Attualità » Primo piano Citerna: tutti negativi i tamponi alla Casa di Riposo

“Siamo felici della negatività da Covid-19 di tutti gli anziani della Casa di Riposo di Citerna”. Così interviene il sindaco Enea Paladino, appresa la buona notizia. “Un buon segnale per tutto il territorio – prosegue il primo cittadino -. Il Comune di Citerna continua ad essere ormai da più di una settima a contagi zero. Chiedo perciò ancora a tutta la popolazione massima attenzione e rispetto di tutte le precauzioni”. Soddisfazione è stata espressa anche dall’assessore alla sanità Paola Giannelli.  “Siamo riusciti ad arginare la diffusione del coronavirus, incrociando le dita, grazie ad un lavoro incessante e puntuale. La notizia della negatività dei nostri anziani nella Residenza Servita di Citerna ci fa ben sperare. Vorrei ringraziare la Asl e l’ufficio igiene, oltre ai sanitari e ai medici di famiglia del territorio. Un grazie particolare – conclude l’assessore - alla Cooperativa San Michele Arcangelo che in questo frangente ha dimostrato tutta la sua unione, disponibilità e professionalità nel fronteggiare l’emergenza”. Sulla stessa linea anche Riccardo Sensi, responsabile della RSA di Citerna. “Un sentito ringraziamento all’Amministrazione comunale, all’ufficio igiene, alla Asl, ai medici curanti, a tutte le famiglie dei nostri ospiti, che hanno accolto con fiducia e serietà le regole imposte, e al team della cooperativa”.  

15/05/2020 21:05:30 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Riaperture dal 18 maggio: pronta ordinanza regione, firma dopo pubblicazione dpcm

La Regione Umbria ha predisposto una specifica ordinanza per normare le riaperture, dal 18 maggio, delle attività commerciali. La firma dell’ordinanza in questione sarà successiva alla pubblicazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che nei giorni scorsi, durante la Conferenza Stato/Regioni, ha annunciato la possibilità, per i Presidenti di Regione, di implementare le riaperture delle varie attività in base alla situazione dei contagi sul territorio regionale. L’Umbria, forte ad oggi di un basso indice di contagiosità, si atterrà al cronoprogramma, vidimato dal Comitato Tecnico Scientifico regionale (Cts), già stilato e presentato a fine aprile, modificando solamente le aperture indicate per l’11 maggio che andranno a sommarsi a quelle previste per il 18. Ciò porterà al riavvio, lunedì prossimo, di tutto il commercio al dettaglio, delle attività di servizio alla persona rese da parrucchieri e barbieri, delle attività di ristorazione e bar, ai quali si aggiungono anche la riapertura dei centri sportivi che svolgono attività all’aperto e delle agenzie di viaggio, tour operator e servizi di prenotazione. Per ciò che concerne le ripartenze successive al 18 maggio, indicate nel succitato cronoprogramma umbro, saranno oggetto di celere confronto, da parte della Regione, con il Comitato Tecnico Scientifico al fine di valutare la possibilità di eventuali riavvii anticipati rispetto a quanto precedentemente previsto, confronto che riguarderà anche le attività non contemplate nel documento regionale. Infine, in tema di sicurezza, la Regione nel programma condiviso con il Cts aveva già individuato una serie di misure che verranno adottate salvo diverse prescrizioni nazionali.  Il tutto, sia per quel che riguarda le tipologie di attività che le modalità di svolgimento delle stesse, si attuerà osservando i principi di gradualità e progressività, e stante un continuo monitoraggio della situazione epidemiologica.

14/05/2020 17:43:00 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy