Cultura Domenica 19 gennaio si apriranno le porte de 'La Casa del Talento 2020'

Si apriranno ufficialmente Domenica 19 gennaio, in Piazza Matteotti, le porte de "La Casa del Talento 2020", il progetto sociale ideato dal giovane Michael Zurino, Presidente di Artist Academy, e che ad Umbertide ha creato un vero e proprio spazio in pieno centro storico, dando l'opportunità a molti talenti italiani di capire quale strada intraprendere nella vita, con quali strumenti e con quali competenze. Ci si può iscrivere ad uno dei dieci corsi di formazione professionale gratuiti impartiti da professionisti dei vari settori (Barman, Bio-Chef, Cake Design, Social media manager / E-commerce, Europrogettazione, Animal Care, Professione Green, Animazione/intrattenimento, Fotografia/videomaking, Sommelier) e capire se quella è la strada che effettivamente si vuole percorrere. Seguirà al corso una masterclass che avrà l'obiettivo di consegnare gli strumenti utili per inserirsi nel mondo del lavoro. Le iscrizioni saranno aperte sino all'avvio di ogni corso. Ogni informazione sarà consultabile al sito www.artistacademy.eu. Un ulteriore servizio per la città e per i ragazzi sarà poi il "supporto allo studio": ogni pomeriggio verrà dedicato uno spazio per gli studenti di ogni età e grado per aiuto compiti, approfondimento in alcuni ambiti scolastici, recupero di brutti voti, acquisizione di un metodo di studio autonomo. Ma non è tutto. "La Casa del Talento vuole essere - spiega Zurino - un momento proficuo per la città. Dieci mesi nei quali sia i corsi di formazione che le attività proposte faranno di questo luogo un vero polo culturale. Un'occasione importante quindi per chi voglia puntare sulla propria formazione. La Casa del Talento sarà poi anche la nuova sede operativa di Artist Academy che quest'anno festeggerà con tutte le sue sedi italiane la tre giorni di "Artist Academy 2020", in marzo, sempre nel centro storico umbertidese. Continueremo a proporre, per far fronte alle spese del progetto, iniziative per continuare a sostenerlo e portarlo a termine. Finora la proposta si è rivelata un vero successo: gran parte dei corsi hanno visto centinaia di richieste di ammissione, da nord a sud". 

17/01/2020 18:19:36 Scritto da: Eva Giacchè

Cultura Cosa vedere al Metropolis dal 16 gennaio

Questa settimana introduciamo ben tre film nella sala principale e uno in Sala Rometti. Da giovedì si alterneranno: HAMMAMET di Gianni Amelio con uno straordinario Pierfrancesco Favino nei panni di Bettino Craxi; Piccole Donne, settimo adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo di Louisa May Alcott sceneggiato e diretto dalla bravissima Greta Gerwig (che ci aveva sorpreso con il bellissimo Lady Bird), lunedì anche in VOST; La Dea Fortunata di Ferzan Ozpetek con Stefano Accorsi e Edoardo Leo. In Sala Rometti "Dio è donna e si chiama Petrunya" è il quinto lungometraggio della macedone Teona Strugar Mitevska, autrice molto amata dalla Berlinale, che negli anni ha presentato lì quasi tutti i suoi lavori.   HAMMAMET DI GIANNI AMELIO DA GIOVEDì 16 GENNAIO DRAMMATICO, BIOGRAFICO / DURATA 126 MIN / ITALIA 2019, 01 DISTRIBUTION Hammamet, film diretto da Gianni Amelio, è incentrato sulla figura di Bettino Craxi (Pierfrancesco Favino), come politico e come uomo e racconta un capitolo critico della storia d’Italia. A distanza di 20 anni dalla morte di uno degli uomini politici più importanti della Repubblica Italiana, Amelio riporta a galla il nome di Craxi, un tempo sulle testate di tutti i giornali e oggi occultato silenziosamente sotto strati e strati di sabbia. Bertino Craxi, un nome che molti non vogliono ricordare, che intimorisce altri e che altri ancora vorrebbero cancellare, forse per sempre. Il film, basato su testimonianze reali, è un thriller fondato su tre tappe. Il re caduto: il primo socialista con l’incarico di Presidente del Consiglio dei Ministri, indagato poi nell’inchiesta Mani pulite. La figlia che lotta per lui: Stefania, istitutrice della Fondazione Craxi, volta a tutelare l’immagine del padre. Infine, l’ultimo capitolo, il terzo, dedicato a un misterioso giovane, che entra nell’ambiente politico della famiglia Craxi, provando a demolirlo da dentro. Giovedì 16 ore 16:30 - 21:15 Venerdì 17 ore 19:00 Sabato 18 ore 21:15 Domenica 19 ore 19:00   PICCOLE DONNE DI GRETA GERWIG DA GIOVedì 16 gennaio DRAMMATICO / DURATA 126 MIN / USA, 2019 WARNER BROS Piccole Donne, il film scritto e diretto da Greta Gerwig, è la versione cinematografica dell’omonimo e celeberrimo romanzo di Louisa May Alcott, pubblicato per la prima volta nel 1868. La storia è quella delle sorelle March, Meg (Emma Watson), Jo (Saoirse Ronan), Beth (Eliza Scanlen) e Amy (Florence Pugh), quattro giovani donne determinate a seguire i propri sogni, alle prese con i classici problemi della loro età, sullo sfondo della Guerra Civile Americana. Figura di risalto del gruppo è Jo, che si distingue dalle altre per la sua indole indipendente e per la sua perenne ricerca di libertà, che fanno di lei una donna ribelle in pieno contrasto con la figura femminile tradizionale del tempo. Determinata e testarda, Jo desidera affermarsi come scrittrice, nonostante i tempi non siano ancora maturi per un’autrice donna. La giovane, però, è pronta a tutto pur di realizzare il suo desiderio e spronerà le sue sorelle a fare altrettanto con i lori sogni e a ribellarsi a quel rigido sistema sociale che le vuole sposate in un matrimonio di convenienza, abili solo a badare a casa e figli. Nel cast del film troviamo anche Laura Dern nel ruolo della mamma, Marmee March, Timothée Chalamet in quello del giovane Theodore ‘Laurie’ Laurence, Meryl Streep nei panni della zia March, oltre a Chris Cooper, Bob Odenkirk e Louis Garrel che interpreta Friedrich Bhaer. Giovedì 16 ore 19:00 Venerdì 17 ore 16:30 - 21:15 Sabato 18 ore 19:00 Domenica 19 ore 16:30 - 21:15 Lunedì 20 ore 18:30 VOST   LA DEA FORTUNA DI Ferzan Ozpetek DA LUNEDì 29 gennaio DRAMMATICO / DURATA 118 MIN / ITALIA, 2019, WARNER BROS La Dea Fortuna vede protagonista Alessandro (Stefano Accorsi) e Arturo (Edoardo Leo), insieme da più di 15 anni. Come molte coppie di lunga data, anche la loro, mossa all’inizio da un forte vento di passione, si è trasformata col tempo. I momenti focosi sono diminuiti, lasciando spazio a un grande affetto. Ultimamente, però, il loro legame sembra non riuscire più a superare alcun ostacolo, trascinando il loro rapporto in una logorante crisi relazionale. Un giorno Annamaria (Jasmine Trinca), la migliore amica di Alessandro lascia in custodia a lui e al suo compagno i due figli e l’improvviso arrivo dei bambini nelle loro vite dà una svolta alla coppia e alla noiosa routine in cui sono caduti. Alessandro e Arturo arrivano a compiere una scelta totalmente folle..ma ogni grande amore nasconde in sé un briciolo di pazzia. Lunedì 20 ore 21:15 Martedì 21 ore 18:30 - 21:15 Mercoledì 22 ore 21:15   DIO é DONNA E SI CHIAMA PETRUNYA DI TEONA STRUGAR MITEVSKA DA GIOVedì 16 gennaio COMMEDIA, DRAMMATICO/ DURATA 100 MIN / MACEDONIA, BELGIO, FRANCIA, 2019, TEODORA Petrunija è laureata in storia, ha 32 anni, vive nella cittadina macedone di Štip e non ha un’occupazione. Rientrando verso casa dopo un colloquio di lavoro andato male, si ferma ad assistere a una cerimonia ortodossa per le strade. Il rituale prevede che il prete getti una piccola croce nel fiume e che gli uomini si precipitino a recuperarla. Petrunija, vicina alla riva, vede che nessuno raggiunge l’oggetto sacro e si tuffa a recuperarlo. Ne nasce una rissa per strapparle la croce di mano e, più tardi, la giovane è portata al posto di polizia per essere interrogata su un gesto che è stato filmato e il video è diventato popolare in Internet, attirando l’attenzione della giornalista di una televisione nazionale. Dio è donna e si chiama Petrunya è il quinto lungometraggio della macedone Teona Strugar Mitevska, autrice molto amata dalla Berlinale, che negli anni ha presentato lì quasi tutti i suoi lavori. Giovedì 16 ore 18:30 - 21:15 Venerdì 17 ore 18:30 - 21:15 Sabato 18 ore 18:30 - 21:15 Domenica 19 ore 18:30 - 21:15 Lunedì 20 ore 18:30 - 21:15 Martedì 21 ore 18:30 - 21:15 Mercoledì 22 ore 18:30 - 21:15

16/01/2020 18:36:32 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano I bambini della primaria 'Di Vittorio' protagonisti del progetto 'Golf @ scuola'

È partito con grande entusiasmo il progetto “Golf @ scuola” che mira a far conoscere il mondo del golf ai più piccoli, grazie all’iniziativa promossa da Antognolla Golf in collaborazione con la Scuola Primaria “G. Di Vittorio” di Umbertide.   Il golf è uno sport di precisione, che richiede un perfetto connubio tra gesto atletico e strategia di gioco, e quindi tra corpo e mente. Al benessere sul piano fisico si aggiungono dunque i tantissimi benefici a livello psichico poiché l’impegno che coinvolge il giocatore contribuisce a migliorare l’autostima e la concentrazione, senza contare che, a qualsiasi livello, lo sport può rappresentare una reale ed efficace opportunità di sviluppo sociale. Inoltre gli aspetti etici di questa disciplina sono un contributo importante all’educazione, se si guarda all’importanza di regole, avversari e sana competizione.   Il progetto “Golf a scuola” che coinvolgerà i 180 bambini delle classi terze, quarte e quinte della Di Vittorio avranno cadenza settimanale e si protrarranno fino alla fine dell'anno scolastico. Ad impartire le lezioni sarà Edoardo Nobili, PGA Head Golf Professional di Antognolla, che garantirà loro la migliore introduzione possibile al gioco, utilizzando attrezzature appropriate a dei principianti come i prodotti SNAG. “È davvero fantastico poter avviare questa collaborazione con la scuola Di Vittorio. - ha commentato César Burguière, direttore di Antognolla golf -. Il golf è uno sport straordinario in grado di offrire tanti benefici fisici, oltre a essere un'attività divertente e sociale per i bambini. Con la Ryder Cup che si giocherà in Italia nel 2022, questo è il momento perfetto per i bambini per avvicinarsi al golf, scoprire quanto può essere divertente e chissà, potremmo trovare il prossimo Molinari! ”.   È una grande opportunità per i nostri bambini sperimentare una nuova attività come il golf – ha aggiunto Angela Monaldi, dirigente scolastico del II Circolo -. Divertimento, inclusione sociale, istruzione e aggregazione sono gli effetti positivi prodotti da questa disciplina. Vorremmo ringraziare Antognolla Golf e César per l'iniziativa che speriamo sia solo l'inizio di una lunga collaborazione”.  

16/01/2020 18:34:29 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Iniziato il percorso che porterà alla ventesima edizione della Fratta dell'800

La “Fratta dell'800” si appresta a compiere venti anni e già dal primo mese dell'anno è iniziato il lavoro volto all'organizzazione dell'evento. Si è tenuta infatti nel pomeriggio di martedì 14 gennaio presso il salone d'onore del Centro socio-culturale San Francesco la prima riunione operativa dell'associazione “Fratta dell'800”.   All'incontro hanno preso parte alla presenza del sindaco Luca Carizia e dell'assessore alla Cultura, Sara Pierucci, i membri del consiglio direttivo eletti in seguito al rinnovo dello statuto dell'associazione.   Quest'anno ricorrono i venti anni della “Fratta dell'800” e per celebrare nel migliore dei modi l'importante anniversario, i componenti del consiglio direttivo si sono confrontati già dal mese di gennaio avanzando diverse proposte inerenti la programmazione artistica, la struttura organizzativa e la data di svolgimento della rievocazione storica umbertidese.   Di fondamentale importanza per l'accrescimento culturale della manifestazione sarà il coinvolgimento diretto dei giovani studenti della scuola media “Mavarelli-Pascoli”, che saranno parte attiva nella promozione e divulgazione dell'edizione numero venti della “Fratta dell'800”, al fine di creare sempre più interesse nelle nuove generazioni per dare una ulteriore spinta a tale festa che rappresenta l'anima storica, artistica e comunitaria della città di Umbertide.   “A questa prima fase seguiranno mensilmente delle riunioni che renderanno effettive le idee messe in campo dal consiglio direttivo – dichiarano il sindaco Carizia e l'assessore Pierucci – La nostra volontà è quella di mettere in atto ancora una volta una rievocazione di alto livello dal punto di vista dei singoli eventi e della partecipazione, facendo interagire coralmente il consiglio direttivo, composto oltre che dai membri di nomina istituzionale, dall'Accademia dei Riuniti, dalla Pro Loco e dai rappresentanti della Consulta delle Taverne”.  

16/01/2020 18:14:43 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy