Sport L'Umbertide Calcio MA cambia pelle, Marta Grassini è la nuova presidente

  L'Umbertide Calcio MA cambia pelle, Marta Grassini è la nuova presidente: Massimo Pazzaglia alla guida della prima squadra e Massimo Nardi degli Juniores E' Marta Grassini la nuova presidente dell'Umbertide Calcio MA. La neo presidente, che prende il testimone da Gabriele Volpi, è stata eletta nel corso di una partecipata assemblea pubblica, nel corso della quale è stato eletto il nuovo consiglio direttivo del club verde-nero, svoltasi nella serata del 12 agosto. La società è quindi pronta a ripartire dopo l'emergenza Coronavirus e ad affrontare l'anno sportivo 2020/2021 (nel quale la prima squadra sarà impegnata nel campionato di Prima Categoria) con grandi propositi. L'assemblea è iniziata con i ringraziamenti al presidente uscente Volpi e a coloro che hanno fatto parte della dirigenza per il contributo dato in questi anni. Questi i progetti per il futuro: ricreare una situazione omogenea, idonea e rappresentativa per la città di Umbertide nel mondo del calcio e cercare collaborazioni con altre società che praticano altre discipline sportive, formando una specie di “joint venture” per creare qualcosa di nuovo e per far trovare un ambiente sano, dai primi calci fino alla prima squadra. E' stata quindi espressa la volontà di proseguire la profonda collaborazione con l'Agape, società con cui l'Umbertide Calcio MA ha partecipato insieme al Kodokan Judo Fratta e all'Atletica Umbertide al bando per l'assegnazione degli impianti sportivi. Su quest'ultimo punto è stato detto che l'Umbertide Calcio MA si sta impegnando, tramite un accesso agli atti, a tutelare i propri diritti e di tutte le società ad esso collegate, che insieme rappresentano circa l'80% del movimento calcistico cittadino. L'Umbertide Calcio MA sta continuando la sua operazione di rinnovamento e di coinvolgimento dei giovani, con un percorso che iniziando dalle giovanili possa condurli in prima squadra. Un esempio su tutti: la totalità degli Allievi usciti dall'Agape sono rimasti all'Umbertide Calcio MA. Per quanto riguarda l'aspetto tecnico i due allenatori saranno per la prima squadra Massimo Pazzaglia (umbertidese doc, uno dei nomi più prestigiosi del calcio cittadino con un passato importante sui terreni di gioco) e Massimo Nardi (originario di Bevagna e umbertidese di adozione) per la Juniores. I mister si sono già visti e si sono trovati in sintonia su numerose situazioni. A livello di allenamenti, rispettando le norme anti-contagio da Covid-19, la prima squadra e la Juniores in questi giorni stanno lavorando insieme e i due gruppi si stanno ben amalgamando. Un occhio anche al movimento calcistico femminile, con l'idea di creare la “squadra rosa” dell'Umbertide Calcio MA. Ai presenti in sala è stato chiesta la propria adesione per entrare a divenire soci: sono state così raccolte 16 adesioni. Tra i 16 soci sono stati nominati 9 consiglieri. I consiglieri hanno quindi provveduto all'elezione delle cariche societarie che vedono Marta Grassini come presidente, Lorenzo Chimenti nel ruolo di vicepresidente ed Enrico Ceccarelli nella veste di co-presidente. Queste le parole della neo presidente Grassini subito dopo l'elezione: “Ringrazio tutti con affetto per la fiducia e cercherò di fare del mio meglio. Prendere il posto di Gabriele Volpi non sarà facile. Ci sono tanti punti da definire e obiettivi da raggiungere, come quello di creare, se ci saranno le condizioni, una squadra di calcio femminile”. Il direttivo dell'Umbertide Calcio MA è invece così composto: Roberto Alunni Tullini, Enrico Ceccarelli, Lorenzo Chimenti, Alessio Grassini, Marta Grassini, David Scarpellini, Vasco Scarpellini, Giacomo Topazio. Un particolare ringraziamento è stato fatto ai nuovi soci, che sono: Antonio Palazzetti, Maurizio Barbagianni, Katia Biccheri, Roberto Alunni Tullini (broker finanziario), Roberto Mariucci (presidente Seas Srl).

14/08/2020 18:48:02 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Domani a Canoscio Festa dell'Assunzione della Beata Vergine Maria

“Ci uniamo idealmente ai tanti fedeli che anche quest’anno raggiungeranno la basilica di Canoscio in occasione della festa dell'Assunzione della Beata Vergine Maria, in quella che sarà come di consueto una bellissima occasione di preghiera, ma anche di ritrovo per molti tifernati e per i turisti che visitano il nostro territorio, ai quali raccomandiamo di vivere questa giornata con sano spirito di condivisione religiosa e senso di responsabilità, nella consapevolezza che oggi più che mai è importante non perdere di vista l’importanza di adottare comportamenti corretti a tutela della salute pubblica”. E’ il messaggio con cui il sindaco Luciano Bacchetta e l’assessore al Commercio e al Turismo Riccardo Carletti testimoniano la vicinanza dell’amministrazione comunale alla comunità religiosa che domani, sabato 15 agosto, si raccoglierà alla basilica santuario della Madonna del Transito di Canoscio, luogo di culto mariano per la diocesi di Città di Castello e per le regioni limitrofe, per celebrare l’Assunzione della Beata Vergine Maria. Sulla collina tifernate sono attese comitive di residenti in Altotevere, ma anche nelle regioni confinanti, in occasione degli appuntamenti religiosi previsti, tra i quali la santa messa in programma alle ore 11.00 con il vescovo diocesano monsignor Domenico Cancian. Per consentire lo svolgimento in sicurezza dell’evento, il comando della Polizia Municipale ha emesso un’ordinanza che dalle ore 06.00 alle ore 20.00 di domani, sabato 15 agosto, prevede l’istituzione del senso unico di marcia sulla strada che dalla Pieve di Canoscio conduce alla Basilica, con direzione di marcia Pieve–Basilica; il senso unico di marcia sulla strada che dalla Basilica conduce a Fabbrecce, con direzione di marcia Basilica–Fabbrecce; l’obbligo di svolta a destra nell’intersezione stradale in prossimità del locale cimitero per i veicoli che dalla Basilica scendono verso la Pieve di Canoscio; il divieto di sosta su entrambi i lati sui tratti regolati da senso unico. Per tutta la giornata opereranno nella zona della Basilica i vigili urbani tifernati, in collaborazione con le forze dell’ordine e del soccorso, oltre ai volontari della Protezione Civile.

14/08/2020 18:36:40 Scritto da: Eva Giacchè

Cultura Montone: un seminario dedicato a caporalato e sfruttamento lavorativo all'Umbria Film Festival

Non è mancato all’interno della 24esima edizione dell’Umbria Film Festival, andata in scena a Montone, l’appuntamento dedicato alla sezione “Migranti”, nato nel 2007 e nutrito dagli organizzatori negli anni proprio per arricchire l’evento con argomenti di particolare attualità, abbinati ad un film, ad una mostra o ad un concerto. Questa volta la sezione Migranti ha ospitato una tavola rotonda sul contrasto ai fenomeni del lavoro nero e dello sfruttamento, che si è svolta nella Chiesa Museo di San Francesco. Il seminario, dal titolo “Migranti 2020. Caporalato: lavoratrici e lavoratori vittime di vecchie e nuove forme di sfruttamento”, ha affrontato i problemi dell’applicazione della legge 199 del 2016 sul contrasto al lavoro nero in agricoltura, nonché i primi risultati dell’applicazione dell’articolo 103 del Decreto “Rilancio”, convertito in legge il 16 luglio scorso. Dopo i saluti istituzionali del sindaco di Montone Mirco Rinaldi, hanno dibattuto del gravissimo fenomeno nelle campagne di tanti territori del Paese il vicepresidente della Giunta e assessore all'Agricoltura della Regione Umbria, Roberto Morroni, il segretario regionale CGIL Umbria, Vincenzo Sgalla, il segretario regionale CGIL della Calabria, Angelo Sposato, il presidente CIA Umbria, Matteo Bartolini, il presidente Coldiretti Umbria, Albano Agabiti, e la rappresentante della CISL Umbria Simona Garofani. La tavola rotonda è stata coordinata da Carla Barbarella curatrice della ricerca “Lavoro sì, Caporalato no. Lavoratori e Lavoratrici vittime di vecchie e nuove forme di sfruttamento”.

10/08/2020 19:39:19 Scritto da: Eva Giacchè

Cultura Nella settimana di Ferragosto il Museo di Santa Croce aperto da martedì 11 a domenica 16

  In occasione della settimana di Ferragosto, il Museo di Santa Croce di Umbertide aprirà nei seguenti giorni ed orari: da martedì 11 a domenica 16 agosto 2020, dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 18.30. Il Museo Santa Croce di Umbertide ospita grandi e preziose opere, come la pala della Deposizione sull’altare maggiore, dipinta da Luca Signorelli nel 1516. E' l’unica fra i tanti lavori su tavola del maestro cortonese a trovarsi ancora nel suo sito originale. Di grande importanza è, inoltre, la tela di Niccolò Circignani detto il Pomarancio, raffigurante la Madonna con il Bambino in gloria. Il museo presenta anche un’importante sezione archeologica con materiali ceramici di età ellenistico-romana, monete del IV-V secolo d.C. provenienti da Monte Acuto e una stipe votiva con bronzetti di tipo italico. Si comunica inoltre che, all’interno del museo, sarà possibile visitare “il Mare visto dalla Luna”, personale temporanea di pittura di Andrea Ciotti (fino al 23 agosto). Infine si ricorda l’ iniziativa “L’Arte d’Estate”, domenica 16 agosto alle ore 18.30, con la visita guidata “I Bronzetti di Monte Acuto e la Seziona Archeologica”, organizzata dalla società Sistema Museo in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Umbertide. La visita è gratuita con l’acquisto del solo biglietto d’ingresso del museo.        

10/08/2020 19:33:38 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy