Attualità » Primo piano Giornata della Memoria: le celebrazioni ad Umbertide

Umbertide celebra la Giornata della Memoria, ricorrenza istituita dal Parlamento italiano il 20 luglio 2000 per commemorare le vittime dell'Olocausto nel giorno dell'abbattimento dei cancelli del campo di Auschwitz, avvenuto il 27 gennaio 1945.   Lunedì 27 gennaio, alle ore 11, il sindaco Luca Carizia parteciperà ad Assisi, presso il Museo della Memoria alla cerimonia di consegna da parte del prefetto Claudio Sgaraglia della Medaglia d'Onore conferita con decreto del Presidente della Repubblica all'umbertidese Amedeo Faloci e ad altri quattro cittadini residenti nella Provincia di Perugia, deportati o internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l'economia di guerra durante l'ultimo conflitto mondiale.   Inoltre, a Umbertide le celebrazioni si svolgeranno domenica 26 gennaio, alle ore 17, presso il salone d'onore del Centro socio-culturale San Francesco, quando il gruppo di lettura “Dallo scaffale a te” effettuerà declamazioni di brani, poesie e testi di canzoni che condannano la guerra, inneggiano la pace, affinché il ricordo non sia solo uno sguardo al passato, ma anche al futuro per non perdere la memoria e la speranza di un mondo dove la civiltà sia basata su rapporti umani rispettosi e giusti. Le letture dei brani saranno intramezzate con gli interventi musicali curati da Salvatore Zampini.   Dopo il saluto delle istituzioni cittadine il programma prevede letture tratte da “Il diario” di Anna Frank, da “Chi vuol vedere la mamma faccia un passo avanti” di Maria Pia Bernicchia e da “Il ragazzo di Auschwitz” di Steve Ross. Saranno quindi letti i testi di “Blowing in the wind” (di Bob Dylan), “Imagine” (di John Lennon), “Generale” (di Francesco De Gregori), “La guerra di Piero” (di Fabrizio De Andrè), “I bambini giocano alla guerra” (di Bertold Brecht), “Uomo del mio tempo” (di Salvatore Quasimodo), “L'arcobaleno” (di Gianni Rodari), “Verrà un giorno” (di Jorge Carrera Andrade) e “Ode alla pace” (di Pablo Neruda). La cittadinanza è invitata a partecipare.  

22/01/2020 12:25:39 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Un aiuto a persone colpite da Alzheimer, giovane coppia umbertidese effettua donazione alla Residenza Balducci

L’Alzheimer è una delle patologie più diffuse e devastanti, esso si combatte anche attraverso le donazioni di privati che hanno a cuore il problema degli anziani che ne sono affetti. È il caso di una giovane coppia umbertidese, Anna Giulia e Andrea che in occasione del battesimo del piccolo Gregorio, hanno voluto destinare una congrua somma alla Residenza Anziani “Balducci”. Ne danno notizia la presidente Chiara Ciarapica ed il Consiglio di amministrazione della struttura di via dei Patrioti, che hanno specificato che quanto donato verrà utilizzato per l‘acquisto di “Bambole reborn” che, per le loro caratteristiche, si sono rivelate particolarmente utili nell’applicazione della “Doll Therapy”, terapia della bambola, sviluppata in Svezia verso la fine degli anni ’90, che si rifà alla Teoria dell’attaccamento dello psicologo inglese John Bowley.   Costruite con grande cura da esperti artigiani, per assomigliare il più possibile a bambini veri, le “Bambole reborn” sono utilizzate a supporto della terapia farmacologica (purtroppo limitatamente efficace) nel trattamento degli anziani con grave decadimento cognitivo e con disturbi comportamentali, che se ne prendono cura, seguendo un attento protocollo terapeutico.   La bambola “Empathy doll” si trasforma così da semplice giocattolo a strumento terapeutico: grazie alle sue caratteristiche particolari (distribuzione del peso, dimensioni, tessuto morbido, sguardo, capelli sbarazzini, posizione di braccia e gambe, dimensioni e tratti somatici) diventando una risorsa nell’affrontare alcune situazioni problematiche che possono presentarsi durante il decorso della malattia. Studi recenti hanno infatti dimostrato un miglioramento nella dimensione affettiva e relazionale, attaccamento/accadimento, nella dimensione attentiva, nel comportamento di esplorazione ed un potenziamento della capacità di relazione con il mondo circostante. Dati confortanti che aprono uno spiraglio sula concreta possibilità di attenuare quei sintomi che impattano notevolmente con il benessere e la qualità di vita del soggetto e di chi gli sta accanto.  

21/01/2020 19:01:13 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Molini Popolari Riuniti: fatturato in crescita. 2019 chiuso a 67,5 milioni di euro

Il 2019 è stato un anno di crescita per la cooperativa Molini Popolari Riuniti (MPR) con un fatturato pari a 67,5 milioni di euro, tre in più rispetto all'anno precedente. “Il 2019 – ha dichiarato il Presidente Dino Ricci – è stato un anno di crescita ulteriore per la cooperativa che prosegue nella sua ‘mission’ di valorizzazione della produzione agricola dei soci, nel rispetto di persone, ambiente e salute dei consumatori. Gli obiettivi di budget sono stati nel complesso rispettati. Lo stabilimento di Pierantonio ha superato il milione di quintali di produzione di mangime. Nel comparto della panificazione c’è stato un incremento molto significativo, oltre un milione di euro di fatturato, e contiamo di attestarci attorno ai 13 milioni nel 2020. Siamo cresciuti soprattutto nel Lazio grazie all’innovazione nel prodotto”. “Per il 2020 – ha continuato il presidente – pensiamo di proseguire in un percorso di ulteriore crescita graduale, tra il 3% e 5%, nei settori strategici della mangimistica, molitoria, panificazione e servizi all’agricoltura”. Ricci ha poi aggiunto che non ci sono in cantiere investimenti significativi per il prossimo anno se non un percorso di progressiva ristrutturazione dei centri servizi e di stoccaggio, alcuni molto datati. Inoltre, è in corso un restyling dei negozi agri garden pollice verde. “Stiamo predisponendo il progetto per completare la delocalizzazione dell’impianto di Pierantonio e la realizzazione di un Centro servizi a San Martino in Campo – ha proseguito Ricci – e parallelamente stiamo definendo l’accordo per la cessione e valorizzazione del sito di via della Repubblica a Umbertide. Manterremo la sede e gli uffici qui ma stiamo cercando un nuovo sito per il conferimento dei cereali”.

21/01/2020 10:14:40 Scritto da: Eva Giacchè

Sport Volley Umbertide a segno contro Monini Green Spoleto: olearie battute 3 a 0

Nell’ultima trasferta della prima fase del campionato, le ragazze di Maddalena Rosi fanno valere la loro legge e nonostante alcuni acciacchi di stagione fanno bottino pieno   Spoleto – Rimanere aggrappate alla vetta della classifica, questo era l’imperativo per le biancorosse del Volley Umbertide. Compito certamente alla loro portata, almeno sul campo. Ma in questo periodo coach Rosi è costretta ad affrontare qualche imprevisto in più. Le piccole noie muscolari a metà stagione ci possono stare, così come ci possono stare influenze e febbri. E fare di necessità virtù è appunto una … gran virtù. Ma certo in quest’ultima trasferta la panchina era davvero corta, anche se gli innesti delle giovanissime hanno sempre funzionato a dovere. Segno questo che il vivaio della società funziona a dovere. E con le titolari che hanno stretto i denti, alla fine è arrivata la vittoria che ci voleva     La partita Indisponibili Leonelli, Bianconi, Palazzetti e Chiara Moretti, il roster a disposizione, come detto, beneficia di molti innesti delle giovanili e c’è più spazio anche per le ragazze che durante la stagione hanno calcato un po’ meno il rettangolo di gioco. Il primo set va via liscio, con un buon margine di sicurezza per Umbertide. Le padrone di casa non ci stanno e spingono molto, ma le ospiti controllano e piazzano lo sprint finale che consente loro di agguantare il set (20 – 25). Il servizio delle umbertidesi mette in difficoltà Spoleto ed è soprattutto grazie a questo fondamentale che le prime riescono a scavare il solco, collezionando anche un + 10 in loro favore a metà del secondo frangente. Lo svantaggio è troppo consistente e le spoletine mollano (16 – 25), forse già pensando ad una riscossa nel terzo set. Ed è proprio così che le ragazze di mister Giannursini tornano in campo molto determinate, arrivando a condurre 23 a 19. Quando i giochi sembrerebbero fatti con ben 4 set point in cascina per le padrone di casa (24 – 20), Umbertide sfodera la reazione che non ti aspetti, completando l’operazione aggancio sul 24 – 24. Spoleto colleziona un altro set point sul 25 – 24, ma a quel punto Ubaldi e socie dicono che può bastare. Al primo match point il loro favore va al servizio Ceccagnoli, che spara con tutta la potenza che ha verso il libero avversario. E’ l’ace che vale la conquista del set (26 – 28) e la vittoria finale.   In attesa dell’ultimo atto La vittoria da tre punti consente ad Umbertide di raggiungere quota 30. E grazie agli altri risultati, principalmente a quello di Narni, vittoriosa solo al tie break in quel di San Feliciano, la classifica vede la stessa Narni e Colleluna con lo stesso numero di punti. Sarà dunque l’ultima giornata di questa fase a decretare la classifica finale, con il Volley Umbertide impegnato nella sfida casalinga contro CLT Terni e le altre due pretendenti a giocarsi la sfida diretta. Certo è che alle umbertidesi servirà un’altra vittoria da tre punti, perché in questo caso ci sarebbe la concreta possibilità del primato assoluto. Tanto più che, cosa non certo usuale, Narni e Colleluna disputeranno il loro incontro già venerdì e dunque Umbertide saprà in anticipo la sorte delel dirette avversarie.   MONINI GREEN SPOLETO – VOLLEY UMBERTIDE   0 – 3 (20 – 25, 15 – 25, 26 – 28)   MONINI GREEN SPOLETO: Cesaretti, Iovieno, Tizi 1, Radi, Toma, Capoccia, Mariano,  Cera, Pazzogna (L1), Ponellini (L2). Allenatore: Lorenzo Giannursini.   VOLLEY UMBERTIDE: Ubaldi (C), Giorgi, Busti, Moretti, Sarnari, Leveque, Fiorucci, Beacci, Panzarola, Ceccagnoli, Morbidoni, Giulietti (L). Allenatore: Maddalena Rosi.   Arbitro: Mauro Strippoli

21/01/2020 09:52:06 Scritto da: Eva Giacchè

Sport Basket A2/F: La Bottega del Tartufo Umbertide batte nettamente High school Basket Lab 91-45

Grande prestazione de La Bottega del Tartufo Umbertide che al Pala Morandi, batte nettamente High school Basket Lab Roma con il punteggio di 91-45. Inizio in salita per la PFU che ha subito nel primo quarto le avversarie, le quali hanno terminato la prima frazione in vantaggio 16-15. Al ritorno sul parquet dopo il primo break, le umbertidesi si sono portate avanti dopo i primi due minuti. Da lì in poi è stato dominio delle padrone di casa. Le bianco-azzurre hanno preso il largo nel terzo quarto che si è concluso sul +30 (65-35). Ultimo quarto senza storia, con la PFU che si portava oltre i 40 punti di vantaggio, toccando il +46, per il 91-45 finale. Top scorer il capitano Federica Giudice con 16 punti, in doppia cifra tra le umbertidesi anche Kotnis con 14 e la coppia Prosperi-De Cassan, con 12 punti a testa. Da segnalare la grande prova delle giovani Giorgia Gambelunghe, classe 2004, autrice di una tripla e della umbertidese doc e figlia d'arte Anna Giulia Bartolini (2003) a referto con 7 punti ed un tiro dall'arco che ha mandato in estasi il Pala Morandi. Ora La Bottega del Tartufo Umbertide sale a quota 20 punti in classifica e mantiene il quarto posto. La PFU osserverà il turno di riposo e tornerà al Pala Morandi domenica 2 febbraio alle 15:30, per la sfida contro il San Salvatore Selargius. La Bottega del Tartufo Umbertide vs High school Basket Lab Roma 91-45 (15-16, 39-26, 65-35) Umbertide: Pompei 7, Giudice 16, Bartolini 7, Kotnis 14, Prosperi 12, Spigarelli 8, Moriconi 5, Paolocci ne, Gambelunghe 3, Gelfusa 7, De Cassan 12. HSBL Roma: Logoh 7, Ronchi 13, Varaldi 3, Susca, Braida 3, Volpe, Arado 8, Lanzillotti, Savatteri 2, Keshi 2, Medeot 2, Rescifina 5.

21/01/2020 09:28:18 Scritto da: Eva Giacchè

Sport Judo: Prima gara dell'anno e primi successi targati Kdk Fratta

Inizia con il piede giusto la stagione dei judoka umbertidesi che a Todi questo weekend sono stati protagonisti assoluti dell'importante trofeo nazionale. Il club ha partecipato alla competizione con 10 atleti che si sono alternati sul tatami per due lunghe giornate di gara. La prima a salire sul tappeto è stata Maddalena Cardinali categoria ragazzi. Maddalena non si è espressa sui suoi livelli standard e si è dovuta accontentare della medaglia di bronzo. Il giorno successivo Pietro Pachioni e Leonardo Spinalbelli, categoria Esordienti a, hanno suonato la carica per il Kdk. Pietro, giovane dal sicuro avvenire ma ancora un po' inesperto, si è dovuto accontentare del 5° posto, mentre Leonardo ha vinto tre incontri per Ippon (k.o) aggiudicandosi il primo posto. Buoni segnali anche dagli esordienti B. Solo settima Cleana Casagrande che comunque ha lottato bene in una categoria veramente difficile. Argento invece per Anna Maria Vergati, tornata finalmente a vincere dopo mesi di black-out. Oro invece per Michele Liguori. Michele non ha particolarmente brillato dal punto di vista tecnico ma ha mostrato una superiorità fisica e atletica che ha reso vano ogni attacco degli avversari, impotenti contro la reattività del giovane judoka umbertidese. Nei cadetti prova da padrone per Lorenzo Lucehetti che nei pesi massimi in un solo minuto si è sbarazzato dei suoi due avversari. Grandi emozioni anche dai Senior. Giacomo Falleri 66kg che ha brillantemente condotto la finale per il terzo posto venendo sorpreso dall'unico colpo portato nel match dal suo avversario, attacco prodotto proprio negli ultimi secondi. Rullino di marcia simile anche per Demetrio Dovas autore di una bella prova nella categoria dei 73kg. È tornata a vincere invece Desireé Pettorruso che giorno dopo giorno sta lentamente ritrovando la condizione dei tempi migliori e che ha liquidato le sue avversarie con tre ippon. “ I ragazzi mi hanno sorpreso – spiega il tecnico Mirco Diarena -, la gara era difficile e non mi aspettavo risultati così convincenti già da gennaio. La nostra preparazione dovrebbe far arrivare al top i ragazzi nei mesi primaverili, periodo in cui ci sono concentrate tutte le gare più importanti. Le olimpiadi hanno fatto sì che le gare si concentrassero tutte nel periodo pre-estivo e ci aspetta un calendario infernale nel quale dovranno scendere in campo anche altri atleti che non hanno preso alla trasferta di Todi. Tra quindici giorni a Spello avremo un altro banco di prova. Spero che i ragazzi sapranno dare conferme e mostrare ulteriori progressi”.

21/01/2020 09:18:05 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy