Attualità » Primo piano Perugia: controlli della Polizia a Fontivegge, segnalato per stupefacenti un 33enne

La Polizia di Stato ha effettuato una serie di controlli finalizzati al contrasto dei reati “di strada”. I servizi, disposti dal Questore di Perugia Francesco Messina, hanno visto impegnati tre equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine “Umbria-Marche” di Perugia, coordinati da due pattuglie di investigatori della Squadra Mobile della Questura in forza alla Sezione” Criminalità diffusa”, esperti nel contrasto della microcriminalità di tipo predatorio e dello spaccio al dettaglio di stupefacenti. I controlli hanno interessato le aree di via Gallenga, a seguito di esposti presentati dopo comportamenti sospetti notati dai residenti, e la zona di Fontivegge. Decine di autovetture, 4 appartamenti e una dozzina di soggetti controllati, tra cui 3 con precedenti di polizia e sei stranieri risultati regolari sul territorio nazionale. Nel corso delle verifiche sui veicoli, sono incappati nella rete dei poliziotti due sudamericani. Il conducente alla guida di un autocarro di proprietà di una cooperativa di servizi perugina, non aveva al seguito la patente di guida. Sanzionato per circa 150 euro per violazione al Codice della Strada, dovrà portare in visione la patente di guida entro 30 giorni. Il passeggero è un colombiano 33enne, volto noto ai poliziotti, è stato perquisito e trovato in possesso di 1 dose per circa ½ gr di eroina. Lo stupefacente è stato sequestrato e il sudamericano è stato amministrativamente segnalato all’Ufficio tossicodipendenze della Prefettura come assuntore di stupefacenti.

24/08/2017 12:28:06 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Lunedì 28 agosto disinfestazione in alcune frazioni del territorio di Umbertide

Riceviamo e pubblichiamo   Nella serata di lunedì 28 agosto verrà eseguita, a partire dalle ore 23.30, la disinfestazione del territorio comunale, contro mosche, zanzare ed altri insetti molesti, da parte di una ditta specializzata incaricata dal Comune. Le zone interessate da questo intervento saranno le frazioni di Niccone, Molino Vitelli, Spedalicchio, Montecastelli, Verna e Calzolaro. Le zone trattate saranno quelle che costituiscono l’habitat naturale di zanzare ed altri insetti molesti quali alvei di fossi e torrenti, zone alberate, salvaguardando le aree private ove sono presenti orti e giardini. Si invita pertanto la cittadinanza, durante l’orario sopracitato, a tenere chiuse le finestre e ricoverare all’interno delle abitazioni gli animali domestici. In caso di pioggia, gli interventi verranno effettuati in data da destinarsi. Nella serata di lunedì 28 agosto verrà eseguita, a partire dalle ore 23.30, la disinfestazione del territorio comunale, contro mosche, zanzare ed altri insetti molesti, da parte di una ditta specializzata incaricata dal Comune. Le zone interessate da questo intervento saranno le frazioni di Niccone, Molino Vitelli, Spedalicchio, Montecastelli, Verna e Calzolaro. Le zone trattate saranno quelle che costituiscono l’habitat naturale di zanzare ed altri insetti molesti quali alvei di fossi e torrenti, zone alberate, salvaguardando le aree private ove sono presenti orti e giardini. Si invita pertanto la cittadinanza, durante l’orario sopracitato, a tenere chiuse le finestre e ricoverare all’interno delle abitazioni gli animali domestici. In caso di pioggia, gli interventi verranno effettuati in data da destinarsi.

24/08/2017 12:09:23 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica UMBERTIDE CAMBIA: ''COME VERRANNO SPESI I FINANZIAMENTI PER LA FERROVIA?''

Riceviamo e pubblichiamo «Il trasporto ferroviario pubblico in Alta Valle del Tevere, come del resto la gestione dei rifiuti, è al collasso. Dobbiamo passare dalle babele delle parole ai fatti concreti. Se è vero che  il Ministero delle Infrastrutture ha messo a disposizione dell’Umbria 51 milioni di euro per interventi di completo adeguamento strutturale della ferrovia regionale, diventa una tragica beffa l’interruzione della tratta ferroviaria Umbertide-Città di Castello». La lista civica Umbertide cambia, a nome del suo presidente Gianni Codovini, lancia l’ennesimo allarme sui disagi per cittadini e lavoratori. «Intanto ci vuole un po’ di trasparenza e bisogna informare bene i cittadini, altrimenti manipoliamo la realtà. Di quei 51 milioni, come è stato dichiarato in Commissione regionale, 17 milioni di euro sono destinati al segnalamento di terra, per cui solo 33/34 milioni sono per la manutenzione di 45 km dell’infrastruttura, tra cui la nostra tratta. Quanti di quei soldi finiranno ad Umbertide? Nemmeno l’amministrazione lo sa, confermando la mancanza di programmazione e di attenzione alla vita concreta delle persone. Fra poco infatti riapre la scuola e presentarsi con la chiusura della tratta ferroviaria Umbertide-Città di Castello è da veri irresponsabili, poiché si ripercuote sulla qualità della vita di tutte le famiglie. La mancanza di questa infrastruttura incide anche sulla vita delle scuole che, ricordiamo, hanno impegni che coprono tutta la giornata e l’anno. Oltre alla mobilità mattutina, c’è l’alternanza scuola lavoro, le attività pomeridiane e sportive che hanno bisogno di un servizio contino, in sicurezza ed efficienza». I consiglieri Faloci, Conti e Orazi rimarcano, inoltre, «che i dati parlano chiari. La manutenzione e il cambio delle traverse, ormai vecchie di oltre 30 anni, della nostra tratta assorbirebbe quasi l’intera somma a disposizione. Che significa? Che la tratta rimarrà chiusa perché sarà privilegiata quella di Ponte San Giovanni-S. Anna, snodo ferroviario nazionale utile a RFI (rete ferroviaria italiana delle Fs), che ha assorbito ex FCU. Ciò palesa ancora una volta la totale assenza di una visione territoriale sui trasporti, la stessa per i rifiuti. Lo scandalo della bretella di Pierantonio per un treno merci che non c’è (né ci sarà), che ha succhiato già tre milioni di euro, la dice lunga sui nostri amministratori presenti e passati. E pensare che il tratto Pierantonio-Umbertide-Città di Castello rappresenta un territorio con tre deputati! Al Sindaco e alla Giunta chiediamo invece se la ex FCU, come servizio universale, rappresenti ancora il perno centrale del trasporto locale nel quale il ferro sia privilegiato alla gomma. E se sì con quali investimenti. Nel frattempo il Sindaco Locchi spinga, magari insieme all’amministrazione tifernate, per un veloce inizio dei lavori ferroviari. E soprattutto ci dica i tempi certi».                                                                                                                                                    Umbertide cambia  

23/08/2017 13:11:18 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre Umbertide: venerdì 25 agosto presentazione dei sentieri di Monte Acuto e Monte Corona digitalizzati con Google Street View

Riceviamo e pubblichiamo Venerdì 25 agosto, presso il centro San Francesco di Umbertide, alle ore 17, si terrà la conferenza stampa di presentazione della digitalizzazione dei sentieri naturalistici dell’Area Natura 2000 dei monti Acuto e Corona, realizzata con il Google Trekker ed ora disponibile su StreetView di Google Maps. La mappatura è stata realizzata dalla società Alchemilla s.a.s. che gestisce il Parco per le energie rinnovabili e la natura Mola Casanova. Saranno presenti i responsabili del Centro Mola Casanova, il sindaco di Umbertide. Marco Locchi e l’Assessore al turismo Paolo Leonardi.
 Durante l’evento, sarà possibile scoprire le potenzialità di StreetView di Google applicate alla sentieristisca, quale strumento di sviluppo territoriale e turistico. Sono invitati all’evento gli operatori turistici locali e la cittadinanza tutta.
 Mola Casanova è il parco scientifico didattico di proprietà del Comune di Umbertide, gestito in concessione da Alchemilla S.a.s..; oltre ad essere un punto di riferimento nel mondo della ricerca e della divulgazione delle energie rinnovabili e della sostenibilità, dallo scorso anno è diventato il Centro Visitatori dell’area Natura 2000 dei monti Acuto e Corona ed è una delle sedi principali dell’EcoMuseo del fiume Tevere. Lo sviluppo del turismo nell’Alta Valle del Tevere è un importante aspetto per la crescita del territorio. Per ottenerlo occorre essere innovativi e per questo motivo che, lo scorso anno, Giuliano Ciocchetti di Mola Casanova ha avviato la procedura, con Google, per avere il Trekker. Il Trekker è una strumentazione elettronica trasportabile come un grosso zaino, di circa 25 kg, dotato di gps e numerose telecamere, creato per mappare, in Google Street View, i sentieri non praticabili in auto. Con l’aiuto di Gianluca Rosi, lo staff di Alchemilla sas ha percorso e digitalizzato, con il Google trekker, i principali sentieri trekking dell’Area Natura 2000 ZSC “Valle del Torrente Nese e dei Monti Acuto e Corona”. I tracciati, oggi, sono on-line in Google maps e chiunque, in ogni parte del mondo, può percorrerli via web, conoscerli e magari, decidere di venire in Alta Umbria per una vacanza all’insegna del verde e della natura. In Italia esistono pochissimi sentieri mappati con Google street view, e quei pochi sono, per lo più, piste da sci. Il lavoro fatto con Google, rappresenta quindi, un importante passo in avanti per la promozione del territorio in un’ottica moderna, all’avanguardia e al passo con le nuove tecnologie.

23/08/2017 12:58:04 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy