Notizie » Società Civile Il Lions Club Umbertide promuove anche quest'anno il concorso internazionale “Un Poster per la Pace”

Anche quest’anno i ragazzi delle scuole di Umbertide saranno gli autori degli elaborati che parteciperanno al concorso internazionale “Un Poster per la Pace” promosso localmente dal LIONS Club di Umbertide. Il concorso internazionale Un Poster per la Pace è aperto agli studenti che al 15 novembre hanno compiuto 11, 12 o 13 anni. La dirigente Prof.ssa Bartocci Gabriella e il Presidente dei LC di Umbertide Arch. Michele Farabbi hanno proseguito la collaborazione che ormai da anni suggella la cooperazione tra il Lions Club e gli Istituti Scolastici. Il Concorso Un Poster per la Pace è stato creato nel 1988 per dare ai giovani l’opportunità di esprimere il loro ideale di pace e la loro visione del mondo tramite le opere artistiche. Ogni anno, approssimativamente 350.000 giovani di oltre 75 paesi partecipano al concorso. Le idee e le realizzazioni dei ragazzi di Umbertide si sono fatte apprezzare a livello nazionale ed internazionale e anche quest’anno certamente non saranno da meno. Il vincitore sarà designato entro il giorno 15 di novembre a seguito di una selezione da parte di una Giuria di membri del Lions Club e di docenti e sarà sostenuto dal Lions Club di Umbertide a Livello Nazionale. I vincitori delle precedenti edizioni sono disponibili sul sito www.lionsclubs.org. Lions Clubs International è l'organizzazione di club di assistenza più grande al mondo, con 1,35 milioni di soci in oltre 210 paesi e aree geografiche.

04/11/2019 18:20:08 Scritto da: Eva Giacchè

Sport Prima vittoria piena del Volley Umbertide: School Volley Perugia battuta 3 a 1

La squadra di Maddalena Rosi comincia a trovare i giusti equilibri e fa bottino pieno nella terza di campionato Umbertide – Quello che tutti si aspettavano alla fine è arrivato. Una vittoria di sostanza era quello che cercavano le biancorosse umbertidesi, che nei primi due turni di campionato avevano stentato un po’ a trovare il bandolo della matassa. Matassa che è normale possa essere intricata quando, come per la squadra di coach Rosi, bisogna fare i conti con sostanziosi nuovi arrivi, seppur di indubbio valore. E forse si trattava più di una sorta di blocco psicologico, alimentato da una voglia di fare bene e di dimostrare a tutto tondo il proprio valore, che però aveva finito per sortire l’effetto contrario a quello desiderato. Ma nella partita disputata contro School Volley Perugia tra le mura amiche del PalaMorandi, c’è stato il vero e proprio sblocco, che al netto delle occasioni perse nel corso dell’incontro e di un alleggerimento dell’attenzione durante il terzo set, ha fatto sì che cominciassero ad emergere i veri valori della compagine.   Altra partenza bruciante Come nelle precedenti partite, in poco più di cinque minuti le padrone di casa vanno sul 9 a 2. Tutto funziona alla perfezione. Pochissimi errori in ogni situazione di gioco; a partire dalla ricezione, che tanto aveva sofferto nel corso dell’ultimo turno di campionato. L’attacco va e il muro consente ottime ricostruzioni con il collegamento della difesa. C’è spazio per più di un sorriso in campo e soprattutto per divertirsi e per far divertire il pubblico. Il parziale finisce con un significativo 25 a 13 a favore di Umbertide. School Volley ce la mette tutta nel secondo set, che però, a parte lo sprint iniziale, sembra la fotocopia di quello precedente, con le umbertidesi che controllano e passano a condurre 2 a 0 nel conto dei set, aggiudicandosi la frazione con ampio margine (25 – 16).   Piccola sbandata, poi di nuovo in controllo Alla ripresa del gioco si va punto a punto. Le perugine spingono molto, sfruttando un lieve calo al servizio di Umbertide, che consente ottimi attacchi al centro. Coach Rosi, nonostante le avversarie abbiano messo il naso avanti, decide di cambiare la diagonale titolare. Seppur con qualche incertezza delle padrone di casa, il punteggio torna in parità (20 – 20). Rientra in campo la diagonale titolare e il finale del set è lottatissimo, con le ospiti che prevalgono (22 - 25) con la complicità di qualche disattenzione di troppo di Ubaldi e compagne. Forse il set ceduto determina un piccolo contraccolpo, tanto che nel quarto parziale School Volley si mantiene a contatto, anzi sopravanzando sopra il break a metà frangente. A questo punto, però, le umbertidesi dimostrano di aver superato il blocco che le aveva frenate nelle partite precedenti. Tutte ci credono e con l’assestamento del muro, oltre che con una ricezione più precisa, riportano il punteggio in parità. E con piglio da squadra autorevole, assestano i colpi decisivi che lasceranno le avversarie a debita distanza, aggiudicandosi quindi il set (25 – 21) e il match.   Adesso la squadra c’è Il vero volto della squadra è quello visto in questa partita, che ha consegnato al pubblico e al campionato una compagine consapevole e fiduciosa nei propri mezzi. Non senza le individualità a dire la loro nei momenti chiave, ma con l’ulteriore consapevolezza che il gruppo, soprattutto nei momenti di difficoltà, costituisca la chiave di volta per difendere qualche palla in più, per ottenere qualcosa di più in ricezione e a muro, oltre che, come si dice, per “buttarla giù” in attacco. E questi sono gli ingredienti giusti per la prossima partita, quando al PalaMorandi Umbertide affronterà una già agguerrita Narni, reduce da tre successi pieni consecutivi, senza peraltro aver ceduto un set.   VOLLEY UMBERTIDE – SCHOOL VOLLEY PERUGIA    3 – 1 (25-13, 25-16, 22-25, 25-21)   Arbitri Renato Baldelli Simone Magnino

04/11/2019 18:15:02 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Italia Viva, anche ad Umbertide nasce il partito di Renzi: Gabriele Tacchi il referente

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa del referente umbertidese del nuovo partito guidato da Renzi "Una nuova casa – afferma subito Gabriele Tacchi, referente ad Umbertide per Italia Viva - per tutti coloro che vorranno confrontarsi su come costruire un futuro migliore per la nostra città”.  “Seguo Matteo Renzi ormai da tempo, – ha spiegato Tacchi nella nota – E sono stato presente all’ultima Leopolda perchè credo fortemente che vada posta l’attenzione sui contenuti tornando a parlare d’impresa e crescita anche dal punto di vista del nostro territorio. Bisogna incentivare le imprese abbassando la pressione fiscale, bisogna riportare le aziende e gli imprenditori a investire sul nostro paese. Bisogna dare l’opportunità ai giovani di poter fare impresa sia nel piccolo che nel grande, con incentivi concreti. Proprio noi giovani, noi dobbiamo tornare a fare politica, quella bella e non quella fatta di personaggi e di slogan ma quella fatta di opinioni e contenuti e non quella che butta fango contro l’avversario solo perché si è sempre in campagna elettorale.” “Siamo ancora in una fase embrionale – conclude - Ma qualcosa si muove. E ora si cercheranno il maggior numero possibile di adesioni per far partire l’iniziativa a tutti gli effetti, guardando in particolare agli ambienti di centro e centrosinistra, ma non solo”.  

04/11/2019 18:00:29 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica FDI Umbertide analizza il voto delle regionali

Ad una settimana dalle elezioni regionali umbre Fratelli d'Italia Umbertide analizza i risultati del voto: "A una settimana dal voto è tempo di bilanci anche per Fratelli d’Italia e non mancano le soddisfazioni.  Il partito di Giorgia Meloni guadagna, per la prima volta nel cuore verde d’Italia, un consenso a doppia cifra con 43.433 voti al suo simbolo e una percentuale del 10,40; un risultato che neppure AN riuscì a conquistare, fermandosi nel 2005 a 21.931 voti (6,24 %). Oltre il doppio del consenso a cui si è arrivati attraverso anni difficili, segnati dalla confluenza nel Popolo delle Libertà all’ombra di una prosperosa FI, attraverso l’uscita di scena di Fini e, finalmente, la decisione della Meloni di ripartire con tenacia e riprendere la guida di una comunità letteralmente smarrita. Evidentemente, la leader di FDI in questi anni ha fatto un ottimo di lavoro e lo conferma un ulteriore dato: questo 10,40 % di consenso è stato costruito a ridosso della potente macchina da guerra della Lega che in Umbria ha inghiottito PD e M5S ma non FDI, terzo partito in Umbria e costantemente in crescita, alleato ma non subalterno. Guardando a Umbertide la soddisfazione è maggiore. FDI è in costante crescita, passa da 294 voti (4,19%) delle elezioni del 2015 a 508 voti (6,44 %),  di cui la metà circa assegnati con preferenza, a dimostrazione del forte legame del territorio con i candidati in lista. Tre i candidati maggiormente votati: Manuel Maraghelli (Città di Castello), Eleonora Pace (Narni) e Marco Squarta (Perugia). Singolare l’incursione della narnese Pace, seconda degli eletti dopo il record man delle preferenze Squarta, siederà per la prima volta in consiglio regionale e conta di far presto visita al sindaco Carizia. Anche a Umbertide il 2% di consenso guadagnato si presta a molteplici operazioni di confronto: una crescita locale era impensabile alla presenza di una amministrazione leghista in assenza di consiglieri di FDI, in consiglio comunale e in giunta, eppure FDI Umbertide cresce e lo fa nonostante lo sbalorditivo risultato della Lega umbertidese che si porta sopra la media regionale ma non lo fagocita. FDI -  lungi da arretrare -  torna a confermarsi seconda forza di coalizione, per il terzo spoglio consecutivo si porta davanti a FI, nonostante questa esprima anche il vicesindaco di Umbertide, peraltro in corsa per le recenti regionali. Il modello di coalizione a cinque punte del centro destra torna a ricevere la soddisfazione dell’elettorato umbertidese, ulteriore motivo per proseguire uniti e lavorare al risanamento della città".    

04/11/2019 17:49:08 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Pd Umbertide: “ancora parcheggi in piazza e meno servizi”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma del PD Umbertide riguardante la reintroduzione del parcheggio in Piazza Matteotti "Apprendiamo come la Giunta comunale abbia recentemente confermato la reintroduzione dell’area di sosta in Piazza Matteotti, un provvedimento che noi stessi avevamo definito come inutile, dannoso e antistorico visto il contesto in cui tutti i Comuni si stanno responsabilmente muovendo. E che tale si è rilevato lo scorso anno, creando soltanto i disagi previsti e immaginabili alla quotidiana frequentazione della piazza. Il tanto sbandierato buon senso avrebbe dovuto portare l’Amministrazione a ragionare con lungimiranza su un progetto concreto per la valorizzazione del nostro centro storico, portando la discussione in Consiglio e nelle Commissioni preposte affinché si potesse condividere anche con tutti i diretti interessati. Il Gruppo PD si era infatti subito mosso chiedendo al Comune di regolamentare lo strumento referendario per procedere alla consultazione dei cittadini, la maggior parte dei quali si è dimostrata contraria alla scelta insieme a tanti esercizi commerciali della zona centrale. Possiamo oggi constatare soltanto mesi di risposte disattese, contrariamente a quanto lo Statuto comunale prevede, e di superficialità in merito ad un provvedimento che disallinea Umbertide dal trend nazionale ed europeo in merito alla chiusura dei centri storici al traffico veicolare. I risultati del passato esperimento? Soltanto qualche auto e l’evidente compromissione della pavimentazione in più punti rovinata. Il monito che lanciamo è quello di pensare più a lungo a tutte le scelte amministrative, soprattutto quelle di interesse rilevante per la Città dove invece si denota la chiusura di importanti servizi, come lo sportello di Umbra Acque, e l’impoverimento di altri". 

04/11/2019 17:32:44 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy