Notizie » Politica M5S Umbertide:''La buona scuola e le pessime abitudini''

Riceviamo e pubblichiamo LA BUONA SCUOLA E LE PESSIME ABITUDINI Dopo giorni spesi ad autoassolversi, il Pd umbertidese riprende parola per complimentarsi con il liceo locale dei risultati ottenuti.  Certamente è un grande traguardo quello conseguito da questa scuola, ma il Pd umbertidese perché ringrazia tutti i soggetti che hanno contribuito? Non è certo per merito suo se hanno raggiunto questo obiettivo o forse sì e noi non ne siamo a conoscenza? Vogliono forse rifarsi una verginità dopo che il governo Renzi ha riportato la scuola indietro di un secolo con “la buona scuola”?  Se il Pd vuole parlare di scuola perché non dà notizie sull'asilo nido e materna Morandi che ormai da più di un anno occupano le aule di due parrocchie di Umbertide? Perché su questo il Pd umbertidese, che fino allo scioglimento del consiglio comunale del 14 dicembre scorso era il partito che governava questa città, non ha mai proferito parola? Perché non si congratulano per le condizioni delle altre scuole del nostro Comune che hanno bisogno di miglioramenti/adeguamenti? Perché non parla dei soldi spesi nel 2010 (eh sì, c'erano sempre loro a governare!) per l'ampliamento dell'asilo nido Morandi, costato circa 130 mila euro di soldi nostri e mai utilizzato? Quello che ci chiediamo è, cosa c’entra il Pd di Umbertide con il liceo “L. da Vinci”? Si vuole forse sfruttare il lavoro di un intero staff per lanciare la campagna elettorale di una sola persona?

05/01/2018 16:47:14

Attualità » Primo piano Carabinieri Forestali: Biodiversità in corsia per una befana senza carbone

Parte il 6 gennaio da 30 strutture ospedaliere e di accoglienza in tutta Italia l’operazione “La Befana della Biodiversità”, una campagna dei Carabinieri Forestali di prevenzione, per il contrasto degli incendi e delle illegalità ambientali, che passa dalla conoscenza e l’amore per la natura e la biodiversità.   Assisi – I carabinieri del Comando Unità Tutela Forestale, Ambientale e Agroalimentare (CUTFAA) e del Raggruppamento Biodiversità hanno organizzato “La Befana della Biodiversità”, una giornata speciale di educazione ambientale e solidarietà che avrà luogo presso i reparti pediatrici delle province e capoluoghi italiani. Ad Assisi, i Carabinieri visiteranno l’Istituto Serafico per sordomuti e ciechi nella giornata di giovedì 11 gennaio. L’iniziativa tende ad avvicinare alla biodiversità i bambini assistiti ed il personale delle strutture. L’educazione ambientale è una mission propria dei Carabinieri Forestali, è un’attività diretta a prevenire condotte che mettano in pericolo l’ambiente e la salute. Le attività proposte ai bambini sono caratterizzate da grande impatto emozionale e tendono a generare una particolare empatia con la natura. Vengono svolte con successo da anni con migliaia di studenti in tutta Italia. Da oggi sarà possibile “vivere la natura” anche per quei bambini che vivono parte della loro vita in strutture ospedaliere e assistite. Durante le visite saranno donati piccoli oggetti in legno realizzati dalle brave maestranze dei Reparti Carabinieri Biodiversità . Dal Centro Recupero Animali Selvatici (CRAS) di Formichella-Orvieto, che dipende dal Reparto Carabinieri Biodiversità di Assisi, i Carabinieri Forestali porteranno alcuni esemplari di fauna selvatica (rapaci e piccoli mammiferi), curati dagli operatori del Centro, ormai prossimi alla reimmissione in ambiente naturale. Un’esperienza per i piccoli degenti utile a far conoscere il ruolo dell’Arma a tutela della natura e a sostegno delle fasce più deboli. Natura e solidarietà, Carabinieri e bambini insieme, per la sopravvivenza del pianeta.

05/01/2018 13:33:22

Notizie » Politica M5S Umbertide:''Molto rumore per nulla''

Riceviamo e pubblichiamo Lo scorso giugno è stato presentato il progetto “Expo in centro storico”, cofinanziato da Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e Comune di Umbertide e finalizzato a valorizzare e rilanciare il centro storico cittadino. Come riporta il comunicato della “fu” amministrazione umbertidese, il progetto “è stato fortemente voluto dall’amministrazione comunale con l’obbiettivo di migliorare la qualità e la vivibilità del centro storico e al contempo favorire la nascita di nuove attività commerciali ed ha incontrato da subito l’interesse della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia che ha stanziato 50.000 euro per l’anno 2017.” Si continua poi parlando di un progetto che mira a promuovere e rilanciare il centro cittadino con grande gioia dell'allora sindaco, dell'allora assessore al Commercio Ferrazzano e della poi esclusa assessore alla Cultura Violini. Questi 50.000 euro come sono stati effettivamente spesi? Quali miglioramenti ci sono stati? A noi sfuggono. Ad esempio, cosa prevedeva per il periodo natalizio, se qualcosa prevedeva? Quali sono stati questi eventi culturali che giustificano la spesa di 50.000 euro? A fronte poi di quale beneficio per il centro storico? Queste erano il tipo di domande che avremmo posto al Sindaco nel Consiglio comunale a question time indetto il 14 dicembre e poi mai svolto. La risposta è facilmente deducibile, basta aver fatto una passeggiata in piazza, anche in quest'ultimo periodo, per vedere che poco o nulla è stato fatto, forse l'ex giunta visto i circa 10 milioni di debiti con cui doveva fare i conti ha preferito il nulla ed il nulla è stato. E non si dica che non c’è stato nulla perché la giunta era caduta, in quel momento doveva essere tutto organizzato.  

05/01/2018 13:23:25

Notizie » Politica Umbertide, dai bandi PON 220mila euro per il Da Vinci. Il Pd:''Una realtà che si conferma modello''

Riceviamo e pubblichiamo   Umbertide, dai bandi PON 220mila euro per il Da Vinci. Il Pd: "Una realtà che si conferma modello"                 "Soddisfazione anche per l'entrata in partenariato della scuola con il MIT di Boston"    UMBERTIDE - Ancora un'altra buona notizia per l'istituto L. Da Vinci, che vede premiati i notevoli sforzi progettuali della scorsa primavera-estate in riferimento ai bandi PON dedicati al miglioramento della formazione degli alunni, finanziati con risorse europee, che il MIUR ha emanato per tutte le scuole delle Regioni italiane. "Una realtà – afferma il Pd umbertidese – Che si conferma un modello. Per la scuola avere a disposizione più di 220mila euro, in un biennio, per intervenire su più fronti, dalle competenze di base all’orientamento, all’alternanza scuola/lavoro, anche con esperienze estere, sarà una straordinaria opportunità soprattutto per i ragazzi che frequentano o frequenteranno l'istituto". "Soddisfazione anche per l'entrata in partenariato della scuola con il MIT di Boston", un altro prestigioso obiettivo: il Campus "L. da Vinci" è infatti entrato in partnership con il MIT di Boston nel progetto di internalizzazione Global Teaching Labs (GTL), promosso dal MIUR con avviso pubblico del 17 ottobre scorso. In tutto sono stati selezionati 21 istituti italiani dove saranno ospitati 21 studenti del Massachusetts Institute of Technology di Boston in qualità di docenti-tirocinanti. Il Campus è risultato terzo nella graduatoria dei 21 istituti italiani (unico della Regione Umbria) che collaboreranno con il MIT al progetto che prevede, per tutto il mese di gennaio 2018, la presenza di studenti del MIT presso le scuole italiane selezionate. "Un grazie a tutti i soggetti che hanno contribuito – conclude il Pd - A portare questa realtà ad essere una fra le più all'avanguardia dell'Umbria.”

04/01/2018 12:25:07

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy