Notizie » Politica Umbertide, elezioni amministrative: Luca Carizia candidato sindaco della Lega

Riceviamo e pubblichiamo Luca Carizia candidato sindaco della Lega Marchetti e Galmacci: “Un volto nuovo, pulito, lontano da logiche di potere. Un umbertidese per gli umbertidesi” La Lega Umbertide per voce del segretario Vittorio Galmacci e del deputato Riccardo Augusto Marchetti presenta il suo candidato a sindaco. Si tratta di Luca Carizia,, 54 anni, libero professionista. “Con orgoglio e soddisfazione - si legge nella nota – annunciamo Luca Carizia come nostro candidato alle prossime amministrative di Umbertide. Si tratta di un volto nuovo, pulito, lontano da logiche di potere, un uomo del territorio che saprà ascoltare, senza secondi fini, le esigenze dei cittadini. Di Cariza ci ha colpito l’onestà, la trasparenza e quel suo essere riflessivo nelle scelte, ma soprattutto il mettersi al servizio del territorio a prescindere dai colori politici, un umbertidese per gli umbertidesi. La sua figura rispecchia in tutto e per tutto lo spirito trasversale della Lega, nonché la sua vicinanza e attenzione ai bisogni e alle richieste dei cittadini per il buon governo della città. Con soddisfazione apprendiamo dell’appoggio incondizionato di Forza Italia, anche a mezzo stampa, al nostro candidato, evidentemente hanno riscontrato in Carizia tutte le qualità necessarie per far ripartire Umbertide“. “Sono felice di questa opportunità – ha precisato Luca Carizia – ho accettato di appoggiare la Lega perché vedo, nel movimento, un approccio diretto sul territorio e linee politiche che non sono né di destra né di sinistra, ma di buon senso. I cittadini dovranno sceglierci perché vedono nel nostro programma le giuste soluzioni per far ripartire la città. Credo sia arrivato il momento di voltare pagina e dare fiducia a persone che vengono dal territorio e che si mettono a disposizione della comunità per una logica…..di buon senso!” La Lega Umbertide annuncia la conferenza stampa di presentazione dei candidati e del programma elettorale, per sabato 28 Aprile e nomina il SOM Daniele Tempobuono coordinatore della campagna elettorale

31/03/2018 15:55:52

Attualità » Primo piano Truffa e appropriazione indebita, sequestrata società ''inesistente'' di Umbertide

La Polizia di Stato – Questura di Pescara ha dato esecuzione ad un’ordinanza di misura cautelare reale, per il reato di truffa e appropriazione indebita, nei confronti di due soggetti, un 47enne originario di Chieti ma residente a Giulianova (TE), e di un 41enne di Isernia, con la quale il GIP del Tribunale di Perugia ha disposto il sequestro delle quote della società Caimeli srl di Umbertide. Contestualmente, i poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Perugia hanno dato esecuzione nel capoluogo ai provvedimenti di perquisizione personale e domiciliare a carico dei predetti disposti dalla Procura di Perugia. Il provvedimento cautelare è stato emesso su richiesta della Procura del capoluogo, a seguito di una complessa attività investigativa secondo le cui risultanze i due soggetti, in concorso tra loro e con altri soggetti in corso di identificazione, hanno falsificato i bilanci della citata società facendola apparire come attiva ed economicamente florida, quando in realtà era di fatto inesistente, in modo da trarre in inganno diversi istituti di credito, società finanziarie e aziende, inducendoli così a stipulare numerosi contratti per la concessione di crediti, per il noleggio di autoveicoli in leasing e per la fornitura di merci; tutti beni di cui gli indagati si sono appropriati omettendo di restituirli.    Le indagini, inizialmente coordinate dalla Procura di Pescara (dove gli indagati hanno tentato di piazzare uno dei veicoli trafugati), sono state poi trasmesse per competenza territoriale alla Procura di Perugia che, previa iscrizione nel registro degli indagati dei predetti per i reati di truffa aggravata e appropriazione indebita, ha chiesto ed ottenuto dal GIP del capoluogo umbro l’emissione di un decreto di sequestro preventivo delle quote sociali della Caimeli srl, nonché di 20 autoveicoli e di 5 mezzi meccanici di cui gli indagati si sono appropriati, per un valore totale che si attesta all’incirca sui 600.000 euro.  In particolare, per quanto riguarda gli autoveicoli, alcuni dei quali di elevato valore commerciale, gli indagati hanno sistematicamente cessato di corrispondere i canoni di locazione pattuiti con le società finanziarie, per poi rivenderli, anche all’estero, attraverso l’utilizzo di documenti falsi, tanto che, nel corso delle indagini, sono state sottoposte a sequestro preventivo cinque vetture per un valore totale di circa 300.000 euro.  Analoghe attività di perquisizione sono state svolte dalle Questure di Teramo, Isernia e Campobasso.

30/03/2018 15:07:59

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy