Notizie » Politica Umbertide cambia avanza doppio esposto al Prefetto di Perugia: “Per noi viene prima di tutto la legalità”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma del direttivo di Umbertide Cambia e del consigliere Gianni Codovini Alle parole sconclusionate e allucinate di qualche rappresentante della Lega e dei suoi ghostwriter (scrittori fantasma, o meglio scrittrice fantasma) - non dell’intero partito che, crediamo, non le sostenga - opponiamo il nostro stile e il rispetto della legalità che ci caratterizza. Questa maggioranza non solo è immobile e inabile ad amministrare (vedasi la gestione politica fallimentare del bilancio, l’aumento indiscriminato delle tasse, il depotenziamento dei servizi ai cittadini), ma non rispetta le regole base della democrazia rappresentativa, adottando un metodo a dir poco autoritario, violando palesemente lo Statuto comunale, il Regolamento del Consiglio comunale, non convocando i Consigli che debbono essere convocati, e i Regolamenti comunali di contabilità. La legge va rispettata comunque, e le regole del confronto semmai sono da potenziare non da limitare. La nostra cultura del rispetto dei valori repubblicani e delle istituzioni ci ha indotto a dire basta a questo scempio delle regole e, attraverso il nostro consigliere Gianni Codovini, abbiamo avanzato un doppio esposto al Prefetto di Perugia per ristabilire la legalità violata. Saranno il Prefetto e/o gli organi giurisdizionali preposti a far capire a questa Amministrazione che non esiste una «dittatura della maggioranza», che la legalità viene prima di ogni altra cosa. Come opposizione abbiamo il dovere etico e politico di vigilare e controllare senza fare sconti a nessuno. E questo lo faremo fino in fondo, senza paura, e con la trasparenza e la coerenza che dobbiamo ai nostri elettori (ricordiamo: 1555 contro i 1515 della Lega) e agli umbertidesi. Il Direttivo di Umbertide cambia Gianni Codovini, consigliere di Umbertide cambia

13/01/2020 09:49:24 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Il capogruppo Lega Cavedon si scaglia contro Codovini

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma del Capogruppo Lega Umbertide Lorenzo Cavedon: "Tempo di feste e di bugie per il Pd camuffato guidato dal consigliere comunale Giovanni Codovini, capogruppo di se stesso e reduce da una serie senza fine di insuccessi politici che farebbero impallidire addirittura la segreteria del Partito Democratico nazionale. La solfa che invia alle redazioni è sempre la stessa: un pastrocchio di periodi fatti senza capo né coda che ricevono solo il consenso dei pochi adepti rimasti alla sua corte e che ricevono il plauso, ogni volta, del vero leader nascosto di Codovini e della sua truppa: il sostenitore del PDUC, questo nuovo soggetto politico che ormai da oltre due anni vede unite Partito Democratico e Umbertide Cambia. Questa salda alleanza, invece che dare nuova linfa al centrosinistra umbertidese (rimasto attaccato agli schemi del passato, famoso per aver dequalificato la nostra città) ha prodotto solo disastri. Prima il commissariamento del Comune, poi la sconfitta alle Comunali e, infine, da quando è la voce squillante dell'opposizione, le debacle alle Europee di maggio di anno scorso e alle Regionali di ottobre. Le basi di questa unione, come gli umbertidesi sanno, hanno radici profonde. Mentre il Pd ufficiale permetteva la costruzione della grande moschea, il Pd apocrifo guidato da Codovini (correva l'anno 2016) presentava un ordine del giorno in cui veniva chiesta la costruzione di un cimitero islamico, l'inserimento di carne e cibo halal nelle mense scolastiche e l'istituzione della figura del consigliere comunale aggiunto in rappresentanza della popolazione straniera. Detto questo, il consigliere Codovini (che preferisce sempre mandare avanti sulla stampa i suoi giovani avatar) continui pure a pubblicare su Facebook odi ai vespasiani cittadini: noi della Lega abbiamo il dovere di governare e di portare a nuovo splendore il nostro meraviglioso Comune".

08/01/2020 18:47:25 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Il Consigliere PD Corbucci: “Bilancio di fine anno. Amministrazione Carizia? Una delusione”

“Il giudizio sulla Giunta Carizia per il 2019 è completamente negativo.” Inizia così la nota stampa del consigliere comunale Filippo Corbucci, che insiste sul fatto che “questa Amministrazione è una vera delusione”. “I fatti parlano chiaro: tasse aumentate, pessima gestione del bilancio, figuracce e scelte incomprensibili e tanta politica di facciata. Sulle tasse – Afferma Corbucci – è sufficiente ricordare l’aumento dell’IRPEF, che ha colpito tutti i cittadini e che si è rivelata una manovra più che scorretta.” “Ci si aspettava inoltre una netta discontinuità anche sulla gestione del bilancio, che invece continua ad avere scarso indirizzo politico e scarsa programmazione." "Ma la vera delusione – Insiste Corbucci – è l’ipocrisia di Sindaco, assessori e consiglieri di maggioranza che continuano a nascondere la propria inefficienza e negligenza scaricando la colpa su altri. Avere un’Amministrazione che non si prende le sue responsabilità è proprio deludente." "Carta canta: ci sono odg approvati in Consiglio comunale dei quali, purtroppo, non se ne parla più.” “Tante promesse e poco di concreto: proposte irrilevanti sulla sicurezza, manutenzione inesistente e modus operandi tutt’altro che diverso rispetto ai governi cittadini precedenti. L’esempio calzante si ha sulle nomine: alla Multiservice (Giovanna Monni, ex consigliere comunale di destra) e Prosperius (Giuseppe Barberi, da sempre politicamente vicino a uno che ora fa l’assessore). I frutti del lavoro del commissario De Rosa o di vecchie maggioranze (delle quali non ho un giudizio del tutto positivo) sono finiti. Staremo a vedere"

30/12/2019 19:45:32 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Umbertide Partecipa tira le somme del 2019: “è stato un anno ‘perso’ per Umbertide

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma di Umbertide Partecipa In chiusura d’anno è doveroso tirare un po' le somme di questo 2019. Per quanto riguarda Umbertide Partecipa non possiamo che ritenerci soddisfatti: nonostante le traversie interne UP sta tenendo bene mantenendo il suo radicamento sul territorio a dimostrazione che è una Associazione non nata per caso o per sostenere una persona bensì una causa: la politica quella con la Pmaiuscola. Sul piano amministrativo si può solo dire che il 2019 è stato un anno “perso” per Umbertide, con una amministrazione in “stallo” continuo e quindi puntiamo sul 2020 sognando finalmente la nuova scuola Monini, la riapertura del Comune, un ospedale che grazie anche alla riconferma al vertice di Silvio Pasqui, al quale vanno i nostri migliori auguri, possa continuare quel percorso di miglioramento iniziato anni fa e che adesso dovrebbe concretizzarsi con l’imbiancatura del reparto di medicina ridotto in condizioni pietose, il potenziamento della chirurgia, la sistemazione del pronto soccorso. Altro progetto che era nel cassetto e che non dovrebbe essere gettato alle ortiche è la costruzione di una SCUOLA NUOVA  nella vallata del Niccone e quindi demolire la vecchia che per essere sistemata e miglioratasismicamente (??) richiederebbe un mare di soldi. Serve una SCUOLA  NUOVA  che comprenda anche la materna di Molino Vitelli e che, tenuto conto del calo demografico, possa rappresentare per  i prossimi 50 anni il fiore all’occhiello della vallata più bella del nostro comune fino  a comprendere anche  Lisciano Nicccone. Una struttura moderna ad un solo piano TOTALMENTE  ANTISISMICA, con una efficienza termica che nel corso degli anni farebbe risparmiare decine e decine di  migliaia di euro. E allora non guardiamo solo alla punta del naso; i finanziamenti ci sono, vanno solo cercati come si è fatto negli anni passati per la Monini e per la serra disabili. E allora augurando buon anno invitiamo insegnanti, operatori, genitori ecittadini a sostenere con determinazione tale progetto  nei confronti dell’ Amministrazione.

30/12/2019 19:32:27 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Umbertide cambia: nel 2019 aumento delle tasse, immobilismo e partitocrazia

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa a firma di Umbertide cambia Il 2019 ha caratterizzato la Giunta Carizia per aumento delle tasse, immobilismo e partitocrazia. Nessuna promessa realizzata, nessun investimento produttivo e pessima gestione politica del bilancio.  «Aumento delle tasse, immobilismo e partitocrazia. Questi i caratteri di un anno di Giunta - sostiene il consigliere comunale di  Umbertide cambia, Gianni Codovini». Il bilancio di Giunta del 2019, secondo Umbertide cambia, è completante negativo. «I fatti sono chiari: le imposte comunali sono arrivate al massimo consentito (vero che l’Imu già lo era), soprattutto dopo la manovra di macelleria sociale del Sindaco e della Giunta sull’addizionale IRPEF. Questa ha colpito in modo lineare tutti i cittadini, tartassandoli. Carta canta. Dallo 0,50% si è passati allo 0,75%  per i redditi fino a 15000 euro, con una esenzione per i redditi fino a 13000 euro. Dai redditi 15001 a 28000 l’aliquota vola a 0,77% e quelli a 55000 euro a 0,78%. Infine, i redditi da 75000 euro pagano la massima aliquota di 0,80. Sulla diseguaglianza della manovra lasciamo la parola ai cittadini: basta che controllino la loro busta paga e le loro tasche.» Sempre sul bilancio c’è da aggiungere, secondo Gianni Codovini, «i mancati investimenti nel sistema produttivo, nell’economia ambientale, nelle fasce deboli del lavoro, nonché l’ennesima richiesta dell’anticipazione di cassa per il 2019, ed anche nel 2020, per oltre 4 milioni con 30mila euro di interessi. In ciò in piena continuità con tutte le amministrazioni precedenti: del resto, ricordiamo, che a governare vi sono due ex assessori al bilancio del Pd». Giudizio senza appello viene anche dal Vice presidente di Umbertide cambia, Martina Ciocchetti. «Da punto di vista politico questa Giunta ha dimostrato di rappresentare la vecchia partitocrazia: nessun taglio ai costi della politica e ennesimo tradimento elettorale. Per i costi della politica assessori e presidente del consiglio continuano a non tagliare i loro lauti compensi, mentre la maggioranza che ha vinto le elezioni adesso non c’è più, visto il cambio di casacca di due consiglieri (Caracchini e Pino) e due assessori (Tosti e Pierucci) eletti con la lista di Locchi. Una vera crisi di Giunta passata in cavalleria! Sulla partitocrazia, poi, la nomina di due politici di lungo corso alla Multiservice (Giovanna Monni) e alla Prosperius (Giuseppe Barberi), invece di due manager la dice lunga sul cambiamento di governo nel merito e nel metodo. Quanto alle promesse mancate ricordiamo le contraddizioni sulla moschea, sulla sicurezza e il degrado urbano». Il Consigliere Gianni Codovini Martina Ciocchetti, vice presidente Associazione Umbertide cambia  

28/12/2019 21:25:49 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica M5 Stelle Umbertide al Capogruppo della Lega: 'tutti i punti ignorati sulla scuola di Niccone'

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa sulle esternazioni del capogruppo della Lega del consiglio comunale di Umbertide a  firma del portavoce del Movimento 5 stelle Umbertide, Giampaolo Conti Nella giornata di ieri (16 dicembre) è stato consegnato al protocollo del Comune di Umbertide l’interrogazione per il prossimo question time sulla ristrutturazione della scuola di Niccone. E’ ormai colma la misura della tolleranza in ordine alla mala informazione, frutto presumibilmente dell’ignoranza, delle pseudo notizie che intende diffondere il capogruppo della Lega. Infatti si ignora completamente che per la scuola di Niccone • Si è ancora in fase progettuale, • che devono trascorrere almeno 35 giorni dall’invio della comunicazione di aggiudicazione alla ditta aggiudicataria per la sottoscrizione del contratto per la progettazione definitiva ed esecutiva dell’opera; • che dalla data di sottoscrizione del contratto sono previsti da capitolato 90 giorni per la progettazione definitiva e 30 giorni per la progettazione esecutiva; • che successivamente dovrà essere istruita la gara per l’esecuzione dei lavori e che questa fase richiede tempi non valutabili al momento (due tre …sei mesi?); • che terminata l’istruzione dovrà essere pubblicato il bando di gara, i cui tempi di pubblicità sono di minimo 35 giorni; • di seguito dovrà essere esperita la procedura di gara, i cui tempi di svolgimento sono indeterminabili, ma che mediamente sono di sei/otto mesi; • il mutuo per il finanziamento dell’opera di cui trattasi oggi 17/12/2019,deve ancora essere ancora acceso; Posto quanto sopra, il capogruppo della Lega, ci dica e dica ai cittadini quando l’opera sarà definitivamente compiuta.  

18/12/2019 10:50:51 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica M5S Umbertide: “Bando 'Facciamo Ecoscuola' consegnato alle scuole di Umbertide”

  Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma del Movimento 5 Stelle Umbertide Nella giornata di ieri è stato consegnato dal nostro portavoce in Consiglio comunale alle scuole di Umbertide il bando “Facciamo Ecoscuola” rivolto alle scuole dell’intero territorio nazionale il cui importo complessivo di 3 milioni di euro andrà destinato a progetti ambientali ed ecosostenibili delle scuole del territorio. All’Umbria sono destinati circa sessantamila euro, in quanto la ripartizione su base regionale prevede una quota fissa di euro 30.000 più una quota variabile attribuita in base alla popolazione scolastica Le somme messe a disposizione, dovranno essere impegnate per finanziare idee progetto che promuovano la sostenibilità e l’educazione ambientale, secondo le modalità di trasparenza ed equità descritte nel bando. In questo modo saranno finanziati progetti che riguardano un tema importante per tutti noi, ma soprattutto per le future generazioni: l'ambiente e la salvaguardia del pianeta. I fondi a disposizione derivano dalle restituzioni volontarie degli stipendi dei nostri portavoce nazionali, Deputati e Senatori, destinati, ancora una volta, alle scuole pubbliche statali del Paese. Auspichiamo che i nostri istituti di scolastici ricchi di progettualità e di idee innovative, non si faranno scappare questa ghiotta occasione.

06/12/2019 12:51:27 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Umbertide cambia: “si al controllo di vicinato ma è troppo poco”

Umbertide Cambia su regolamento del controllo di vicinato: "Il regolamento del controllo di vicinato, che abbiamo votato e contribuito a migliorare, è però esclusivamente una premessa verso la sicurezza urbana. Creare uno  whatsapp solo per segnalazioni serve a poco per la sicurezza: ci sono già altri strumenti" «Nell’ultimo consiglio del 28 novembre abbiamo sostenuto il Regolamento del controllo di vicinato presentato dalla Giunta perché esso è un pezzo del nostro programma - afferma il capogruppo Gianni Codovini di Umbertide cambia -, anche se lo intendiamo in maniera totalmente diversa e molto più larga». «Il Regolamento di vicinato che è stato approvato riguarda, infatti, solo le regole per costituire specifici gruppi sulla piattaforma WhatsApp, gestiti attraverso appositi  amministratori, che possono segnalare alla Polizia locale, la quale poi li trasmetterà alle Forze dell’ordine, casi di insicurezza urbana oppure la presenza di persone e veicoli sospetti nel quartiere» - ribadisce la vice presidente di Umbertide cambia Martina Ciocchetti. Si tratta – aggiunge Martina Ciocchetti – di un intento lodevole, ma molto limitato e si sovrappone ad altri strumenti di ordine pubblico che già efficacemente esistono. Per noi il controllo vicinato è certamente una forma aggregativa meritevole di promozione su tutto il territorio urbano; vuol dire però il rafforzamento del rapporto di collaborazione tra i cittadini e le istituzioni, promovendo il rispetto della legalità, il dialogo tra le persone, lo sviluppo del senso civico di appartenenza alla comunità. Bisogna inserirlo dentro un Piano organico della sicurezza urbana, oggi inesistente, che persegua la lotta al lavoro nero, fonte di illegalità, coinvolga le comunità straniere nelle attività di segnalazione e controllo, spinga l’autorganizzazione tra vicini e quartieri per renderli più vivibili, evitando il degrado urbano».  

03/12/2019 11:43:32 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy