Attualità » Primo piano Giano dell’Umbria: un arresto per tentato furto in tabaccheria

La notte scorsa i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Spoleto e della stazione di Giano dell’Umbria hanno arrestato un cittadino albanese di 32 anni, con precedenti, irregolare in Italia, ritenuto responsabile di un tentato furto aggravato nei confronti di una tabaccheria della frazione Bastardo di Giano. L’arresto giunge nell’ambito di una serie di servizi straordinari di controllo del territorio eseguiti dai militari della Compagnia spoletina a seguito del recente incremento di reati predatori, registrato in zona. I militari sono intervenuti su segnalazione di un cittadino che aveva notato alcune persone aggirarsi in modo sospetto nei pressi di uno stabile a più piani. Alla vista dei Carabinieri l’uomo ha tentato di darsi alla fuga a bordo di un’auto di grossa cilindrata della quale aveva provveduto a rendere illeggibili le targhe ma, dopo un breve inseguimento, è stato bloccato e sottoposto immediatamente a perquisizione che ha consentito di rinvenire alcuni arnesi da scasso, poi sequestrati. I successivi accertamenti hanno consentito di appurare che l’uomo e i complici avevano tentato di forzare la serranda della tabaccheria per penetrare all’intero del locale. Dichiarato in stato d’arresto è stato condotto, su disposizione della Procura della Repubblica, davanti al Giudice del Tribunale di Spoleto che ha convalidato l’arresto e disposto la custodia cautelare in carcere in attesa della celebrazione del processo.

19/02/2018 17:05:11

Attualità » Primo piano Umbertide: area La Fornace, iniziati oggi i lavori di ristrutturazione del complesso immobiliare

Riceviamo e pubblichiamo Il Fondo Immobiliare UNI HS AbitaRE, gestito da Finint Investments SGR, avvia ufficialmente oggi i lavori di ristrutturazione per dare nuova vita al complesso La Fornace di Umbertide, in stato di abbandono da diversi anni. I lavori dureranno circa un anno e saranno eseguiti dall’Impresa di Costruzione SEAS Srl di Umbertide, selezionata attraverso una gara d’appalto privata indetta dal Fondo, che costituisce una piattaforma di investimento nell’ambito del Sistema Integrato dei Fondi riservato ad investitori istituzionali rappresentati dal FIA - Fondo Investimenti per l’Abitare (gestito da CDP Investimenti SGR e investito da Cassa Depositi e Prestiti) con una partecipazione al 60%. L’esperienza maturata nel settore edile, la comprovata qualifica delle maestranze e la profonda conoscenza del territorio umbertidese e delle sue realtà locali sono indicatori di garanzia per il buon esito del progetto di riqualificazione del complesso “La Fornace”, nonché il suo compimento nei tempi previsti: SEAS si avvarrà di moderni sistemi di gestione delle commesse, quali il Project Management, per la definizione dei tempi, costi e qualità a livello esecutivo, di fondamentale importanza nel settore dell’edilizia residenziale e, in particolare, in quello della riqualificazione immobiliare. Il progetto prevede il ripristino della funzionalità degli alloggi anche attraverso alcuni interventi di riconversione degli spazi per rispondere al fabbisogno abitativo del territorio. Gli interventi prevedono principalmente la ristrutturazione interna degli alloggi con la messa a nuovo dei locali degradati e delle finiture, il ripristino dell’impianto elettrico, idraulico, termico, nonché la sistemazione delle parti esterne ed interrate e in generale tutti gli interventi necessari per l’ottenimento dell’agibilità ed il miglioramento della classe energetica. L’intervento porterà alla realizzazione di 93 unità così ripartite: 56 alloggi, 6 case bottega (abitazione abbinata a studio/laboratorio professionale) e 16 residenze temporanee, per un totale di 78 unità da destinarsi prevalentemente alla locazione a canone calmierato e alla vendita convenzionata, 9 villette a schiera indipendenti (destinate alla vendita sul mercato libero), 3 locali commerciali per rivitalizzare l’area di intervento ed 1 locale da destinare ad attività di co-working. Le unità residenziali saranno caratterizzate, per meglio rispondere alle diverse esigenze degli utenti, da diverse metrature che spaziano dai 50 mq ai 150 mq. Le finiture saranno in gres ed in legno, ove opportuno. A corredo delle unità sono previste terrazze e spazi verdi privati e condominiali per garantire un alto comfort abitativo. Spazi comuni destinati all’integrazione, alla socializzazione e al tempo libero e orti condominiali completano l’offerta. La gestione degli spazi sarà affidata a un Gestore socio-immobiliare che, oltre a coordinare le attività di ordinaria gestione amministrativa e condominiale, curerà i rapporti con gli inquilini e coordinerà le attività comuni, anche con l’obiettivo di rafforzare l’identità e il senso di appartenenza della comunità con un occhio di riguardo alle esigenze del territorio, alle tematiche della sostenibilità e cercando di mettere in rete i servizi già presenti nella zona. L’accesso agli alloggi avverrà attraverso un bando di assegnazione curato dal Gestore socio-immobiliare. A seguito della partecipazione al bando, per quanti risulteranno in possesso dei requisiti previsti (che terranno conto della capacità economica e della situazione soggettiva dei richiedenti), sarà redatta la graduatoria degli assegnatari per la scelta degli alloggi. I destinatari dell’intervento saranno i soggetti appartenenti alla cosiddetta “fascia grigia” (es. giovani coppie, anziani, nuclei monoparentali, etc…), ovvero con un reddito insufficiente per accedere ai prezzi del libero mercato (affitto o vendita), ma allo stesso tempo troppo elevato per accedere all’Edilizia Residenziale Pubblica. “Siamo orgogliosi – afferma Sara Paganin, Finint Investments SGR - che sia un’impresa locale ad eseguire i lavori di riqualificazione di un complesso immobiliare così importante per Umbertide. Il coinvolgimento di operatori professionali locali è uno dei driver di valore del Fondo in quanto permette di generare indotto sul territorio, portando ad un diffuso beneficio per tutta l’economia locale. Più in generale, questo progetto rappresenta un’altra tappa importante per fronteggiare il bisogno abitativo, con un occhio di riguardo alla sostenibilità ambientale e senza utilizzo di nuovo suolo.”   “Il recupero funzionale del complesso La Fornace – afferma Alessandro Conti, Direttore Tecnico SEAS – è un passo importante nella riqualificazione del patrimonio immobiliare esistente nel territorio, un progetto che può dare risalto alla città e slancio produttivo all’economia locale. È una grande opportunità per Umbertide e al contempo un onore per noi quello di tornare, dopo diversi anni, a realizzare un intervento così importante per la nostra città.” Il Commissario Straordinario del Comune di Umbertide Castrese De Rosa, che ha incontrato stamattina in Comune la proprietà e la società aggiudicataria, ricordando il protocollo di intesa del 6 luglio 2017 con il quale erano già stati definiti i reciproci impegni per il recupero dell’area tra l’Amministrazione e il nuovo soggetto proprietario del Parco la Fornace, ha espresso la propria soddisfazione per la rapida attivazione da parte del Fondo delle fasi di appalto dei lavori e dell’attivazione dei relativi cantieri, che vedranno impegnate maestranze del territorio: "E’ un progetto innovativo e qualificante per la zona e per la città a cui il Comune di Umbertide darà il suo contributo attraverso il recupero dell’adiacente area della Draga, recentemente trasferita all’Ente dall’Agenzia del Demanio. Sarà indispensabile avere massima attenzione, durante l’esecuzione dei lavori, alla sicurezza dei luoghi e delle aree adiacenti, auspicando che, come tra l’altro confermato dalla proprietà, i lavori possano concludersi entro il 31 gennaio 2019 favorendo l'ingresso di nuovi residenti. Ho chiesto inoltre che attraverso il ricorso alla vigilanza privata venga garantito adeguato decoro e contrasto ad eventuali intrusioni abusive a garanzia della collettività. Vigileremo attentamente su questi aspetti non secondari ed assolutamente da non trascurare".

19/02/2018 14:14:17

Attualità » Primo piano Scuole, chiesti finanziamenti per interventi di messa in sicurezza per oltre 4,8 milioni di euro

Riceviamo e pubblichiamo Prosegue l'impegno dell'Amministrazione Comunale sul fronte della messa in sicurezza degli edifici scolastici, obbiettivo prioritario già individuato nella precedente legislatura e condiviso e portato avanti dal Commissario straordinario Castrese De Rosa. Nei giorni scorsi il Comune ha infatti avanzato richiesta di finanziamento per una serie di interventi di messa in sicurezza di edifici pubblici, così come previsto dalla legge n. 205 del 27 dicembre 2017, per i quali il Governo ha stanziato 150 milioni di euro per l'anno 2018. Nello specifico il Comune ha richiesto contributi per interventi di messa in sicurezza e miglioramento sismico riguardanti soprattutto le scuole del capoluogo e delle frazioni, già inseriti nel bilancio di previsione 2018-2020, alcuni dei quali in parte finanziati, per un importo totale di 4.818.000 euro. Questi gli interventi: demolizione e rifacimento della scuola dell'infanzia Monini (per la quale è stato richiesto un contributo pari a 568.000 euro da aggiungere ai 2.272.000 euro già finanziati); miglioramento sismico della scuola primaria di Niccone (800.000 euro); realizzazione del nuovo asilo nido comunale (795.000 euro); miglioramento sismico della scuola dell'infanzia di Montecastelli (250.000 euro); miglioramento sismico della scuola dell'infanzia di Calzolaro (330.000 euro); miglioramento sismico della scuola dell'infanzia di Pierantonio (600.000 euro). A questi interventi si aggiungono anche l'adeguamento sismico del Museo Santa Croce per un importo richiesto di 480.000 euro e il miglioramento sismico del Magazzino comunale per 995.000 euro. La richiesta è stata inoltrata dal Commissario De Rosa alla Direzione Centrale per la Finanza Locale del Ministero dell'Interno, come previsto dal bando, in anticipo rispetto alla scadenza del 20 febbraio 2018. “Le scuole rappresentano il biglietto da visita di una città - ha affermato Castrese De Rosa - e abbiamo voluto, d'intesa con i tecnici del Comune a cui va il mio plauso per l'impegno profuso, concentrare tutti gli sforzi in questa direzione. Confido che le nostre richieste di finanziamento possano essere accolte così potremo concretizzare le previsioni del piano triennale delle opere pubbliche anticipando i tempi di realizzazione”.  

19/02/2018 14:06:48

Attualità » Primo piano Umbertide, approvato dal Commissario straordinario De Rosa il bilancio di previsione

Riceviamo e pubblichiamo Con delibera n. 12 del 16 febbraio 2018, il Commissario straordinario Castrese De Rosa, con i poteri del Consiglio comunale, ha approvato il Bilancio di previsione 2018- 2020. Grazie all'importante contributo del personale comunale ma anche ad una normativa chiara e senza novità significative, quest'anno il documento di programmazione economica e finanziaria è stato approvato in tempi rapidissimi, tanto che quello di Umbertide risulta uno dei primi bilanci approvati in Umbria e non solo. Come affermato dal Commissario De Rosa, non è stato facile predisporre il preventivo 2018, soprattutto a causa dei minori introiti per un importo di 380.000 euro derivati dalla vendita dei certificati verdi della centrale idroelettrica sul Tevere, ma in ogni caso si è riusciti ad approvare un bilancio che mira a garantire la stessa qualità dei servizi alla persona, mantenendo invariate le tariffe e la pressione tributaria (ad eccezione della Tari per la quale si registrano in media aumenti del 6/7% solo per il 2018, a seguito dei maggiori costi derivanti dall’incremento degli oneri di smaltimento a causa delle chiusure delle discariche), ad attivare e portare a completamento importanti opere pubbliche e a razionalizzare la spesa senza per questo andare ad intaccare i livelli qualitativi dei servizi offerti ai cittadini. In merito alle opere pubbliche, i lavori previsti per il 2018 riguardano la ristrutturazione della scuola dell’infanzia Marcella Monini (2.556.000 euro), l’ampliamento della scuola primaria di Niccone (450.000 euro) e la realizzazione di una nuova viabilità in località Calzolaro (700.000 euro). Inoltre nel corso del 2018 si provvederà al completamento dei lavori di ristrutturazione del Palazzo comunale, dell’ampliamento dei cimiteri di Umbertide e Pierantonio, della realizzazione del progetto “orti felici”, della ristrutturazione del palazzo ex poste di Preggio e della manutenzione straordinaria della viabilità nelle frazioni.

19/02/2018 14:00:59

Sport Trasferta in chiaroscuro per il Volley Umbertide, superato al tie break dal Colleluna Volley Terni dopo un combattutissimo match

Il punto conquistato nella terza giornata di ritorno dalle umbertidesi le fa scivolare comunque al settimo posto in classifica (a 27 punti insieme ad altre due squadre), che rimane però molto corta, con la terza a sole due lunghezze di Raffaello Agea Terni – Al Volley Umbertide non sono bastati i 30 punti dell’opposta Greta Ottaviani, cui vanno aggiunti i 18 ed i 10 delle due bande Matilde Ercolani e Giada Palazzetti, per far propria un’altra sfida diretta. Anche le centrali non hanno sfigurato, con Livia Bianchini e Cecilia Rometti a segno rispettivamente 7 e 5 volte e con Elisa Governatori a dar loro un po’ di respiro. Nell’economia generale hanno pesato in negativo le continue necessità di assestamento della formazione, che soprattutto nel reparto delle centrali, costringe mister Gabriele Violini ad avvicendamenti che non giovano certo all’amalgama. La cosa si percepisce soprattutto a muro, quando toccare qualche palla in più consentirebbe la ricostruzione e la finalizzazione, alla quale non si sottrae certo la prima linea, soprattutto con le laterali. I mali di stagione, poi, se non giovano alla salute, non giovano nemmeno ad una squadra di volley: Althea Giulietti, libero di provata esperienza, ma purtroppo febbricitante, è stata utilizzata solo in ricezione, con i compiti di difesa affidati a Martina Giulietti. La partita è stata comunque molto piacevole, con le squadre che si sono fronteggiate a viso aperto e che, quando hanno conquistato i parziali che le hanno portate sul 2 a 2, come si evince dal punteggio di ogni frangente, lo hanno fatto in modo abbastanza netto. Come detto l’attacco di Umbertide ha funzionato in modo soddisfacente e la conquista del quarto set con il punteggio di 25 a 17 era di buon auspicio per il tie break. Non è stato da meno l’attacco di Colleluna, che a parte quanto raccolto nel corso del tie break, ha in sostanza messo a segno gli stessi numeri. Forse le ospiti avrebbero avuto bisogno di un cambio (che purtoppo non è disponibile) per la sempre ottima Martina Ubaldi; non tanto nel corso del gioco decisivo, quanto nel corso dei precedenti, giusto per farla sedere qualche minuto in panchina a farle tirare il fiato. Purtroppo il tie break parte con il vento a favore delle padrone di casa, che vanno al cambio di campo sull’8 a 4 in loro favore. Un allungo che Umbertide, pur mettendocela tutta, non riuscirà più a recuperare, mentre alle ternane basterà in sostanza il solo cambio palla per aggiudicarsi la frazione e l’incontro. Nelle fila del Volley Umbertide, dopo una lunga assenza dovuta a motivi extrasportivi, da segnalare il rientro di Maddalena Rosi (3 punti per lei): una giocatrice che ha dato tanto e che tanto ancora potrà dare a questa squadra, mettendo a disposizione delle compagne e del suo allenatore un importante bagaglio tecnico ed un’esperienza che non si trovano certo dietro l’angolo. Tornando alla classifica, però, a questo punto della stagione e con una classifica molto corta, per non perdere contatto dalle prime, ma in particolar modo per non essere raggiunte dalle squadre che seguono, serviranno vittorie da tre punti, a partire da sabato prossimo con l’impegno casalingo delle umbertidesi contro Rivotorto. Il tabellino Colleluna Volley Terni – Volley Umbertide 3 – 2 Parziali: 25 – 20, 18 – 25, 25 – 20, 17 – 25, 15 – 9 Volley Umbertide: Ubaldi (C) 2, Ottaviani 30, Ercolani 18, Palazzetti 10, Bianchini 7, Rometti 5, Rosi 3, Governatori, Giulietti A (L1), Giulietti M (L2). N.e.: Beacci, Ceccagnoli, Nicoletti. B.s. 10, 9 ace, 32 errori. Allenatore: Gabriele Violini Colleluna Volley Terni: Ba, Carlino, Dominici, Minelli, Fantini, Morosi.  Allenatore: Grifoni  (dati relativi agli scores individuali ed altro non disponibili) Arbitro: Lidonni Alessandro

19/02/2018 13:56:18 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Società Civile Ingresso ''telematico'' di un socio: il Lions Club Umbertide celebra la 34^ Charter Night con una sorpresa all’insegna dell’innovazione

Riceviamo e pubblichiamo Ingresso “telematico” di un socio: il Lions Club Umbertide celebra la 34^ Charter Night con una sorpresa all’insegna dell’innovazione Il club umbertidese festeggia il trentaquattresimo compleanno con una serie di importanti riconoscimenti per l’attività svolta ed apre ancora all’internazionalità con l’immissione di un socio israeliano in collegamento Skype Umbertide – Che l’innovazione sia stata da sempre una delle guidelines del Lions Club Umbertide, non è una novità per coloro che conoscono le attività del sodalizio.   In occasione dei services e delle iniziative che il club realizza, la presenza sui social network e sulla stampa online, oltre che nell’ambito dei portali Lions, è ormai una costante che consente una diffusione del “We serve” certamente più capillare e più mirata rispetto alla stampa tradizionale. Le nuove generazioni, tanto per fare un esempio, sono certo più attratte o anche solo incuriosite dai mezzi che utilizzano tutti i giorni avvalendosi delle infinite possibilità del web.  Un’attenzione all’innovazione che tuttavia non significa abdicazione a favore delle vastissime possibilità che la Rete consente, tanto che nella passata annata, con la partecipazione di uno dei massimi esperti sull’argomento, il club ha organizzato un convegno sul tema della comunicazione in rete e delle sue devianze. Ma il mondo della comunicazione nell’era di Internet, ha delle potenzialità positive che consentono di superare ostacoli apparentemente insormontabili. E’ stato così che il Presidente Rolando Pannacci, dopo che il club aveva deliberato l’immissione di un nuovo socio di nazionalità israeliana ed aveva programmato la cosa in concomitanza della sua 34^ Charter Night, avrebbe dovuto rinunciare all’ingresso.  Già, perché Motty Zalesch, che vive tra Italia ed Israele, era dovuto rientrare a Tel Aviv per improrogabili motivi. Annullare tutto? Senza pensare all’innovazione forse sì. A questo punto Rolando Pannacci ha avuto la geniale idea di proporre al Governatore del Distretto 108L Rocco Falcone, un collegamento via Skype per l’agognato momento. E’ stato così che il Governatore, che sappiamo essere favorevole alle iniziative nel segno dell’innovazione, ha dato il la … all’operazione.   Il momento, poi, dato che poco prima il club era stato impegnato nella visita del Governatore, era di quelli che sarebbero stati indimenticabili. Oltre al Governatore, infatti, erano presenti il I^ Vice Governatore Leda Puppa, il Segretario Distrettuale (e capo redattore della rivista distrettuale Lionismo) Silverio Forteleoni, il Segretario per l’Umbria Paolo Scilipoti, il Segretario per il Lazio Gabriella Rossi, il Cerimoniere distrettuale Marco Fantauzzi, il consulente del Governatore per gli affari assicurativi, nonché vice responsabile del Lions Day 2018 Fabrizio Bravi il vice responsabile del sito internet del Distretto Vincenzo Fragolino, il Presidente della IX circoscrizioneRosalba Bruno, il presidente della zona A della IX circoscrizione Alessio Dorelli, il responsabile del “Progetto Martina” Giuseppe Lio, il redattore della rivista Lionismo Raffaello Agea, oltre ai presidenti del Lions Club Gubbio Marco Rossi, del Lions Club Montone Aries Silvia Polidori (la serata era concomitante con la visita del Governatore al club arietano), del Lions Club Città di Castello Tiferno Pietro Paolieri ed al past president del Lions Club Città di Castello Host Geronimo Vercillo. Grazie all’impeccabile preparazione tecnica dell’officer per le tecnologie informatiche del club Mauro Tarragoni Alunni, sullo schermo appositamente predisposto ad un certo punto della serata è apparso Motty Zalesch, con il quale il Governatore ha avuto modo di interagire. E pur con riserva di appuntare sul bavero della giacca del nuovo socio la spilla simbolo dell’appartenenza, il Governatore ha ricordato a Zalesch l’importanza di questo ingresso ed il servizio dei Lions di tutto il mondo, auspicando l’apertura a nuove frontiere, non solo in senso fisico. Aapplausi e titoli di coda? Niente affatto, perché a questo punto è stato il Governatore a dispensare gradite sorprese al Lions Club Umbertide. Probabilmente Pannacci, che quest’anno è di nuovo alla guida del club, siccome insieme a tutti i soci del club aveva lavorato in modo molto intenso e produttivo su tutti i versanti, si aspettava di raccogliere qualcosa. Ma è proprio il caso di dire come la messe sia stata abbondantissima. Oltre agli elogi del Governatore e del Distretto, sono arrivati il riconoscimento per la campagna incremento soci e per le attività soci nell’annata 2016/201717, quelli (con relative patch per il labaro) per aver svolto tutti i temi dell’anno del centenario e e per la donazione di simboli di appartenenza sul territorio “Lions legacy”.   Chiosa finale ed augurio del Governatore: trentaquattro anni spesi benissimo e trentaquattro e più ancora da spendere all’insegna del servizio che il Lions Club Umbertide ha sempre svolto, distinguendosi costantemente tra le eccellenze di questa grandissima associazione.

17/02/2018 20:59:40 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy