Sport Volley Umbertide a segno contro Pallavolo Perugia, superata 3 a 0 nell’ultima trasferta

Alla ripresa delle ostilità dopo la pausa natalizia, le umbertidesi sono molto determinate e mettono a segno la vittoria che consente di agguantare la vetta della classifica Perugia – Non è mai facile riprendere dopo la pausa natalizia, che a volte può anche lasciare nelle gambe scorie difficili da eliminare. Però le biancorosse guidate da Maddalena Rosi, pur concedendosi il meritato riposo, hanno continuato a lavorare in palestra (quasi) a pieno ritmo anche durante il Christmas time. E il risultato si è visto proprio a partire dalla partita disputata contro Pallavolo Perugia, di sostanza e senza sbavature. E dire che causa malanni di stagione e qualche indisponibilità, ai blocchi di partenza qualche incertezza c’era. Ma, come detto, la prestazione è stata eccellente e con i tre punti incamerati Umbertide conquista il secondo posto della classifica a pari punti (27) con Colleluna. La partita Al fischio di inizio, al centro, la giovanissima Beacci sostituisce l’indisponibile Moretti, mentre in zona 4, al posto di Busti, ancora alle prese con un fastidio muscolare, ma a disposizione, c’è Sarnari. Le ospiti partono bene, portandosi sul 2 – 5 e poi sul 4 – 7 con l’ace di Sarnari. Le padrone di casa si riportano in parità (10 – 10) e mettono il naso avanti (13 – 12) dopo una ricezione lunga delle umbertidesi. A quel punto sale in cattedra Leonelli, che a muro erge le barricate (3 vincenti per lei) e si fa sentire in attacco, fino a conquistare il set point (18 – 24). Chiusura del parziale con l’attacco al centro di Giorgi (19 – 25). Alla ripresa del gioco a partire bene sono invece le perugine, che si portano a + 4 (6 – 2). Ma la reazione di Umbertide non tarda a venire: - 1 con un altro ace di Sarnari (7 – 6) e pareggio (8 – 8) dopo una lunga azione caratterizzata da ottime difese da ambo le parti, chiusa in attacco da Beacci. Coach Rosi dà un po’ di respiro alla convalescente Bianconi, sapendo che può contare su Busti, che dal canto suo stringe i denti e dà il suo prezioso contributo in seconda linea. In campo anche l’altra green Ceccagnoli quando Umbertide osa di più al servizio: è l’ace corto di Bianconi, appena rientrata in campo, sommato a quelli di precisione (due consecutivi) della regista Ubaldi a portare al set point (22 – 24). Leonelli c’è e chiude il frangente con l’attacco vincente da zona 2 (22 – 25). Scatto bruciante delle ospiti in avvio del terzo set, con Sarnari che mura (1 – 6), Beacci a segno con una pregevole fast (1 – 9) e poi con ben tre aces consecutivi (5 – 16). Coach Rosi cambia la diagonale, con Fiorucci e Leveque per Ubaldi e Leonelli. Ed è proprio Leveque a siglare l’attacco vincente che fissa il punteggio sul 7 – 19. Scava ancora il solco la prima linea di Umbertide, a segno ancora con Beacci (10 – 22), Sarnari (11 – 23) e Leonelli, che mette a referto il mani out che vale la conquista della frazione (15 – 25) e dell’incontro.   Vetta in … coabitazione La bella vittoria conquistata contro le perugine, consente alla squadra di Maddalena Rosi di portarsi a 27 lunghezze, al secondo posto, ma con gli stessi punti di Colleluna, prima in classifica. Al terzo posto, ma con una partita in meno Narni, che mercoledì prossimo se la vedrà sul campo di CLT Terni Mancano solo due partite alla fine di questa prima fase, che vedrà impegnate le biancorosse prima sul campo di Spoleto e infine in casa contro CLT Terni. L’importante sarà conquistare il massimo dei punti a disposizione. Anche perché l’ultima giornata vedrà di fronte proprio Colleluna e Narni, con la possibilità non certo peregrina di sfruttare l’occasione e, chissà, di avanzare ancora. Impresa alla portata di Umbertide, che è chiamata a confermare le buone sensazioni e l’ottimo livello di gioco di quest’ultima partita, anche con le pedine meno utilizzate.   TORME MECCANICA PALLAVOLO PERUGIA – VOLLEY UMBERTIDE    0 – 3 (19 – 25, 22 – 25, 15 – 25)   VOLLEY UMBERTIDE: Ubaldi (C), Bianconi, Leonelli, Giorgi, Busti, Sarnari, Ceccagnoli, Beacci, Leveque, Girelli (L1), Giulietti (L2). N.e.: Moretti. Allenatore: Maddalena Rosi   TORME MECCANICA PALLAVOLO PERUGIA: Vescarelli (C), Bentaremo, Brufani, Cesarini, Commodi, Di Giuseppe, Stentella, Zizi, Miorelli (L). Allenatore: M. Stramaccioni   Arbitro: Michael Surace  

14/01/2020 13:04:18 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano “Sali d'argento e megapixel - Mezzo Secolo di Fotografi(a) ad Umbertide”: una mostra per ricordare Peppe Cecchetti attraverso le sue opere e quelle di dodici fotografi umbertidesi

"Sali d'argento e megapixel - Mezzo Secolo di Fotografi(a) ad Umbertide. Ricordando Peppe Cecchetti”: è questo il titolo della mostra che si terrà dal 18 gennaio al 15 febbraio alla Rocca – Centro per l’arte contemporanea in cui 12 fotografi, tutti umbertidesi, per la prima volta insieme esporranno le loro opere. Una sede prestigiosa per un evento destinato ad inaugurare un percorso culturale incentrato sull’immagine  fotografica, in una città che trent’anni fa lanciò l’apprezzatissima “Fotografia in Umbria”, manifestazione di livello nazionale oggi da rilanciare. Esposti, oltre agli scatti dei dodici fotografi locali, quelli bellissimi di Giuseppe  Cecchetti, che ad Umbertide (dopo la sua esperienza internazionale), ha segnato un’epoca. «La mostra – dice Paolo Ippoliti, uno degli organizzatori dell’evento – si compone di centoventi fotografie che faranno corona a quelle di “Peppe”, che fu amico caro di alcuni tra coloro che espongono. Un omaggio a colui che consideriamo un “maestro” indimenticabile, il cui sapere è stato poi ritrasmesso nel tempo ad altri. C'è infatti un filo sottile, ma indissolubile che lega Peppe Cecchetti ai  fotografi  in mostra e che sarà illustrato con un breve ma affettuoso ricordo a cura di Diego Zurli, il giorno dell'inaugurazione sabato prossimo alle 17.30». “Sali d‘argento e megapixel”, ovvero dal rullino analogico al sensore digitale,  abbraccia 50 anni di fotografia, partendo da Cecchetti con le sue Rolleiflex e le sue Olympus fino al sedicenne di oggi munito di mirrorless. Alle pareti della Rocca scatti di professionisti, semi professionisti, amatori,  dal pensionato al giovane che sogna la professione: tutti umbertidesi, anche il ragazzo  di origine marocchina che sta ottenendo la cittadinanza italiana. «Ci sono 50 anni di umbertidesità dentro – rimarcano gli organizzatori – fatti di cultura,  gusti, stili e soggetti diversi.  Si va dalla street photograpy al reportage classico, dal jazz alla foto di scena e teatro, dalla fotografia naturalistica al paesaggio classico, passando per quello umbertidese. La città non è però il tema della mostra, pur sfiorato da alcuni autori. Il tema è lo stesso fotografo umbertidese, come lo fu Peppe. Dai sottolineare anche una rimarchevole “quota rosa”, con tre eccellenti professioniste ed una fotoamatrice molto apprezzata».  «La mostra – sottolinea ancora Paolo Ippoliti - vuole  rimettere al centro dell'attenzione  l’immagine fotografica in un suo spazio autonomo, ponendo le basi per la  riscoperta del lavoro di altri professionisti locali che, insieme ed oltre Cecchetti, hanno fatto la fotografia umbertidese. Vorrei ringraziare l’amministrazione comunale per l’entusiasmo con cui ha accolto questo progetto ed in particolare, per il suo impegno ed il suo sostegno, l’assessore Sara Pierucci. Un grande grazie a Giada Sonaglia per il magnifico manifesto della mostra e a Vittorio “Dedo” Dragoni per la grande cura dedicata all’allestimento». «La fotografia – conclude l’assessore Sara Pierucci – rimane una tra le espressioni artistiche  più efficaci e dirette sia dei singoli, appassionati o professionisti e sia, come in questo caso, di una città. Ringrazio di cuore tutti coloro che hanno organizzato e che partecipano alla mostra, inizio di un nuovo progetto dedicato a questa magnifica arte».  In mostra, le foto di Giuseppe Cecchetti e di: Giorgia  Fanelli, Veronica Vannoni, Giulia Corinti, Antonella Ubbidini, Fausto Cambiotti, Diego Zurli, Luigi Toscano, Augusto Fanelli, Paolo Ippoliti, Souhail Kamil, Valentino Sonaglia, Mattia Zebi. Inaugurazione presso la Rocca – Centro per l'Arte contemporanea, ore 17.30. La mostra, patrocinata dal Comune di Umbertide e a ingresso gratuito, sarà visitabile tutti i giorni nei seguenti orari: 10.30 /12.30 – 16.30/18.30 (chiuso il lunedì).

14/01/2020 12:53:43 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Al Campus “Da Vinci” la cerimonia di consegna dei diplomi agli studenti che hanno superato l'esame di Stato 2019

Al Campus “Leonardo Da Vinci” di Umbertide si è svolta la cerimonia di consegna dei diplomi agli studenti che hanno superato l'esame di Stato 2019. Nell'aula magna “Marcella Monini” a conferire le pergamene alle ragazze e ai ragazzi che hanno tagliato questo importante traguardo sono stati la dirigente scolastica Franca Burzigotti e l'assessore all'Istruzione del Comune di Umbertide, Alessandro Villarini.   Come ricordato dalla dirigente Burzigotti, tutti i 168 maturandi del Campus hanno conseguito l'esame di Stato, che quest'anno comprendeva alcune novità, come la doppia prova di Matematica e Fisica e l’ incognita dell’estrazione della busta al colloquio. La media di chi si è diplomato col massimo è stata altissima (11,5%) rispetto a quella nazionale (5,6%) e con punte massime del 26,6% nell’indirizzo Economico Sociale e del 25% nell’indirizzo Scientifico International Cambridge che ha fatto incetta di 100/100 (7 in totale) e di lodi (4 in totale).   La dirigente ha voluto sottolineare l’ottimo risultato delle classi dell’indirizzo professionale ”Servizi Commerciali” in cui due ragazze hanno ottenuto 100/100 e una anche la lode. Molto significativo è stato anche il numero (pari a 25) di ragazzi, distribuiti su tutti gli indirizzi che hanno avuto una valutazione compresa tra 90 e 99 centesimi e 26 quelli nella fascia 80-89. Gli studenti del Linguistico hanno affrontato un’impegnativa prova d’Esame aggiuntiva in storia e letteratura francese: 28 alunni su 32 l’hanno superata ottenendo il prestigioso Baccalaureat francese. In totale, quindi, su 168 dipolmati, 51 hanno conseguito anche diplomi doppi (tra i quali 23 italo-inglesi Icgse Cambridge conseguiti dal Liceo Scientifico Cambridge e rilasciati dal prestigioso ateneo britannico), oltre quello italiano.   La mattinata si è aperta con il conferimento del diploma ai ragazzi che hanno conseguito la maturità con il voto di 100/100 e 100/100 e lode, accompagnati, oltre che dai loro docenti del Campus anche ai loro insegnanti della primaria e della scuola secondaria di primo grado. Gli studenti che hanno ottenuto la votazione di 100/100 sono stati: Mattia Argentari, Arianna Codovini, Chiara Silvia Codovini (V A LS), Eya Hajri (V A PSC), Cristiano Giuseppe Schiavolini (V A LL), Alice Duranti (V B LL), Silvia Belli, Alessia Mitri, Antonio Vasile Chirila, Lorenzo Peraino (V A LES), Asia Ansuini, Elisa Riccardini, Benedetta Carnevali (V A LSU).   Questi invece i nomi dei maturandi che si sono diplomati con 100/100 e lode, ai quali è stata consegnata la borsa di studio del Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca: Gianni Curti e Giulia Ruggeri (V A LS), Lucia Fonti e Martina Monni (V B LS), Chiara Moroni (V B PSC), Annalisa Rubini (V B LL).   Infine, l'assessore Villarini ha assegnato ad Alessia Mitri (V A LES), Martina Tucci e Giusy De Rosa (V A LSU) le borse di studio erogate dal Comune di Umbertide.   Dopo le testimonianze degli ex allievi Martina Marcucci (ora docente presso il Campus), Letizia Caldari, Simone Fedeli e Matteo Ventanni (tutti e tre laureati), la cerimonia è proseguita con la consegna dei diplomi agli studenti di tutte le undici classi quinte che hanno conseguito la maturità. “Avete avuto modo di studiare in un istituto di primo ordine che nel tempo è divento un punto di riferimento per tanti studenti, per le loro famiglie e per tutto il mondo della scuola – ha detto l'assessore Villarini congratulandosi con i diplomati – Nel corso di questi anni, solo per fare un esempio, avete effettuato esperienze all'interno di laboratori all'avanguardia, all'estero e nelle aziende del territorio. La scuola ha il dovere di formare i cittadini di domani e da questo punto di vista il Campus Da Vinci da anni riesce a centrare questo obiettivo in maniera meritata e costante”.

14/01/2020 12:51:22 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Mercato settimanale di Pierantonio, si cambia

Il mercato settimanale di Pierantonio cambia volto.   La giunta comunale ha approvato la nuova distribuzione degli spazi e dei posteggi del mercato che si svolge ogni martedì mattina nella frazione. Il provvedimento si è reso necessario al fine di ridefinire la collocazione dei banchi del mercato settimanale, in modo da distribuire i posteggi dei commercianti ai lati dell'area di piazza XXV Aprile.   A novembre dello scorso anno, sul tema si è svolto un tavolo di concertazione tra l'Amministrazione Comunale e i commercianti titolari di posteggio a Pierantonio, col fine di arrivare a una decisione congiunta e condivisa. Quindi, preso atto dei sopralluoghi compiuti dal personale della Polizia Locale e dello studio di fattibilità, la nuova collocazione dei banchi diventerà esecutiva a partire da martedì 14 gennaio.   “In una frazione come quella di Pierantonio nella quale si susseguono ininterrottamente, come da trend nazionale, le chiusure dei negozi, il mercato settimanale, con la sua offerta variegata di prodotti alimentari e non, rappresenta un momento molto atteso da tutti gli abitanti – afferma la vicesindaco e assessore al Commercio, Annalisa Mierla - Grazie alla sinergia fra l'assessorato competente, il comando della Polizia Locale e i rappresentanti della categoria, si è arrivati alla nuova disposizione dei banchi, effettuata in maniera più logica, con l'obiettivo di dare nuova linfa a questa tradizione diventata nel corso degli anni un punto di riferimento per tutti i pierantoniesi”.  

13/01/2020 11:49:04 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica L'Amministrazione Comunale risponde a Codovini: “Legalità e democrazia sempre rispettate da questa Amministrazione”

Riceviamo e pubblichiamo la risposta ad Umbertide cambia da parte dell'Amminsitrazioen comunale di Umbertide Il consigliere Giovanni Codovini di Umbertide Cambia si ricorda della legalità solo quando non ci sono più i suoi amici del Partito Democratico in maggioranza. Come anche Codovini ben sa, in un anno e mezzo, cioè da quando questa amministrazione si è insediata è stato già fatto il 7 marzo 2019 un Consiglio comunale dedicato solo ed esclusivamente alla presentazione di interrogazioni ed interpellanze (ovvero il cosiddetto “question time”) e ne è stato convocato proprio un altro nei giorni scorsi che si svolgerà alle ore 18 del 27 gennaio. Da giugno del 2018 a oggi, il Consiglio è stato convocato nove volte in seduta straordinaria (quella non legata al bilancio che invece è in seduta ordinaria, convocata sei volte) e in tutte queste occasioni è stata sempre rispettata, come da regolamento, l’ora e mezzo dedicata alle interrogazioni e alle interpellanze presentate dai gruppi consiliari, di cui il 90% circa da parte dell'opposizione. Se vogliamo essere ancora più precisi, nella seduta del Consiglio Comunale di giovedì 28 novembre tutte le interrogazioni e/o interpellanze presentate sono state affrontate e discusse. Siccome il regolamento del Consiglio prevede due sedute di question time all’anno al fine di smaltire le interrogazioni presentate, nella riunione dei capigruppo successiva al Consiglio sopra citato (convocata dal presidente in data 16 dicembre alle ore 12.30), nella quale Codovini non ha preso parte, era stato convenuto di comune accordo di non celebrare il question time per il mese di dicembre (perché  nessuna interrogazione era rimasta nel cassetto) e di rinviare la convocazione al successivo mese di gennaio ed infatti si terrà il 27 di detto mese. Quindi, nel respingere al mittente le considerazioni sulla lacuna democratica ci viene spontaneo domandare: come mai nella passata legislatura 2014-2017, con il PD al governo della città, essendo stato convocato solo un Consiglio Comunale con il question time in data 26 giugno 2015, il consigliere Codovini non si era minimamente degnato di invitare Umbertide Cambia a fare un esposto al prefetto denunciando una carenza di democrazia? Perché nella passata legislatura non fece questa mossa oggi tanto sbandierata? Forse perché esisteva una certa sintonia con il Partito Democratico che portò al commissariamento del Comune di Umbertide? Simpatia confermata nell'agosto del 2018 e del 2019, con la sua partecipazione come ospite alla Festa dell'Unità. Può sembrare un episodio assurdo, ma proprio il giorno in cui venne di fatto commissariato il Comune, il 14 dicembre 2017, era in programma proprio una seduta del Consiglio dedicata al question time. Quella volta, però, Codovini e i suoi, preferirono all'aula del Consiglio l'ufficio protocollo del Comune, luogo in cui due consiglieri di Umbertide Cambia più sette del PD firmarono le loro dimissioni spalancando così le porte all'arrivo del commissario. Questa amministrazione, a differenza del consigliere Codovini (capace solo di far commissariare il Comune e di scrivere al prefetto il  24 dicembre, cioè la vigilia di Natale) tiene sempre conto della democrazia e del fisiologico dibattito politico ma anche di trascorrere il Santo Natale in pace e serenità.

13/01/2020 11:42:10 Scritto da: Eva Giacchè

Sport Basket A2/F: La Bottega del Tartufo Umbertide cede di misura a Faenza

Sconfitta di misura per La Bottega del Tartufo Umbertide, sul difficile parquet della capolista Faenza. Le umbertidesi sono arrivate all'appuntamento galvanizzate, dopo aver centrato le final eight di Coppa Italia. Doveva essere un match molto complicato per la PFU, invece Giudice e compagne hanno dimostrato, ancora una volta, di potersela giocare contro ogni avversaria. Da segnalare le assenze di Paolocci, ormai out tutta la stagione e di Laura Gelfusa. Le squadre si sono inseguite per tutti i 40 minuti di gioco, con le faentine che hanno provato a scappare in due occasioni, nel secondo e terzo quarto, toccando il +11. Le bianco-azzurre però, mai dome, hanno sempre rimontato le avversarie, fino a mettere il naso avanti a 3 minuti alla fine. Faenza però si è riportata avanti con Franceschelli a un minuto dalla fine. La PFU ha poi sprecato l'occasione per portare a casa i due punti quando mancavano 19 secondi. Finisce 68-67.Un grande dispiacere per le ragazze di coach Contu, che rimangono a quota 18 punti, ma resta anche la convinzione che questa squadra potrà ancora mettere in difficoltà le squadre più ambiziose del campionato. Prossimo appuntamento domenica 19 gennaio alle 18 al Pala Morandi. Avversaria di turno High school Basket Lab Roma. E-Work Faenza - La Bottega del Tartufo Umbertide 68 - 67 (19-17, 36-32, 51-44) E-WORK FAENZA: Franceschelli 11, Chiabotto 2, Dell'Olio 6, Schwienbacher 8, Franceschini ne, Morsiani 10, Sangiorgi ne, Ballardini 2, Baldi 2, Soglia 11, Meschi, Brunelli 16. Allenatore: Rossi LA BOTTEGA DEL TARTUFO UMBERTIDE: Pompei 11, Giudice 6, Bartolini ne, Kotnis 15, Prosperi 15, Spigarelli 6, Moriconi 5, Paolocci ne, Gambelunghe ne, De Cassan 9. Allenatore: Alessandro Contu   

13/01/2020 10:23:03 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Umbertide Partecipa: “Niccone, una vallata dimenticata”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Umbertide Partecipa sulla vallata del Niccone "Non c’è altra spiegazione: la Vallata del Niccone non è considerata come altre zone del nostro Comune… La recente  decisione della Amministrazione Comunale  di non voler riparare l’impianto dell’ acqua calda della scuola del Niccone la dice lunga. E questa decisione si somma a tutte le altre cose non fatte che la precedente amministrazione aveva programmato e che quella attuale neanche le ha considerate. Ne citiamo alcune: risoluzione problema rete fognaria e scarico a cielo aperto a Spedalicchio, aggiornamento PRG per definire nuove lottizzazioni visto che oggi non ci sono più lotti liberi, realizzazione struttura esterna al CVA, banda larga su tutta la vallata, aggiornamento toponomastica, sistemazione definitiva della lapide di Penetola. Tutti interventi inseriti in un percorso costante di miglioramento delle Frazioni che oggi è totalmente fermo: ma sarà mai possibile che nel 2020 ci sia in inverno una scuola ELEMENTARE a tempo pieno senza acqua calda?? Assessore Villarini è in grado di dare  spiegazioni o contempla il silenzio come molti suoi colleghi di Giunta Sindaco compreso? Ma Assessore si rende conto dell’ enorme disagio che viene creato ai bambini, alle maestre e al personale tutto? La ASL ne è al corrente??. Stiamo parlando sempre della stessa scuola alla quale Lei, sotto la sua responsabilità,  ha deciso di dare  una “sistematina” tanto per far contenti i residenti invece di costruirne una nuova sicura dal punto di vista sismico al 100%!!   Ed inoltre oggi a fronte di questo nuovo problema dell’ acqua calda sorgono spontanee alcune ulteriori domande: la prevista ristrutturazione della scuola comprende anche la sostituzione delle tubature dell’ acqua, dell’impianto elettrico, dell’impianto di riscaldamento vecchi di oltre 60 anni ?  Certo non vogliamo sostituirci ai professionisti del settore, i quali avranno fatto o staranno facendo le loro valutazioni, ma riteniamo che tali dubbi meritino una risposta, magari nell’ambito di una pubblica assemblea.. Attendiamo fiduciosi.."

13/01/2020 10:15:46 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Umbertide cambia avanza doppio esposto al Prefetto di Perugia: “Per noi viene prima di tutto la legalità”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma del direttivo di Umbertide Cambia e del consigliere Gianni Codovini Alle parole sconclusionate e allucinate di qualche rappresentante della Lega e dei suoi ghostwriter (scrittori fantasma, o meglio scrittrice fantasma) - non dell’intero partito che, crediamo, non le sostenga - opponiamo il nostro stile e il rispetto della legalità che ci caratterizza. Questa maggioranza non solo è immobile e inabile ad amministrare (vedasi la gestione politica fallimentare del bilancio, l’aumento indiscriminato delle tasse, il depotenziamento dei servizi ai cittadini), ma non rispetta le regole base della democrazia rappresentativa, adottando un metodo a dir poco autoritario, violando palesemente lo Statuto comunale, il Regolamento del Consiglio comunale, non convocando i Consigli che debbono essere convocati, e i Regolamenti comunali di contabilità. La legge va rispettata comunque, e le regole del confronto semmai sono da potenziare non da limitare. La nostra cultura del rispetto dei valori repubblicani e delle istituzioni ci ha indotto a dire basta a questo scempio delle regole e, attraverso il nostro consigliere Gianni Codovini, abbiamo avanzato un doppio esposto al Prefetto di Perugia per ristabilire la legalità violata. Saranno il Prefetto e/o gli organi giurisdizionali preposti a far capire a questa Amministrazione che non esiste una «dittatura della maggioranza», che la legalità viene prima di ogni altra cosa. Come opposizione abbiamo il dovere etico e politico di vigilare e controllare senza fare sconti a nessuno. E questo lo faremo fino in fondo, senza paura, e con la trasparenza e la coerenza che dobbiamo ai nostri elettori (ricordiamo: 1555 contro i 1515 della Lega) e agli umbertidesi. Il Direttivo di Umbertide cambia Gianni Codovini, consigliere di Umbertide cambia

13/01/2020 09:49:24 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy