Sport Nell’ultima trasferta del 2019, il Volley Umbertide cede al tie break contro Narni

In vantaggio di due set, le biancorosse si fanno rimontare e dopo 2 ore e 40 minuti di lotta sono le padrone di casa a d aggiudicarsi la vittoria   Arrone – Coach Rosi sapeva che l’ultima trasferta dell’anno sarebbe stata molto impegnativa. Però le sensazioni positive veicolate dagli ultimi due successi pieni, soprattutto quello del turno infrasettimanale contro Colleluna Terni, facevano ben sperare.  In quelle due partite le umbertidesi avevano messo a punto molte cose. A partire dall’attacco, che era apparso molto più produttivo e non aveva costretto le attaccanti a giocare molti palloni prima di trovare il successo nello scambio. Cosa che nella sfida contro Narni erano riuscite a fare egregiamente nel corso dei primi due set.  Poi, però, forse anche in ragione di un leggero calo fisico, l’attacco si è via via fatto più evanescente e le avversarie, scontato dirlo, ne hanno approfittato alla grande. E non è bastato un tie break nel quale Ubaldi e socie si sono portate in vantaggio ben sopra il breake hanno avuto un match point, mentre dall’altra parte della rete la prima occasione per aggiudicarsi l’incontro, è stata quella buona.     La partita Per lunga parte del primo set le squadre sono andate punto a punto e l’equilibrio si è mantenuto fino al 20 pari. A quel punto le ospiti non hanno sbagliato più nulla, mentre nel momento decisivo le padrone di casa si sono disunite concedendo molto. Il parziale finisce con il Volley Umbertide a + 4 (21 – 25). Narni non molla, ma Umbertide sembra essere quella dei momenti migliori. E nonostante Maddalena Rosi vari molto il reparto che in quel frangente è sembrato essere in maggior difficolta, cioè quello delle pedine di zona 4, colleziona due set point che tuttavia Narni annulla. Gli scambi sono molto lunghi perché appunto è proprio da zona 4 che la palla stenta a cadere sul campo delle narnesi; narnesi che dal canto loro difendono molto, ma che sono costrette a capitolare ai vantaggi (25 – 27). Alla ripresa del gioco Umbertide sembra decisa a far propria l’intera posta, portandosi a + 4 (3 – 7). Narni ferma il gioco e quando le squadre tornano in campo, le sue attaccanti di palla risultano essere molto prolifiche, mentre dall’altra parte accusano il colpo. Il set finisce con il punteggio di 25 – 18 e Umbertide appare appannata e senza smalto. Perdita di smalto che costa anche la quarta frazione, con le padrone di casa che largheggiano nel punteggio (25 – 11), tanto che coach Rosi decide di fare ampio turn over e di rimandare tutto al gioco decisivo. Il tie break inizia sotto i migliori auspici. Umbertide si porta sul 3 – 7 e al cambio di campo è ancora in vantaggio di 3 (5 – 8). Ma prima un errore al servizio della palleggiatrice umbertidese e poi un’ottima serie al servizio di quella narnese, ribaltano lo score: 10 – 9. Ma non è finita, perché le ospiti ce la mettono tutta e conquistano un match point sul 13 – 14. Narni annulla, si riporta in parità e quando ha la palla dell’incontro, chiude alla prima occasione con un attacco vincente (17 – 15).   Qualche rimpianto, ma la classifica non cambia Per la terza volta in questa stagione Umbertide si è trovata in vantaggio di due set e per la terza volta ha ceduto al gioco decisivo. Anche all’andata Narni si era imposta con lo stesso punteggio e con la stessa rimonta. Probabilmente le ragazze di Maddalena Rosi, che in ogni caso scontano fin dall’inizio del campionato un’incisività minore di quella che ci si sarebbe aspettata dalla schiacciatrici/ricevitrici, hanno subito anche un calo fisico che le ha condizionate nel terzo e nel quarto set.  Tutto era sembrato tornare a posto in vista dello sprint finale, quando in vantaggio sopra il break hanno però subito un parziale 5 – 0 su un errore al servizio, ma soprattutto cedendo all’incisività di quello della palleggiatrice avversaria. La pausa natalizia (si tornerà a giocare l’11 gennaio), servirà per staccare e per immagazzinare energie positive. Già, perché non si va in vantaggio per caso, per di più di due set, con un’avversaria attrezzata e ambiziosa come Narni, così come è successo nelle altre partite fotocopia di quest’ultima. Tuttavia la classifica, con Colleluna Terni che ha ceduto 3 a 1 a San Feliciano, non cambia per Umbertide, che si trova sempre al terzo posto, a pari punti proprio con le ternane, mentre al primo posto, ma ad una sola lunghezza, è tornata proprio Narni, che ha massimizzato gli effetti del proprio successo, oltre che quelli della sconfitta della prima. Mancano tre partite alla fine di questo girone e la formula impone di guardare anche all’altro digirone, che vede Libertas Perugia a quota 30 e che negli incroci della seconda fase potrebbe risultare molto difficile da combattere, quanto meno per la conquista della prima piazza, cioè l’unica che consente la promozione diretta. Dunque appuntamento all’11 gennaio, quando dopo il panettone, il capodanno e l’Epifania, si tornerà a schiacciare sul campo di Pallavolo Perugia.     ASD SCALO 82 NARNI – VOLLEY UMBDERTIDE  3 – 2   (21-25, 25-27, 25-18, 25-11, 17-15)     VOLLEY UMBERTIDE: Ubaldi (C), Bianconi, Leonelli, Giorgi, Busti, Moretti, Sarnari, Palazzetti, Leveque, Fiorucci, Morbidoni, Girelli (L1), Giulietti (L2). N.e.: Beacci. Allenatore: Maddalena Rosi.   ASD SCALO 82 NARNI: Camilli, Pettini, Eresia, Rocchetti, Novelli, Rossi, Pioli. N.e.: Arbuatti, Silveri, Cesaroni, Ferrante. Secondo allenatore: Nicola Lalleroni.  

26/12/2019 17:50:47 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Festeggiato il Natale al Centro Caritas di Umbertide, consegnati i regali a circa 50 bambini

Una festa di Natale tutta dedicata ai bambini quella che si è tenuta sabato 21 dicembre al Centro zonale Caritas di Umbertide, collocato nei locali della parrocchia di Cristo Risorto. Nel corso dell'evento sono stati consegnati alcuni regali a circa 50 bambini che hanno poi gustato una deliziosa merenda. Alla consegna dei doni erano presenti l'assessore alla Politiche sociali del Comune di Umbertide, Sara Pierucci, la referente del Centro Caritas di Umbertide, Marisa Giovannoni, il parroco di Cristo Risorto, don Luca Lepri, il consigliere comunale Giuseppe Cinque e alcuni volontari.   “La Caritas zonale di Umbertide della Diocesi di Gubbio, che comprende le tre parrocchie cittadine, opera dal 1980 ed è nata per la raccolta e la distribuzione di vestiario – ha spiegato la referente Marisa Giovannoni – Successivamente sono state allargate le attività, grazie anche al numero sempre crescente di volontari, che a oggi sono circa 25”. Attualmente, all'interno del centro, viene svolta la raccolta, cernita e sistemazione di abiti e di scarpe, la cui distribuzione avviene il sabato attraverso la compilazione di una scheda personale (al momento le schede attive sono circa 300) e la raccolta di materiale per neonati. Ogni ultimo sabato del mese ha luogo la distribuzione di cibo fresco, fornito da due supermercati della città, a un numero variabile di famiglie che va dalle 50 alle 70. Presso il centro viene anche fornito aiuto alle famiglie in cerca di persone che possano accudire i loro cari in difficoltà. Inoltre, il Centro Caritas di Umbertide, in collaborazione con l'Ufficio esecuzione penale esterna di Perugia, ha dato la sua disponibilità ad accogliere alcuni soggetti che devono scontare una pena tramutata in lavori di pubblica utilità: oggi sono in carico sei persone, che sono impegnate all'interno dei locali nelle varie attività.  “Credo che sia fondamentale vedere con i propri occhi e constatare l'importanza di tutte le attività svolte presso il Centro Caritas – ha affermato l'assessore Pierucci – Il lavoro messo in campo dai volontari, che ringrazio sentitamente, deve essere divulgato e sostenuto in tutto i modi”.

26/12/2019 17:48:36 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Il Presidente del Consiglio comunale Marco Floridi e il suo messaggio di fine anno

Care cittadine e cari cittadini, il 2019 si sta per concludere. E’ stato un anno molto intenso, dettato da impegni importanti. Il primo anno completo dalla mia nomina a presidente del Consiglio comunale avvenuta a luglio 2018. La massima assise cittadina tante cose ha fatto per la nostra città e soprattutto si stanno gettando le basi per mettere al centro Umbertide, tutta Umbertide aldilà dell’appartenenza politica. Sono stati toccati vari temi durante i consigli comunali di questo 2019: sono state approvate circa 60 delibere di consiglio, sono state portate in aula decine di interrogazioni, interpellanze e ordini del giorno. Ovviamente c’è stato scontro tra le forze politiche, uno scontro a cui tengo particolarmente perché è il seme della democrazia. Infatti è dal confronto che nascono spunti, idee e migliorie: è il momento in cui l’interesse per il bene comune deve sempre prevalere. Quello di presidente del Consiglio comunale è un compito che cerco di coprire nella massima trasparenza e rispetto di tutti, anche se non è sempre semplice in alcune occasioni. Voglio esprimere un ringraziamento particolare e un augurio a tutti i consiglieri comunali, al sindaco e alla giunta, che con fermezza svolgono il loro ruolo. Anche quest’anno, come nello scorso, il mio auspicio è sempre lo stesso: restare uniti pur nelle diverse posizioni politiche, trovando una sintesi utile a superare le difficoltà della nostra Comunità. A tutti i cittadini vanno i miei migliori auguri per un buon 2020, che possa essere sereno e costruttivo. Marco Floridi Presidente del Consiglio Comunale di Umbertide

20/12/2019 15:42:23 Scritto da: Eva Giacchè

Cultura Al Museo Santa Croce serie di concerti della Nuova Scuola Popolare di Musica in occasione delle festività natalizie

Domenica 22 dicembre alle ore 17, si terrà presso il Museo Santa Croce il consueto saggio-concerto di Natale a cura della Nuova Scuola Popolare di Musica di Umbertide. Il concerto sarà tenuto dagli allievi di tutti gli strumenti musicali, nell'esecuzione delle più belle musiche natalizie e non solo.   Per queste festività, inoltre, la Scuola in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Umbertide ha previsto anche altri eventi. Domenica 29 sempre a Santa Croce, alle ore 17.30, nell'ambito dell'iniziativa “Natale tra Umbria e Toscana” organizzata dal Museo Diocesano di Città di Castello, ad esibirsi sarà il famoso violinista giapponese, vincitore di numerosi concorsi internazionali e docente di violino alla Nuova Scuola Popolare di Musica, Komatsu Terukazu, accompagnato al pianoforte dalla pianista Anna Pesce. Saranno eseguite musiche di Mozart e Beethoven. Il maestro Terukazu, che si è stabilito a Perugia oramai da diversi anni, collabora stabilmente con l'Orchestra da Camera del capoluogo umbro.    Il 5 gennaio 2020, in occasione del Concerto della Befana, al Museo Santa Croce, alle ore 17.30, sarà la volta di un duo di chitarre  d'eccezione: Stefano Giugliarelli, front man e voce della famosa Orchestra Casadei, e Mario La Monica. Entrambi sono maestri della Nuova Scuola Popolare di Musica, diretta dal Maestro Ivano Rondoni, recentemente designato dal Ministero dell'Università e della Ricerca a ricoprire la cattedra di Clarinetto principale presso il Conservatorio Statale di Musica di Piacenza. Tutti i concerti sono ad ingresso gratuito.  

19/12/2019 21:04:29 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy