Notizie » Altotevere Usl Umbria 1, Lions club e AACC a fianco dell'ospedale di Città di Castello

  Donati un ecografo, una macchina per il ghiaccio, tre tablet e un computer per la ricostruzione non chirurgica del capezzolo per le donne sottoposte a mastectomia radicale  Il presidio ospedaliero di Città di Castello continua ad arricchirsi di strumentazioni particolari grazie alla generosità dell’Associazione Altotevere contro il cancro (AACC) e del Lions Club di Città di Castello. La mattina del 22 giugno, infatti, sono stati consegnati dal Lions club una macchina per il ghiaccio insieme e tre tablet per il distretto Alto Tevere che si uniscono all'ecografo già acquistato durante l’emergenza Covid-19.  L’associazione Altotevere contro il cancro ha invece donato un dispositivo tecnologico con touch screen collegato ad un manipolo che è in grado di eseguire diversi tipi di trattamenti tra cui la ricostruzione non chirurgica dell'areola mammaria e del capezzolo a donne sottoposte a mastectomia radicale, in modo da ridisegnare in maniera quanto più possibile simile al passato il seno operato.  “Ringrazio le associazioni del territorio – ha detto il commissario straordinario della Usl Umbria 1 Silvio Pasqui – per la vicinanza alla nostra struttura. Nel periodo dell’emergenza Covid-19 abbiamo ricevuto moltissimi attestati di stima e moltissime donazioni che hanno contribuito a farci affrontare nel miglior modo possibile la fase critica”. Alle cerimonie di donazione hanno preso parte insieme al commissario Pasqui il dottor Luciano Carli, il dottor Marino Cordellini, il presidente di Altotevere contro il cancro Italo Cesarotti, il presidente del Lions Club Roberto Masi e l’assessore alle politiche sociali del Comune di Città di Castello Luciana Bassini.   

23/06/2020 16:50:28 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Altotevere Pietralunga: “Not(t)e sotto la Rocca” apre la stagione estiva nel Borgo

E’ iniziata a ritmo di musica l’estate 2020 a Pietralunga. Per celebrare la 26esima festa della musica europea, la Pro loco, con il patrocinio del Comune, ha organizzato "Not(t)e sotto la Rocca", un evento all’aperto all’insegna del divertimento in tutta sicurezza. “Questa iniziativa deve essere il simbolo della nostra ripartenza, necessaria per superare i difficili mesi passati – commenta l’assessore al turismo Federica Radicchi -. Tutto si può fare con attenzione, responsabilità e rispetto reciproco, stessi principi che tutti insieme abbiamo dimostrato in questa occasione. Un particolare ringraziamento ai pietralunghesi che hanno partecipato, dimostrando responsabilità civica e mettendo in atto tutte le misure di contenimento del Covid-19, ancora necessarie in questo periodo. Grazie alla "Street Band" e al loro debutto dopo un lungo periodo di inattività forzata. I ragazzi hanno animato il nostro Borgo, che per primo in Umbria li ha visti esibirsi dopo il lockdown. Un sentito ringraziamento alla Pro loco e al suo presidente Roberto Polidori non solo per aver da subito accolto l'iniziativa, ma per aver organizzato, come sempre, il tutto alla perfezione”. L’estate è appena iniziata e a Pietralunga sono numerosi gli eventi messi in calendario dall’Amministrazione comunale con la collaborazione di due grandi associazioni del Paese. “Si tratta – continua l’assessore - di due importanti realtà del territorio: la Pro loco, con la quale abbiamo elaborato una serie di appuntamenti all'insegna del divertimento e dell'intrattenimento, ma anche della cultura e l'Associazione Valle del Carpina, con la quale si è lavorato per strutturare un calendario concentrato sulla natura e sulle nostre tipicità. L'instaurarsi di questa collaborazione era un mio obiettivo, perché sono convita che fare politica significhi mettersi a disposizione del territorio, dialogare e instaurare rapporti proficui come questi. Un grazie particolare va alla dottoressa Samantha Citti, dal 1° luglio nuova responsabile del settore turismo del Comune, che si è resa sin da subito disponibile a sposare la mia iniziativa”.  

22/06/2020 18:47:56 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Altotevere Pietralunga, contributi per gli affitti, il Comune pubblica il bando

È stato pubblicato dal Comune di Pietralunga il bando per l’assegnazione di contributi a sostegno dei canoni di affitto corrisposti nell’anno 2019. Per presentare la domanda c’è tempo fino al 15 luglio. Il contributo, determinato in maniera percentuale al finanziamento complessivo a disposizione dell’Amministrazione comunale, sarà erogato secondo le modalità definite dalla Regione dell’Umbria, non appena i fondi regionali saranno trasferiti nella disponibilità del Comune. Il bando è rivolto ai cittadini italiani, ai soggetti membri di uno Stato dell'Unione europea o agli stranieri in possesso dei requisiti di cui all' articolo 40, comma 6, del D.Lgs. 286/1998. Il richiedente deve avere la residenza anagrafica o un’attività lavorativa stabile ed esclusiva o principale all’interno del Comune di Pietralunga e in Umbria da almeno cinque anni consecutivi. Altra condizione stabilita per accedere al sostegno è che tutti i componenti del nucleo familiare anagrafico, compreso il richiedente, non siano titolari del diritto di proprietà, comproprietà, usufrutto, uso e abitazione su un alloggio, o quota parte di esso, ovunque ubicato sul territorio nazionale, adeguato alle esigenze dell’intera famiglia. L’interessato, inoltre, non deve essere titolare dei contributi per l’autonoma sistemazione, concessi a seguito di eventi sismici o di altri contributi pubblici concessi ad integrazione del canone d’affitto. Tra i requisiti richiesti anche quello di essere percettore di reddito nell’anno di riferimento e aver percepito nel medesimo anno, un reddito annuo complessivo del nucleo familiare non superiore ad euro 16.400,00, rispetto al quale l’incidenza del canone annuo di locazione sia non inferiore al 24%. Sono comunque esclusi dai contributi i locatari di alloggi accatastati nelle categorie A1, A8 e A9. Il bando e il relativo modello per la presentazione delle domande sono a disposizione degli interessati presso l’Ufficio protocollo del Comune, situato in via del Macello n. 1 (tel. 075 9460721), e nel sito internet www.pietralunga.it. Nella richiesta è necessario dichiarare, ai sensi dell’art. 46 del D.P.R. n.445 del 28/12/2000, il possesso dei requisiti previsti per l’accesso al contributo. La domanda compilata in tutte le sue parti, debitamente sottoscritta, con allegata copia di un documento di identità del sottoscrittore e copia del permesso o carta di soggiorno nel caso di cittadini non appartenenti all’U.E., potrà essere consegnata all’Ufficio protocollo o spedita tramite raccomandata A.R. al Comune di Pietralunga (farà fede il timbro postale di spedizione) entro, come detto sopra, mercoledì 15 luglio. “Si tratta di sostegni – commenta il sindaco Mirko Ceci – che servono a dare sollievo e respiro ai bilanci familiari. Soprattutto in questo difficile momento di emergenza sanitaria, queste misure assumono grande importanza per sostenere le famiglie che hanno subito gravi danni a livello economico. Il contributo affitti è un ulteriore intervento per far capire che le Amministrazioni lavorano e stanno mettendo in campo tutte le proprie risorse e competenze per il bene comune”.

19/06/2020 15:39:34 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Altotevere La pizza del “Ternano” più forte del Covid-19. Torna nel centro storico di Città di Castello l'attività che da 53 anni accoglie generazioni di tifernati

La pizza de “Lu ternano” ha resistito anche al Covid-19. Dopo 53 anni di attività ha riaperto stamattina a Città di Castello la storica “Pizzeria Express” della famiglia Manni, con Vincenzo e Stefania Febino, rispettivamente 83 e 77 anni di età, protagonisti di una delle più belle storie di resilienza ai tempi della pandemia da Coronavirus.  “Vincenzo e Stefania riaprono per amore del loro lavoro e per amore di Città di Castello”, hanno sottolineato stamattina il sindaco Luciano Bacchetta e l’assessore al Commercio e Turismo Riccardo Carletti nel far visita ai proprietari dell’attività di corso Vittorio Emanuele. “Questa pizzeria rappresenta la storia della nostra città, perché per mezzo secolo tutte le generazioni di tifernati l’hanno frequentata da giovani e poi da adulti”, hanno detto Bacchetta e Carletti, che hanno rimarcato come “la ripartenza di questi professionisti, che sono una eccellenza della nostra comunità da decenni, sia un bellissimo segnale, perché dimostra come il desiderio tornare alla normalità sia davvero forte”. “Professionalità come quelle di Vincenzo e Stefania sono d’esempio in momenti come questi, in cui bisogna tirare fuori tutte le energie e le qualità, ma anche la passione e l’attaccamento al lavoro”, hanno detto Bacchetta e Carletti, che hanno portato il simbolico saluto dell’amministrazione comunale, insieme al ringraziamento per il messaggio di fiducia che è venuto dalla loro iniziativa.   “Noi non ce la facciamo a stare in casa, sono settant’anni che stiamo al pubblico”, hanno raccontato Vincenzo e Stefania, che fin da bambini sono stati abituati a dare il proprio supporto al sostentamento delle famiglie. “Questa pizzeria è la nostra vita, da quando ci siamo trasferiti a Città di Castello non ci siamo più spostati, abbiamo riaperto anche per dare un contributo alla vitalità del centro storico e un messaggio di fiducia, soprattutto ai giovani, nel riprendere il cammino e andare avanti”, hanno spiegato i coniugi Manni, nel ricordare le generazioni di tifernati che sono passate davanti al bancone e che da oggi sono tornati a servire. “Chi adesso è nonno da bambino veniva a prendere la pizza qui” è l’aneddoto di Vincenzo e Stefania che più di tutti ha testimoniato l’affetto dei tifernati nell’incontro con il sindaco e l’assessore, che nel 2017 li avevano omaggiati con una targa ricordo per il traguardo dei 50 anni di lavoro in città. La storia della famiglia Manni affonda le radici nel lontano 1962, a Roma, a due passi dalla Basilica di San Paolo, quando Vincenzo, originario di Terni, e Stefania, nata nella Capitale, iniziarono a impastare lievito e farina per poi trasferirsi a Città di Castello e aprire la “Pizzeria Express” il 15 ottobre del 1967. Grande appassionato di calcio e tifoso della Ternana, Vincenzo ha sempre esibito in negozio bandiera e foto ricordo della mitica promozione in serie A dei rossoverdi di Corrado Viciani nel 1972, ma nel cuore ha sempre avuto anche i colori biancorossi del Città di Castello, grazie all’amicizia con il compianto storico del calcio tifernate, Siviero Sensini, che veniva in pizzeria con la squadra dopo ogni vittoria casalinga. “Oggi riapriamo nel rispetto di tutte le norme di sicurezza e delle distanze, anche se qui tutte le raccomandazioni sull’igiene sono sempre state di casa, perché abbiamo sempre avuto il massimo scrupolo nel servire la nostra pizza, insieme al piacere di prepararla con ingredienti di prima qualità”, hanno sottolineato Vincenzo e Stefania.

17/06/2020 18:42:26 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Altotevere A Pietralunga un concorso per abbellire il paese: “Balconi e Angoli Fioriti 2020”

Pietralunga città floreale e multicolore. Al via il concorso "Balconi e Angoli Fioriti 2020" promosso dall’ Amministrazione Comunale, in collaborazione con l’Associazione Pro-loco di Pietralunga. L'iniziativa ha lo scopo di rendere sempre più accogliente il centro abitato e il paese tutto, con l’intento di promuovere e ampliare la cultura del verde, valorizzando con piante e fiori balconi, davanzali, terrazzi, giardini, vetrine e particolari architettonici visibili in strada.  La partecipazione al concorso è totalmente gratuita. Potranno partecipare: Residenti, Villeggianti, Associazioni, Gruppi creati per l’occasione, Operatori commerciali (non del settore florovivaistico) che a Pietralunga dispongono di un balcone, davanzale, terrazzo, vetrina o giardino privato o pubblico, fronte strada di qualsiasi genere e dimensione e che si impegnano ad arredarli con piante e fiori. Non saranno ammessi: - Gli arredi eseguiti con l’impiego di piante secche, sintetiche e fiori finti - Coloro che esercitano in proprio l’attività di fiorista e/o vivaista   Per ogni iscritto o gruppo creato per l’occasione verrà elargito un buono spesa da euro 15 per l’acquisto di fiori, semi, piante nei negozi presenti nel Comune di Pietralunga.   La commissione giudicatrice composta da un Presidente e due membri tra i quali almeno un esperto nel campo paesaggistico e/o florovivaistico, effettueranno senza preavviso le visite per assegnare il punteggio nel epriodo che va dal 1 al 4 luglio. I premi, previsti in buoni dal valore massimo di 150 euro da spendere nei negozi di Pietralunga, saranno riservati ai primi dieci classificati. Per tutte le informazioni e il modello da compilare: https://www.pietralunga.it/comune/servizi-online/notizie/565-concorso-balconi-ed-angoli-fioriti-2021.html#share-options La domanda potrà essere presentata dal 5 al 15 giugno

03/06/2020 18:57:13 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Altotevere Riapertura della Pinacoteca a Città di Castello: collocata la grata delle monache grazie al Rotary Club e all'artista Lucio Dichi

Fase due anche per la Cultura: oggi a Città di Castello ha riaperto i battenti la Pinacoteca comunale a Palazzo Vitelli alla Cannoniera e per l’occasione è stata collocata la grata delle monache risalente al 1500, dopo il restauro finanziato dal Rotary Club. “Oggi riaprono i nostri musei, Pinacoteca e Malakos” ha commentato l’assessore tifernate alla Cultura Vincenzo Tofanelli “Abbiamo dato tutte le disposizioni per aprire in sicurezza con il distanziamento per i turisti. Proprio oggi in videoconferenza con l’assessore regionale Agabiti, abbiamo discusso l’idea di una card per tutti i musei dell’Umbria nello spirito di allungare i tempi di permanenza dei visitatori. Ringrazio il presidente del Rotary perche è stata ripristinata dentro la Pinacoteca e sarà un valore aggiunto. Stiamo lavorando anche alla riapertura della Biblioteca in forme alternative ma per la presenza dobbiamo attendere. Ma anche la Biblioteca ripartirà sperando che possa tornare ad essere quella di prima”. Silvia Consigli, operatrice del Poliedro, la cooperativa che gestisce il museo tifernate, ha aggiunto: “Siamo molto felici di riaprire dopo questo lungo periodo di stop. E’ un invito soprattutto ai tifernati. Non andate in giro, venite a trovarci, perché il percorso è stato riarticolato in sicurezza, in modo da separare l’entrata e l’uscito. Gli orari sono dalle 9.00 alle 14.30 e dalle 18.30 alle. Riapriamo con una bella sorpresa la grata delle monache che fu commissionata da Beatrice Vitelli, figlia di Alessandro Vitelli e Angela Paola di San Secondo Rosso Parmense. La troveranno all’ingresso”. Giorgio Ceccarelli, residente del Rotary Club di Città di Castello si è detto “molto orgoglioso per aver contribuito al recupero di questa importante opera, che risale al 1500 e probabilmente su commissionata da Beatrice Vitelli quando nel 1536 entrò nel monastero. Abbiamo pensato che in questo momento di ripartenza, oltre alle attività economiche, anche il ritorno al bello, alla cultura e al valore aggiunto che conferisce al territorio potesse essere di stimolo per tutti oltre che ciò che distingue l’Italia nel mondo. Ringrazio il sindaco Luciano Bacchetta, la Soprintendenza che ha autorizzato il trasferimento, il maestro d’arte Lucio Duchi che ha eseguito il restauro e tutti coloro che hanno contribuito. La grata proviene dal monastero di Ognissanti delle Terziarie agostiniane di Città di Castello e risale al. Serviva alle suore per seguire i riti non viste e arrivò in Pinacoteca nel 1927. Sembra che insieme ad altri arredi sacri fosse stata commissionata da Beatrice Vitelli per la stessa chiesa. La Grata, un metro e 65 per oltre 5 metri, è formata da una serie di intagli a traforo disposti entro pannelature rettangolari che si ripetono. Ha un’iscrizione neoquattrocentesca, Probatio. Dilectionis . Exibitio  . Est.  Operis, ed è molto simile a quella esistente nel coro delle Clarisse Urbane di Città di Castello.

29/05/2020 17:10:04 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Altotevere Città di Castello, nessun positivo e nessun nuovo guarito. Domani torna il mercato in centro

“I dati forniti dalla ASL sono di nessun nuovo positivo e nessun guarito, una costanza dunque abbastanza incoraggiante". Inizia così la dichiarazione del vicesindaco di Città di Castello Luca Secondi che aggiorna sulle novità nel comune tifernate.    "Cogliamo l’occasione per dire che domani, sabato 30 maggio, torna il tradizionale mercato cittadino nelle piazze. C’è un importantissimo invito alla prudenza e al senso di responsabilità, Tutto è stato organizzato in modo da garantire al meglio il distanziamento fisico ma le misure valgono se poi c’è la disciplina. Il mercato riapre con tutte le categorie merceologiche, sono certo che il senso di responsabilità dei cittadini prevalga e tutto scorra al meglio. Ringrazio volontari e Polizia Municipale che vigileranno per il buon andamento. Nella giornata di ieri in Commissione Assetto del Territorio si è parlato del progetto delle mura urbica che andrà a gara nel mese di giugno per cominciare i lavori nella parte finale dell’anni. Ringrazio il presidente Tavernelle e i commissari che hanno dato suggerimenti dimostrando che c’è una trasversalità ampia e il contributo di tutte le forze in consiglio. Concludo informando che la Pinacoteca comunale ha riaperto nel migliore dei modi perché è stata collocata la grata monacale grazie all’artista Lucio Duchi e allo spirito di solidarietà che ha dimostrato il Rotary Club di Città di Castello con il presidente Giorgio Ceccarelli”.

29/05/2020 16:27:24 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy