Attualità » Primo piano Pubblicato l'avviso per la concessione della gestione di cinque Centri di Vita Associativa

Il Comune di Umbertide intende affidare la concessione del servizio di gestione dei Centri di Vita Associativa (CVA) di proprietà comunale situati a Calzolaro, Pierantonio, Pian d'Assino, Niccone e Spedalicchio. Con tale avviso il Comune intende promuovere e favorire lo sviluppo delle attività associative, culturali e ricreative in tutte le sue forme, tenuto conto dei valori ispiratori dell’associazionismo e la valenza sociale, di solidarietà educativa, etica e formativa che lo sviluppo delle attività sopra richiamate rappresentano per la collettività e soprattutto per i giovani. La gestione non deve avere finalità di lucro e comporta lo svolgimento delle attività finalizzate alla gestione ottimale della struttura di vita associativa, anche in riferimento alle esigenze di terzi e degli utenti. La concessione del servizio è di durata quinquennale e ciascun concorrente può presentare offerta per un solo lotto di quelli di cui all'avviso di concessione. Il sopralluogo è obbligatorio e dovrà essere effettuato entro le ore 17.00 del 17 ottobre. Per partecipare alla gara i soggetti interessati dovranno far pervenire l'offerta e tutta la documentazione richiesta all'Ufficio Protocollo entro e non oltre il 31 ottobre alle ore 17.00. L'avviso è pubblicato all’Albo Pretorio del Comune di Umbertide (sezione Avvisi pubblici) e nella sezione Amministrazione Trasparente sottosezione “Beni immobili e gestione patrimonio”. Ogni informazione in merito a tale procedura potrà essere chiesta in forma scritta all'indirizzo PEC comune.umbertide@postacert.umbria.it o alle mail g.violini@comune.umbertide.pg.it e s.boldrini@comune.umbertide.pg.it.    

30/09/2019 12:19:28 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile “So che puoi raccoglierlo”: l'esempio virtuoso di Marco Rossi

Cresce la sensibilità ambientale tra gli italiani che nell'ultimo periodo, complici anche gli innegabili cambiamenti climatici, sembrano aver sviluppato un'attenzione particolare al tema dell'ecologia. Quello che potremmo chiamare "effetto Greta Thunberg" (la sedicenne svedese che sciopera per combattere il cambiamento climatico) è arrivato fino a noi, contribuendo ad una vera svolta green per molti cittadini che stanno iniziando a modificare le proprie abitudini quotidiane. Dall’attenzione alla raccolta differenziata, agli elettrodomestici a basso consumo, passando per alimenti biologici e auto elettriche che fanno sperare in una presa di coscienza e cambiamento culturale a favore del nostro futuro. E qualcosa si muove anche a livello locale. Ne abbiamo avuto prova con la nascita, poco più di un mese fa, di una pagina facebook lanciata da un cittadino umbertidese particolarmente attento alle tematiche ecologiche: Marco Rossi. "So che puoi raccoglierlo" è il titolo della pagina, o meglio la community, lanciata online il 17 agosto scorso, che in pochissimo tempo, ha raccolto l'attenzione e le adesioni di oltre 3450 persone. Un risultato davvero inaspettato che ci siamo fatti raccontare dallo stesso Marco Rossi. «Proprio il 17 agosto ho preso l'importante decisione di smettere di fumare e come qualche ex fumatore ben saprà, uno dei primi effetti collaterali della dipendenza dalla nicotina è l'insonnia. Quindi non riuscendo a dormire ho deciso di andare a correre e dopo pochi metri mi sono reso conto che lungo la strada c'era una grossa quantità di rifiuti. Mi sono messo a raccoglierli e da lì mi è venuta l'idea di lanciare questa pagina su facebook. "So che puoi raccoglierlo", un monito a fare qualcosa di concreto per l'ambiente: iniziando a liberare dai rifiuti il territorio che viviamo quotidianamente.» Un'idea semplice, che presuppone la voglia dei cittadini di unirsi nel raccogliere i rifiuti che giacciono lungo le strade o addirittura nei pressi delle aeree verdi. Bottiglie di plastica, cartacce, confezioni di cibo, ma anche cartucce per la caccia e sacchetti pieni di spazzatura. Nelle sue passeggiate, armato del suo bastone da nordic walking, Marco fino ad ora ha trovato un po' di tutto e lo ha documentato, giorno per giorno, nei diversi video caricati online. «All'inizio ho anche pensato di rischiare di sembrare esibizionista, con questi video che pubblicavo, ma poi mi sono reso conto che le visualizzazioni crescevano e anche le persone interessate all'argomento. Sono convinto che iniziare a fare le cose, dare l'esempio, sia l'unico modo per far sì che le persone inizino ad "imitarci". Me ne sono accorto in un'occasione particolare, mentre ero in vacanza a Corfù. Camminavo lungo una via e ho iniziato a raccogliere alcuni rifiuti che erano per terra. Alcune persone sembravano "scioccate" dal mio comportamento, poi invece ho visto  che dietro di me altri avevano iniziato a fare lo stesso. É un comportamento contagioso ed è rincuorante pensare che in un certo senso siamo ancora in tempo per fare qualcosa, per riportare il luogo che viviamo in una condizione ottimale. Dopotutto ho calcolato che se durante una delle mie passeggiate raccolgo, per esempio circa 50 bottiglie, ci vorrà molto tempo prima che qualche maleducato riesca a gettarne altrettante. Soprattutto quello che mi ha fatto riflettere è che dopo molto tempo, i rifiuti di plastica si deteriorano, trasformandosi in microplastica, ancora più dannosa per l'ambiente e per la nostra salute, quindi diventa fondamentale raccoglierla quando ancora può essere riciclata». Di certo non a tutti sarebbe venuto in mente di uscire di casa per fare una bella raccolta di rifiuti ma può essere un modo davvero efficace di riportare il nostro bellissimo territorio ad un aspetto senza dubbio più "sano". «C'è gente che ancora butta la spazzatura dalla propria auto in corsa. Manca l'educazione ma manca anche una forma di educazione al riciclo, che dovrebbe iniziare già a livello scolastico. Sapere dove smaltire correttamente i rifiuti è una prima forma di cultura ecologica: io ad esempio ho scoperto da poco che un bicchiere rotto non va gettato nel contenitore blu (quello della plastica) ma nell'indifferenziata. Piccole cose che però fanno un enorme differenza. Per questo all'interno di "So che puoi raccoglierlo" pubblico contenuti anche informativi o esempi virtuosi di altre città. Sempre attraverso la pagina è nata l'idea di organizzare eventi pubblici per potersi ritrovare in determinate zone della nostra città e dare una bella ripulita. Non solo si potrebbero anche raccogliere segnalazioni su situazioni critiche e soprattutto denunciare eventuali "geni" di turno che abbandonano rifiuti». In fondo a pensarci bene Marco Rossi non ha fatto niente di speciale. Ciò che ha fatto lui potevamo farlo tutti ma siamo rimasti indifferenti fino a quando, un suo video online o la sua storia raccontata su un giornale locale, ha smosso le nostre coscienze. Complimenti Marco e buona "raccolta" a tutti. 

27/09/2019 18:44:22 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Il Bike Tour fa tappa ad Umbertide per combattere la fibrosi cistica a colpi di pedale

Passerà anche da Umbertide mercoledì 2 ottobre il Bike Tour. I grandi campioni del ciclismo italiano Paolo Bettini, Davide Cassani, Mario Cipollini tutti a fianco di Matteo Marzotto per l’VIII Charity Bike Tour l'emozionante impresa sportiva a sostegno della ricerca sulla malattia genetica grave più diffusa e del progetto scientifico Task Force for Cystic Fibrosis, una task Force contro la fibrosi cistica. Con loro i biker storici Max Lelli, Iader Fabbri, Fabrizio Macchi e il giovane testimonial Edoardo Hensemberger per sensibilizzare nei confronti della malattia che interessa oltre 2 milioni e mezzo di portatori sani, 1 persona ogni 25, in grado di trasmettere la malattia ai propri figli.  Dopo la partenza da Perugia alle 9 la carovana è attesa davanti alla Rocca prima di proseguire per Città di Castello. Ad accogliere i ciclisti nel corso della tappa umbertidese ci saranno alcuni volontari del gruppo di sostegno  locale con un banchetto informativo insieme ai bambini della scuola primaria “G.Di Vittorio” che per l’occasione consegneranno loro un omaggio realizzato con le proprie mani. La tappa umbra si concluderà con la cena di Gala all'Hotel Garden di Città di Castello, aperta a tutti, alle ore 20.30. Con il contributo di 40euro si finanzierà la Task Force Cystic Fibrosis. Per info e prenotazioni (entro il 30/09): 329-9613311. L'evento è patrocinato dal Comuni di Perugia, Umbertide, Montone, Passignano sul Trasimeno, Città di Castello, Corciano e dalla Regione umbria.

27/09/2019 18:40:45 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Tanti bambini in piazza Matteotti per la tappa umbertidese de “Il tennis in giro per l'Umbria”

E' andata in scena nella mattinata di venerdì 27 settembre in piazza Matteotti la tappa umbertidese della ventunesima edizione de “Il tennis in giro per l'Umbria”, manifestazione organizzata dal Comitato Regionale Umbria della Federazione Italiana Tennis con l'importante sostegno di Telethon. L'evento, svolto in collaborazione col Circolo Tennis Umbertide e patrocinato dal Comune, ha visto la presenza di circa 250 bambini delle scuole primarie del I e del II Circolo. L'obiettivo della manifestazione è stato quello di promuovere e diffondere il gioco del tennis negli istituti scolastici del territorio. Per questo, nella piazza principale della città sono stati allestiti tre campi da mini tennis, dove i maestri del Circolo Tennis Umbertide hanno insegnato ai giovani studenti le tecniche base della disciplina. Tutti i piccoli giocatori sono stati premiati col conferimento di una medaglia e alle classi partecipanti è stata consegnata una coppa. Grazie alla sinergia con Telethon, nel corso dell'evento, con l'iniziativa “Una pallina per la vita”, sono stati raccolti fondi per aiutare la ricerca scientifica rivolta allo studio delle malattie genetiche rare che colpiscono prevalentemente i bambini. Alla manifestazione hanno preso parte il sindaco, il presidente e il vicepresidente del Comitato Regionale Umbria della Federazione Italiana Tennis, Roberto Carraresi e Maurizio Mencaroni, le dirigenti scolastiche del I e del II Circolo, Silvia Reali e Angela Monaldi e la presidente del Circolo Tennis Umbertide, Claudia Giallongo.  

27/09/2019 18:13:05 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Una buona pratica anche a Umbertide: il “baratto amministrativo”. Votato all'unanimità l'odg di Umbertide cambia

Votato all’unanimità l’Ordine del giorno di Umbertide cambia. Una misura per la sostenibilità sociale. Ora l’applicazione. «L’attenzione a chi ha bisogno e si trova in condizioni di precarietà è uno dei pilastri dell’azione di Umbertide cambia. Per tale ragione - sostiene Gianni Codovini -  nell’ultimo Consiglio comunale abbiamo presentato un ordine del giorno sul baratto amministrativo, che è stato approvato all’unanimità. Un segnale importante per la città, che si unisce sul bene comune». Che cos’è il “baratto amministrativo”? «È la possibilità, per i cittadini in forte disagio economico e in chiara difficoltà, di offrire al Comune, in caso di mancato pagamento di tributi comunali già scaduti, una propria prestazione di pubblica utilità. Insomma, solo i  cittadini in condizioni di precarietà potranno avere uno sconto sulle tasse locali non pagate (Imu, Tasi o Tari), in cambio di prestazioni come la pulizia delle strade e la manutenzione di aree verdi, la rimessa a posto di spazi pubblici, e sgravarsi così del debito con la pubblica amministrazione. Si tratta di una misura che è peraltro ammessa dal Codice dei contratti pubblici (art. 190)». Secondo il consigliere comunale Codovini, «la misura del baratto amministrativo va verso quella sostenibilità sociale e economia circolare che rendono tutti partecipi della comunità in cui si vive. Spetta ora alla Giunta, nella sua autonomia, applicarlo, determinando  le soglie del debito verso il Comune, ma il principio è passato. Un grazie e un apprezzamento a tutti i consiglieri e alla Giunta che hanno dato prova di alto civismo».

24/09/2019 13:05:11 Scritto da: Eva Giacchè

Sport Basket A2/F: La Bottega del Tartufo Umbertide vince il IX Memorial “Gianni Palazzetti”

Una giornata di festa quella che si è tenuta ieri, domenica 22 settembre, al Pala Morandi di Umbertide. Alle 16 si sono affrontate le squadre under-14 di Umbertide e Civitanova, nel primo trofeo “PFU Young”, vinto dalla compagine marchigiana. Alle 18 si è invece tenuto il IX Memorial “Gianni Palazzetti”,  sono scese sul parquet La Bottega del Tartufo Umbertide e Civitanova, squadre che saranno avversarie nell’imminente campionato di serie A2. Le umbertidesi hanno dominato il match, con qualche difficoltà nel secondo quarto, quando le civitanovesi si sono portate sul meno 3. La PFU ha poi ritrovato sé stessa ed ha condotto la partita, con tutte le giocatrici bianco-azzurre che sono andate a canestro. Risultato finale 89-61. In doppia cifra per le umbertidesi Giulia Prosperi con 18 punti, Aneta Kotnis con 12 e Maria Giuseppone con 10. 4 i punti realizzati dalla 2004 Giorgia Gambelunghe, mentre le umbertidesi doc Annagiulia Bartolini, classe 2003 e Giulia Cassetta, classe 2005, hanno realizzato rispettivamente 2 e 3 punti. Queste tre giovanissime cestiste hanno mandato in estasi l’intero Pala Morandi nei momenti in cui hanno realizzato i canestri. Le ragazze di coach Contu hanno dimostrato di essere già un gruppo compatto. La vittoria in amichevole conta poco, ma era importante per  la PFU omaggiare un grande tifoso che non c’è più e fondatore del gruppo ‘Ndiamo, sodalizio di sostenitori bianco-azzurri che, insieme ai Supporters Fratta, seguono la squadra in tutta Italia. Alla fine della partita si è svolta la premiazione, con Stella ed Antonio, figli del compianto Gianni, a conferire alla capitana de La Bottega del Tartufo Umbertide Federica Giudice, il trofeo di prima squadra classificata. Ottima l’affluenza di pubblico, dato insolito per un’amichevole. La società vuole ringraziare tutti i partecipanti all’evento, il gruppo ‘Ndiamo ed i Supporters Fratta e la società Fe.ba Civitanova per aver accettato l’invito. La partita è stata trasmessa in diretta streaming in full HD, con il commento dell’addetto stampa Francesco Cucchiarini ed il commento tecnico del DS Federico Rinaldi. In via sperimentale è stata effettuata la diretta con  tre telecamere, grazie a Paradise City TV Productions di Matteo Marzella e durante il collegamento sono state registrate più di 200 visualizzazioni. Prossimo appuntamento domenica 29 settembre alle 18, per l’esordio in campionato contro la corazzata Faenza. Diretta streaming su YouTube.  LA BOTTEGA DEL TARTUFO UMBERTIDE VS CIVITANOVA 89-61 (18-11, 42-33, 68-50) LA BOTTEGA DEL TARTUFO UMBERTIDE: Pompei 3, Giudice 13, De Cassan 5, Kotnis 12, Prosperi 18, Gambelunghe 4, Giuseppone  10, Moriconi 5, Paolocci 9, Bartolini 2, Spigarelli ne, Cassetta 3, Morelli 4. Allenatore: Alessandro Contu. Vice: Crispoltoni. Assistente: Tosti.  

23/09/2019 19:04:36 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy