Notizie » Economia Acquisto prima casa: domani sarà pubblicato il bando regionale

Sarà pubblicato domani, mercoledì 16 settembre, il Bando per la concessione di contributi finalizzati all’acquisto della prima casa, così come deliberato dalla Giunta regionale il 22 luglio scorso, su proposta dell’assessore alle politiche della casa. Enrico Melasecche.   “Le risorse che la Regione mette a disposizione per questa finalità ammontano a 3.800.000 euro – ha affermato l’assessore Melasecche -, si tratta di una cifra importante che consente di raggiungere il duplice obiettivo di aiutare direttamente circa 110 famiglie che intendono investire sulla prima casa grazie all’assegnazione di contributi a fondo perduto e contemporaneamente ridare linfa vitale al mercato immobiliare assicurando un impatto finanziario stimato in oltre 10 milioni di euro”.    Il Bando e il modello di domanda sono reperibili nel sito della Regione Umbria sia sul canale “Bandi” che sull’area tematica “Edilizia casa”, nella sezione dedicata all’acquisto della prima casa.   “Le tre categorie ammesse a finanziamento, individuate dalla Giunta regionale in quanto ritenute di importanza strategica per le politiche regionali – ha sottolineato Melasecche -, sono quelle delle giovani coppie (coniugate o conviventi con età non superiore a 40 anni); single (giovani di età compresa tra 25 e 35 anni) e famiglie monoparentali (famiglie con un solo genitore e figli a carico).    Il contributo concedibile corrisponde al 30 per cento del costo dell’alloggio indicato nel contratto d’acquisto fino ad un massimo di: 30.000 euro per le giovani coppie e le famiglie monoparentali, elevabile fino a 40.000 euro se l’alloggio acquistato è ricompreso nel centro storico dei Comuni (zona A del P.R.G. ad eccezione delle zone A delle frazioni); 20.000 euro per i single, elevabile a 30.000 euro se l’alloggio acquistato è ricompreso nel centro storico dei Comuni (zona A del P.R.G. ad eccezione delle zone A delle frazioni). Le domande potranno essere presentate fino al 15 ottobre 2020.

15/09/2020 11:17:49 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Economia A Spasso per Umbertide: la nuova guida gratuita in distribuzione alle Fiere di Settembre

E' in distribuzione in questi giorni - pubblicata da Digital Editor srl - una breve guida del territorio, A Spasso per Umbertide, disponibile gratuitamente durante le Fiere di Settembre e presso tutte le attività che hanno aderito al progetto. "Anche in questo 2020 del tutto particolare, - spiegano da Digital Editor - non abbiamo voluto mancare l’appuntamento che ormai da sei anni ci permette di rendere omaggio alla nostra bella Umbertide e a tutti gli imprenditori e commercianti che mai come ora, hanno dimostrato la loro determinazione. L’emergenza Covid-19 ha certamente stravolto la programmazione del nostro amato settembre umbertidese ma noi abbiamo deciso di continuare a celebrare il territorio con una nuova edizione di questa breve guida, dedicandola ad alcune Vie di Umbertide. Quelle stesse vie, che percorriamo quasi quotidianamente e di cui conosciamo spesso i nomi ma non la loro storia. Personaggi o avvenimenti a cui le nostre strade sono dedicate e in grado di raccontarci in qualche modo anche la nostra storia. Una breve ricerca toponomastica (ne abbiamo potuto selezionalre solo alcune e la scelta credeteci nella storia della nostra Umbertide è risultata variegata e difficile), ispirata al l’incredibile lavoro di Bruno Porrozzi “L’uomo nella Toponomastica” e al prezioso contributo di Pietro Vispi “Profili Biografici Umbertidesi. Impossibile poi non segnalare la bellissima immagine di copertina scattata dall'umbertidese Mattia Zebi che ne ha gentilmente concesso l'uso”. Un grazie particolare a tutte le attività  che hanno aderito alla Guida A Spasso per Umbertide:   Tappezzeria Marinelli CS Lavanderia Toplife Lavapiu Tabaccheria Silvia Siderpucci Angelo Onoranze Funebri In.Ser.t Tappezzeria Sponticcia Tabaccheria Minelli Papiro Lavanderia Primavera Asd Club Griphus Vittoria Assicurazioni Ti Rilego Linea Pets La Tartaruga 0-14 Fiammetta Gioielleria Castelletti Mariano NewTeam Autocarrozzeria MR Nanni Sergio Carrozzeria Emme3 Tobba Revisioni Armonie Parrucchieri Centro Estetico L’incanto La Bottega delle Erbe Idea Donna 50 Sfumature di Colore Enoteca Ezio Bani Torteccetera Il Rasagnolo Macelleria Rinaldi Calico Jack Tavern Fabula Termoidraulica Sabbioni Meccanica TreB F.M. Impianti M.C. System - Bianco Digitale

10/09/2020 12:01:37 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Economia Confcommercio Umbria boccia la mancata proroga delle scadenze: effetti molto pesanti sulle imprese umbre

Il presidente di Confcommercio Umbria Giorgio Mencaroni: “Dobbiamo scongiurare a tutti i costi il rischio chiusura per tante piccole imprese, stremate dall’emergenza economica" Nella giornata più calda per le scadenze fiscali, anche Confcommercio Umbria boccia come doppiamente sbagliata la mancata proroga, che avrà effetti molto pesanti sulle imprese umbre, già in grave difficoltà a causa della crisi. “La mancata proroga non riconosce i problemi di liquidità del sistema imprenditoriale – sottolinea il presidente di Confcommercio Umbria Giorgio Mencaroni – e alza concretamente il rischio chiusura delle imprese, che certamente avrebbe un impatto sui conti pubblici molto più pesante di quello che avrebbe avuto la proroga. Il nostro timore – aggiunge il presidente Mencaroni – è che tante imprese e tanti lavoratori autonomi non saranno in grado di procedere ai versamenti nei termini previsti finora, come fanno presagire i dati sull’andamento dei consumi: una caduta di quasi il 30% nel complesso del secondo trimestre su base annua. Sono dati che rendono chiaro quanto sia difficile la situazione e quanto sia profonda la crisi di fatturato e di liquidità delle imprese. Assieme a tutto il sistema Confcommercio, chiediamo pertanto la riapertura dei termini dei versamenti di saldo e acconto, senza sanzioni e interessi, almeno fino al 30 settembre. E siamo convinti che andrebbero riprogrammate anche le scadenze fiscali di settembre, prevedendo moratorie più ampie ed inclusive. Dobbiamo scongiurare a tutti i costi il rischio chiusura per tante piccole imprese, stremate dall’emergenza economica”.

20/07/2020 15:23:28 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Economia Borgo Fratta: un gioiello al centro di Umbertide

Informazione pubblicitaria Una struttura ricettiva che unisce turismo familiare e business Un piccolo gioiello al centro di Umbertide, esattamente a pochi metri dalla maestosa Rocca, da monumenti e vie di una bellezza unica. Borgo Fratta è un tesoro architettonico, ricostruito con cura estetica e un meticoloso lavoro di restauro, grazie anche alla passione e al buongusto dei proprietari che hanno ridato lustro e vita ad una costruzione ormai abbandonata da tempo. Il risultato sono 6 appartamenti, raccolti intorno ad un'incantevole corte, dove, soprattutto durante le calde serate estive è possibile rilassarsi e godere di una tranquillità rara. Una ricostruzione attenta, inziata nel 2016, che ha permesso di ristrutturare i caseggiati presenti, con le fattezze di un borgo, che ha ispirato anche il nome della struttura, unendo la conformazione del complesso all'antico nome di Umbertide: Fratta, appunto. Il carattere originario degli edifici è stato mantenuto ma sapientemente coniugato con comodità e modernità, alla base di ogni buona filosofia ricettiva.  Perfino le due stalle sono state trasformate, diventando due degli appartamenti più affascinanti, posizionati a piano terra e per questo accessibili anche a persone con ridotta mobilità. La cura nella realizzazione di Borgo Fratta non si è fermata alla parte esterna ma ha coinvolto l'intero arredamento, dal gusto moderno ed essenziale arricchito con qualche tocco d'arte, come la collezione del Calendario Pirelli che valorizza due degli alloggi in tutta la sua libertà espressiva.  Gli appartamenti, i cui nomi richiamano alcuni dei monumenti e attrattive più conosciuti del territorio (Rocca, Collegiata, San Francesco, San Bernardino, Santa Croce e Civitella Ranieri) sono arredati e forniti di ogni comfort: a partire dalla cucina completamente accessoriata (piano cottura, forno elettrico, frigorifero, bollitore), dotatata di stoviglie di porcellana e una moka per potersi gustare a tutte le ore un buon espresso. Un'attenzione ai dettagli meticolosa, data anche e soprattutto dall'esperienza di viaggi che i proprietari hanno raccolto negli anni. Le esigenze degli ospiti, che si tratti un turismo business o familiare, sono state alla base della creazione di Borgo Fratta. Per questo nulla è lasciato al caso: ad un sistema computerizzato di accesso, si aggiunge un moderno impianto di climatizzazione, per estate ed inverno. e una rete wi-fi free a 200mb, che consente una connessione velocissima, oggi praticamente indispensabile. Due appartamenti possono essere affittati per brevi periodi (da un minimo di due giorni), mentre il resto degli alloggi ha una locazione di medio lungo termine, durante tutto l’anno.  Sia che si arrivi ad Umbertide come turisti, che per esigenze lavorative o anche sanitarie, vista la vicinanza alla rinomata struttura Prosperius. Borgo Fratta è pronta ad accogliere i suoi ospiti in un'atmosfera rilassata, in un contesto moderno e tecnlogico, e in una posizione assolutamente strategica. Isolato quanto basta per assicurare riposo ma immerso lo stesso nel centro cittadino, a pochi passi dalle bellezze di cui Umbertide e tutta l'Umbria sono ricchissime. Un'eccellenza ricettiva dimostrata anche dall'alta percentuale di gradimento assegnata dal famoso sito di prenotazione online booking.com: 9,5 su 10. Un punteggio d'eccellenza ottenuto da precise recensioni rilasciate da chi ha soggiornato con soddisfazione a Borgo Fratta.

10/07/2020 10:59:16 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Economia Molini Popolari Riuniti, l’assemblea dei soci approva il bilancio 2019

Il presidente Dino Ricci: “Rafforzamento importante dell’assetto patrimoniale della cooperativa” - Nel futuro investimenti su centri stoccaggio e servizi, nella mangimistica e nella panificazione   Dopo le assemblee separate con le elezioni dei delegati, si è svolta venerdì 3 luglio a Umbertide, nella sede della cooperativa, l’annuale Assemblea dei soci della Molini Popolari Riuniti (Mpr) per la presentazione del bilancio 2019. Le assemblee si sono svolte in forma mista (presenza fisica e collegamento video) nel rispetto delle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria Covid-19. “Il bilancio registra risultati estremamente positivi – ha spiegato Dino Ricci, presidente di Mpr. – “Il fatturato è stato di 67 milioni di euro con un aumento del 4,58% rispetto al 2018. L’utile netto è stato di oltre 700 mila euro, con un patrimonio netto consolidato di 15 milioni di euro circa, aumentato perciò del 5% rispetto al bilancio precedente. Sono stati realizzati anche in questo esercizio investimenti per oltre 1,8 milioni di euro. Il cash-flow prodotto è stato di 2,6 milioni di euro. Tutto ciò ha determinato un rafforzamento importante dell’assetto patrimoniale della cooperativa”. “La gestione caratteristica – ha proseguito Ricci – ha avuto un miglioramento significativo al quale si sono aggiunte un saldo positivo delle partite straordinarie che abbiamo realizzato a seguito di dismissioni di asset aziendali non strategici. Molti degli obiettivi che avevamo in programma con il budget 2019 sono stati conseguiti; i cereali complessivamente ritirati sono stati  625 mila quintali (+17% rispetto al 2018); le produzioni mangimistiche dello stabilimento di Pierantonio hanno raggiunto un milione e 44 mila quintali (+ 5,31% rispetto al 2018) e l’impianto molitorio di Amelia ha raggiunto una lavorazione di grano tenero di 186 mila quintali (+31,88% rispetto al 2018). Molto positivi sono stati i risultati ottenuti nell’area della panificazione, con un aumento delle produzioni di 1.704 quintali (+3,39% rispetto al 2018) e un aumento del fatturato di circa il 10%. Questi risultati sono anche il frutto di scelte fatte in questi anni sul versante degli investimenti finalizzati alla valorizzazione delle produzioni dei nostri soci e produttori agricoli in genere”. “È proseguito anche in questo anno – ha aggiunto Ricci – l’impegno in direzione di un potenziamento della rete commerciale con l’obiettivo di valorizzare le nostre produzioni ma anche la nostra ‘distintività cooperativa’ che trova nella sicurezza alimentare, attenzione all’ambiente, e controllo della filiera, gli elementi qualificanti del fare impresa”. Ricci ha spiegato, poi, che la cooperativa ha in programma ulteriori investimenti nei prossimi anni per oltre 6 milioni di euro sia sul versante dei centri stoccaggio e servizi che su quello della mangimistica e della panificazione. “Vogliamo continuare a crescere per linee interne – ha specificato Ricci – mantenendo comunque attenzione ad eventuali opportunità da poter cogliere. Abbiamo raggiunto un accordo per la valorizzazione di parte dell’area in via della Repubblica a Umbertide, un’operazione molto importante per portare a compimento il piano di delocalizzazione. Per quanto riguarda il 2020 abbiamo predisposto un budget che prevede una crescita ulteriore del 4,5%, per un fatturato di circa 70 milioni di euro. Riteniamo comunque che in relazione all’emergenza Covid-19, i cui effetti economici saranno altrettanto drammatici quanto quelli sanitari, nel corso del secondo semestre verificheremo  gli obiettivi in relazione a quella che potrà essere l’evoluzione; allo stato attuale riteniamo comunque di confermarli tutti”.  “Alla data del 31 maggio – ha concluso Ricci – abbiamo avuto problematiche importanti nel comparto panificazione, con un calo di produzioni e fatturato determinato dalla chiusura delle scuole e dei minori acquisti di pane fresco a seguito del lockdown. Per quanto riguarda le altre attività non abbiamo avuto impatti negativi, anzi una crescita importante, ma sicuramente i costi straordinari peseranno sul conto economico. Siamo fiduciosi che, anche grazie al buon assetto patrimoniale e finanziario che la cooperativa presenta, saremo in grado di superare le criticità determinate dall’emergenza”.

06/07/2020 18:21:49 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Economia Bonus pubblicità 2020: con Informazione Locale investi in pubblicità e risparmi

 Il Decreto Rilancio permette di avere un credito di imposta fino al 50% degli investimenti sulle testate registrate tra cui Informazione Locale. Ripartire si può, anzi si deve. E noi di Informazione Locale, forti anche dei nostri numeri in costante crescita, siamo in grado di offrire alle aziende e agli esercizi commerciali del territorio la giusta visibilità necessaria per conquistare nuovi clienti e valorizzare prodotti e servizi. Il DL rilancio, per agevolare la ripartenza, ha ampliato il bonus pubblicità utilizzabile da aziende, professionisti singoli, enti non commerciali sugli investimenti pubblicitari effettuati nel 2020 sulla stampa quotidiana e periodica.. Ora questi potranno “recuperare” attraverso un credito d’imposta il 50% degli investimenti pubblicitari effettuati nel 2020. Bonus pubblicità: come funziona? In materia di pubblicità Il DL rilancio introduce, per il 2020, un regime straordinario del credito d’imposta sulla pubblicità, nella misura del 50% del valore totale degli investimenti effettuati nell’anno in corso. La copertura dell’intervento è assicurata dalle risorse del Fondo per il pluralismo e l’innovazione dell’informazione entro il limite complessivo, che costituisce tetto di spesa, determinato dal DPCM da emanare entro il prossimo 30 settembre e nei limiti dei regolamenti Ue. Bonus pubblicità: come richiederlo? Per accedere all’agevolazione, i soggetti interessati devono presentare una specifica istanza telematica (“prenotazione”) utilizzando un’apposita piattaforma dell’Agenzia delle Entrate e uno specifico modello, tra il 1° e il 30 settembre 2020. Bonus pubblicità: quali investimenti copre? L’agevolazione comprende gli investimenti riferiti all’acquisto di spazi pubblicitari e inserzioni commerciali su giornali quotidiani e periodici, anche locali editi da imprese titolari di testata giornalistica registrata presso il Tribunale.  Le spese ammissibili si calcolano al netto delle spese accessorie, dei costi di intermediazione e di ogni altra spesa diversa dall’acquisto dello spazio Adv. Bonus pubblicità: Informazione Locale cosa può fare per voi Informazione Locale può offrirvi tante soluzioni di visibilità che ben si adattano alle diverse tipologie di attività ed imprese commerciali. Si va dalle “classiche” pubblicità grafiche, agli articoli pubbliredazionali, con speciali tematici.   Per contatti Digital Editor srl via Roma, 99 Umbertide (PG) Tel. 0759415046 - info@digitaleditor.it

19/06/2020 16:50:36 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Economia Associazione “Giuseppe & Isotta Codovini”: assegnate le borse di studio al merito. Ecco i nomi dei vincitori

Assegnate le Borse di Studio al merito dall'Associazione umbertidese "Giuseppe & Isotta Codovini". Un premio rivolto a tutti gli studenti universitari del territorio umbertidese e montonese delle discipline economiche e ingegneristiche. "Nel tempo dell’emergenza e delle scelte difficile per tutti, l’Associazione Giuseppe e Isotta Codovini è doppiamente orgogliosa di annunciare i vincitori della II edizione della “Borsa al Merito e allo Studio Giuseppe Codovini”, rivolta agli universitari umbertidesi e montonesi in discipline economiche e ingegneristiche. Per la sezione Magistrale risulta vincitore Elena Centovalli, mentre per la sezione Triennale, Riccardo Rossi. I meritevoli premiati per il loro eccellente curriculum sono Aurel Picari, Filippo Nardi e Giordano Pazzaglia. Complimenti. Quest’anno il Premio acquista una dimensione valoriale in più, poiché nel momento della crisi si apre al futuro. Sostenere i giovani rappresenta un passo in avanti e inaugura una fase nuova. Se con il sostegno al reparto di Medicina-Rsa di Umbertide l’Associazione ha voluto doverosamente confermare la sua presenza a chi si batte con professionalità e fierezza nel presente difficile, con la Borsa di studio investe sulla progettazione: vuol dire credere su nuove competenze e sviluppo per l’intera comunità.    Ricordiamo, inoltre, che è ancora aperta il Sostegno alla specializzazione, iniziativa rivolta al supporto di corsi di specializzazione, che scade il 6 settembre 2020"

16/05/2020 12:43:27 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy