Notizie » Politica Umbertide cambia: nel 2019 aumento delle tasse, immobilismo e partitocrazia

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa a firma di Umbertide cambia Il 2019 ha caratterizzato la Giunta Carizia per aumento delle tasse, immobilismo e partitocrazia. Nessuna promessa realizzata, nessun investimento produttivo e pessima gestione politica del bilancio.  «Aumento delle tasse, immobilismo e partitocrazia. Questi i caratteri di un anno di Giunta - sostiene il consigliere comunale di  Umbertide cambia, Gianni Codovini». Il bilancio di Giunta del 2019, secondo Umbertide cambia, è completante negativo. «I fatti sono chiari: le imposte comunali sono arrivate al massimo consentito (vero che l’Imu già lo era), soprattutto dopo la manovra di macelleria sociale del Sindaco e della Giunta sull’addizionale IRPEF. Questa ha colpito in modo lineare tutti i cittadini, tartassandoli. Carta canta. Dallo 0,50% si è passati allo 0,75%  per i redditi fino a 15000 euro, con una esenzione per i redditi fino a 13000 euro. Dai redditi 15001 a 28000 l’aliquota vola a 0,77% e quelli a 55000 euro a 0,78%. Infine, i redditi da 75000 euro pagano la massima aliquota di 0,80. Sulla diseguaglianza della manovra lasciamo la parola ai cittadini: basta che controllino la loro busta paga e le loro tasche.» Sempre sul bilancio c’è da aggiungere, secondo Gianni Codovini, «i mancati investimenti nel sistema produttivo, nell’economia ambientale, nelle fasce deboli del lavoro, nonché l’ennesima richiesta dell’anticipazione di cassa per il 2019, ed anche nel 2020, per oltre 4 milioni con 30mila euro di interessi. In ciò in piena continuità con tutte le amministrazioni precedenti: del resto, ricordiamo, che a governare vi sono due ex assessori al bilancio del Pd». Giudizio senza appello viene anche dal Vice presidente di Umbertide cambia, Martina Ciocchetti. «Da punto di vista politico questa Giunta ha dimostrato di rappresentare la vecchia partitocrazia: nessun taglio ai costi della politica e ennesimo tradimento elettorale. Per i costi della politica assessori e presidente del consiglio continuano a non tagliare i loro lauti compensi, mentre la maggioranza che ha vinto le elezioni adesso non c’è più, visto il cambio di casacca di due consiglieri (Caracchini e Pino) e due assessori (Tosti e Pierucci) eletti con la lista di Locchi. Una vera crisi di Giunta passata in cavalleria! Sulla partitocrazia, poi, la nomina di due politici di lungo corso alla Multiservice (Giovanna Monni) e alla Prosperius (Giuseppe Barberi), invece di due manager la dice lunga sul cambiamento di governo nel merito e nel metodo. Quanto alle promesse mancate ricordiamo le contraddizioni sulla moschea, sulla sicurezza e il degrado urbano». Il Consigliere Gianni Codovini Martina Ciocchetti, vice presidente Associazione Umbertide cambia  

28/12/2019 21:25:49 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica M5 Stelle Umbertide al Capogruppo della Lega: 'tutti i punti ignorati sulla scuola di Niccone'

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa sulle esternazioni del capogruppo della Lega del consiglio comunale di Umbertide a  firma del portavoce del Movimento 5 stelle Umbertide, Giampaolo Conti Nella giornata di ieri (16 dicembre) è stato consegnato al protocollo del Comune di Umbertide l’interrogazione per il prossimo question time sulla ristrutturazione della scuola di Niccone. E’ ormai colma la misura della tolleranza in ordine alla mala informazione, frutto presumibilmente dell’ignoranza, delle pseudo notizie che intende diffondere il capogruppo della Lega. Infatti si ignora completamente che per la scuola di Niccone • Si è ancora in fase progettuale, • che devono trascorrere almeno 35 giorni dall’invio della comunicazione di aggiudicazione alla ditta aggiudicataria per la sottoscrizione del contratto per la progettazione definitiva ed esecutiva dell’opera; • che dalla data di sottoscrizione del contratto sono previsti da capitolato 90 giorni per la progettazione definitiva e 30 giorni per la progettazione esecutiva; • che successivamente dovrà essere istruita la gara per l’esecuzione dei lavori e che questa fase richiede tempi non valutabili al momento (due tre …sei mesi?); • che terminata l’istruzione dovrà essere pubblicato il bando di gara, i cui tempi di pubblicità sono di minimo 35 giorni; • di seguito dovrà essere esperita la procedura di gara, i cui tempi di svolgimento sono indeterminabili, ma che mediamente sono di sei/otto mesi; • il mutuo per il finanziamento dell’opera di cui trattasi oggi 17/12/2019,deve ancora essere ancora acceso; Posto quanto sopra, il capogruppo della Lega, ci dica e dica ai cittadini quando l’opera sarà definitivamente compiuta.  

18/12/2019 10:50:51 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica M5S Umbertide: “Bando 'Facciamo Ecoscuola' consegnato alle scuole di Umbertide”

  Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma del Movimento 5 Stelle Umbertide Nella giornata di ieri è stato consegnato dal nostro portavoce in Consiglio comunale alle scuole di Umbertide il bando “Facciamo Ecoscuola” rivolto alle scuole dell’intero territorio nazionale il cui importo complessivo di 3 milioni di euro andrà destinato a progetti ambientali ed ecosostenibili delle scuole del territorio. All’Umbria sono destinati circa sessantamila euro, in quanto la ripartizione su base regionale prevede una quota fissa di euro 30.000 più una quota variabile attribuita in base alla popolazione scolastica Le somme messe a disposizione, dovranno essere impegnate per finanziare idee progetto che promuovano la sostenibilità e l’educazione ambientale, secondo le modalità di trasparenza ed equità descritte nel bando. In questo modo saranno finanziati progetti che riguardano un tema importante per tutti noi, ma soprattutto per le future generazioni: l'ambiente e la salvaguardia del pianeta. I fondi a disposizione derivano dalle restituzioni volontarie degli stipendi dei nostri portavoce nazionali, Deputati e Senatori, destinati, ancora una volta, alle scuole pubbliche statali del Paese. Auspichiamo che i nostri istituti di scolastici ricchi di progettualità e di idee innovative, non si faranno scappare questa ghiotta occasione.

06/12/2019 12:51:27 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Umbertide cambia: “si al controllo di vicinato ma è troppo poco”

Umbertide Cambia su regolamento del controllo di vicinato: "Il regolamento del controllo di vicinato, che abbiamo votato e contribuito a migliorare, è però esclusivamente una premessa verso la sicurezza urbana. Creare uno  whatsapp solo per segnalazioni serve a poco per la sicurezza: ci sono già altri strumenti" «Nell’ultimo consiglio del 28 novembre abbiamo sostenuto il Regolamento del controllo di vicinato presentato dalla Giunta perché esso è un pezzo del nostro programma - afferma il capogruppo Gianni Codovini di Umbertide cambia -, anche se lo intendiamo in maniera totalmente diversa e molto più larga». «Il Regolamento di vicinato che è stato approvato riguarda, infatti, solo le regole per costituire specifici gruppi sulla piattaforma WhatsApp, gestiti attraverso appositi  amministratori, che possono segnalare alla Polizia locale, la quale poi li trasmetterà alle Forze dell’ordine, casi di insicurezza urbana oppure la presenza di persone e veicoli sospetti nel quartiere» - ribadisce la vice presidente di Umbertide cambia Martina Ciocchetti. Si tratta – aggiunge Martina Ciocchetti – di un intento lodevole, ma molto limitato e si sovrappone ad altri strumenti di ordine pubblico che già efficacemente esistono. Per noi il controllo vicinato è certamente una forma aggregativa meritevole di promozione su tutto il territorio urbano; vuol dire però il rafforzamento del rapporto di collaborazione tra i cittadini e le istituzioni, promovendo il rispetto della legalità, il dialogo tra le persone, lo sviluppo del senso civico di appartenenza alla comunità. Bisogna inserirlo dentro un Piano organico della sicurezza urbana, oggi inesistente, che persegua la lotta al lavoro nero, fonte di illegalità, coinvolga le comunità straniere nelle attività di segnalazione e controllo, spinga l’autorganizzazione tra vicini e quartieri per renderli più vivibili, evitando il degrado urbano».  

03/12/2019 11:43:32 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Umbertide Cambia: voto contrario sul documento programmatico della giunta

Riceviamo e e pubblichiamo la nota stampa a firma di Umbertide Cambia dopo l’ultimo consiglio comunale   «Anche l’ultimo consiglio del 28 novembre ha certificato la situazione politica: la nostra è un’opposizione progettuale, vale a dire che proponiamo i nostri progetti integrandoli con quelli di chi governa. Tutto ciò senza pregiudiziali, per permettere alla città un salto di qualità. Ciò è avvenuto nell’ultimo Consiglio per l’accoglimento del progetto sul recupero e smaltimento degli oli esausti alimentari o per il sostegno al controllo di vicinato. Tuttavia, i consiglieri di maggioranza e la Giunta hanno alzato, come sempre, un muro di silenzio sulle questioni strategiche: ossia sul Documento unico di programmazione 2010-22 (Dup) e sulle aziende partecipate (Prosperius e Multiservice). Dove c’è  da prendere decisioni importanti la risposta è il silenzio, l’immobilismo e l’incompetenza».  Con queste parole il capogruppo di Umbertide cambia, Gianni Codovini, sintetizza politicamente un passaggio fondamentale dell’amministrazione e aggiunge che «nel DUP, vera carta di identità della Giunta, mancano totalmente le scelte sulla politiche produttive, industriali, occupazionali, sociali e della famiglia. L’ambiente e la salvaguardia del suolo è un tema completamente abbandonato: nemmeno un euro di investimento. Poi, senza politica territoriale, si affonda ancor più Umbertide nell’isolamento in cui già è; l’unica cosa fatta dalla Giunta è mettere le mani in tasca ai cittadini con l’aumento dell’addizionale Irpef, i cui proventi non si è capito dove sono stati investiti. Perché investimenti nel DUP proprio non se ne vedono».  Ma ormai quello «che è palese - conclude il capogruppo Codovini di Umbertide cambia -è la totale mancanza di idee e progetti da parte dei consiglieri della maggioranza e della Giunta, che peraltro non rappresenta più, per le loro beghe interne, quella uscita dalle elezioni. Non un intervento dei consiglieri, non una proposta, manco un elementare scambio di opinioni. I consigli e le commissioni sono diventati monologhi delle opposizioni, le uniche in grado di proporre e di avere idee. Se non ci fosse una solida struttura amministrativa degli uffici comunali, fatta di importanti risorse umane e di competenza, la macchina amministrativa, per l’impalpabilità e l’inadeguatezza di questa maggioranza di destra, sarebbe già bloccata. Difficile durare altri anni in questa condizioni: Umbertide rischia il declino.».

01/12/2019 13:32:38 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Movimento 5 Stelle Umbertide “inattività ed immobilismo dell'amministrazione comunale”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma Movimento 5 Stelle Umbertide   "Il documento unico di programmazione 2020-2022 del comune di Umbertide è sintomatico della inattività e dell’immobilismo della nostra amministrazione comunale, tutta tesa ad attività di propaganda delle vuote iniziative della Giunta, ma priva di contenuti programmatici e di una visione futura del paese. Le attività relative alla sicurezza si sono limitate all’armamento del corpo della polizia locale e dopo un anno e mezzo di governo, alla elaborazione del regolamento sul “controllo di vicinato”. Sulla attività urbanistica niente assoluto se non promesse di attuazione del PRG (che risale al 1950), di terminare i lavori del palazzo comunale (dopo un anno e mezzo di governo) Per verde e viabilità solo promesse e proclami senza alcuna visione organica o programmatica. Per i lavori pubblici : scuola materna Monini, si parla di avviare le procedure di gara, ferme a zero se non per l’avvio della gara per la progettazione, progettazione e non esecuzione,per di più  senza alcuna soluzione o prospettiva per l’asilo nido, che verrà si demolito, ma senza aver la minima contezza della ricostruzione. Per il plesso di Niccone niente, tutto rinviato al 2020, forse. Per il patrimonio pubblico, Piattaforma e PUC (ex tabacchi), poche idee in compenso molto confuse. Per la Sanità si chiede di intervenire per l’ammodernamento delle strutture, non si sa a chi con quali costi e come, dimenticando che la notte, in tutto  l’ospedale, (Prosperius, Pronto Soccorso e Reparti) ci sono solo due medici di guardia ! Per il sociale, sembra che nel DUP ci siano solo iniziative di propaganda, la serra disabili, la città cardioprotetta, tutte iniziative che rimandano ad una bella inaugurazione con tanto di taglio di nastro, senza alcun cenno alle attività vere, quelle di quotidiana assistenza ai soggetti disagiati, alle tossicodipendenze, alle ludopatie, tutti lavori oscuri senza taglio di nastri. Per Sport cultura e turismo un accenno a 150.000 euro per il palazzetto (ma solo nel 2022), un cenno alla fratta dell’800, senza alcun riferimento alle coperture finanziarie, per il turismo tante aspettative senza pensare minimamente che un comune di 16.000 abitanti ha un solo albergo e nessuna area di sosta camper degna di questo nome. Per l’ambiente ai attende l’esito della gara d’ambito indetta dall’AURI disconoscendo che la gara è stata annullata con sentenza del TAR di Perugia n. 518/2019 del 21/10/2019 Per l’equità fiscale e sociale, i tributi, interverremo sul recupero dei tributi non riscossi, ma la gara non è partita, una sola commissione ne ha parlato due mesi fa, poi più niente. Per lo sviluppo economico e l’agricoltura solo enunciazioni di principio e per la Partecipazione e la trasparenza tante lodi, ma ad oggi non possiamo mettere una pagina sul sito web a garanzia della comunicazione delle opposizioni, Un giudizio complessivo estremamente negativo sul DUP, determinato dall’assoluto immobilismo di questa amministrazione che per incapacità, ignavia o ignoranza dipinge un quadro estremamente preoccupante, perche privo di visione futura, della Umbertide del prossimo decennio….. perfettamente in linea con le precedenti amministrazioni".   

29/11/2019 14:49:37 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Gruppo Consiliare PD Umbertide: “Salvaguardare e potenziare la sanità locale, non si può abbassare la guardia”

«L’attenzione della politica locale agli sviluppi della sanità territoriale dovrà rimanere sempre mirata nell’agenda di una programmazione concreta e quanto mai efficace» chiosano dal Gruppo Consiliare PD. «Nella mattinata di giovedì ci siamo recati» affermano i consiglieri Ventanni e Corbucci «presso il nostro plesso ospedaliero insieme al neoeletto Consigliere Regionale Michele Bettarelli. Un incontro che è stato itinerante per i reparti del nosocomio cittadino, volto ad apprezzare i tanti punti di forza che lo contraddistinguono e cercando di capire invece allo stesso tempo criticità e sviluppi futuri sui quali lavorare da subito. Da sempre il polo ospedaliero figura da punto di riferimento, grazie ai professionisti che vi operano, per Umbertide e per i territori limitrofi, un punto nevralgico che necessiterà di un’attenzione particolare nei prossimi tempi in un’ottica di potenziamento e di prospettiva futura. Occorre portare a conclusione i lavori avviati, garantire maggiore attenzione alla struttura e ai servizi erogati. Non poteva poi mancare uno sguardo attento all’attività del vicino Istituto Prosperius, centro di rilevanza sovranazionale nel campo dei percorsi riabilitativi con esperti formati del settore. Uno scambio di opinioni quindi con le competenze del polo sanitario volto essenzialmente a far luce su quegli aspetti che interessano i cittadini e chi vi opera».   Gruppo Consiliare PD

22/11/2019 10:34:57 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy