Sport Basket A2/F: La Bottega del Tartufo Umbertide pronta al recupero contro Bolzano

Tutto pronto per il primo di due recuperi del turno di andata in programma al Pala Morandi. Sabato 16 gennaio alle 18 La Bottega del Tartufo Umbertide affronterà Bolzano. Le altoatesine che annoverano nel roster la cestista umbertidese Chiara Villarini, hanno subito un vero e proprio lockdown imposto dalla provincia autonoma e sono tornate a giocare lo scorso 13 dicembre dopo più di un mese. Alla PFU mancherà, come già annunciato, l'apporto del proprio unico ed inimitabile Capitano Federica Giudice, che dovrà saltare la stagione a causa della rottura del legamento crociato. Una grande assenza tra le fila bianco-azzurre, ma il duro lavoro che ogni giorno staff e squadra svolgono con costanza e determinazione, potrà dare i suoi frutti per riuscire a colmare il vuoto lasciato da questo spiacevole episodio. Ricordiamo inoltre che la filosofia della PFU si basa sulla crescita delle giovani, schierandole sul parquet senza paura, per farle migliorare, come già successo in passato con giocatrici che ora sono protagoniste di ambiziosi palcoscenici di A1. Mercoledì 13 gennaio invece, la squadra, lo staff ed i dirigenti si sono sottoposti a test rapido Rapid test Covid-19, come ormai avviene ogni due settimane. I risultati hanno dato tutti esito negativo. La società ringrazia, come non mai, il Dott. Roberto Fiumana per la disponibilità e la professionalità. Quindi appuntamento per la prossima partita sabato 16 gennaio alle 18 al Pala Morandi. Domenica 24 alle 18 trasferta a Civitanova Marche per inaugurare la fase di ritorno. Mercoledì 27 alle 18 si tornerà al Pala Morandi per il secondo ed ultimo recupero contro San Giovanni Valdarno. Diretta streaming sul canale YouTube Marzella Photo Studio (link condiviso sui canali social della PFU).  

15/01/2021 16:51:27 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Pd Umbertide: “non si perda tempo. Le risorse ci sono si inizia a lavorare al nuovo asilo comunale”

"Con interesse leggiamo un articolo in cui la nostra Amministrazione informa la cittadinanza che è stata costruita la prima casetta dell’Asilo Marcella Monini, sottolineando che il progetto prevede altre otto casette nella scuola di via Morandi". Il Pd Umbertide sulla costruzione dell'asilo "Monini": "Siamo contenti di tutto ciò e ci entusiasma la costante pubblicazione di articoli ogni volta che viene costruito un pezzettino del plesso anche perché ricordiamolo, ad onore del vero, che questo progetto è possibile grazie alle precedenti amministrazioni. Viene ribadito il costo complessivo dell’intervento pari a 2.006.64,17 e la descrizione dettagliata del plesso. Riportiamo la frase che si legge sull’articolo “Sarà un luogo di crescita a misura di bambino e un fulcro di  aggregazione”. Siamo ancora contenti ma qualcosa non torna, ci preme ricordare infatti che se si parla di tutti i bambini è  inconcepibile non dare attenzione al segmento 0-3 anni. Facciamo presente a questa amministrazione che esiste il “Sistema integrato 0-6” e che proprio in questi giorni è stata pubblicata la bozza delle linee pedagogiche che serviranno a regolamentare il funzionamento educativo e didattico di questo segmento. Il documento, elaborato dalla commissione nazionale per il sistema integrato di educazione e di istruzione costituita ai sensi del decreto legislativo n.65 del 13 Aprile 2017 , mette al centro i bambini. Tutti i bambini dagli 0 ai 6 anni. Per tutti questi motivi chiediamo con forza un’attenzione particolare alla primissima infanzia e alla costruzione del nuovo Asilo Nido presente nel territorio dagli anni 70. Tutti i bambini devono avere gli stessi diritti fin dai primi mesi di vita. I gruppi di opposizione hanno già effettuato un sopralluogo presso l’attuale Asilo Nido ubicato nei locali di Santa Maria ad Umbertide ma a cui nessun membro dell’amministrazione e della maggioranza ha partecipato. Questa mancanza di interesse svilisce ogni tentativo di collaborazione con una amministrazione che con le sue azioni ci rimanda sempre alle stesse domande: Che fine fara’ nel nostro comune il servizio “Asilo Nido il Ranocchio”? Dove verrà costruito? Verrà costruito un nuovo asilo? Questa amministrazione sta pensando al prossimo anno educativo che partirà a settembre 2021 e alla struttura che dovrà ospitare questi bambini? Il Servizio Asilo Nido risponderà all’esigenza del territorio con un maggior numero di posti disponibili per i bambini o dovremo accontentarci di soddisfare solo 22 richieste visto che l’amministrazione non trova un luogo migliore di quello attuale? La media dei bambini ospitati per ogni anno educativo, dagli anni 70 fino ad oggi, è stata pari a 60 bambini. C’è volontà di tornare a garantire questa offerta o il tentativo è di regredire sempre di più fino a far scomparire il servizio del tutto? Esistono luoghi del comune in cui è possibile prevedere lo spostamento del servizio e quindi soddisfare la richiesta di un numero maggiore di famiglie? Iniziamo a pensare che non esista un vero interesse nei confronti di un servizio che è sempre stato il fiore all’occhiello del nostro paese, grazie anche alla competenza e alla professionalità delle educatrici e di tutti coloro che operano per il servizio. Chiediamo risposte certe e orizzonti politici, perché non vorremmo ritrovarci un giorno a non avere più un servizio importante come questo Investire sull’educazione già nei primi anni di vita significa investire sul futuro e sul progresso sociale dello stesso. Non permetteremo che il lassismo offuschi tutto ciò che ha reso negli anni la nostra Umbertide un luogo rispondente ai molteplici bisogni dei nostri cittadini. Le risorse concesse dal governo nazionale (circa tre milioni di euro) consentono di poter lavorare alla progettazione e alla realizzazione del nuovo asilo nido, magari a fianco della nuova scuola Materna. L’ Amministrazione Carizia proceda dunque spedita, faccia per una volta gli interessi della nostra comunità".

15/01/2021 16:20:40 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Servizio Civile: due posti disponibili a Pietralunga

“Curare la comunità: resilienza e inclusione delle persone fragili” e “Comunità resilienti: respiriamo cultura” sono i progetti scelti dal Comune di Pietralunga per offrire nuove opportunità di formazione e crescita professionale ai giovani fra i 18 e i 29 anni non compiuti. Grazie al bando di Servizio Civile Universale, pubblicato dal Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale, l’Amministrazione ha reso noto nel proprio sito istituzionale la disponibilità di due posti per operatori volontari da impiegare nei settori dedicati all’assistenza e alla cultura. Entrambi i progetti avranno una durata di 12 mesi, con una media di 25 ore settimanali. Gli aspiranti operatori volontari dovranno presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL), raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it, entro le ore 14 dell'8 febbraio 2021.  “Un’esperienza importante per avvicinarsi al mondo del lavoro – afferma il vicesindaco Federica Radicchi – che può rappresentare un punto di partenza in cui imparare molte cose e crescere. Questo viaggio formativo dove si incontrano nuove realtà e persone aiuta a capire le tante dinamiche e relazioni della vita lavorativa, oltre ad essere una proposta utile per stimolare e riflettere su cosa si vorrebbe fare da grandi”.   

14/01/2021 16:01:01 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Report Legambiente Umbria, ad Umbertide il secondo miglior Ecosistema Urbano della regione

Il Comune di Umbertide, con un punteggio pari a 113,7, si classifica al secondo posto del primo Ecosistema Urbano regionale redatto da Legambiente Umbria. Come spiega Legambiente Umbria, l'insieme dei diciotto indicatori selezionati per il report copre sei principali componenti ambientali presenti in una città: aria, acqua, rifiuti, mobilità, suolo e territorio, energia. Il tutto per valutare tanto i fattori di pressione e la qualità delle componenti ambientali, quanto la capacità di risposta e di gestione ambientale. Il lavoro redatto su scala regionale utilizza parte degli indicatori presenti anche nel rapporto nazionale che ogni anno viene stilato da Legambiente in collaborazione con Il Sole 24 e Ambiente Italia, riguardante i 104 capoluoghi di Provincia a livello nazionale. Gli indicatori sono stati rilevati su scala locale e altri, sono stati raccolti e resi disponibili da altri soggetti istituzionali e di ricerca (come Istat, Arpa, Auri, Aci, Openpolis e altri). Il rapporto restituisce così un quadro della situazione ambientale dei Comuni della Regione Umbria con una popolazione maggiore di 15mila abitanti. “Quello uscito dal primo Ecosistema Urbano Regionale da parte di Legambiente – affermano il sindaco Luca Carizia e l'assessore all'Ambiente, Francesco Cenciarini - è un risultato che ci riempie di orgoglio. Il report pubblicato oggi è uno stimolo a migliorare sempre di più, guardando con fiducia gli appuntamenti che ci attendono nel futuro, riguardanti le tematiche ambientali e la sostenibilità”.  

14/01/2021 15:50:11 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Interpellanza del M5S Umbertide sul tentativo di riorganizzazione degli uffici comunali

Il Movimento 5 Stelle ha presentato un'interpellanza in merito al recente tentativo di riorganizzazione degli uffici e dei servizi da parte della Giunta e in una nota spiega: "Parliamo di tentativo perché di questo si tratta. Un tentativo maldestro a suon di delibere di Giunta che si sono susseguite nel giro del mese di dicembre fino ad arrivare al decreto del Sindaco che nel giro di 24 ore annulla quanto precedentemente stabilito. Forse perché i precedenti atti peccavano di incongruenza? In pratica la nostra Giunta ha promosso una riorganizzazione degli uffici e dei servizi con un primo atto agli inizi del mese di dicembre, successivamente si sono susseguite delibere per cercare di sanare i grossolani errori commessi. Questo probabilmente avviene quando si conosce poco la materia che si affronta. Certamente la riorganizzazione degli uffici è una delle buone pratiche della pubblica amministrazione, ma è anche vero che tali provvedimenti non possono essere presi in maniera superficiale e non condivisa, oltretutto è diritto dei cittadini di conoscere le intenzioni dell’Amministrazione in ordine alla macchina organizzativa e burocratica. La nostra interpellanza vuole pertanto sapere quali sono le intenzioni dell'Amministrazione, se ritiene doveroso il passaggio in consiglio comunale e se sono state verificate di eventuali incompatibilità soggettive sia in ordine alle posizioni da ricoprire sia all’iter di formazione degli atti di nomina. Questo tipo di operazioni andrebbero affrontate con un giusto tempo di confronto e di verifica, perché la fretta poi genera inesattezza e conseguentemente ritardo. Solitamente noi del M5S veniamo indicati  dai nostri avversari come "quelli incompetenti", ma in realtà dobbiamo dire che  quelli della lega, in materia di improvvisazione e incompetenza, non hanno rivali".

13/01/2021 12:27:21 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Pd Umbertide: “educare in Comune, avviso pubblico dal governo di 15 milioni”

“Recentemente il Dipartimento per le politiche della famiglia, presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha pubblicato un avviso di notevole importanza, volto a colmare quei vuoti che purtroppo la pandemia ha creato, ma in parte ampliato, nei nostri tessuti socio-educativi locali". A darne notizia il Pd Umbertide, con una nota stampa a firma di Matteo Ventanni (Gruppo Consiliare PD Umbertide). "Con il provvedimento vengono infatti stanziati 15 milioni di euro per permettere ai Comuni di affrontare quel fenomeno, complesso e multidimensionale, della povertà educativa che sfocia spesso nell’emarginazione sociale, sicuramente aggravata negli ultimi mesi. Gli unici beneficiari di tale provvedimento sono proprio i Comuni, in forma singola o associata, che potranno proporre azioni di intervento per restituire importanza e protagonismo agli attori locali della cosiddetta comunità educante, ovvero di quella pluralità di soggetti coinvolti nell’ambito scolastico, familiare, sociale e del terzo settore. Il Gruppo Consiliare del PD ha per questo presentato un’interpellanza per conoscere se la Giunta si sia confrontata con tutti i soggetti coinvolti e abbia quindi valutato quanto l’avviso propone su questo ambito importante per Umbertide.Insomma, con questo avviso il Governo va ad incidere sul fenomeno della difficoltà educativa, la quale spesso e volentieri diviene vera e propria carenza, e a promuovere azioni concrete sul territorio. Tre sono gli interventi principali individuati dal provvedimento: famiglia come risorsa, relazione e inclusione, cultura e arte-ambiente. Un’occasione quindi per implementare politiche locali in termini di socializzazione, aiuti alle fasce più svantaggiate e di stimolo alle relazioni e fruizioni delle attività culturali. Le proposte progettuali che i Comuni andranno a presentare dovranno poi insistere particolarmente su azioni e interventi per contrastare gli effetti negativi che la pandemia ha provocato su bambini e ragazzi".

13/01/2021 11:56:35 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Tenta il suicidio con il gas di scarico dell'auto: salvato dai carabinieri

Nella tarda serata di lunedì, i militari della Stazione Carabinieri di Umbertide hanno soccorso e salvato un uomo che, dopo una discussione con la convivente per questioni sentimentali, le aveva inviato alcuni messaggi nei quali manifestava l’intenzione di suicidarsi.. La donna, preoccupata per l’incolumità del compagno, ha immediatamente avvertito i Carabinieri della Compagnia di Città di Castello, il cui personale in servizio presso la Centrale Operativa ha prontamente attivato la localizzazione dell’utenza cellulare dell’uomo, procedura sempre messa in atto quando sussiste un concreto pericolo per la vita delle persone. Contemporaneamente, sulla scorta di preziosi dettagli forniti dalla donna, a mezzo delle pattuglie sul territorio, sono state avviate le ricerche del mezzo solitamente utilizzato dall’uomo. Le ricerche hanno dato fortunatamente esito positivo dopo poche decine di minuti, quando un equipaggio della Stazione di Umbertide è riuscita a rintracciare l’uomo, già privo di sensi all’interno della sua auto, lasciata con il motore acceso e con un tubo di gomma che convogliava i gas di scarico all’interno dell’abitacolo. Subito estratto dal veicolo dai Carabinieri ed affidato alle cure di personale del 118 intervenuto in supporto, l’uomo è stato trasportato presso l’Ospedale di Città di Castello, quindi ricoverato in prognosi riservata, fortunatamente non in pericolo di vita.

13/01/2021 11:34:59 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy