Cultura Umbertide: riparte La Casa del Talento 2020

Nonostante l'annata non sia stata delle migliori, la Casa del Talento 2020, l'idea di Michael Zurino che ha come scopo quello di "lavorare" sulle doti e sui progetti dei giovani talenti italiani, è pronta per ripartire, anche se in realtà non si è mai fermata nemmeno in periodo di Covid. È stato, infatti, sempre mantenuto il sistema di supporto allo studio agli studenti di ogni grado scolastico, trovando assoluto gradimento tra i genitori, soddisfatti del servizio e dei passi in avanti dei loro figli, in tutte le materie. Ma la scuola sita ad Umbertide, in pieno centro storico è pronta a riaprire le sue porte in massima sicurezza. Gli ultimi corsi presto attivi accoglieranno un numero chiuso di partecipanti, sulla base della capienza degli spazi a disposizione, con tutte le norme igieniche del caso. Come comunica la Direzione, l'emergenza globale ha mostrato quanto sia complesso oggi adattare i nostri talenti anche dinanzi ad esigenze impreviste. "Pertanto - afferma Zurino - abbiamo voluto dare la priorità in questi ultimi 5 mesi del progetto a quei corsi che possono aprire scenari "privilegiati" ed utili nel futuro che verrà: Social media marketing, Animal Care, Europrogettazione, Professione Green ed un weekend conclusivo con grandi professionisti rivolto a chi vuole migliorare la sua comunicazione e la sua creatività in campo lavorativo. Attivo anche il fronte dei corsi online. Presto La Casa del Talento attiverà un corso a distanza per chiunque voglia perfezionare le sue abilità comunicative, verbali e non. Ma non è tutto. È pronta per l'estate una grande novità. Dal 3 giugno, consapevoli delle grandi carenze che la didattica a distanza non è stata in grado di colmare, soprattutto a livello di una valutazione precisa del grado di apprendimento dei ragazzi, la Casa del Talento ha deciso di cogliere nel periodo estivo l'opportunità di un recupero ma anche di un potenziamento delle abilità dei ragazzi in vista del nuovo anno scolastico. Da giugno ad agosto, la Casa del Talento offrirà in maniera assolutamente individuale e sempre con le dovute distanze e mascherine un percorso che potrà essere intrapreso secondo le seguenti modalità: 3 ore settimanali (1 h lun/1 h mer/1 h ven); 2 ore settimanali (1 h mar/1 h gio). A discrezione del docente, le lezioni si svolgeranno in aula o all'aperto, così da rendere ancora più piacevole e proficua la lezione. L'insegnante stesso stabilirà il percorso più adatto per il singolo studente. Chiaramente, i posti si intendono limitati, proprio per la disponibilità di orari. Per ogni informazione sui corsi si consiglia di chiamare il 333-3209854, o seguendo "La Casa del Talento" su Instagram e su Facebook.               

20/05/2020 17:29:42 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Ex Piselli: il lockdown ferma la pasticceria ma aumenta la richiesta del settore biscotti. I sindacati chiedono programmazione virtuosa

Si tratta di una delle realtà alimentari più significative dell'Umbria, La ex Piselli di Pierantonio, oggi Tedesco Group, con oltre 180 dipendenti, non si è mai fermata nell’emergenza coronavirus. Il lockdown, con la chiusura di bar e mense scolastiche, ha comunque determinato il ricorso alla cassa integrazione per il settore della pasticceria e dei salati. Una maggiore richeista della Gdo è stata invece registrata dal settore dei biscotti. Proprio il settore dei biscotti era al centro di importanti investimenti come spiegato da Luca Turcheria, della Flai Cgil Umbria: «Negli incontri che abbiamo avuto con l’azienda erano stati prospettati importanti investimenti proprio nel settore dei biscotti, con la realizzazione di una nuova linea produttiva che avrebbe permesso di diversificare ed ampliare la gamma delle produzioni, consentendo di occupare un numero maggiore di lavoratori e quindi di evitare il ricorso alla cassa Integrazione». «Ad oggi, però – continua Turcheria – per questioni legate a rapporti con alcuni fornitori, questi investimenti sono fermi e l’azienda ci comunica che potrà procedere solo quando saranno risolti, in altre sedi, questi problemi. Senza voler entrare nel merito delle criticità che hanno determinato questa situazione, auspichiamo che l’azienda si adoperi quanto prima per risolverle e che si creino le condizioni per poter attuare quanto concordato.  È necessaria una programmazione virtuosa, al fine di farsi trovare pronti per la riapertura della pasticceria e dei salati freschi, così come è indispensabile risolvere queste criticità e attuare gli investimenti concordati nel settore dei biscotti per incrementare le produzioni e la forza lavoro».

20/05/2020 11:09:48 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Città di Castello, Bacchetta: “Un positivo ma in buone condizioni. Torna il mercato in centro”

Ancora un positivo, ma in buone condizioni di salute a Città di Castello. Queste le dichiarazioni del Sindaco Bacchetta: “L’aggiornamento di oggi registra un nuovo positivo, non voglio tranquillizzare ma si tratta di positività asintomatiche e la situazione di questa persona è sotto controllo. Facciamo gli auguri di pronta garigione, Il contesto continua ad essere buono e questa nuova fase di riaperture sarà un test significativo per capire quanto è ancora forte la presenza del virus tra le persone e sarà importante testare la situazione per poi eventualmente prendere provvedimenti. Per ora mi sembra che le cose stanno procedendo in maniera positiva. E’ tornato in piazza il mercato biologico, giovedì e sabato tornerà anche il mercato settimanale. E’ stato riaperto il tennis con una partecipazione e un entusiasmo notevole degli sportivi. Stiamo lavorando a proposte alternative per l’Estate in città insieme alla Regione. Voglio segnalare un bel gesto da parte degli abbonati della stagione teatrale che hanno rinunciato al rimborso per destinarlo alla valorizzazione della cultura. Nelle persone c’è molto amore per la cultura e per la città e c’è la volontà di ripartire il prima possibile nella massima sicurezza. I comportamenti individuali sono in capo alle persone e mi sembra che i cittadini siano rispettosi. Questa fase in cui c’è un allentamento delle prescrivzioni e un rischio inevitabile di contagio mi sembra che sia iniziato sotto auspici buoni, ma il Covid ancora c’è ed è in agguato, potrebbe essere tramsesso da persone asintomatiche. Voglio terminare con la tabella dell’Istituto superiore di Sanità che attenzionava l’Umbria, insiema Lobardia  e Molise. E’ una valutazione di valore scientifico matematico astratto. Il messaggio è abbastanza fuorviante perché l’Umbria ha risposto in maniera eccellente all’epidemia e i numeri dell’Umbria sono in realtà molto buoni. L’Umbria non rischia più di altre regioni. C’è poi l’ultima polemica per l’apertura ai comuni limitrofi: la Regione dell’Umbria non lo prevede per motivi prudenziali, le aperture tra regioni ci saranno tra una decina di giorni ma è importante mantenere sempre la collaborazione e il coordinamento tra enti per non neutralizzare l’efficacia delle misure. Speriamo di archiviare presto la vicenda Covid 19”.

19/05/2020 15:45:50 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano La piattaforma logistica dell'Alto Tevere verso l'apertura. Sopralluogo questa mattina per Bacchetta e Melasecche

Si va verso l’apertura della piattaforma logistica dell’Alto Tevere al confine tra Città di Castello e San Giustino. Nel sopralluogo di stamattina il sindaco Luciano Bacchetta e l’assessore regionale alle Infrastrutture e ai Trasporti Enrico Melasecche hanno condiviso la volontà di lavorare in sinergia per garantire la piena operatività dell’area per la movimentazione e lo stoccaggio delle merci, in modo da metterla a disposizione della comunità dell’Alta Valle del Tevere.   “Vogliamo che questa piattaforma logistica diventi un cantiere di sviluppo e di ripresa economica per il tutto il comprensorio dell’Altotevere”, ha dichiarato l’assessore Melasecche, nel sottolineare la determinazione della Regione, proprietaria dell’infrastruttura, a operare insieme al Comune di Città di Castello, al Comune di San Giustino e alla Provincia di Perugia per l’obiettivo della definitiva entrata in funzione dell’area. “Stiamo lavorando con il sindaco all’attivazione di un’opera ideata in maniera molto opportuna a ridosso della E45, con uno svincolo a servizio, che sarà importante per supportare le aziende del territorio”, ha puntualizzato Melasecche. Il sopralluogo di stamattina, al quale hanno preso parte il vice sindaco di Città di Castello Luca Secondi e l’assessore Massimo Massetti, il consigliere regionale Valerio Mancini e i tecnici della Regione e del Comune tifernate, ha permesso di constatare il completamento delle opere previste dal progetto, che sono già state collaudate e che verranno perfezionate con gli interventi di finitura dei percorsi stradali interni all’atto della entrata in funzione della piattaforma.   “La conclusione di questo progetto è fondamentale per lo sviluppo economico del territorio e presto avremo risultati significativi”, ha osservato il sindaco Bacchetta, nel ringraziare la Regione, “che si sta impegnando moltissimo per arrivare a fare in modo che questa infrastruttura possa essere un’opportunità di crescita per l’intera Alta Valle del Tevere”. “Vogliamo completare la piattaforma, affidarla e farla gestire nel mondo migliore possibile”, ha rimarcato Bacchetta, che ha concluso: “quello di oggi è un segnale di grande attenzione da parte della Regione per il nostro territorio”.

19/05/2020 15:33:54 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Altotevere Pietralunga: il Comune lancia il progetto 'Ripuliamo il paese'

 E’ ufficialmente iniziato a Pietralunga il progetto “Ripuliamo il paese”. L'amministrazione comunale ha scelto di scendere in campo in prima persona per riqualificare il proprio territorio. Sono infatti già due i week-end che hanno visto impegnati i consiglieri del gruppo di maggioranza, Alessandro Fabbri, David Fiorucci e Luca Perli, insieme al vice sindaco Francesco Rizzuti, in una vera e propria operazione di ripulitura, sfalcio e raccolta di rifiuti. L’iniziativa, mirata a sensibilizzare la comunità sulle tematiche ambientali e sul corretto conferimento della spazzatura, ha coinvolto anche alcuni cittadini che, spontaneamente, hanno sposato la causa con entusiasmo e disponibilità.  "L'idea è anche quella di sensibilizzare sempre più la cittadinanza alla cura e alla salvaguardia del proprio ambiente – spiega il vice sindaco Rizzuti -. Per fare questo era necessario scendere in campo in prima persona, magari incentivando sempre più persone ad unirsi a noi nel ripulire il nostro splendido paese. In questo momento in cui sembra esplodere la passione per le corse, le passeggiate e lo sport all’aria aperta in generale, mi sento di fare un appello a tutti per cercare di essere rispettosi della natura. Evitiamo di gettare cartacce, sigarette e bottiglie, ma anzi muniamoci di uno zainetto e dei guanti e raccogliamo i rifiuti che incontriamo al nostro passaggio. Il gesto di una persona è un atto per tutti e se ognuno di noi desse il proprio contributo sarebbe sicuramente un mondo più pulito”. La campagna green proseguirà lungo i sentieri e le zone di Candeleto, cercando di coinvolgere quante più persone possibili per convergere anche le professionalità e le competenze dei concittadini al servizio del proprio paese. Non a caso, per avere un Paese curato è indispensabile l'aiuto e il sostegno di tutti.  

19/05/2020 15:22:06 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy