Attualità » Primo piano Umbertide, approvato dal Commissario straordinario De Rosa il bilancio di previsione

Riceviamo e pubblichiamo Con delibera n. 12 del 16 febbraio 2018, il Commissario straordinario Castrese De Rosa, con i poteri del Consiglio comunale, ha approvato il Bilancio di previsione 2018- 2020. Grazie all'importante contributo del personale comunale ma anche ad una normativa chiara e senza novità significative, quest'anno il documento di programmazione economica e finanziaria è stato approvato in tempi rapidissimi, tanto che quello di Umbertide risulta uno dei primi bilanci approvati in Umbria e non solo. Come affermato dal Commissario De Rosa, non è stato facile predisporre il preventivo 2018, soprattutto a causa dei minori introiti per un importo di 380.000 euro derivati dalla vendita dei certificati verdi della centrale idroelettrica sul Tevere, ma in ogni caso si è riusciti ad approvare un bilancio che mira a garantire la stessa qualità dei servizi alla persona, mantenendo invariate le tariffe e la pressione tributaria (ad eccezione della Tari per la quale si registrano in media aumenti del 6/7% solo per il 2018, a seguito dei maggiori costi derivanti dall’incremento degli oneri di smaltimento a causa delle chiusure delle discariche), ad attivare e portare a completamento importanti opere pubbliche e a razionalizzare la spesa senza per questo andare ad intaccare i livelli qualitativi dei servizi offerti ai cittadini. In merito alle opere pubbliche, i lavori previsti per il 2018 riguardano la ristrutturazione della scuola dell’infanzia Marcella Monini (2.556.000 euro), l’ampliamento della scuola primaria di Niccone (450.000 euro) e la realizzazione di una nuova viabilità in località Calzolaro (700.000 euro). Inoltre nel corso del 2018 si provvederà al completamento dei lavori di ristrutturazione del Palazzo comunale, dell’ampliamento dei cimiteri di Umbertide e Pierantonio, della realizzazione del progetto “orti felici”, della ristrutturazione del palazzo ex poste di Preggio e della manutenzione straordinaria della viabilità nelle frazioni.

19/02/2018 14:00:59

Sport Trasferta in chiaroscuro per il Volley Umbertide, superato al tie break dal Colleluna Volley Terni dopo un combattutissimo match

Il punto conquistato nella terza giornata di ritorno dalle umbertidesi le fa scivolare comunque al settimo posto in classifica (a 27 punti insieme ad altre due squadre), che rimane però molto corta, con la terza a sole due lunghezze di Raffaello Agea Terni – Al Volley Umbertide non sono bastati i 30 punti dell’opposta Greta Ottaviani, cui vanno aggiunti i 18 ed i 10 delle due bande Matilde Ercolani e Giada Palazzetti, per far propria un’altra sfida diretta. Anche le centrali non hanno sfigurato, con Livia Bianchini e Cecilia Rometti a segno rispettivamente 7 e 5 volte e con Elisa Governatori a dar loro un po’ di respiro. Nell’economia generale hanno pesato in negativo le continue necessità di assestamento della formazione, che soprattutto nel reparto delle centrali, costringe mister Gabriele Violini ad avvicendamenti che non giovano certo all’amalgama. La cosa si percepisce soprattutto a muro, quando toccare qualche palla in più consentirebbe la ricostruzione e la finalizzazione, alla quale non si sottrae certo la prima linea, soprattutto con le laterali. I mali di stagione, poi, se non giovano alla salute, non giovano nemmeno ad una squadra di volley: Althea Giulietti, libero di provata esperienza, ma purtroppo febbricitante, è stata utilizzata solo in ricezione, con i compiti di difesa affidati a Martina Giulietti. La partita è stata comunque molto piacevole, con le squadre che si sono fronteggiate a viso aperto e che, quando hanno conquistato i parziali che le hanno portate sul 2 a 2, come si evince dal punteggio di ogni frangente, lo hanno fatto in modo abbastanza netto. Come detto l’attacco di Umbertide ha funzionato in modo soddisfacente e la conquista del quarto set con il punteggio di 25 a 17 era di buon auspicio per il tie break. Non è stato da meno l’attacco di Colleluna, che a parte quanto raccolto nel corso del tie break, ha in sostanza messo a segno gli stessi numeri. Forse le ospiti avrebbero avuto bisogno di un cambio (che purtoppo non è disponibile) per la sempre ottima Martina Ubaldi; non tanto nel corso del gioco decisivo, quanto nel corso dei precedenti, giusto per farla sedere qualche minuto in panchina a farle tirare il fiato. Purtroppo il tie break parte con il vento a favore delle padrone di casa, che vanno al cambio di campo sull’8 a 4 in loro favore. Un allungo che Umbertide, pur mettendocela tutta, non riuscirà più a recuperare, mentre alle ternane basterà in sostanza il solo cambio palla per aggiudicarsi la frazione e l’incontro. Nelle fila del Volley Umbertide, dopo una lunga assenza dovuta a motivi extrasportivi, da segnalare il rientro di Maddalena Rosi (3 punti per lei): una giocatrice che ha dato tanto e che tanto ancora potrà dare a questa squadra, mettendo a disposizione delle compagne e del suo allenatore un importante bagaglio tecnico ed un’esperienza che non si trovano certo dietro l’angolo. Tornando alla classifica, però, a questo punto della stagione e con una classifica molto corta, per non perdere contatto dalle prime, ma in particolar modo per non essere raggiunte dalle squadre che seguono, serviranno vittorie da tre punti, a partire da sabato prossimo con l’impegno casalingo delle umbertidesi contro Rivotorto. Il tabellino Colleluna Volley Terni – Volley Umbertide 3 – 2 Parziali: 25 – 20, 18 – 25, 25 – 20, 17 – 25, 15 – 9 Volley Umbertide: Ubaldi (C) 2, Ottaviani 30, Ercolani 18, Palazzetti 10, Bianchini 7, Rometti 5, Rosi 3, Governatori, Giulietti A (L1), Giulietti M (L2). N.e.: Beacci, Ceccagnoli, Nicoletti. B.s. 10, 9 ace, 32 errori. Allenatore: Gabriele Violini Colleluna Volley Terni: Ba, Carlino, Dominici, Minelli, Fantini, Morosi.  Allenatore: Grifoni  (dati relativi agli scores individuali ed altro non disponibili) Arbitro: Lidonni Alessandro

19/02/2018 13:56:18 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Società Civile Ingresso ''telematico'' di un socio: il Lions Club Umbertide celebra la 34^ Charter Night con una sorpresa all’insegna dell’innovazione

Riceviamo e pubblichiamo Ingresso “telematico” di un socio: il Lions Club Umbertide celebra la 34^ Charter Night con una sorpresa all’insegna dell’innovazione Il club umbertidese festeggia il trentaquattresimo compleanno con una serie di importanti riconoscimenti per l’attività svolta ed apre ancora all’internazionalità con l’immissione di un socio israeliano in collegamento Skype Umbertide – Che l’innovazione sia stata da sempre una delle guidelines del Lions Club Umbertide, non è una novità per coloro che conoscono le attività del sodalizio.   In occasione dei services e delle iniziative che il club realizza, la presenza sui social network e sulla stampa online, oltre che nell’ambito dei portali Lions, è ormai una costante che consente una diffusione del “We serve” certamente più capillare e più mirata rispetto alla stampa tradizionale. Le nuove generazioni, tanto per fare un esempio, sono certo più attratte o anche solo incuriosite dai mezzi che utilizzano tutti i giorni avvalendosi delle infinite possibilità del web.  Un’attenzione all’innovazione che tuttavia non significa abdicazione a favore delle vastissime possibilità che la Rete consente, tanto che nella passata annata, con la partecipazione di uno dei massimi esperti sull’argomento, il club ha organizzato un convegno sul tema della comunicazione in rete e delle sue devianze. Ma il mondo della comunicazione nell’era di Internet, ha delle potenzialità positive che consentono di superare ostacoli apparentemente insormontabili. E’ stato così che il Presidente Rolando Pannacci, dopo che il club aveva deliberato l’immissione di un nuovo socio di nazionalità israeliana ed aveva programmato la cosa in concomitanza della sua 34^ Charter Night, avrebbe dovuto rinunciare all’ingresso.  Già, perché Motty Zalesch, che vive tra Italia ed Israele, era dovuto rientrare a Tel Aviv per improrogabili motivi. Annullare tutto? Senza pensare all’innovazione forse sì. A questo punto Rolando Pannacci ha avuto la geniale idea di proporre al Governatore del Distretto 108L Rocco Falcone, un collegamento via Skype per l’agognato momento. E’ stato così che il Governatore, che sappiamo essere favorevole alle iniziative nel segno dell’innovazione, ha dato il la … all’operazione.   Il momento, poi, dato che poco prima il club era stato impegnato nella visita del Governatore, era di quelli che sarebbero stati indimenticabili. Oltre al Governatore, infatti, erano presenti il I^ Vice Governatore Leda Puppa, il Segretario Distrettuale (e capo redattore della rivista distrettuale Lionismo) Silverio Forteleoni, il Segretario per l’Umbria Paolo Scilipoti, il Segretario per il Lazio Gabriella Rossi, il Cerimoniere distrettuale Marco Fantauzzi, il consulente del Governatore per gli affari assicurativi, nonché vice responsabile del Lions Day 2018 Fabrizio Bravi il vice responsabile del sito internet del Distretto Vincenzo Fragolino, il Presidente della IX circoscrizioneRosalba Bruno, il presidente della zona A della IX circoscrizione Alessio Dorelli, il responsabile del “Progetto Martina” Giuseppe Lio, il redattore della rivista Lionismo Raffaello Agea, oltre ai presidenti del Lions Club Gubbio Marco Rossi, del Lions Club Montone Aries Silvia Polidori (la serata era concomitante con la visita del Governatore al club arietano), del Lions Club Città di Castello Tiferno Pietro Paolieri ed al past president del Lions Club Città di Castello Host Geronimo Vercillo. Grazie all’impeccabile preparazione tecnica dell’officer per le tecnologie informatiche del club Mauro Tarragoni Alunni, sullo schermo appositamente predisposto ad un certo punto della serata è apparso Motty Zalesch, con il quale il Governatore ha avuto modo di interagire. E pur con riserva di appuntare sul bavero della giacca del nuovo socio la spilla simbolo dell’appartenenza, il Governatore ha ricordato a Zalesch l’importanza di questo ingresso ed il servizio dei Lions di tutto il mondo, auspicando l’apertura a nuove frontiere, non solo in senso fisico. Aapplausi e titoli di coda? Niente affatto, perché a questo punto è stato il Governatore a dispensare gradite sorprese al Lions Club Umbertide. Probabilmente Pannacci, che quest’anno è di nuovo alla guida del club, siccome insieme a tutti i soci del club aveva lavorato in modo molto intenso e produttivo su tutti i versanti, si aspettava di raccogliere qualcosa. Ma è proprio il caso di dire come la messe sia stata abbondantissima. Oltre agli elogi del Governatore e del Distretto, sono arrivati il riconoscimento per la campagna incremento soci e per le attività soci nell’annata 2016/201717, quelli (con relative patch per il labaro) per aver svolto tutti i temi dell’anno del centenario e e per la donazione di simboli di appartenenza sul territorio “Lions legacy”.   Chiosa finale ed augurio del Governatore: trentaquattro anni spesi benissimo e trentaquattro e più ancora da spendere all’insegna del servizio che il Lions Club Umbertide ha sempre svolto, distinguendosi costantemente tra le eccellenze di questa grandissima associazione.

17/02/2018 20:59:40 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica Salvini ad Umbertide, Lega Nord:''Bilancio più che positivo''

Riceviamo e pubblichiamo Salvini ad Umbertide, un turbinio di emozioni. Vittorio Galmacci, commissario cittadino della Lega, traccia un bilancio sulla recente visita del leader della Lega nella cittadina altotiberina. “Non è stato semplice nè facile - dice Galmacci - organizzare l'evento in tutti i suoi particolari ma credo proprio di esserci riuscito, almeno a giudicare dalla straordinaria partecipazione popolare all'evento. Durante la visita alla moschea non ho mancato di rimarcare davanti alle varie tv nazionali come il malgoverno della precedente giunta Giulietti abbia preferito abdicare per un centro culturale islamico anziché favorire quello che era il progetto iniziale ossia una serra per disabili. Al sopralluogo è seguita l'inaugurazione della sede elettorale della Lega in viale Unità d'Italia dove confesso di essermi un po’ emozionato nel vedere quanti concittadini c’erano. A loro Salvini ha ricordato la cancellazione della legge Fornero, la necessità di una flat tax con la tassazione unica al 15% , il diritto alla legittima difesa e l’importanza di mettere al primo posto di qualsiasi scelta politica gli italiani. In una giornata importante per la nostra città, non sono mancate le contestazioni, alcune un po’ vigliacche come il cartello affisso sul cavalcavia della E 45 dove si citava testualmente “Occhio Salvini stavolta spariamo noi" . In un momento così favorevole per la Lega, una cerchia ristretta di dissidenti va messa in conto, ma resta un grande orgoglio, lo stesso avvertito quando all’arrivo di Salvini alcuni concittadini gli hanno gridato “Solo tu ci puoi salvare”. Ecco è per loro che lavoriamo, per un mondo migliore rispetto a quello lasciatoci dal Pd. Ringrazio il Sen. Candiani per l'incarico affidatomi, i candidati leghisti intervenuti Riccardo Augusto Marchetti, Virgino Caparvi e Luca Briziarelli e Valerio Mancini che tanto si è speso presentando anche, unico partito a farlo, un esposto alla magistratura affinchè indaghi sulla provenienza dei fondi e sui documenti relativi alla vendita del terreno e delle relative concessioni edilizie".  Galmacci conclude invitando tutti quelli che volessero maggiori informazioni sulla Lega a contattarlo anche su Facebook.

17/02/2018 16:08:25

Sport Basket A2/F, PF Umbertide contro S.G. Valdarno, Contu:''Nelle difficoltà il gruppo si è unito, tutte stanno portando un mattoncino''

Quinta giornata di ritorno con la Pallacanestro Femminile Umbertide che ospita la capolista San Giovanni Valdarno. Domenica 18 febbraio alle 18, Meschi e compagne, reduci dalla straordinaria vittoria sul difficile parquet di Faenza, saranno impegnate contro una corazzata che ha collezionato fino ad ora 16 vittorie e due sole sconfitte. Umbertide è a quota 12 punti ed ha come obiettivo il raggiungimento della salvezza. Tra le ex di turno Silvia Sarni e Maria Chiara Ortolani.   Abbiamo intervistato coach Alessandro Contu in vista del match, facendo anche il punto sul percorso compiuto dalla sua squadra.   La PFU ha concluso il 2017 con 4 punti, ora ne ha 12. Possiamo dire che questa squadra ha fatto progressi? Sicuramente, la squadra è cresciuta e si è visto anche sul campo, sia individualmente che di gruppo. C’è da dire che nel girone di andata siamo stati penalizzati dall’infortunio della nostra giocatrice straniera, la migliore, ed abbiamo buttato al vento alcune partire che potevano essere nostre, con qualche errore di meno. C’è mancato un faro che tenesse unita la squadra nei momenti decisivi e avesse la freddezza di chiuderla, questo ci ha penalizzati. Però devo dire che le ragazze sono cresciute e la vittoria di Faenza è anche frutto di questo. Se non ci fosse stata la sconfitta di Palermo, non per piangere sul latte versato, ma la sconfitta è maturata all’ultimo secondo, quando eravamo sopra di due, sarebbero state quattro vittorie consecutive e invece c’è stato questo stop. Comunque ricordiamo che Palermo è pretendente alla A1, seconda in classifica ed abbiamo fatto una grande partita. Poi abbiamo fatto una grande partita a Faenza, partendo male e poi reagendo, è una dimostrazione che qualcosa è servito. Molte partite le abbiamo perse partendo bene eccedendo nel finale, come se avessimo avuto paura di vincere o fossimo state incapaci di gestire il vantaggio. Questa è una squadra che paradossalmente gioca meglio quando è sotto che quando ha un vantaggio di 15 punti e non riesce a tirare fuori la grinta e l’esperienza per chiudere la partita. Nella difficoltà il gruppo si è unito, adesso giocano meglio insieme, riescono anche a sopperire a qualche carenza tecnica con l’agonismo che gli dà il gruppo e si allenano forte. Anche la mancanza di Landi è un altro colpo che abbiamo dovuto affrontare in questa stagione tribolata, però se la reazione è quella di Faenza, dobbiamo essere orgogliosi della squadra. Tutte stanno portando un mattoncino, è una squadra che non ha un leader incisivo, però ogni volta ha un protagonista diverso pronto a coinvolgere un po’ tutte. La straniera ha qualche difficoltà nell’inserimento tecnico e tattico dei giochi, anche lei sta cominciando ad inserirsi. In Germania giocava prevalentemente da 4, noi volevamo un 5 sotto canestro e dobbiamo essere bravi come squadra ad inserire il nuovo elemento, ma non è ma facile a stagione in corso. Tutto sommato devo dire che la stagione, per come era partita, come si sta evolvendo, lascia intravedere dei segnali positivi ed i risultati si vedono.   Affronteremo una delle squadre capolista. Sarà una partita nella quale non dovremo sbagliare niente. Sì, quando giochi contro queste corazzate, devi far sì che si sbagli il meno possibile, perché non è possibile sbagliare niente, altrimenti le partite finirebbero zero a zero. Devi giocare oltre le tue possibilità, anche se è dura e cercare di far sbagliare il più possibile le tue avversarie. Quindi è sempre un’impresa. Sia in attacco che in difesa devi essere sempre al massimo della concentrazione e mettercela tutta perché devi confidare sul fatto che loro potrebbero prenderti sotto gamba. Noi non abbiamo nulla da perdere e quindi dobbiamo cercare il colpaccio, anche sull’onda di questi miglioramenti, di queste nuove prestazioni, perché nell’emergenza è bene ritrovarsi, invece che lasciarsi abbattere dai problemi. Fino ad ora questa reazione sta avvenendo e vogliamo continuare su questa strada.

16/02/2018 20:30:26 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy