Attualità » Primo piano Addio a Leonardo Cenci. Avanti tutta anche da lassù

Si è spento questa mattina, intorno alle 10, il "guerriero" perugino Leonardo Cenci. Aveva 46 anni, 6 e mezzo dei quali vissuti con la diagnosi di un tumore incurabile. "Leo", così era ormai conosciuto da tutti, ha sfidato la malattia e nonostante nel 2012 gli avessero dato soltanto 4 mesi di vita, ha portato avanti la sua "missione" per oltre 6 anni, creando la ONLUS "AVANTI TUTTA" nata per dare dignità ai malati di cancro, promuovere la pratica sportiva nei protocolli di terapia contro il cancro, uno stile di vita corretto e sano e favorire una campagna di solidarietà per acquistare materiale per il reparto di oncologia dell'ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia. Leonardo, in questi anni che gli sono stati "regalati" non si è mai fermato, pur tra mille difficoltà, ha partecipato a due maratone di New York, ha raccolto miglialia di euro per migliorare le condizioni di vita dei malati di cancro e soprattutto è diventando il simbolo della lotta per la vita. La notizia della sua scomparsa è stata annunciata proprio dalla pagina facebook dell'associazione: "Il nostro Leo è volato in cielo, tra gli angeli. La sua missione sulla terra è terminata questa mattina, poco dopo le ore 10. Di questi sei anni che gli sono stati "regalati" dalla malattia non ha sprecato neanche un giorno. Con i sogni ai piedi e l’invincibilità nel suo cuore è riuscito a realizzare tanti dei suoi desideri ed il resto saranno portati a compimento perché il patrimonio umano e materiale che lui ha creato non andrà disperso.  Corri Leo in cielo, corri felice e veglia su chi, come noi, ti ha voluto sempre bene. Corri e ricordaci che dobbiamo sempre credere nei nostri sogni e nella forza dell'amore andando sempre #AvantiTutta. R.I.P. Guerriero" E poco dopo la notizia, l'amico Mauro Casciari ha diffuso il video registrato davanti alla Basilica di Assisi in cui Leonardo ripsondeva alla domanda "che cosa vorresti dire a chi ti sta guardando am tu non ci sei più?": "Avere una mentalità ottimistica perchè la vita è il dono più prezioso che abbiamo e poi che ognuno di noi faccia il proprio dovere per fare sì che sia un mondo più generoso e più buono soprattutto più sano" Avanti Tutta Leo anche da lassù.  

30/01/2019 11:39:45 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Il 30 gennaio Umbertide torna a commemorare Donato Fezzuoglio

Umbertide torna a commemorare l’appuntato Donato Fezzuoglio a tredici anni dalla sua scomparsa. Il giovane carabiniere perse la vita il 30 gennaio 2006 nel tentativo di sventare una rapina ai danni della filiale del Monte dei Paschi di Siena in via Andreani. Nella mattinata di mercoledì, la città tornerà a stringersi intorno ai familiari della medaglia d'oro al valore militare, per omaggiare la memoria del giovane carabiniere. La cerimonia avrà inizio alle ore 10 con gli onori militari e la deposizione della corona di alloro in via Andreani, luogo in cui l'appuntato perse la vita. Saranno presenti il sindaco del Comune di Umbertide, Luca Carizia, il generale Massimiliano Della Gala, comandante della Legione Carabinieri Umbria e i vertici territoriali dell'Arma. Saranno presenti anche la vedova di Fezzuoglio, Emanuela Becchetti, il figlio Michele e i familiari del carabiniere. Alla cerimonia sono stati invitati a partecipare, tra le autorità civili, la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, il presidente della Provincia di Perugia, Luciano Bacchetta, il prefetto di Perugia, Claudio Sgaraglia, il questore di Perugia Giuseppe Bisogno, il procuratore generale della Repubblica di Perugia, Fausto Cardella, il sindaco di Perugia, Andrea Romizi, i sindaci dell'Alto Tevere e i parlamentari umbri. Sarà presente una nutrita rappresentanza di studenti delle scuole cittadine. Alla cerimonia civile seguirà alle ore 10.30 la cerimonia religiosa con la celebrazione della santa messa presso la Chiesa di Cristo Risorto.

28/01/2019 11:19:40 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Umbertide Cambia: con l'affidamento a Sogepu del serivizio rifiuti si apre una pagina nuova nella politica territoriale

Umbertide Cambia si esprime sul nuovo affidamento a Sogepu del servizio rifiuti: "L’assegnazione a SoGePu della gestione dei rifiuti in Alta Umbria assume in sé diversi aspetti particolarmente positivi. Rende autonomo il nostro territorio e aggiunge risorse. Potrà concretamente consentire per i cittadini di Umbertide un risparmio sulla TARI, la tariffa che si paga appunto sul servizio di smaltimento dei rifiuti urbani. Applica un modello di controllo pubblico in un settore particolarmente delicato. Dimostra come una azienda a totale partecipazione pubblica possa garantire qualità nella proposta progettuale, efficienza ed efficacia nella gestione. “Per Umbertide cambia – sottolinea il presidente dell’Associazione Alessio Tarocchi - tutto ciò rappresenta la concretizzazione di una strategia da sempre coerentemente perseguita. Per la nostra città significa invece aver subito per anni un maggiore costo del servizio e rivela con evidenza almeno una miopia politica delle precedenti amministrazioni, considerata la scelta non certo lungimirante del nostro comune di uscire nel 2013 dalla compagine sociale dell’azienda. Nel particolare, significa aver rinunciato all’unica possibilità di risolvere nel breve periodo la situazione ambientale di Calzolaro”. “Il modello inaugurato da SoGePu – aggiunge il capogruppo consiliare di Umbertide cambia Gianni Codovini - spinge inoltre ad una più ampia strategia territoriale, che riguarda altri beni pubblici, come le reti del metano e l’acqua, nonché a politiche integrate nell’ambiente, nel trasporto, sanità, scuola, sociale. Soprattutto rinforza quel soggetto territoriale che è l’Alta Umbria, motore dell’intera regione, e nel quale Umbertide potrà trovare un nuovo protagonismo ed uscire dall’isolamento in cui ci ha cacciato l’ex sindaco Locchi e l’attuale Giunta di destra. Insomma: più integrazione territoriale, più servizi. Ci auguriamo dunque che SoGePu porti a compimento coerentemente quello che può essere considerato momento fondamentale di una  più ampia strategia, per arrivare ad un modello e ad un piano di sviluppo territoriale in grado di superare confini ed interessi particolari, guardando appunto all’interesse generale”.  

28/01/2019 10:57:27 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy