Notizie » Politica Boom della Lega anche ad Umbertide, il partito di Salvini sbanca e si prepara per le amministrative

Riceviamo e pubblichiamo L’Umbria vira a destra e nell’ondata blu che ha investito l’intera Regione, l’Alto Tevere gioca un ruolo da protagonista. Ad analizzare il voto nel suo comprensorio di riferimento è Vittorio Galmacci, commissario cittadino Lega nei comuni di Umbertide, Montone, Pietralunga e Lisciano Niccone. “Quanto accaduto nella notte tra il 4 e il 5 Marzo è qualcosa di inverosimile sia a livello nazionale che locale. Comuni roccaforte del Pd come Pietralunga o Lisciano Niccone hanno virato a destra e in maniera significativa, senza appello e senza indugi, dando fiducia a Riccardo Augusto Marchetti e alla Lega,complice anche l’ottimo lavoro portato avanti sul territorio, dal consigliere regionale Valerio Mancini. Montone resta un comune a trazione PD, ma è altrettanto vero che, anche in questo caso, l’onda leghista è cresciuta in maniera esponenziale. Un discorso a parte va fatto per Umbertide, vessata da un Pd che per anni non ha mai curato i suoi mali ma che si è sempre preoccupato di spartire poltrone e sanare guerre interne. Fino all’inevitabile commissariamento. Seppur senza un rappresentante comunale, la Lega in questi anni ha proposto soluzioni concrete come l’ implemento di video sorveglianza, arrivato in questi giorni nonostante lo avessimo chiesto da anni, la polizia municipale armata, ha presentato un esposto alla procura della Repubblica per chiedere trasparenza circa la costruzione della moschea a cui è poi seguito un blitz dei Carabinieri ed ha raccolto firme per assegnare le case popolari agli italiani, si è battuta contro i cattivi odori provenienti dal Calzolaro e sulla viabilità delle frazioni come Preggio. La nostra voce l’abbiamo fatta sentire in più di un’occasione e sembra che sia arrivata a destinazione visto che ad Umberitde, terra natia dell’onorevole, Giuletti, per altro non riconfermato, la coalizione di Cdx ha registrato il 32,52% dei consensi contro il 33,72% del centro sinistra. Appena 110 voti sono mancati per raggiungere un risultato epocale, già comunque ipotizzabile vista l’acclamazione ricevuta da Matteo Salvini il giorno in cui ha inaugurato la nostra sede. Dati alla mano la Lega ad Umbertide c’è, con le quasi 2000 preferenze registrate. Da questa base partiamo perché, con impegno e dedizione, possiamo sperare di governare la città e ridare dignità a tutti gli umbertidesi. A chi ha creduto in noi voglio dire grazie, grazie anche ai militanti e sostenitori di Umbertide, grazie al lavoro della sezione tifernate e del consigliere regionale Mancini, grazie a chi ha scelto Marchetti, Briziarelli, Caparvi e Tesei per farci degnamente rappresentare a Roma”

07/03/2018 16:16:07

Cultura » Mostre Umbertide, la statua di San Rocco in prestito al Metropolitan Museum di New York

Riceviamo e pubblichiamo Ci sarà anche un pezzo di Umbertide alla mostra dal titolo “The Body in Color” che si terrà prossimamente al Metropolitan Museum of Art di New York. E' infatti volata fino negli Stati Uniti la statua lignea di San Rocco, conservata presso il Museo Santa Croce, tra le protagoniste della mostra in programma dal 20 marzo al 22 luglio prossimi al Metropolitan Realizzata nel 1527 da Nero Alberti di Sansepolcro durante la drammatica pestilenza che colpì in quegli anni l'antica Fratta, la statua di San Rocco fu poi posizionata all'interno dell'omonima cappella della Chiesa di San Francesco come segno di devozione al Santo con l'intento appunto di scongiurare la peste. Dopo aver fatto parte della mostra “Sculture da vestire”, dedicata alla produzione di manichini lignei nelle botteghe biturgensi di Nero Alberti, ora il San Rocco è stato prestato al Metropolitan Museum per l'evento in programma nei prossimi mesi. Così, a spese del museo newyorkese, la statua è stata presa in carico dalla ditta Arteria di Sesto Fiorentino, esperta in imballaggi e trasporto di opere d'arte, ed accompagnata dal responsabile del Settore cultura del Comune di Umbertide fino al Metropolitan dove il funzionario comunale ha personalmente seguito l'allestimento dell'opera che tornerà a fare bella mostra di sé al Museo Santa Croce entro la fine di luglio.

06/03/2018 18:15:02 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Sport Prosegue il momento positivo del Volley Umbertide, vittoria al tie break contro Foligno

Prosegue il momento positivo del Volley Umbertide, che vince al tie break ed in rimonta un combattutissimo scontro diretto contro il Foligno Volley I due punti consentono ad Umbertide di riportarsi al quarto posto della classifica della stagione regolare, mantenendosi al passo delle dirette avversarie di Raffaello Agea Foligno – Nonostante l’assenza di coach Gabriele Violini, più che giustificata per un impegno di lavoro a New York, il Volley Umbertide, affidatosi per l’occasione alla guida dalla panchina dell’esperta Maddalena Rosi, non ha deluso le aspettative. Le umbertidesi partono molto forte: grazie anche ad una difesa molto attenta ed al muro delle centrali Chiara Moretti e Livia Bianchini che tocca spesso e volentieri, l’attacco gira a mille, soprattutto con l’opposta Greta Ottaviani e con la banda Matilde Ercolani. L’allungo, con un vantaggio massimo di 9 punti (11 – 2), sembra essere di quelli decisivi. Ma le folignati, forse più per demeriti delle ospiti che grazie al loro gioco, rosicchiano qualche punto capitalizzando qualche banale errore dall’altra parte della rete.  Nonostante cominci a mettere a segno attacchi vincenti anche la schiacciatrice Giada Palazzetti, peraltro anche da seconda linea, dalla parte di Umbertide gli errori continuano a superare i punti ed al mulino delle padrone di casa arriva anche qualche ace, che sul finale del set le porta in vantaggio.  Completata la rimonta ed il sorpasso è proprio un altro errore in difesa di Umbertide che consegna il primo set (25 – 20) a Foligno. Anche il secondo set, malgrado il morale per il recupero subito avrebbe potuto essere sotto i tacchi, si apre con le umbertidesi in vantaggio, che anzi ritrovano incisività in attacco. La distribuzione della regista Martina Ubaldi, che quando capita attacca anche di seconda intenzione, è abbastanza varia e fluida, ma inspiegabilmente l’attacco smette di funzionare a metà del secondo parziale, prorio quando il vantaggio accumulato (14 – 9) consentirebbe di controllare senza dover strafare.  Con il secondo set incamerato da Foligno (25 – 22), la rimonta si profila difficile, ma il Volley Umbertide non ci sta a mollare ed è proprio nel terzo set, soprattutto con gli attacchi di Ottaviani e Palazzetti, che le ospiti dimezzano lo svantaggio nel conto dei set, aggiudicandosi il terzo per 25 a 19. Il quarto parziale ricalca quasi esattamente quello precedente, con l’attacco delle umbertidesi sugli scudi, tra l’altro coadiuvato dal ritorno del muro e da un’eccellente Althea Giulietti in seconda linea. Finisce con ampio margine (25 – 15) in favore di Umbertide; punteggio e gioco che fanno ben sperare per il tie break, quando si sa che sbagliare è vietato. Nel game decisivo le squadre prendono alla lettera questa regola, tanto che in pratica si va punto a punto fino al cambio campo, quando Foligno mette a segno un primo strappo, arrivando ad un vantaggio massimo di + 4 (11 – 7). Ma sono solo due episodi sfortunati, prima con una palla difesa egregiamente che sfiora il soffitto e poi con un ace veramente beffardo (la palla danza sul nastro e muore imprendibile a filo rete), a regalare a Foligno 2 match point sul 14 a 12. Le due palle match vengono annullate da una coraggiosa Greta Ottaviani, la cui mano non trema in questi momenti. Ai vantaggi è ancora l’opposta di Umbertide a mettere palla a terra per due volte consecutive, consegnando il set (17 – 15) e l’incontro alla sua squadra. Nelle rotazioni con le attaccanti di banda e con l’opposto in seconda linea, c’è spazio anche per Elisa Governatori e Stefania Nicoletti, che danno il loro contributo dalla linea dei nove metri, consentendo alle prime di rifiatare un po’.  Dopo una partita dalla fasi così alterne, caratterizzata sempre da ampi vantaggi del Volley Umbertide all’inizio dei parziali, verrebbe quasi da dire … un punto perso. In realtà, però, non è così, perché al netto degli errori che hanno propiziato le rimonte di Foligno nei primi due set, ciò che va sottolineato è la voglia di stare sempre dentro la partita, insomma di non mollare di un centimetro. Vale la pena di aggiungere ancora che questo è lo spirito giusto per affrontare le prossime partite, che quasi sempre, con una classifica sempre molto corta, saranno scontri diretti. Il tabellino Foligno Volley – Volley Umbertide 2 – 3 Parziali: 25 – 20, 25 – 22, 19 – 25, 15 – 25, 15 – 17 Volley Umbertide: Ubaldi (C) 12, Ottaviani 26, Palazzetti 12, Ercolani 11, Moretti 6, Bianchini, Governatori, Nicoletti, Giuletti A. (L1). N.e.: Giulietti M. (L2), Ceccagnoli, Beacci, Rosi. B.s. 5, 10 ace, 38 errori. Foligno Volley: Pagnini, Mariucci, Benincasa, Adriani, Pesciaioli, Pacilio, Bruno, Mancinelli, Gaudenzi, Lucidi, Falcinelli, Formica (L1), Trabalza (L2). Allenatore Loreti (dati relativi agli scores individuali ed altro non disponibili) Arbitro: Salinaro Angela

06/03/2018 11:28:19 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Società Civile Prevenzione dei tumori: il Lions Club Umbertide rinnova il legame con la scuola e con i giovani

Riceviamo e pubblichiamo Prevenzione dei tumori: il Lions Club Umbertide rinnova il legame con la scuola e con i giovani mettendo al servizio le proprie professionalità Al Campus "Leonardo da Vinci" di Umbertide, grazie all’incisiva comunicazione del socio del Club Dott. Marco Caporali, riscuote ancora grande successo il service “Progetto Martina, parliamo ai giovani dei tumori, lezioni contro il silenzio” di Raffaello Agea Umbertide - Nell’anno scolastico 1999-2000 alcuni medici, soci di Lions Club di Padova, hanno cominciato ad organizzare incontri con gli studenti delle scuole superiori per informarli sulle metodologie di lotta ai tumori. La loro iniziativa aveva un importante legame con Martina, una giovane donna colpita da un tumore, che con insistenza ripeteva: «informate ed educate i giovani ad avere maggior cura della propria salute». Da quel momento gli incontri con gli studenti sono stati ripetuti con periodicità annuale e l’accorato suggerimento di Martina, le testimonianze degli studenti e dei loro genitori, i risultati ottenuti nel corso degli anni sia in termini di gradimento che di efficacia, hanno portato alla decisione di fare di questi incontri un service pluriennale nell’ambito del multidistretto Italia. L’interesse, alimentato dai risultati ottenuti, soprattutto quelli in chiave di prevenzione, è andato via via crescendo, tanto che ogni anno, solo nelle scuole italiane, sono coinvolti nel progetto circa 150.000 studenti. E tra quei 150.000 studenti, ci sono ormai da molti anni quelli del Campus Leonardo da Vinci di Umbertide, cui il Lions Club Umbertide propone l’importante campagna di informazione con il proprio socio Dott. Marco Caporali, che grazie alla propria esperienza ed alla propria professionalità, anche sotto l’aspetto della comunicazione, riesce sempre a coinvolgere in modo molto partecipativo gli studenti. Proprio nei giorni scorsi circa 200 studenti del Campus sono stati interessati dall’iniziativa, che ogni anno si arricchisce di nuove conoscenze e di nuove strategie, peraltro basandosi anche sull’interattività e sulle reciproche esperienze. Il presidente del club umbertidese Rolando Pannacci e la socia Anna Paola Gap Giacché, insieme alla dirigente scolastica Prof.ssa Franca Burzigotti, hanno avuto modo di esprimere tutta la loro soddisfazione per il successo dell’evento, quest’anno particolarmente arricchito dalla presenza del responsabile distrettuale del service Dott. Giuseppe Lio, che si è unito al plauso dei primi ed ha ringraziato sia il Lions Club Umbertide per l’eccellente lavoro, sia la scuola per la sensibilità al tema. L’appuntamento è dunque al prossimo anno, con l’auspicio che l’impegno dei Lions, come peraltro i dati dimostrano, possa continuare a dare il suo prezioso contributo nell’opera di prevenzione dei tumori.

05/03/2018 21:16:05

Sport AGAPE PROPONE “SOCCER ENGLISH”

  Agape, società di settore giovanile di Umbertide, propone anche quest’anno “Soccer English”. Il corso, organizzato da Massimo Pazzaglia, responsabile tecnico della società umbertidese, e tenuto dal Prof. Pietro Gianfrancesco, docente del settore Tecnico di Coverciano, la scorsa stagione rivolto ai ragazzi, quest’anno ha come studenti gli allenatori. Tra gli iscritti tecnici del Perugia (Roberto Breda, Davide Ciampelli, Filippo Sdringola), del Gubbio settore giovanile (Lucio Bove, Enea Corsi), dell’Avellino (Walter Novellino, Alessandro Scaia, che seguono via Skype), dell’Agape (Massimo Pazzaglia, Federico Scaia). L’inglese, anche tecnico, è infatti oggi una competenza sempre più richiesta agli allenatori, non solo profesionisti. Il motivo ce lo spiega lo stesso Pietro Gianfancesco, docente di Soccer English - Settore Tecnico Coverciano: Corsi UEFA A, UEFA PRO, dal 2006 al 2013 e docente di inglese in un istituto liceale. Perché parlare di calcio in inglese? Il calcio comunica attraverso la lingua inglese in maniera pressoché perfetta. Il soccer English appartiene a un registro linguistico specifico, che riesce a rendere al meglio il significato di un’azione di gioco, di un gesto tecnico individuale e di squadra. L’inglese è storicamente una lingua semplificata nell’aspetto morfosintattico e predilige il modello comunicativo rispetto a quello meramente formale. Oggi, all’interno del calcio, l’inglese svolge una funzione regolativa e identificativa, instaurando uno speciale rapporto con tutte le generazioni che ormai da più di un secolo hanno eletto il soccer sport di tutti. Perché un corso di SOCCER ENGLISH a Umbertide? Abito a Umbertide due/tre mesi l’anno per motivi familiari, qui mio figlio si sottopone periodicamente ad un ciclo di riabilitazione motoria presso la clinica Prosperius. Lo scorso anno ho avuto il piacere di conoscere Massimo Pazzaglia ed è stato lui ad avere l’idea di un corso simile, intuendone l’importanza per ragazzi e tecnici ed inserendolo quindi nel contesto della programmazione della Società Agape. Quest’anno è dunque rivolto ad allenatori. Ad allenatori e preparatori atletici. Ci sarebbe stato spazio anche per preparatori dei portieri, ma non abbiamo trovato nessuno interessato a uno studio specifico simile. Tra le mie competenze ho infatti approfondito in particolare proprio questi tre aspetti del Soccer English: TECHNIQUES & TACTICS, FITNESS METHODOLOGY, GOALKEEPING. I sussidi didattici usati sono il mio: “TAKOURAGE”   - ed. Calzetti e Mariucci PG – dispense scritte da me su Fitness methodology, transitions, filmati dell’Academy del Manchester United e canzoni, che uso come warm up linguistico all’inizio di ogni lezione.   

05/03/2018 15:55:21 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy