Notizie » Società Civile Servizi comunali per la prima infanzia, aperte le iscrizioni

Riceviamo e pubblichiamo L'Ufficio Servizi scolastici del Comune di Umbertide informa che fino al 30 giugno è possibile presentare la domanda di iscrizione al nido d'infanzia comunale e al centro bambini comunale per l'anno educativo 2017/2018. La domanda deve essere presentata presso l'Ufficio Protocollo dell’Ente.  “Quelli della Prima infanzia sono servizi fondamentali verso i quali l’Amministrazione Comunale ha sempre posto la massima attenzione e ciò è dimostrato dal fatto che anche per quest’anno abbiamo deciso di mantenere invariate le tariffe – ha affermato l’assessore all’Istruzione Cinzia Montanucci – Offrire alle famiglie umbertidesi un ampio ventaglio di possibilità per la gestione dei propri figli è senza dubbio un segnale importante di attenzione verso la comunità”. Le famiglie interessate ai Servizi comunali per la prima infanzia possono ritirare l’apposito modello di domanda presso l'Ufficio Istruzione del Comune (2° piano della Residenza comunale) o scaricarlo dal sito istituzionale dell’Ente www.comune.umbertide.pg.it (sezione servizi e uffici/procedimenti e modulistica/servizi scolastici). Le domande di iscrizione pervenute in tempo utile saranno poi collocate in tre distinte graduatorie (piccoli, medi e grandi), strutturate secondo i criteri fissati dal Regolamento comunale che tengono conto delle condizioni economiche delle famiglie, della composizione del nucleo familiare e della condizione lavorativa dei genitori. I posti disponibili verranno assegnati per scorrimento sulla base delle graduatorie formulate. Ulteriori informazioni potranno essere richieste al personale dell'Ufficio Istruzione aperto nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.30 e di martedì e giovedì dalle ore 15.30 alle ore 17.30 (tel. 075 9419225-224).  

14/06/2017 20:20:26 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre Umbertide: Presentato il progetto ''Expo in centro storico'', tante le iniziative che animeranno il cuore della città

UMBERTIDE - E' stato presentato ieri pomeriggio al Centro socio-culturale San Francesco il progetto “Expo in centro storico”, cofinanziato da Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e Comune di Umbertide e finalizzato a valorizzare e rilanciare il centro storico cittadino. Il progetto è stato fortemente voluto dall'Amministrazione comunale con l'obbiettivo di migliorare la qualità e la vivibilità del centro storico e al contempo favorire la nascita di nuove attività commerciali ed ha incontrato da subito l'interesse della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia che ha stanziato 50.000 euro per l'anno 2017. Ieri il progetto è stato ufficialmente presentato in conferenza stampa, alla presenza del sindaco Marco Locchi, dell'assessore al Commercio Maria Chiara Ferrazzano, dell'assessore alla Cultura Raffaella Violini e di Sergio Pieroni in rappresentanza della Fondazione Carisp. Presenti anche rappresentanti di Confcommercio e una nutrita delegazione di commercianti del centro storico. “Si tratta di un progetto di durata triennale che mira a promuovere e rilanciare il nostro centro cittadino che, come tutti i centri storici, versa oggi in condizioni di difficoltà – ha spiegato il sindaco Locchi – Per il momento abbiamo ottenuto un consistente finanziamento dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, che ringrazio sentitamente per il prezioso supporto, per l'anno 2017 che consentirà di mettere in campo numerose iniziative culturali e ricreative in grado di attirare umbertidesi e turisti. Ci auguriamo che il finanziamento venga riproposto anche nei prossimi anni per consentirci di intervenire anche sull'arredo urbano, migliorando l'aspetto e i servizi offerti in centro. L'Amministrazione comunale ha sempre creduto fortemente nelle potenzialità del centro cittadino e questo progetto lo dimostra, per questo invito tutti i commercianti a collaborare alla sua valorizzazione”. “Expo in centro storico è una dimostrazione di come, attraverso la sinergia pubblico-privato, sia possibile mettere in piedi progetti importanti e reperire risorse economiche ingenti – ha aggiunto l'assessore Ferrazzano – Grazie a questo finanziamento, abbiamo messo in cantiere numerose iniziative che prenderanno il via già da questo mese con la riproposizione di FestinValtiberina, che si terrà il 24 e 25 giugno prossimi. Inoltre abbiamo deciso di coinvolgere anche i giovani, affidando al servizio Informagiovani tutta l'attività di comunicazione”. “Questo finanziamento ci ha permesso di promuovere una serie di eventi culturali che si svolgeranno nel centro storico – ha continuato l'assessore Violini – tra questi un ciclo di conferenze sul cibo e le tradizioni umbertidesi e una tappa della selezione di Miss Italia che si terrà l'11 luglio in piazza del Mercato, ma sarà possibile anche valorizzare ulteriormente le Feste di settembre di fine Ottocento che quest'anno si terranno dal 31 agosto al 3 settembre.  Nel portare il saluto del Presidente Giampiero Bianconi e di tutti i vertici, Sergio Pieroni della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia ha sottolineato che la Fondazione ha condiviso e sostenuto un progetto che con “le diverse e variegate iniziative previste all’interno del centro storico - che hanno a che vedere con la riqualificazione urbana e con una politica sociale - tende ad aggregare i cittadini all’interno degli spazi storici delle nostre città e dei nostri borghi, che altrimenti rischiano l’abbandono e la desertificazione, senza infine trascurare le potenzialità anche economiche di queste iniziative che abbracciano un arco temporale di un intero anno volte a creare appuntamenti destinanti anche ai turisti che vengono a trascorrere le loro vacanze in questa zona dell’Umbria”. Pieroni ha parlato di “un progetto è ambizioso, nato da un fruttuoso rapporto di collaborazione tra pubblico privato al quale Fondazione non farà mancare il proprio sostegno anche nel prossimo futuro, compatibilmente con le risorse a disposizione”. “Expo in centro storico” entrerà nel vivo già sabato 24 e domenica 25 giugno con la riproposizione di FestinValtiberina, festival dedicato alle arti dello spettacolo dal vivo nato nel 1998 ma poi interrotto che per due giorni tornerà ad animare la città con eventi di ogni genere, tra musica, teatro e danza. I dettagli della manifestazione sono stati illustrati da Luca Bruni, direttore artistico del Teatro Oplas; gli spettacoli si terranno dalle ore 17.30 fino a tarda notte nelle vie e piazze del centro storico ma anche all'interno di alcune attività commerciali dove avranno luogo mini performance. In programma musica per tutti i gusti, con la street band “Mabò Band”, Jolebalalla, la Nuova scuola popolare di Musica e la giovanissima Corale Il Grillo Cantante; teatro con le improvvisazioni teatrali di “Voci e progetti”, il teatro di figura del Politheater e la comicità degli Improvvisati; danza e teatro di strada con la compagnia Oplas/Crdu e la Scuola di danza by Oplas; giocoleria con Viaggiatore Yari. 

14/06/2017 20:15:08 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Resoconto della seduta del Consiglio comunale di Umbertide di lunedì 12 giugno

Riceviamo e pubblichiamo E' tornato a riunirsi lunedì 12 giugno il Consiglio comunale di Umbertide. La seduta si è aperta con la discussione di interpellanze ed ordini del giorno. Nello specifico, si è parlato della rotatoria realizzata lungo la Tiberina 3 bis in merito alla quale il consigliere Monni (Umbertide Viva) ha chiesto chiarimenti sui ritardi, che, come spiegato dall'assessore Tosti, sono stati causati da imprevisti emersi in corso d'opera che hanno fatto slittare la fine dei lavori dal 4 giugno 2016 al 29 luglio 2016; inoltre è in fase di elaborazione un concorso per la realizzazione di un'opera d'arte da collocare al centro della rotatoria. Un altro tema affrontato è stato quello dell'accoglienza profughi e delle attività di volontariato ad essa connesse, sollevato sempre dal consigliere Monni; come spiegato dal sindaco Locchi, da giugno 2015 a maggio 2017 il Cidis onlus ha ospitato ad Umbertide, 5 richiedenti asilo mentre oggi sono presenti 7 persone collocate tra Umbertide in via Soli e Pierantonio, considerando che nel frattempo l'ospitalità massima prevista per Umbertide è salita a quota 12; per alcuni mesi i profughi hanno svolto attività di volontariato che, da settembre 2017, diventeranno obbligatorie per legge. Con un'interpellanza a firma del M5S si è parlato anche dell'area adiacente il cva di Pian D'Assino dove sono state rilevate occupazioni abusive; il sindaco Locchi ha risposto che sono state avviate da tempo le operazioni di rimozione portate ad oggi a completamento. Umbertide Cambia con il consigliere Conti è tornata ad affrontare il tema del progetto di riqualificazione dell'area dell'hotel Moderno; come illustrato dal sindaco Locchi, il progetto, presentato da un soggetto privato, prevede la realizzazione di una nuova struttura commerciale con parcheggio; tale proposta preliminare non ha incontrato il parere favorevole della Giunta, motivato dal non rispetto della distanza dai confini e dalla possibilità di utilizzare spazi pubblici come parcheggi; la Giunta sta inoltre valutando il carattere di pubblica utilità dell'opera. E' stato affrontato anche il tema sociale con un ordine del giorno a firma di Conti (Umbertide Cambia), respinto a maggioranza, relativamente agli Istituti Riuniti di Beneficenza proponendo la sua conversione da Ipab ad Asp e un finanziamento comunale di almeno 30.000 euro per gli anni 2017 e 2018; come spiegato dall'assessore Montanucci, il Comune ha già trasferito alla Regione la documentazione per procedere alla trasformazione in Asp mentre il contributo varia di anno in anno sulla base delle esigenze della struttura. Sempre Umbertide Cambia ha poi presentato un'interpellanza sul sovrapprezzo applicato dalla Usl per il pagamento delle prestazioni tramite carta di credito; il sindaco Locchi ha spiegato che la Regione Umbria ha disciplinato l'applicazione delle commissioni bancarie presso i Cup stabilendo che il pagamento tramite bancomat non prevede oneri a carico dell'utente mentre l'utilizzo della carta di credito comporta una maggiorazione non superiore al 2%. In seguito il Consiglio comunale ha deliberato in merito all'affidamento, a partire dal 1° luglio 2017, della riscossione coattiva di tributi, tariffe per servizi individuali e sanzioni per violazioni al codice della strada, oggi in capo ad Equitalia, al nuovo ente denominato Agenzia delle Entrate – Riscossione che, come illustrato dall'assessore Montanucci, garantirà continuità e avrà a disposizione maggiori poteri investigativi rendendo quindi più incisiva l'attività di contrasto all'evasione. In merito a ciò, il M5S ha proposto la creazione di una società in house per la riscossione diretta dei tributi; dal canto suo l'assessore Montanucci ha specificato che la scelta fatta dovrà essere successivamente valutata e non si esclude che possa essere anche oggetto, se necessario, di modifiche ed aggiustamenti. Il punto è stato approvato a maggioranza (Pd favorevole - contrari Umbertide Viva, M5S e Orazi – astenuti Conti e Faloci). Approvato a maggioranza anche l'ultimo punto all'ordine del giorno che prevede il rinnovo fino al 30 giugno 2021 della convenzione di segreteria già in essere con il Comune di Monte Santa Maria Tiberina. 

14/06/2017 19:37:11 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica Il PD di Umbertide risponde ad Umbertide Cambia

Riceviamo e pubblichiamo In merito all'articolo di Umbertide Cambia è doveroso puntualizzare alcuni concetti. In primo luogo mi chiedo a quale titolo Umbertide Cambia possa giudicare il mio linguaggio ed usare termini come "vecchio Comitato Centrale", "esordio comunicativo....triste", "nuova -vecchia segretaria". Non accetto che ad una settimana dal mio insediamento, qualcuno che si firma come Umbertide Cambia senza avere il coraggio di scrivere nome e cognome, possa esprimere così tanta arroganza nei miei confronti. Altresì non capisco come ci si possa sentire talmente tanto eruditi da poter giudicare il mio linguaggio. Il fatto è che Umbertide Cambia ha trovato "pane per i suoi denti" e di certo, avendo piena consapevolezza della mia formazione, non permettero' né a Umbertide Cambia, né a chiunque altro di scrivere ciò. Pretendo ed esigo rispetto.Nessuno del mio partito, né la sottoscritta si "nasconde nella nebbia del web" o nelle decisioni verticistiche di partito. I miei genitori mi hanno insegnato che il consenso si guadagna giorno per giorno, sacrificio dopo sacrificio e non permettero' al vostro movimento di infangare la mia persona. Le linee programattiche che ho presentato sono solo alcune mie idee e proposte per la città. Per quanto concerne il centro culturale islamico nel 2010/2011 è stato venduto un appezzamento di terreno e il progetto è stato presentato nel 2015 (non esistono progetti preliminari, mica è un'opera pubblica). Ma non è questo il tema. Io ho il compito di guidare il PD fino al prossimo congresso e cercherò di farlo nel migliore dei modi. Decideranno gli umbertidesi al momento opportuno l'aderenza di questa o quella forza politica alla realtà dei fatti. Buon lavoro a tutti.

14/06/2017 19:23:50 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica Umbertide Cambia: ''Lo scollamento dalla realtà della nuova segretaria del Pd''

Riceviamo e pubblichiamo “L’esordio comunicativo e politico è triste e scontato. Ci riferiamo alle affermazioni  della nuova segretaria del Pd di Umbertide, Lucia Ranuncoli, che a dispetto della sua giovane età, sembra usare un linguaggio e avere atteggiamenti da Comitato centrale del vecchio Pci”. Il presidente di Umbertide cambia Gianni Codovini sottolinea infatti che la “segretaria Pd dovrebbe per prima cosa essere rispettosa della verità dei fatti e ammettere prima di tutto le responsabilità di chi ha governato, non scaricando magari sull’oggi scelte di altri. Quando parla, per esempio, della paternità del progetto Moschea, iniziato sotto silenzio e senza alcuna partecipazione, deve risalire al  2010-2011 con Sindaco Giulietti. L’approvazione del progetto preliminare è del 2011 e rimandarlo al 2015 è affermazione da Pravda. Questa posizione della segretaria se non è una difesa ad personam finisce comunque per essere l’assunzione di una responsabilità tutta sua , visto che è consigliera comunale del gruppo Pd che ha votato massicciamente senza se e ma per la per la moschea. Che differenza c’è tra Ella e il Sindaco Locchi è difficile pertanto capirlo”. Quello che evidenzia Umbertide cambia è “l’inaccettabilità di una posizione politica del Pd e della segretaria che vede ogni azione delle opposizioni come una strumentalizzazione. Questa limitata visione politica è irrispettosa della dialettica democratica, poiché la partecipazione popolare, anche in una fiaccolata, significa assunzione di responsabilità e un allargamento della cittadinanza. Quando ci si mette la faccia, non nascondendosi nella nebbia del web o nelle decisioni verticistiche di partito, si aggiunge valore alla politica e al civismo. A meno che la nuova segretaria non pensi che il consenso si raggiunga con altre pratiche. Quali deve dircele. Comunque sia, ciò dimostra uno scollamento dalla realtà del Pd di Umbertide che, stavolta, non può giovarsi nemmeno della buona amministrazione dell’attuale Giunta, della quale la nuova-vecchia segretaria fa sistematicamente parte ”.

14/06/2017 14:06:55 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica UMBERTIDE CAMBIA: ''ISTITUTO BALDUCCI, TRASFORMAZIONE IN ASP E POTENZIAMENTO''

Riceviamo e pubblichiamo Umbertide cambia condivide l’ipotesi di trasformare l’IRBB, Istituto Balducci di via dei Patrioti, in Azienda pubblica di servizi alla persona (ASP), approvata dal Consiglio d’Amministrazione dell’Ente ed ora al vaglio della Regione. “L’Istituto Balducci – ha spiegato Stefano Conti in Consiglio Comunale – è una parte fondamentale del tessuto sociale della nostra città, da sostenere e valorizzare. Intanto occorre ringraziare coloro che, rinunciando ai compensi, lo stanno amministrando con impegno e responsabilità, pur nelle difficoltà quotidiane. Occorre poi costruire una prospettiva su fondamenta solide e nel contesto di un più ampio progetto che riguarda le politiche per gli anziani e le persone non autosufficienti. A tal fine - ha ribadito il consigliere di Umbertide cambia – abbiamo chiesto di attivare nella competente commissione consiliare un confronto istituzionale con l’Ente, utile anche a valutare un piano di sostenibilità finanziaria, ed abbiamo proposto di impegnare 30.000 euro del bilancio comunale, proprio a significarne il ruolo centrale nel contesto delle politiche sociali e la volontà della comunità umbertidese di sostenere concretamente un potenziamento dell’attività. Occorre naturalmente intervenire per migliorare costantemente il processo di qualità del servizio, investire sulla professionalità del personale ed appunto collocare le attuali attività nell’ambito di un più ampio progetto volto a dare risposte concrete alle attuali e future esigenze della popolazione anziana e delle persone non autosufficienti. Per tutto questo riteniamo necessario tenere alta l’attenzione rispetto al futuro dell’Istituto e sinceramente non comprendiamo il voto contrario del PD sul documento, che tra l’altro rispecchia anche la posizione dell’Amministrazione comunale”.                                                                                                                                                Umbertide cambia

14/06/2017 12:34:35 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Società Civile Cittadino parlante: ''Nessun caso di inciviltà, ma un disservizio''

Un nostro concittadino ha contattato la redazione in merito al presunto caso di abbandono di un rifiuto ingombrante (divano). Il proprietario dell'oggetto ci ha contattati per riferirci che il ritiro del rifiuto era stato prenotato, ma poi non era stato eseguito dagli addetti. Il divano è stato poi ritirato con una settimana di ritardo. Questa la lettera alla nostra redazione. Riceviamo e pubblichiamo Salve, comunico alcune precisazioni riguardanti il presunto caso del divano abbandonato! Detta notizia è apparsa sulla pagina Facebook della Vostra rivista! Innanzitutto non siamo di fronte a nessun caso di abbandono ma il divano è stato appoggiato lì per essere normalmente ritirato e smaltito da Gesenu così come indicato sui propri volantini! A prova di ciò pubblicherò evidentemente adesso stesso la mail che ho inviato per quanto riguarda la comunicazione a Gesenu! Così recitava la mia mail datata 29 maggio 2017, ore 09:33! Salve, desidero conoscere la data per lo smaltimento di divano usato a due posti, quindi rifiuto ingombrante! Intestatario utenza: Ronconi Mirco Via Roma, 66 Umbertide. Per tutta risposta ricevo sempre via mail il 29/05/2017 ore 09:52! Buongiorno, è prenotato per martedì 6 Giugno da lasciare fuori la sera prima. Grazie Cordiali Saluti. Ovviamente Io ho provveduto a seguire le indicazioni che mi sono state date ma certamente non posso prevedere se detto ritiro sia stato poi effettuato! Mi sembra di essere stato anche abbastanza esaustivo e preciso in quanto ho saputo indicare anche gli orari delle mail di invio e di risposta, e che a tutt'oggi ancora conservo! Ciò detto ritengo che l'offesa di incivile e maleducato non mi tange minimamente, e che piuttosto dovremmo tutti interrogarci su alcuni servizi offerti alla nostra città di Umbertide, da parte di Gesenu. Grazie distinti saluti!  

14/06/2017 12:23:46 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy