Notizie » Politica Umbertide cambia: “la maggioranza leghista svende la RSA”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma di Umbertide cambia, dopo il consiglio comunale di ieri "La maggioranza leghista boccia in Consiglio Comunale l’ordine del giorno delle opposizioni a difesa della RSA (residenza sanitaria assistita), di fatto confermandone la svendita per chissà quali logiche partitiche territoriali. Alla faccia della salute dei cittadini. Il problema vero è che queste decisioni minano alla radice un sistema di medicina territoriale efficiente, proprio quando è evidente la necessità di un suo potenziamento. E su questo siamo pronti anche ad una battaglia giudiziaria.  Dunque, mancanza di una visione di prospettiva. Ma anche miopia, perché quella struttura oggi avrebbe potuto e dovuto essere la risposta a tante situazioni di fragilità che venendo a contatto con gli effetti diretti o indiretti dell’infezione da coronavirus hanno bisogno di un supporto. E ciò andando peraltro contro il  Piano sanitario sulle fragilità della Giunta regionale voluto proprio dalla Lega. Una posizione oggettivamente incomprensibile quella dell’Amministrazione comunale, priva di un disegno nell’offerta socio sanitaria, ma anche di un piano sanitario per l’emergenza. Insomma, questa giunta a trazione leghista, che era partita con le parole in libertà sul blocco della Moschea, è finita per bloccare la RSA! È il “nuovo” che avanza, riportandoci indietro."      

24/04/2020 13:48:52 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Lega Umbertide: “dalle opposizioni solo propaganda irresponsabile contro il bene di Umbertide”

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa a firma della Lega Umbertide in risposta alle opposizioni: "Le proposte formulate dal Partito Democratico-Umbertide Cambia (Pduc) e Movimento 5 Stelle sono sempre le solite: mandare in default il Comune per dichiarare il dissesto finanziario e far arrivare il commissario. Se stiamo ai numeri e non alle chiacchiere, le proposte del Pduc e di M5S avrebbero implicato 550mila euro di minori entrate senza garanzie di copertura. Quindi, senza spiegare minimamente dove trovare questi soldi. Tagliare 550mila euro di entrate significherebbe chiudere servizi essenziali importanti per la cittadinanza: questo gli umbertidesi lo devono sapere. Se invece vogliamo trovare una soluzione praticabile, la strada è quella politica. Chiamate i vostri amici al governo a Roma e fate pressioni su di loro. Noi vi sosterremo in pieno. Se il governo stanzierà un fondo per cui il Comune di Umbertide, all'atto delle scadenze fiscali Irpef e Tari, riceverà nelle sue casse 550mila euro, noi daremo voto favorevole alle vostre proposte. Però, siccome non siamo nati ieri, sappiamo benissimo perché avete fatto questa mossa strumentale: perché volete inondare siti e giornali di sola strumentalizzazione politica, come avete fatto e state facendo con la vicenda della Rsa che avreste voluto far riaprire nel giro di pochi giorni, nel bel mezzo di una pandemia. Siamo nel pieno di una delle più grandi emergenze sanitarie delle storia dell'umanità e bisogna fare i conti con chi, solo per avere un minimo di visibilità o per una briciola di consenso in più sui social, invece che usare l'assoluta serietà che questo momento drammatico impone a tutti noi, vuole giocare sulla tenuta delle istituzioni. Questo comportamento altamente irresponsabile ed incompetente da parte delle opposizioni, non fa altro che essere sulla scia di ciò che alcune di loro hanno fatto nel dicembre 2017: ovvero consegnare Umbertide nelle mani di un commissario prefettizio".  

23/04/2020 20:15:49 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Ventanni (PD): “un voto contro RSA e finte proroghe sulla tassazione”

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa a firma del Consigliere e Capogruppo PD Matteo Ventanni << In Consiglio è emerso quello che in fondo ci si aspettava: nessuna difesa comune della nostra RSA, proroghe illusorie di qualche giorno per le imposte comunali, mancata approvazione delle proposte economico-tributarie avanzate congiuntamente dall’opposizione e un interesse limitato alle potenzialità dalle quali il nostro territorio può iniziare a risollevarsi>> inizia così la nota del Consigliere e Capogruppo PD Matteo Ventanni. < Ma guardiamo avanti, consci di vivere un particolare momento storico che anche a livello comunale porterà inevitabilmente, superata la difficoltà critica del momento, a nuove modalità di approcciarsi all’attività amministrativa oltre a quella socio-economica e lavorativa in tutti i settori. Compreso quello dell’agroalimentare che conta sul territorio una rete di produttori e allevatori i quali stanno subendo gli effetti di una fluttuazione irregolare dei prezzi di mercato delle loro principali eccellenze gastronomiche, dettata anche dalla chiusura dell’Horeca e delle altre componenti della distribuzione. Con una filiera molto indebolita nei contatti con il consumatore finale, motivo questo dell’interrogazione con la quale il Gruppo PD ha preteso un’attenzione forte dell’Amministrazione nel coinvolgere coltivatori e imprese locali nel processo di reperimento di beni primari, in maniera più decisa di quanto messo in pratica finora e come fatto da altre parti anche in Umbria. In tale circostanza emergenziale, infatti, la promozione dei prodotti locali nel circuito di vendita avviene in molte realtà grazie a iniziative che prevedono la costituzione di pacchi alimentari e il rafforzamento della rete comunicativa tra aziende sotto la supervisione delle Giunte locali, in accordo con le principali sigle associative di settore. Occorre insomma tanto più coraggio per affrontare insieme questa fase buia per tutto il Paese, con uno sguardo deciso alle prossime settimane e al graduale ritorno alla normalità. Il Gruppo del Partito Democratico e le opposizioni anche oggi lo hanno ribadito, rimanendo forse inascoltate>>    

23/04/2020 19:11:04 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica PD Umbertide: “l'Amministrazione e la Lega votano contro l'odg per il mantenimento della RSA”

Riceviamo e pubblichiamo il duro comunicato a firma del PD Umbertide dopo il consiglio comunale di oggi, che torna sull'argomento chiusura RSA di Umbertide     "Questa lega e questa Amministrazione guidata dal Sindaco Carizia votano contro l’odg delle opposizioni che chiedeva il mantenimento della RSA ed il suo ripristino terminato il periodo dell’emergenza, ricollocandola nello stesso luogo e con almeno lo stesso numero di posti letto e di personale impegnato. A questa Amministrazione non interessa nulla dei servizi sanitari di Umbertide. La ASL  ha fatto un comunicato dicendo che la chiusura era temporanea sino al 31 luglio causa emergenza. Questo Sindaco, questa giunta e i gruppi della Lega & soci votano contro un ordine del giorno presentato dalle opposizioni per il suo ripristino. Va sottolineato come la RSA di Umbertide grazie alla professionalità dei suoi operatori sia riuscita a contenere il diffondersi del virus proveniente da un paziente arrivato da Città di Castello (come è accaduto per l’Irbe) e che sia stata la stessa Asl  a bloccare gli accessi negli ultimi giorni. Ora ci aspettiamo che la ASL mantenga quanto detto e che il dopo il 31 luglio la RSA ricominci la sua attività. Nonostante il menefreghismo di questa amministrazione. Il Pd e tutte le opposizioni vigileranno. Non possiamo permetterci che servizi importanti vengano soppressi. Non è una questione di parte ma c’è in gioco l’interesse di tutti.   PD Umbertide" 

23/04/2020 17:40:01 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Umbertide cambia: proposte per la fase due dell'emergenza in ambito sociale

  Attività sportive, digital devices e tutela degli anziani. Tre aspetti che nella fase successiva all’emergenza sanitaria Covid19 dovranno caratterizzare l’approccio sociale alla ripresa, sul quale le amministrazioni comunali potranno integrare le misure nazionali, principalmente rivolte ad assicurare le fondamentali esigenze alimentari.   “Abbiamo offerto al confronto politico locale alcune proposte per la gestione dell’ambito sanitario – sottolinea il capo gruppo di Umbertide cambia Gianni Codovini. Diremo in merito a quello economico. Ora l’ambito sociale, che, come gli altri, chiede interventi immediati e mirati, che noi vorremmo diretti anche verso tre specifiche direzioni. La prima – spiega il capo gruppo di Umbertide cambia - dovrebbe condurre verso il superamento di una limitante differenza nell’accesso alle tecnologie informatiche (digital devices). Dunque un fondo ed un progetto, definito insieme alle scuole del territorio, per consentire ai giovani che non hanno disponibilità di poter usufruire di strumenti e supporti informatici (Pc, tablet, wifi …..) necessari per seguire percorsi didattici a distanza. Al tempo stesso – aggiunge Codovini - sarà necessario garantire a tutti i giovani la pratica sportiva. Facile prevedere che le società sportive, come molte famiglie, avranno difficoltà economiche. Dunque un fondo specifico per promuovere la pratica sportiva dei giovani attraverso la copertura di una parte della quota di iscrizione. Inoltre dobbiamo pensare a tutelare la qualità di vita dei nostri anziani, che più subiscono il Covid19. Sarebbe necessario a questo proposito un bonus famiglia per l’assistenza domiciliare per la presa in carico quotidiana”. Dove trovare le risorse comunali? “Ad esempio, la rinegoziazione di mutui, grazie alla Cassa depositi e prestiti (Cdp), può liberare per il Comune di Umbertide molte migliaia di euro; poi c’è il Fondo di riserva che serve per queste necessità. E comunque possono essere modificate le priorità di poste già in bilancio. I fondi ed il bonus famiglia per anziani – conclude Gianni Codovini -dovranno essere regolamentati e gestiti attraverso i servizi sociali per evitare abusi e furbizie. Dunque: integrazione sociale e tutela delle debolezze, formazione in un contesto di pari opportunità, nel rispetto di meriti e bisogni. Tratti fondamentali della nuova società che vogliamo costruire”.   Umbertide cambia 15 aprile 2020  

16/04/2020 11:20:08 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica “Umbertide cambia”: un consiglio comunale richiesto da tutte le opposizioni per fare chiarezza su RSA, piano emergenziale sanitario e blocco tariffe

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa a firma del direttivo di Umbertide cambia sulla questione RSA di Umbertide e la richiesta di un Consiglio comunale con all'ordine del giorno argomenti richiesti da tutte le opposizioni: dal piano emergenziale sanitario al blocco delle tariffe. Consiglio comunale richiesto da tutte le opposizioni per fare chiarezza su RSA, Piano emergenziale sanitario e blocco tariffe.  "Facciamo chiarezza informativa sulle abbondanti parole in libertà riguardanti la gravissima chiusura della RSA di Umbertide. Dal primo giorno che siamo in Consiglio ci stiamo battendo, insieme alle altre opposizioni,  con tutte le forze per il potenziamento dei Servizi sanitari e ospedalieri e per uscire dall’isolamento territoriale-amministrativo in cui ci ha relegato questa maggioranza. Ribadiamo che la RSA non si tocca. Per nessun motivo e per nessuna compensazione. Serve ad Umbertide ed è un suo patrimonio - di persone, risorse e professionalità - che semmai va valorizzato, e non distrutto. Le parole del comunicato USL (per cui la RSA, finita l’emergenza, tornerà con almeno lo stesso numero di posti letto e operatori) sono per noi una dichiarazione d’onore irreversibile e non negoziabile. Se accadesse il contrario, metteremmo in atto tutte le vie amministrative, regionali e giudiziarie per bloccare questo scempio.  Aggiungiamo che per noi la RSA non si tocca nemmeno nella transizione Covid. Anzi, in questo momento potrebbe essere utilizzata per la gestione di persone in sorveglianza sanitaria, isolamento fiduciario o in permanenza domiciliare che non possono però trascorrere a casa il periodo di quarantena. Quindi la RSA serve più di prima, soprattutto all’interno di un Piano sanitario emergenziale ancora purtroppo non individuato e attuato. Per tale ragione abbiamo presentato in Consiglio comunale, quest’ultimo richiesto in modo compatto da tutte le opposizioni, un odg sulla RSA e vediamo chi sta con chi. Questa la verità e la concretezza d’azione per fare il bene della città."    

09/04/2020 12:43:48 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy