Sport Volley Umbertide: trasferta in chiaroscuro per le biancorosse che cedono al tie break a Colleluna Terni

In vantaggio 2 a 1, la squadra di Maddalena Rosi subisce la rimonta delle avversarie, che spingono molto al servizio, trovando la chiave di volta del match  Terni – Dopo l’altalena della partita di esordio, Umbertide era chiamata a dimostrare di aver assimilato ancor più i nuovi arrivi. Cosa non certo facile contro una compagine che al match di esordio si era imposta facendo sua l’intera posta sul campo della Pallavolo Perugia. Tuttavia le sensazioni e i responsi della settimana di preparazione avevano dato buoni feedback e la possibilità di passare non era certo un’utopia. Ai blocchi di partenza, causa un risentimento muscolare, Moretti viene prudenzialmente tenuta a riposo e al centro c’è spazio fin dall’inizio per la giovanissima Beacci.   Ancora un’ottima partenza delle biancorosse, che poi allungano sull’1 a 2 In avvio si rivede la squadra quadrata e attenta del primo parziale disputato una settimana fa. Le ternane difendono molto, ma sull’ennesimo scambio lungo le ospiti sono molto attente e chiudono in attacco (1 – 5). Bianconi e Giorgi incidono in attacco e sono due palle messe a terra consecutivamente dalla centrale di origini tifernati a far volare Umbertide a + 5 (7 – 12). Massimo vantaggio (10 – 17) con il muro vincente della positiva Beacci. Il gap è incolmabile e gli ace di Busti e Leonelli fanno il resto. Il parziale è di Umbertide sull’errore dai nove metri delle padrone di casa (19 – 25). Partenza positiva anche nel secondo set, con le umbertidesi che vanno sul 2 – 6 grazie al primo tempo di Beacci e all’ace di Leonelli (2 – 6). Però Colleluna comincia a difendere molto ed è proprio il suo collegamento muro-difesa a fare la differenza, mentre Umbertide è imprecisa sia in attacco che in difesa. Aggancio e sorpasso delle padrone di casa, che si portano sul 18 – 13 e controllano. Coach Rosi cambia la diagonale (Fiorucci per Leonelli e Leveque per Ubaldi) e dà respiro a Bianconi, richiamata in panchina per l’ingresso di Palazzetti. Ma non serve, perché le avversarie controllano e fanno loro il set (25 – 17). Nel terzo set Terni comincia a incidere al servizio, ma Umbertide risponde con gli ace di Ubaldi (6 – 9) e Beacci (10 – 12). Però si va punto a punto fino al 19 pari, quando le ternane mettono il naso avanti, portandosi sul 22 – 20. Andare sotto nel conto dei parziali potrebbe avere forti ripercussioni, ma fortunatamente per le ospiti l’esperienza di Ubaldi, che mette a terra di seconda intenzione, il muro vincente di Giorgi, che triplica con due primi tempi vincenti, portano le ragazze di Maddalena Rosi al set point (22 – 24), chiuso dalla stessa Ubaldi ancora di seconda intenzione (23 – 25).   Ricezione in difficoltà e tie break fatale Black out delle ospiti nel quarto frangente. La palla, come si dice in gergo, non cade mai dalla parte delle padrone di casa, con l’attacco di Umbertide sempre più spesso contenuto dalla seconda linea ternana, che ricostruisce con successo e si mantiene sopra il break fin dalle fasi iniziali. Ma soprattutto Umbertide soffre molto in ricezione e forse è proprio questa la chiave del set e del match. Alle ricezioni da rivedere, che non consentono di attaccare con incisività, si associano i vincenti subiti sulla battuta delle avversarie, peraltro dovuti in massima parte ad errori della seconda linea umbertidese, più che all’irresistibilità del servizio ternano. Il set fila via liscio per Colleluna, che largheggia nel punteggio (25 – 14 il finale), riequilibrando quindi il conto dei parziali. Al gioco decisivo Umbertide parte bene, andando sull’1 a 3 con l’astuzia in attacco di Bianconi dopo l’eccellente difesa di Leonelli e poi sul 2 a 4 grazie all’altrettanto astuto tocco di seconda di Ubaldi. Ma dura poco, perché la ricezione è ancora in difficoltà e consente a Terni l’aggancio e il sorpasso con la palleggiatrice di casa che riesce ad innescare con successo le sue centrali (5 – 5). La partita finisce lì, perché sul 10 a 6 piovono 4 ace che portano Colleluna al match point, concretizzato in vittoria sull’azione successiva (15 – 6).   Un punto guadagnato? Con l’assenza di Moretti al centro, forse c’era da aspettarsi la possibilità di faticare. Ma certo quello che è mancato non è stato l’attacco di palla bassa. L’esperienza e la caratura di Giorgi si sono fatte sentire, mentre Beacci, alla sua prima partita da titolare, è stata positiva. Quello che è mancato dipende in massima parte dalla seconda linea, non tanto in difesa, quanto in ricezione. Ma altrettanto certamente si è trattato di un black out, perché cifre come quelle che alla fine vengono fuori dai tabellini, non sono nemmeno lontane parenti del precampionato e della passata stagione. E non è che nel volgere di una partita ci si possa dimenticare di “come si fa”. Diciamo che una serata storta ci può stare, così come è stato per l’attacco, con la palla che ha sempre stentato a cadere. Ma, al netto di quanto di positivo si è visto nei set vinti, forse è proprio dalle giocate di quei parziali che coach Rosi dovrà ripartire. Già, perché se alla fine il rendimento fosse stato costante come in quelle frazioni, lo spazio per una vittoria ci sarebbe stato. A conti fatti, quindi, proprio per quanto si è visto in campo, il punto è di sicuro guadagnato, ma a partire dalla prossima gara casalinga contro School Volley Perugia servirà una vittoria di sostanza. Per il gioco, ma anche per il morale.   COLLELUNA S.G. BOSCO TERNI - VOLLEY UMBERTIDE 3 – 2   (19-25, 25-17, 23-25, 25-14, 15-6)     COLLELUNA S.G. BOSCO TERNI: Dominici (C) 17, Galvani 1, Canestrini 12, Persichetti 16, Morosi 4, Brunetti 17, Paoletti G. 6, Paoletti A. (L). N.e.: Polli, Ferrotti, Malatesta, Menichini. Allenatore: Stefano Montineri; Aiuto Allenatore: Giovanni Piergiovanni. (b.s. 6, b.v. 17, muri 4, errori totali 25) VOLLEY UMBERTIDE: Ubaldi (C) 7, Bianconi 16, Leonelli 8, Giorgi 12, Busti 5, Beacci 7, Sarnari, Palazzetti, Leveque, Fiorucci, Girelli (L1), Giulietti (L2). Allenatore: Maddalena Rosi. (b.s. 4, b.v. 7, muri 3, errori totali 38)       Arbitro: Fabio Lo Moro

31/10/2019 18:59:17 Scritto da: Eva Giacchè

Cultura Cultura e sviluppo economico al Campus 'Leonardo da Vinci' di Umbertide

Anche quest'anno il “Campus Leonardo da Vinci” di Umbertide, capofila della rete dei Licei economico-sociali (Les) umbri, ha aderito alle “Giornate di educazione alla cittadinanza economica”, dedicate al tema “Cultura e sviluppo economico”.   Dal 23 al 26 ottobre gli alunni si sono cimentati in attività laboratoriali e giochi a squadre su tematiche economiche, che si sono alternati a importanti momenti di formazione e allo spazio cinema realizzato all'interno del Campus. Il dirigente scolastico Franca Burzigotti ha così commentato l'iniziativa: “Gli insegnanti del team Les, coordinati dalla docente referente Carmen Nuzzaci, hanno predisposto le attività con un approccio innovativo e stimolante per i ragazzi, nella convinzione che solo ricorrendo a nuove metodologie didattiche e proponendo esperienze in collegamento con ciò che si trova al di là della scuola si possano sviluppare nei giovani le competenze e le abilità oggigiorno necessarie, come peraltro richiesto da un indirizzo che, per le aperture multidisciplinari e il respiro europeo, può essere definito a ragione come il Liceo della contemporaneità".   Sono stati affrontati i temi della riqualificazione degli spazi e della valorizzazione dei beni culturali nell’ottica della creazione di flussi economici. Gli alunni sono stati chiamati a formulare un proprio progetto di riqualificazione legato al territorio umbertidese. L'Istituto superiore umbertidese ha ospitato il docente di Macroeconomia presso l’Università di Perugia Sergio Sacchi per un incontro a cui hanno partecipato tutti gli studenti del corso Les su “Cultura, sviluppo e valorizzazione del territorio”. Altri temi affrontati sono stati “Cultura familiare e cultura di impresa: prospettive nel nuovo millennio”, “Nuovi modelli educativi, cultura e sviluppo economico: una scommessa riuscita”, una tavola rotonda incentrata sulla figura di Alice Hallgarten Franchetti e sul ruolo svolto da alcune importanti realtà d’impresa nel tessuto socio-economico del territorio altotiberino. Hanno completato le “Giornate di educazione alla cittadinanza economica” il Caffè Filosofico al cinema Metropolis e lo spazio cinema nell’Aula Magna dell’istituto.    

31/10/2019 18:51:19 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Lega Umbertide: “voto storico per la nostra regione”

“Il nostro più sentito ringraziamento va a tutti i 2.990 umbertidesi che hanno votato la Lega alle elezioni regionali del 27 ottobre e a tutti i 4.289 nostri concittadini che hanno rinnovato la loro fiducia nei confronti della coalizione di centrodestra che ha portato all'elezione di Donatella Tesei a presidente della Regione”: a dirlo sono i vertici della segreteria umbertidese della Lega Vittorio Galmacci e Daniele Tempobuono; e il capogruppo in Consiglio comunale Lorenzo Cavedon. “Il nostro partito – continuano - si riconferma con quasi il 38% dei voti, il più votato nell'intero territorio comunale e per questo non possiamo che essere riconoscenti verso tutte le donne e tutti gli uomini che hanno rinnovato la loro fiducia nei nostri confronti. Si tratta di un segnale forte e non di poco conto: nelle urne gli umbertidesi hanno voluto premiare lo straordinario lavoro dell'amministrazione comunale guidata dal nostro sindaco Luca Carizia, che vede ogni giorno la Lega e tutta la coalizione al lavoro per il bene della nostra comunità”. “Il voto di domenica – aggiungono - è stato un momento storico per Umbertide e per l'Umbria intera: chi fino a oggi ha governato la nostra regione con fare dispotico e senza il minimo interesse per il bene comune è stato sonoramente bocciato dai cittadini umbri, che hanno scelto di rendere libera la nostra regione e deciso di premiare il buon senso, il buon governo e il merito”. “A Umbertide – dicono - lo schieramento di centrosinistra ha visto ricompattarsi tutti i personaggi che negli anni scorsi hanno trattato il nostro Comune come se fosse una cosa personale. Gli è andata male anche questa volta, perché la nostra gente sa distinguere tra chi lavora per il bene di tutti e chi, come il Pd e i suoi alleati, ha sempre usato la cosa pubblica per i propri affari”. “In questi cinque anni – concludono - ci attendono grandi sfide e noi faremo di tutto per non deludere chi, con il proprio voto ci ha dato il dovere di portare il cambiamento in tutto il Cuore verde d'Italia”.

31/10/2019 18:45:50 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Dopo le elezioni regionali: Corbucci (PD)

Dopo la recente tornata elettorale Umbra che ha visto Donatella Tesei conquistare la maggioranza degli elettori umbri, per il centro sinistra è tempo di tirare le somme. “Al di là di quello che si vuol fare credere in Umbria il Partito Democratico è da tempo in piena crisi identitaria”. Inizia così il commento del consigliere comunale umbertidese Filippo Corbucci, che attacca: “Ora non ci sono più scuse per mettere i territori all’angolo e non sono più ammissibili gli interessi di pochi o gli interessi di un gruppetto di persone”. “Il nostro partito non è stato all’altezza della sfida che si è trovato davanti, diciamocelo .. una sconfitta che non può essere ricondotta solo allo scandalo Sanitopoli o all’onda leghista. Abbiamo bisogno di idee, progetti ed iniziative e di tutta quella instancabile e generosa “manovalanza” che non guarda l’orologio e non cede alla stanchezza, perché la politica è fatta anche di questo e non solo di passerelle e dimostrazioni di potere”. E poi si conclude nella nota: “Occorre ora un congresso regionale serio, fatto nei giusti tempi, che porti un dibattito vero fra i territori e che coinvolga tutti i livelli del nostro partito.” “Su Umbertide – rilancia Corbucci – si assiste all’incapacità amministrativa del Sindaco Carizia e dei suoi assessori, che ormai sembra vivano il loro ruolo come un passatempo. La nostra città non si merita l’inerzia che sta esprimendo questa Amministrazione comunale. Continueremo la nostra battaglia d’opposizione quotidiana, ma cercheremo anche di costruire un’alternativa e una visione di città e comprensorio diversa rispetto a quella proposta da certi improvvisati.” Lo stesso PD Umbertide dopo i risultati delle elezioni regionali si è così espresso: "Le elezioni regionali ci hanno consegnato un risultato negativo che ha visto prevalere la destra per il governo della Regione. Ad Umbertide il PD guadagna oltre un punto rispetto alle elezioni europee mentre la Lega ne perde due (ed il PD riconquista il primato in 4 seggi). Quello che è ovvio è che abbiamo una lunga strada da percorrere con umiltà e dedizione. Dobbiamo ripartire per ricostruire un'alleanza riformista che nasce per dare risposte ai cittadini e non contro qualcuno. Alla politica dell’odio messa in atto dalla Lega dobbiamo rispondere con proposte che consentano a questa città di svegliarsi dal torpore che l'ha avvolta. Vogliamo il cambiamento e vogliamo che prima che alla Lega il sindaco pensi ai suoi cittadini, a migliorare i servizi e a consegnarci una città più pulita e sicura"

31/10/2019 18:33:32 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano La scuola primaria 'Garibaldi' si appresta a celebrare il suo centenario, tanti gli eventi in programma

“…un bel rettilineo di oltre tre chilometri su cui corrono parallele le “Ferrovia Centrale Umbra” e “Appennino”…Un’esclamazione di schietto compiacimento levano i ragazzi nel vedere lo stupendo edificio scolastico che è tra i più belli dell’Umbria. Completa il quadro la vista del monumento ai caduti della Grande Guerra…”                                                Da  Umbria-Cuore d’Italia, di N.Beccafichi e M.Maurizi, Libro di cultura regionale,                                                                R.Bemporad & F.lli, Firenze 1926.   L’edificio, che ancora accoglie i visitatori della cittadina, fu progettato dall’allora noto architetto Osvaldo Armanni. I lavori ebbero inizio nel 1914 e vennero ultimati nel 1917, ma durante gli anni della Grande Guerra fu adibito a Ospedale Militare. Fu restituito alla cittadinanza, riacquistando la sua destinazione originaria il 5 aprile 1919; dopo quella data, quattordici classi di scolari presero possesso del nuovo edificio scolastico. Ad oggi il plesso “Garibaldi” ospita 230 alunni, suddivisi in dodici classi. La Scuola Garibaldi, grazie alla sua posizione centrale, è sempre stata un punto di riferimento per il  nostro paese, ha rappresentato la speranza per un futuro migliore per generazioni di giovani studenti. In occasione del centenario della fondazione dell’Istituto Scolastico  la direzione Didattica I Circolo, guidata dal Dirigente Scolastico Dott.sa Silvia Reali, ha organizzato una serie di eventi che avranno inizio il 15 novembre prossimo alle ore 18:00. In tale data si “accenderà la Scuola”, che illuminerà la via grazie all’abilità di Gianandrea e Citti e alla generosità di Coop, di commercianti di via Garibaldi e di Piazza Gramsci, di Digital Editor. All’inaugurazione, patrocinata dal Comune di Umbertide parteciperanno, oltre al dirigente scolastico Silvia Reali, al sindaco Luca Carizia e alle autorità, la banda cittadina diretta dal Maestro Galliano Cerrini e i bambini del coro della scuola. All’interno si potrà visitare una mostra fotografica con le immagini di alunni e personale della scuola durante tutti i 100 anni, l’esposizione di opere donate da artisti del posto (Emanuele Ventanni, Antonello Renzini, Ceramiche Rometti, Nuova Cer, Alida Mancini alias Rafael León, pasticceria Migliorati, oltre al logo dell’evento realizzato dal designer Federico Toti, tutti rigorosamente alunni della Garibaldi) e di opere esposte nelle varie edizioni del “Premio Fratta”  organizzato all’interno della scuola Garibaldi dalla Pro Loco e da Padre Ulisse negli anni passati. Infine festeggeremo tutti insieme con un aperitivo gentilmente offerto dalla Cir-food e dalla pasticceria Migliorati di Umbertide. Seguiranno poi una serata musical food il 29/11 ore 19:00; una conferenza  con la partecipazione dell’ingegnere Fabrizio Bonucci dell’ufficio tecnico del Comune e Adriano Bottaccioli sulla storia dell’edificio il 5/12 ore 17:00; infine la chiusura il 20/12, alle ore 17:00 con laboratori realizzati dai docenti e dagli alunni dell’intero Circolo Didattico. Il Dirigente Scolastico Dott.ssa Silvia Reali così commenta: “Sono molto contenta di essere parte della scuola Garibaldi e di poter festeggiare insieme al corpo docente, al personale tutto,  agli alunni e alle famiglie questo evento così prestigioso. Poche scuole vantano tanta storia e un’architettura così bella e, direi, moderna per le intuizioni che l’architetto ha avuto nel creare ambienti di apprendimento vari, luminosi, ampi e davvero accoglienti”.

30/10/2019 18:59:42 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile La lettura prende forma con LibreriArt, il contest della scuola 'Di Vittorio'

È stato un bellissimo viaggio attraverso luoghi magici, buffi personaggi e storie fantastiche quello che venerdì scorso ha coinvolto gli alunni delle classi seconde della scuola Primaria “G. Di Vittorio”, spettatori e attori del contest “LibreriArt”, reading letterario con estemporanea di pittura. L’iniziativa, alla quale i piccoli hanno aderito, organizzata dal II Circolo in collaborazione con la libreria Alibù di Umbertide, rientra nell’evento “Io leggo perché” che coinvolge tutte le scuole italiane e che ha l’obiettivo di promuovere la lettura e incrementare le donazioni alle biblioteche scolastiche. LibreriArt, è stato pensato proprio a questo scopo ed è stato realizzato in sintonia con il progetto contenuto nel PTOF della Di Vittorio dal titolo “Casa Editrice 2° Circolo”, in cui sono pensati proprio percorsi di lettura (di racconti o di giornali) e di scrittura (di storie inventate o di articoli) finalizzati al potenziamento delle competenze linguistiche, conoscitive, comunicative ed espressive. Il reading letterario è stato guidato da Aldo Manuali, pedagogista, vice presidente dell’ "Associazione genitori insieme per..."; e formatore accreditato “Nati per leggere”. In un secondo momento i bambini, hanno potuto slegare le emozioni suscitate dalla lettura: immagini mentali scaturite dall’ascolto hanno preso forma e colore dando vita a meravigliose opere d’arte in esposizione per tutto il weekend.  

30/10/2019 18:52:34 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy