Sport Basket A2/F: il derby parla umbertidese, battuta Orvieto e salvezza raggiunta

Il derby dell’Umbria di basket femminile se lo aggiudica Umbertide. Partita ricca di emozioni al Morandi, con le ragazze di Contu che allungano in diverse occasioni, ma subiscono anche ritorni minacciosi delle rupestri. Alla fine le bianco-azzurre riescono a non andare nel pallone e portano a casa il match. Finisce 64-55 per la PFU che sale a quota 18 punti in classifica e raggiungono la salvezza matematica, obiettivo stagionale principale. Per le umbertidesi in doppia-doppia Jovana Mandic con 16 punti e 10 rimbalzi, in doppia cifra Federica Giudice con 15 punti e 13 di valutazione. Come dicevamo Meschi e compagne hanno messo il sigillo alla parola salvezza a sette giornate dalla fine della regular season con Alghero a 4 punti e Virtus Cagliari e Forlì a quota 6, con Umbertide avanti 2 a 0 negli scontri diretti, sia con le cagliaritane che con le forlivesi. Prossima partita sabato 3 marzo alle 18, ancora in casa, questa volta contro la corazzata Bologna.   Pall. Femm. Umbertide: Giudice 15, Mandic 16, Fusco 6, Dettori 8, Paolocci 7, Conti ne, Morelli ne, Cutrupi 4, Catalino 3, Meschi 5. Allenatore: Alessandro Contu. Vice: Francesco Posti Azzurra Ceprini Orvieto: Petronyte 5, Manzotti 8, Bambini 4, Porcu 18, Rupnik 6, Grilli, Granieri Fiorini 4, Kolar ne, Manfrè 10, Chrysanthidou, Coffau. Allenatore: Massimo Romano.   Classifica: Empoli 40, San Giovanni Valdarno 38, Palermo 36, Bologna 36, Civitanova Marche 30, La Spezia 26, Faenza 24, Campobasso 22, Savona 18, Orvieto 18, Umbertide 18, San Raffaele Roma 12, Forlì 6, Virtus Cagliari 6, Alghero 4.   Francesco Cucchiarini

25/03/2018 22:29:45 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre La ‘’Tree Events’’ di Umbertide vince il Premio Wedding Awards 2018

Riceviamo e pubblichiamo Tree Events Wedding & Party Planner di Umbertide, agenzia di organizzazione eventi di Barbara Cagnini, Giulia Gagliardini e Laura Magrini, ha ricevuto il premio Wedding Awards 2018 nella categoria Wedding Planner. Da quattro anni Matrimonio.com assegna questo prestigioso premio al fine di riconoscere l’eccellente lavoro realizzato dalle aziende del settore nuziale nel nostro Paese, trasformandosi così in un punto di riferimento nella scelta dei fornitori di nozze per le coppie che organizzano il loro matrimonio. Anche quest’anno Matrimonio.com, leader globale del settore nuziale, ha assegnato i Wedding Awards alle aziende e ai professionisti del settore basandosi esclusivamente sulle opinioni e le valutazioni delle coppie che hanno usufruito dei loro servizi. Il concorso premia il 5% delle aziende che hanno ricevuto il maggior numero di opinioni in ogni categoria, tra le oltre 52.000 presenti sul portale, basandosi principalmente sulle valutazioni del 2017 e considerando anche la continuità e la qualità del servizio da loro offerto. “Per assegnare questi premi, non esistono migliori giudici delle coppie che hanno già organizzato le proprie nozze. Sono loro i grandi esperti che possono dare una reale valutazione ai professionisti a cui hanno affidato il grande giorno. Quello del matrimonio è un giorno che, oltre a essere molto speciale, è per loro irripetibile, quindi è di vitale importanza che i professionisti ingaggiati facciano un buon lavoro. Questo riconoscimento rappresenta quindi la prova migliore per altre coppie che decidono di affidarsi a questi fornitori”, afferma Nina Pérez, CEO di Matrimonio.com Le categorie dei premi Wedding Awards sono 18: Banchetto, Catering, Fotografia e video, Musica, Auto Matrimonio, Trasporto, Partecipazioni, Bomboniere, Fiori e decorazioni, Animazione, Torte Nuziali, Sposa e accessori, Sposo e accessori, Bellezza e benessere, Gioielleria, Luna di miele, Wedding Planner e altro.    

25/03/2018 22:25:27

Cultura » Mostre Ad Umbertide la prima esperienza di teatro educativo

Riceviamo e pubblichiamo E' nata ad Umbertide e martedì 27 marzo alle ore 17 verrà presentata ufficialmente al Tieffeu di Perugia “Dal contesto al testo”, esperienza di teatro educativo realizzata dagli alunni del Campus Leonardo da Vinci e dall’Informagiovani del Comune di Umbertide in collaborazione con l'educatrice – attrice Eleonora Giannelli. L’esperienza è stata riconosciuta da UILT (Unione Italiana Libero Teatro) e AGITA, associazione che promuove la cultura teatrale-artistica nella Scuola e nel Sociale, riconosciuta dal MIUR, tra i firmatari del Protocollo d’intesa 2012/2015 “per la realizzazione di iniziative volte alla promozione e valorizzazione del linguaggio teatrale nelle scuola e per la realizzazione della Giornata Mondiale del teatro”. “Il percorso – hanno spiegato dall'Informagiovani – ha avuto inizio con le giornate di didattica seminariale autogestite dagli studenti del Campus Leonardo da Vinci di Umbertide nel dicembre 2014. I rappresentanti di Istituto chiesero all’informagiovani di intervenire per un laboratorio di lettura con gli studenti del biennio. Proponemmo delle letture tratte da brani di libri e dai testi di canzoni da loro preferiti. Le letture in verità non furono esaltanti ma, stimolati a capire il testo e la situazione emotiva che quei brani potevano evocare, da subito la lettura cambiò volto. Da quella breve esperienza alcuni partecipanti ci chiesero di attivare un vero e proprio laboratorio e, grazie alla sinergia tra Informagiovani, associazione Culturale Insight, cooperativa ASAD e Campus, partecipammo ad un bando della Regione Umbria nel 2015 – 2016. Prese così il Laboratorio di Educazione all’emotività tramite gli strumenti del Teatro che, dopo mesi di lavoro di gruppo, prove d’attore e scrittura creativa sulla difficoltà di essere giovane oggi, ha messo in scena nel giugno 2016 lo spettacolo 'Le nostre prigioni'”. “Grazie alla pedagogia – há spiegato Eleonora Giannelli - che pone al centro dell'azione educativa la persona con tutte le sue potenzialità, e grazie agli strumenti del teatro, che stimolano lo sviluppo della creatività e della comunicazione, non si è mai cercato di formare attori ma abbiamo incoraggiato la ricerca personale e la gestione di relazioni di gruppo, potenziando il binomio mente/corpo in relazione allo spazio circostante”. “Il teatro che abbiamo immaginato – ha continuato Aldo Manuali, pedagogista dell’Informagiovani - non è il fine ma il mezzo per capire il mondo, gestire le emozioni, partecipare in modo diverso più creativo, apparentemente meno impegnato ma più efficace. Essere se stessi, non per rivendicare o innalzare muri, ma per condividere, spostando l’ottica dal mio-tuo al nostro. Questo è la nostra idea di teatro di comunità: un processo nel quale i giovani costruiscono il loro diritto di cittadinanza riappropriandosi di luoghi della città e al contempo reclamando il loro diritto di essere visti, uno strumento di formazione alla responsabilità, attraverso la metodologia della ricerca-azione. Questa tecnica che individua il gruppo come agente di cambiamento permette di avviare un processo circolare tra conoscenza e trasformazione della realtà, per cui la teoria orienta l’azione indirizzata al cambiamento e gli effetti riorganizzano le conoscenze di chi vi partecipa. Individuato un luogo della loro città ritenuto attualmente inidoneo attraverso la ricerca-intervento, i ragazzi hanno recuperato tessere di un puzzle sconosciuto, incontrando persone e ascoltando le loro narrazioni. Dopo aver recuperato foto e documenti, si è giunti a tracciare una storia sconosciuta ai ragazzi del posto, creando ponti con la memoria che sarà la base sulla quale immaginare un futuro. Oggi siamo nella fase di decodifica e contestualizzazione che ci porterà alla proposta che sarà lo spettacolo da rappresentare nel luogo scelto a diventare la scenografia naturale, il contesto dove i giovani rappresenteranno il loro testo. Il copione sarà il documento che consegneremo all'Amministrazione come contributo per lo sviluppo delle politiche verso i giovani con i giovani”.

25/03/2018 22:18:59

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy