'Ex Ferrovia Centrale Umbra: accolte dal Comune di Umbertide le proposte de “Il Mosaico”

Treni veloci con collegamenti più rapidi con le linee nazionali, front office all'interno della stazione e ruolo centrale dell'officina di Umbertide: il Comune accoglie le proposte de "Il Mosaico" per il rilancio immediato della ex Ferrovia Centrale Umbra   Corse veloci su rotaia con coincidenze immediate con Trenitalia, collaborazione tra le officine di Umbertide con quelle di Foligno e un punto commerciale vero e proprio di BusItalia in città. Sono queste le proposte per il rilancio immediato della ex Ferrovia Centrale Umbria avanzate dall'associazione "Il Mosaico" e alle quali il Comune di Umbertide darà pieno appoggio. "La Ferrovia Centrale Umbra - dice il sindaco Luca Carizia - ha rappresentato moltissimo per Umbertide, sia per i servizi che ha dato nei decenni, ma anche per i tanti posti di lavoro di nostri concittadini. Il nostro impegno, come Amministrazione è che lo possa essere anche in futuro. A causa di scelte gestionali avvenute in passato, oggi Umbertide si trova ai margini dell’interesse della mobilità sia in Alta Valle del Tevere, pur rappresentando uno snodo fondamentale verso i territori del Trasimeno e dell’Eugubino-Gualdese, sia nella mobilità regionale". Continua il sindaco: "Per questo motivo, invitati in audizione dalla Seconda commissione permanente dell'Assemblea legislativa dell'Umbria, abbiamo accolto con favore la proposta portata dall’Associazione 'Il Mosaico' che prevede di istituire delle corse veloci su ferrovia, cioè corse che partendo da Città di Castello, fermano solo a Trestina e Umbertide per poi arrivare a Ponte San Giovanni e avere con Trenitalia coincidenze immediate verso Fontivegge - Perugia Università - Ospedale Santa Maria della Misericordia oppure su Assisi-Foligno-Spoleto-Terni-Roma. Nel 2017 per ovviare ai problemi della chiusura della Ferrovia Centrale Umbra si previde una corsa veloce su autobus, che partendo da Sansepolcro per arrivare a Perugia, bypassava la nostra città e la fermata di Ponte San Giovanni. Per questo guardiamo con favore a scelte e proposte che mettono il nostro territorio in rilievo, guadagnando tempi di percorrenza accettabili". Come afferma il sindaco: "La proposta de 'Il Mosaico' è fatta su misura delle esigenze di tutta la vallata, venendo incontro a quelle che sono le richieste di mobilità di tutto il territorio". Alla luce delle problematiche in tema di mobilità nel Comune, il sindaco Luca Carizia, ha chiesto ed ha ottenuto un incontro con il direttore generale di BusItalia, ingegner Velio Del Bolgia, che si è tenuto il 26 marzo. Nel corso dell'incontro il sindaco ha ribadito a BusItalia l’importanza di avere trasporti efficienti, con tempi di percorrenza accettabili e soprattutto coincidenze con gli altri vettori per eliminare l’isolamento del nostro territorio. Ai vertici dell'azienda il sindaco ha ribadito l’importanza di avere nella nostra città una agenzia commerciale di Busitalia: "La richiesta è supportata dagli utenti del nostro Comune e dei Comuni limitrofi. Noi riteniamo strategico il punto commerciale e quello che serve è un front-office del trasporto regionale proprio all'interno della stazione". Sul tema dell'officina di Umbertide afferma il sindaco: "Il ruolo dell'officina di Umbertide deve essere centrale. Riteniamo  strategico  a livello regionale il connubio e la collaborazione con quelle di Foligno".

13/04/2021 12:08:24 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Emergenza Covid-19: niente rette per i servizi nido d'infanzia, Centro Bambini e trasporto scolastico non erogarti

Emergenza Covid-19, l'Amministrazione Comunale provvederà a non addebitare i pagamenti anche per il periodo febbraio-marzo 2021 in cui i servizi nido d'infanzia, Centro Bambini e trasporto scolastico non sono stati erogati   L'Amministrazione Comunale di Umbertide, così come avvenuto già a seguito delle chiusure o sospensioni di marzo, aprile, maggio, novembre e dicembre 2020, provvederà a non addebitare le rette del nido d'infanzia, del Centro Bambini e la quota mensile del trasporto scolastico. Il 7 aprile, con la ripresa delle attività educative e didattiche e a seguito dell'approvazione da parte del Consiglio comunale del bilancio di previsione 2021-2023 che avverrà il 15 aprile, seguirà apposita variazione di bilancio. Considerata la sospensione a seguito dell'emergenza Covid-19 delle attività educative dei servizi per la prima infanzia, nonché delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, l'amministrazione, così come avvenuto precedentemente, ha ritenuto opportuno di intervenire a sostegno delle famiglie che in questo momento di difficoltà si trovano a fronteggiare pesanti disagi. L'amministrazione comunale, così come avvenuto in precedenza, provvederà a non addebitare le tariffe relative ai servizi comunali del nido d'infanzia, del Centro Bambini, nonché del servizio trasporto scolastico, relativi al mese di febbraio-marzo, in quanto non utilizzati o utilizzati in misura assolutamente irrilevante. Le misure saranno estese con un ulteriore atti specifici, anche ad un periodo successivo qualora si protraesse lo stato di emergenza in corso. “In un momento di emergenza sanitaria, economica e sociale come quella in corso è importante andare incontro e tutelare le esigenze e bisogni delle famiglie umbertidesi – affermano il sindaco Luca Carizia e l'assessore all'Istruzione, Alessandro Villarini - Su questi aspetti massima deve essere e sarà sempre la nostra attenzione, ancor più in un contesto difficile e critico come quello in corso”.

12/04/2021 12:51:05 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Controlli in Altotevere: a Umbertide fermate e controllate 80 persone

I Carabinieri della Compagnia di Città di Castello, al comando del Capitano Giovanni PALERMO, nella serata di ieri, hanno attuato un controllo straordinario del territorio che ha visto impiegate le pattuglie delle Stazioni Carabinieri di Umbertide, Città di Castello, Monte Santa Maria Tiberina e dell’Aliquota Radiomobile. La particolare attività è stata svolta al fine di prevenire e reprimere i reati in genere, oltreché rafforzare i controlli in materia di rispetto delle prescrizioni conseguenti all’epidemia da coronavirus. Durante lo svolgimento del servizio, che ha interessato per il comune di Città di Castello prevalentemente il centro cittadino e le frazioni Santa Lucia - San Maiano – Cinquemiglia – San Secondo e Fabbrecce, ma anche i parchi di Riosecco e San Pio. Per quanto riguarda il Comune di Umbertide si è agito prevalentemente sul centro cittadino ed il parco Ranieri, dove sono state fermate e controllate circa 80 persone e 60 autoveicoli. Proprio nell’ambito di tali attività: i Carabinieri della Stazione di Umbertide hanno individuato e dato esecuzione ad un mandato di arresto emesso nei confronti di un uomo residente in quel centro, condannato ad espiare una pena di anni 1 e mesi 4 per il reato di calunnia; per lui è stata immediatamente disposta la detenzione domiciliare presso l’abitazione di residenza; i Carabinieri della Stazione di Città di Castello, hanno portato a termine un’attività di indagine, denunciando a piede libero un 57enne del posto resosi responsabile dell’ipotesi di reato di furto. L’uomo, infatti, avrebbe asportato da uno sportello bancomat una somma di denaro prelevata poco prima da altra persona e dimenticata sull’erogatore dello sportello. Individuato e riconosciuti dai militari dall’analisi delle immagini della videosorveglianza del bancomat, è stato deferito alla Procura della Repubblica di Perugia. Durante tutta la settimana non sono mancati i controlli in materia di rispetto delle prescrizioni conseguenti all’epidemia da coronavirus. Infatti, a fronte di oltre 350 persone e di circa 180 mezzi controllati, sono state elevate una decina di sanzioni, prevalentemente a carico di persone che si sono spostate senza giustificazione dai rispettivi comuni di residenza, ma anche per la violazione degli orari di coprifuoco.

10/04/2021 12:22:21 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Coronavirus: nuova ordinanza regionale. Le regole per scuole, sport e negozi

Anche le classi seconde e terze della scuola Media (Secondaria di Primo grado) torneranno da lunedì 12 aprile a svolgere lezioni in presenza, mentre le Superiori (Secondarie di Secondo grado) torneranno in classe al 50% a partire da mercoledì. E’ una delle decisioni contenute nella nuova ordinanza regionale firmata quest’oggi dalla presidente della Regione Umbria Donatella Tesei. (7cd28d41-d9f7-44d1-bd3b-a072d2a2bf28 (regione.umbria.it) ) Nella seduta di Giunta odierna è stata anche approvata la delibera che prevede la possibilità per gli studenti e per il personale docente e non docente delle scuole di effettuare gratuitamente, con cadenza settimanale e non più mensile, i test diagnostici presso le farmacie per l’identificazione di eventuali casi di positività al contagio da SARS-CoV-2.    Da lunedì, e sino al 24 aprile, sono consentite alcune attività sportive e motorie. Tra queste quelle individuali svolte all’aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici (nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l'attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività); attività sportiva di base e motoria in genere svolte all'aperto presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, purchè individuali (interdetto l'uso di spogliatoi interni a detti circoli). Rimangono inoltre permessi eventi e competizioni - di livello agonistico e riconosciuti di preminente interesse nazionale dal CONI e dal CIP - riguardanti gli sport individuali e di squadra all'interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse o all'aperto senza la presenza di pubblico, e sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra, partecipanti alle suddette competizioni, muniti di tessera agonistica, esclusivamente a porte chiuse.    Quanto al commercio, i negozi di vicinato e le medie e grandi strutture rimarranno chiusi solo la domenica. Le attività nei centri commerciali rimarranno invece chiusi in tutto il week end. Le chiusure di cui sopra non si applicano alle seguenti attività: farmacie, para farmacie, presidi sanitari, ottici, generi alimentari, commercio di autoveicoli e moto cicli, prodotti agricoli e florovivaistici, edicole, librerie, tabacchi. 93731ed8-bd57-40cc-9eeb-f3ba76d9781a (regione.umbria.it)

09/04/2021 18:48:37 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Lavori alla rete idrica ad Umbertide, cambia la viabilità in alcune zone

Sostituzione condotta idrica in via Colombo, piazza Marx, via Roma e Rotonda Italia: modifiche alla viabilità a partire dal 12 aprile   Dalle ore 7.00 di lunedì 12 aprile sino alle ore 18.00 del 16 aprile saranno effettuati da una ditta incaricata da Umbra Acque Spa dei lavori di manutenzione straordinaria riguardanti la sostituzione della condotta idrica in via Cristoforo Colombo, piazza Carlo Marx, via Roma e Rotonda Italia. Nel corso delle operazioni saranno adottati i seguenti provvedimenti alla viabilità: - in Via Cristoforo Colombo (corsia di destra direzione San Benedetto) divieto di transito veicolare; - in Via Roma per chi proviene dalla S.P. 201 di Coltronara con direzione Via Unità d’Italia obbligo di svolta a sinistra in Via Tusicum con conseguente divieto di transito veicolare nel tratto compreso tra Via Roma civ. 119 fino all’intersezione con Via Montessori; - Soltanto ai residenti di Via Lombardo Radice, Via Montessori e ai residenti di Via Roma dal civ. 119 al civ. 137a nonché ai conducenti dello scuolabus provenienti da Via Palmiro Togliatti sarà consentito transitare fino all’intersezione con Via Montessori per poter portare gli studenti fino all’ingresso delle scuola media Mavarelli-Pascoli. - In piazza Marx per chi proviene da Via Rodolfo Morandi obbligo di svolta a sinistra all’altezza della rotonda e conseguente divieto di transito veicolare nel tratto compreso tra la rotonda di piazza Marx e la Rotonda Italia; - per chi proviene da via Unità d’Italia all’intersezione con la Rotonda Italia obbligo di svolta a destra verso piazza Carlo Marx; - divieto di sosta nel parcheggio di Piazza Carlo Marx lato destro a ridosso della scuola Mavarelli- Pascoli. Nel corso delle ore serali, salvo imprevisti, sarà ripristinata la normale viabilità.                

09/04/2021 15:56:26 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano “Pietralunga Riparte”: il Comune lancia un nuovo progetto per la ripresa del territorio

Si comincia dalle proposte e dall’ascolto della comunità. Fino al 15 aprile chi vuole può presentare la propria idea  E’ iniziata la fase uno del progetto per la ripartenza di Pietralunga, delle sue foreste e del territorio dell’Alto Tevere. L’Amministrazione comunale, in collaborazione con Anci Umbria e il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Perugia, ha avviato un percorso di ascolto e partecipazione per definire, insieme a tutta la comunità, valide proposte per la ripresa economica e sociale della zona.  Tutti i cittadini, enti, associazioni, gruppi informali e politici possono presentare progetti per migliorare il proprio Paese. Chi ha un’idea e una proposta per la ripartenza di Pietralunga può inviarla fino al 15 aprile al Comune, tramite un documento scritto, un video, un audiovideo, un’immagine, compilando il form sull’apposito sito internet oppure con messenger nella pagina social dell’Amministrazione.  A spiegare nei dettagli la scelta di attivare un Recovery plan per il territorio è il vicesindaco Federica Radicchi: “L’emergenza sanitaria a causa del Covid-19 ha avuto e continuerà ad avere un profondo impatto anche nel nostro Comune. Una crisi profonda che rischia di compromettere il tessuto economico e sociale della nostra comunità. Per questo è necessario cominciare a ragionare insieme su come ricostruire una nuova ‘normalità’, con il contributo di tutti”. L’obiettivo del Comune è quello di sviluppare una serie di progetti da finanziare con i fondi del Recovey Fund e altre linee di finanziamento europeo che favoriscano la crescita economica, il miglioramento della qualità della vita e i servizi di digitalizzazione.  “Il nostro territorio riparte – continua Radicchi - puntando sulla Democrazia Partecipativa per costruire il futuro insieme. ‘Pietralunga Riparte’ è ovviamente un primo passo, l’inizio di un percorso, non il suo compimento. L’intento è quello di dare alla cittadinanza strumenti immediati che gli permettano di collaborare con le istituzioni cittadine, di fare proposte, di discuterle, di mostrare criticità, quindi di interagire e partecipare al complesso percorso decisionale. Come giunta ci stiamo impegnando al massimo per cercare di consolidare questa filosofia gestionale e concretizzarla in strumenti semplici, alla portata di tutti”.  Per sviluppare al meglio il nuovo progetto è stato creato anche il sito internet www.pietralungariparte.it. “Tramite questo portale chi vorrà potrà inviarci, da subito, le proposte, che siano piccole idee o grandi progetti. Attraverso una trasparente valutazione, quanto pervenuto sarà poi discusso, coinvolgendo i soggetti interessati, le associazioni, le istituzioni competenti e i privati cittadini portatori di interessi nel progetto. Le proposte – conclude il vicesindaco - devono riguardare realtà e attività legate al nostro territorio, oltre a costituire una possibilità di miglioramento per l’intera Comunità. Tutte le proposte saranno inserite nel sito nella sezione ‘Bacheca delle Idee’ e costituiranno la base per l’avvio di una progettazione condivisa”.    

09/04/2021 12:24:51 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy