Attualità » Primo piano Al via test rapidi Covid-19 grazie al comitato di supporto tecnico Università-Regione

Al via la sperimentazione di test rapidi per individuare soggetti positivi al Covid-19. All’uso dei tamponi si affiancherà un’azione strutturata in due fasi: la prima prevede il ricorso ad analisi sugli anticorpi; la seconda, successiva, un’integrazione di test molecolari. Il progetto prevede l’attiva e costante collaborazione con il Comitato Scientifico deliberato dalla Giunta Regionale a seguito delle indicazioni ricevute dall’Università degli Studi di Perugia, grazie alla collaborazione avviata con la firma del “Memorandum d'intesa per la salute - per una visione condivisa di salute e sanità del futuro”, siglato il 22 gennaio scorso dalla Presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei e dal Rettore, Prof. Maurizio Oliviero. Il Comitato, composto da esperti, avrà il compito di fornire indicazioni e strategie a supporto delle azioni che verranno adottate dalla Giunta Regionale per il superamento dell’emergenza sanitaria, nonché di supervisionare eventuali sperimentazioni che saranno messe in campo dal sistema sanitario umbro. Il Comitato è così composto: Dott.ssa Paola Casucci, Regione Umbria (Coordinatore);  Prof.ssa Antonella Mencacci, Università degli Studi di Perugia - Direttore della Scuola di Specializzazione in Microbiologia;  Prof.ssa Daniela Francisci, Università degli Studi di Perugia - Direttore della Scuola di Specializzazione in Malattie Infettive e Tropicali; Prof. Edoardo De Robertis, Università degli Studi di Perugia - Direttore della Scuola di Specializzazione in Anestesia, Rianimazione e Terapia intensiva e del Dolore; Prof. Fabrizio Stracci, Università degli Studi di Perugia - Direttore della Scuola di Specializzazione in  Igiene e Medicina preventiva; Prof. Paolo Puccetti, Università degli Studi di Perugia  - Direttore del Dipartimento di Medicina Sperimentale e Coordinatore scientifico della Sezione di Farmacologia; Prof.ssa Cecilia Becattini, Università degli Studi di Perugia - Ordinario di Medicina interna nel  Dipartimento di Medicina.  A questi si affiancheranno altri tre membri: uno nominato dall’Istituto Superiore di Sanità, uno dalla Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica e uno dal Ministero della Salute.      

30/03/2020 19:09:48 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Donazione di presidi sanitari all'IRB-Balducci dall'Associazione Umbertide Partecipa

Riceviamo e pubblichiamo “ A NOI È STATO CHIESTO DI STARE A CASA,  A VOI DI LOTTARE IN PRIMA LINEA... UN PICCOLO DOVEROSO  AIUTO PER FARLO IN SICUREZZA“ Con questo slogan l’Associazione Umbertide Partecipa ha donato all’IRB (Istituti Riuniti di Beneficenza) presidi sanitari per gli operatori  che giornalmente prestano il loro insostituibile servizio all’interno della struttura. Si tratta di camici, copri scarpe e guanti che in questo periodo di emergenza non è semplicissimo trovare. Un piccolo gesto, un riconoscimento che l’ Associazione ha voluto fare verso coloro che devono prendersi cura giornalmente della fascia di popolazione oggi maggiormente esposta: anziani malati, magari soli senza più una famiglia o qualcuno che li segue. Umbertide Partecipa condivide in pieno le parole di alcuni giorni fa del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella quando ha manifestato il  dolore per “una generazione più anziana punto di riferimento per i più giovani” decimata dal virus. Il Presidente ha anche augurato che  il percorso doloroso affrontato dall’Italia possa servire a livello globale. Un percorso che dobbiamo sostenere  rispettando le regole e facendo nostre ancora le parole del Presidente il quale ci ha ricordato che per rinascere dobbiamo essere uniti come nel dopoguerra quando  “l’unità del popolo italiano consentì la rinascita morale, civile, economica e  sociale della nostra Nazione”. Questo è lo spirito  con il quale dobbiamo prepararci ad affrontare il dopo coronavirus, non dimenticando i tantissimi operatori sanitari, la forza pubblica, la  protezione civile, il mondo dell’ associazionismo, i volontari e tanti altri che mai come ora si ergono a baluardo contro la pandemia in difesa nostra e dei nostri cari. A tutti coloro Umbertide Partecipa rivolge un immenso grazie.   Associazione Umbertide Partecipa  

30/03/2020 18:44:53 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Editoriale Il numero di marzo di Informazione Locale

Per la prima volta dalla nascita del nostro mensile, ci troviamo a non poter raggiungervi materialmente nelle vostre case. Anche noi ci siamo adeguati alle restrizioni emanate dal Governo per il contenimento della diffusione del coronavirus e abbiamo deciso di pubblicare il numero di marzo esclusivamente online (scaricabile a fondo pagina).  Una scelta difficile ma necessaria.Il coronavirus è entrato a gamba tesa nelle nostre vite: ci ha colpiti nelle abitudini, nei rapporti personali, sociali, nel lavoro. E ci ha lasciati storditi, spaventati e preoccupati. Dobbiamo ancora finire di incassare il colpo, sopraffatti da numeri, stime e previsioni che ogni giorno analizziamo in cerca di un indizio positivo. Quando finirà? Quali saranno le conseguenze di una simile epidemia? Non possiamo fronire una risposta certa e non spetta a noi giornalisti fare previsioni. A noi, il compito invece di continuare ad informare correttamente, dal preservare i lettori dalla crescente diffusione di fake news, che in un momento di emergenza come questo creano distorsioni e confusione. Mai come ora c'è bisogno di notizie accurate e verificate. Ed è quello che stiamo facendo ogni giorno, aggiornando il nostro sito online, www.informazionelocale.it e le nostre pagine social, raccontando quello che sta accadendo, affidandoci a fonti ufficiali. C'è bisogno di punti di riferimento e noi vogliamo esserlo per i nostri lettori. Il Direttore Eva Giacchè

30/03/2020 17:56:51 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy