Notizie » Politica UMBERTIDE CAMBIA PER LA SICUREZZA

Riceviamo e pubblichiamo UMBERTIDE CAMBIA PER LA SICUREZZA Un piano per la sicurezza integrata e partecipata. Lo hanno presentato in occasione di una iniziativa pubblica il candidato sindaco di Umbertide cambia, Gianni Codovini, insieme ai candidati consiglieri Claudia Dominici, avvocato, Raffaello Agea, Avvocato, Claudio Faloci, vice Prefetto. In questo contesto Umbertide Cambia propone la costruzione di una nuova Caserma dei Carabinieri con l’ampliamento del relativo organico e di dotare la polizia municipale di armi per garantire un più pregnante pattugliamento del territorio e l’esercizio di un diffuso controllo stradale. Umbertide Cambia si propone di risolvere quindi quell’insicurezza derivante dalla solitudine e dalla percezione di estraneità ed isolamento legata al cambiamento del contesto sociale e culturale di Umbertide attraverso la stipulazione di un nuovo patto di cittadinanza con le comunità straniere e l’Amministrazione Condivisa di Beni Pubblici. “La sicurezza – hanno spiegato Claudia Dominici e Raffaello Agea - è un diritto di tutti e sebbene gli strumenti per garantirla sono per lo più incentrati nei poteri dello Stato, a livello locale possiamo fare molto, soprattutto ai fini preventivi. Il programma di Umbertide Cambia in tema di sicurezza ruota intorno a due concetti: integrazione e partecipazione. Con il termine di sicurezza integrata intendiamo garantire un più incisivo controllo del territorio da attuare con il concorso coordinato e programmato di tutte le forze di polizia (polizia di stato, carabinieri e polizia municipale). Ciò sarà possibile mediante l’ausilio del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, organo consultivo presieduto dal Prefetto di Perugia e composto dal Questore, dal Comandante Provinciale dei Carabinieri, dal Comandante Provinciale della Guardia di Finanza al quale il Sindaco potrà rivolgersi per il ripristino di condizioni di piena legalità, ed il perseguimento, a tal fine, di soluzioni condivise. Con sicurezza partecipata intendiamo rendere effettivo il controllo di vicinato. In una prospettiva di cittadinanza attiva si chiede agli abitanti di Umbertide di porre particolare attenzione a ciò che si verifica intorno alle loro proprietà e segnalare alle Forze dell’Ordine , anche attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie, anomalie (ad es. la presenza di persone o auto sospette). Si tratta di un progetto di prevenzione (da non confondere con le ronde) che mira ad evitare che i reati si consumino essendo poi l’intervento di esclusiva competenza delle Forze dell’Ordine”. “L’amministrazione comunale - ha aggiunto Claudio Faloci - svolge un ruolo importante per rendere effettivo il controllo di vicinato, favorendo la costituzione di gruppi di cittadini ed individuandone i coordinatori, procedendo alla formazione ed informazione della cittadinanza attraverso assemblee nel corso delle quali verrà spiegato, da esperti nel settore, il modus operandi dei malviventi nella consumazione di furti o truffe in un determinato periodo, provvedendo all’installazione di cartelli nelle zone in cui sono costituiti i gruppi di controllo del vicinato ed alla video sorveglianza. Vogliamo poi aiutare chi è solo, chi percepisce di più il senso di insicurezza e di solitudine rispetto alla realtà sociale che cambia intorno a lui”. “Umbertide cambia – ha concluso Gianni Codovini - vuole intervenire, inoltre, su quel senso di insicurezza che deriva dal degrado urbano proponendo l’Amministrazione Condivisa di Beni Pubblici. Attraverso un regolamento comunale e dei patti di collaborazione tra l’amministrazione comunale ed i cittadini (singoli o riuniti in associazioni) sarà possibile consentire a questi ultimi la gestione di spazi pubblici (parchi, beni immobili, aiule). Detto strumento consentirà di far venir meno quello stato di degrado in cui sono stati lasciati alcuni luoghi o zone della nostra città, come ad esempio la stazione ferroviaria o l’anfiteatro del parco Ranieri, lasciati alla totale incuria, dove il mancato rispetto delle regole di civile convivenza ha preso il sopravvento”.   21.05.2018 Umbertide cambia  

22/05/2018 12:20:03

Sport Volley D/F: una Volley Umbertide in grande spolvero vola in semifinale dei playoff

Foligno battuta 3 a 0 in gara 3 grazie ad una grande prestazione di tutta la squadra, che ora disputerà la semifinale contro Narni di Raffaello Agea Umbertide – Il pubblico accorso numeroso al PalaMorandi si aspettava una partita emozionante, come spesso sono i match da dentro o fuori. Ed è stata una partita emozionante quella che hanno giocato le due squadre. Ma senza nulla togliere alle folignati, le emozioni più belle le hanno regalate le padrone di casa: non tanto e non solo per il risultato, ma soprattutto per la qualità del gioco, a tratti di grande qualità, senza mai rinunciare alla concretezza. La vittoria di gara 2, seppur sofferta ed arrivata solo al tie break, aveva dato indicazioni fondamentali a mister Gabriele Violini; indicazioni che si sono tradotte sul campo in altrettante preziose istruzioni per le sue atlete. Il clima era quello giusto, con le ragazze delle giovanili che durante il saluto iniziale esibiscono una lettera ciascuna, andando a comporre una frase nella quale le “o” sono sostituite da cuori. “Sempre con voi” la frase, che echeggia come un’incondizionata dichiarazione d’amore. Ma le ragazze di Violini non si fanno prendere dall’emozione e mettono subito in pratica quanto serve per una partita di sostanza. Il primo break (6 – 2), è frutto di un’attenta copertura del muro sugli attacchi da posto 4, che costringe le avversarie a spedire in banda; ma anche di una volitiva Cecilia Rometti al centro, di un ace del capitano Martina Ubaldi e di un’invasione su un attacco dell’opposta Greta Ottaviani. Le folignati reagiscono e si riportano sotto, cercando soprattutto i colpi di mani-out, sia con l’opposta, sia con i due martelli. Ma le umbertidesi non si fanno riacciuffare e sono gli attacchi da posto 4 di Matilde Ercolani a metà parziale e di Giada Palazzetti sul finire del set, a risultare decisivi per la conquista del game (25 – 22). Il secondo set si apre con una leggera supremazia delle ospiti, che si concretizza nel massimo vantaggio in loro favore (8 – 4). Ma a quel punto, ad un calo dell’attacco avversario corrisponde una ritrovata fase di difesa di Umbertide, sia quando il muro tocca, sia da seconda linea, con i due liberi Althea Giulietti e Martina Giulietti – nell’ormai consueta alternanza tra ricezione (la prima) e difesa (la seconda) – che consente ottime ricostruzioni. E quando non cade nulla il morale e la convinzione vanno a mille e fanno andare anche il servizio, con pochissimi errori dai nove metri e con due aces (Palazzetti e Ottaviani) nei momenti topici. Si finisce con un significativo 25 a 17 che fa intravedere un pezzetto di semifinale. Coach Violini sa che la partita potrebbe anche essere lunga e fa rifiatare sia la regista Ubaldi che la schiacciatrice Ercolani, sostituendole per una parte del secondo set e del terzo con le pari ruolo Cecilia Pannacci e Maddalena Rosi, che completano il senso di una prestazione veramente corale. Nonostante un break iniziale che porta il punteggio sull’8 a 4 per Umbertide grazie ad un attacco che non sbaglia quasi nulla, Foligno si riporta in parità (17 – 17). Ma la cosa è dovuta più a qualche errore delle avversarie, che al contrario fino a qual momento avevano sbagliato veramente poco.  Da quel momento, però, le ospiti non riescono più a passare nemmeno con l’attacco in parallela, mentre quello in diagonale è sempre più spesso toccato a muro e difeso. Ed è ancora la fase di ricostruzione che consente i break point decisivi, con l’attacco che macina punti da tutte le posizioni e che grazie ad un astuto tapin della centrale Chiara Moretti, porta il Volley Umbertide ad un punto dalla semifinale. Foligno getta la spugna con un errore al servizio. Ed è forse un K.O. tecnico che ha sancito la vera supremazia vista in campo. Come ha osservato Violini a fine partita, un predominio fatto di un limitatissimo numero di errori e di un’attenta difesa sugli attacchi in diagonale che ha consentito le decisive fasi break ai terminali offensivi, come di consueto sapientemente innescati dall’attentissima palleggiatrice di casa. La semifinale è strameritata e le umbertidesi si godono l’ulteriore striscione che i sostenitori dedicano loro con annessa foto di rito sotto gli spalti inneggianti. Quello striscione dice “grazie ragazze”, che significa grazie ad una squadra che non ha mai mollato nemmeno a fronte delle tante avversità (infortuni e assenze compresi), che la stagione ha riservato. Appuntamento alla semifinale con Narni per un traguardo ancora possibile per una compagine che quando è servito ha saputo mostrare gli occhi della tigre. Il tabellino Volley Umbertide – Foligno Volley 3 – 0 Parziali: 25 – 22, 25 – 17, 26 – 24 Volley Umbertide: Ubaldi (C) 3, Ottaviani 14, Ercolani 8, Palazzetti 10, Moretti 6, Rometti 5, Rosi, Pannacci, Giuletti A. (L1), Giulietti M. (L2). N.e: Nicoletti, Beacci, Elisa Governatori. B.s. 6, Aces 7, Errori 22. Allenatore: Gabriele Violini Volley Foligno: Falcinelli, Benincasa, Mancinelli, Adriani, Gaudenzi, Pagnini, Pacilio, Lucidi, Mariucci, Pesciaioli, Bruno, Gaudenzi, Trabalza (L1), Formica (L2). Allenatore: Marco Loreti Arbitro: Montironi Andrea

22/05/2018 09:26:47 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy