Attualità » Primo piano Il Campus ‘’Da Vinci’' di Umbertide entra in partenariato con il MIT di Boston

Riceviamo e pubblichiamo Il Campus ‘’Da Vinci’’di Umbertide entra in partenariato con il MIT di Boston Prestigioso obiettivo centrato dal Campus "L. da Vinci" che entra in partneship con il MIT di Boston nel Progetto di internalizzazione Global Teaching Labs (GTL), promosso dal MIUR con Avviso pubblico del 17 ottobre scorso. Attraverso l'Avviso sono stati selezionati 21 Istituti italiani dove saranno ospitati 21 studenti del famoso Massachusetts Institute of Technology di Boston in qualità di docenti-tirocinanti. Il Campus è terzo nella graduatoria dei 21 Istituti italiani (unico della Regione Umbria) che collaboreranno con il MIT al Progetto che prevede,  per tutto il mese di gennaio 2018, la presenza di studenti del MIT presso le scuole italiane selezionate. Al "L. da Vinci" è stata assegnata la studentessa senior, Susan Fransisca, del corso MIT "Matematica, Informatica e Computer Scienze": dall' 08 gennaio 2018, per tre settimane, salirà “in cattedra” fianco a fianco con i docenti delle classi del Liceo Scientifico, Liceo Scientifico International Cambridge e Liceo Scienze Applicate che vorranno approfittare di questa importante opportunità di studiare Matematica, Informatica e Computer Scienze con metodi laboratoriali innovativi. Il Progetto Global Teaching Labs prevede che le lezioni in tali discipline siano tutte in inglese e che la didattica sperimentata nelle classi, del tipo «hands on» (imparare facendo), sia proprio quella utilizzata al MIT dove è più diffuso l’approccio pratico/empirico, dove non c’è differenza tra aule e laboratorio: nelle materie scientifiche si parte da un piccolo fenomeno, da una dimostrazione pratica, su cui costruire poi una lezione più coinvolgente e motivante per i ragazzi. La metodologia del MIT è quella che in Italia potremmo definire “didattica laboratoriale”, ma che più precisamente è il metodo TEAL (Technology Enabled Active Learning) creato dal prof. Dourmashkin, ovviamente del MIT. Gli student-docenti americani che partecipano al Progetto, prima di trasferirsi in Italia, ricevono una formazione specifica che consiste nell’impadronirsi di materiali, piattaforme e tecniche di comunicazione adatte al contesto straniero in cui si troveranno ad operare. Vengono altresì introdotti al sistema educativo e alla cultura del Paese ospitante. Per la sede a cui vengono destinati preparano corsi su argomenti di scienza, tecnologia, ingegneria e matematica (ormai identificati anche in Italia con la sigla STEM), che possano completare il curriculum locale e mettere in evidenza l’approccio pratico del MIT all’educazione. “Questo prestigioso risultato ci permetterà di proseguire nella nostra politica di apertura internazionale alla formazione che punta a partenariati di eccellenza, nel 2014 la Cambridge University ora il MIT di Boston, strategici per aumentare l’ interesse di studentesse e studenti verso le discipline STEM (scienza, tecnologia, ingegneria, matematica e informatica), favorire l'acquisizione di elevate competenze in tali discipline e nella lingua straniera attraverso un uso veicolare dell'Inglese in contesti reali. La presenza poi di giovani studenti universitari americani, esperti nella metodologia MIT basata sull’esperienza e l’utilizzo di risorse online faciliterà il raggiungimento degli obiettivi del Progetto”, afferma la Preside Franca Burzigotti che ha curato personalmente la procedura di candidatura dell’Avviso pubblico con il prezioso aiuto della Prof.ssa Pucci Sabrina, docente di Matematica e Fisica dell’Istituto. Al Bando erano ammessi gli Istituti italiani dove è attivo il Liceo Scientifico e la sua opzione Scienze Applicate, condizione necessaria, ma non certo sufficiente, infatti, requisiti fondamentali per ottenere punteggio nella graduatoria erano legati alla presenza di laboratori e strumentazioni digitali di ottimo livello, di docenti delle discipline tecno-scientifiche con elevate competenze in lingua inglese (livello B2/C1), di attivazione di laboratori di Robotica, di partecipazione a competizioni sull’area STEM, di adesione al LS-OSA, oltre ovviamente la disponibilità di ospitare in famiglia gli studenti del MIT ed assicurare loro lezioni di lingua italiana. Requisiti di cui il Campus è sicuramente in possesso, considerato che è terzo nella graduatoria nazionale dei 21 Istituti selezionati ed è l’unica scuola della Regione Umbria scelta dal MIUR per collaborare con il MIT.  

02/01/2018 17:49:11 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Perugia: arrestate dai Carabinieri tre persone per furti commessi nella provincia

La scorsa settimana, i Carabinieri delle Compagnie di Città di Castello e Foligno, nonché della Sezione di Polizia Giudiziaria della Procura della Repubblica presso Tribunale di Perugia, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Spoleto, su richiesta delle Procure di Spoleto e Perugia, nei confronti di tre soggetti con pregiudizi di polizia, tra cui due albanesi di 34 e 35 anni residenti a Perugia, nonché di un italiano 46enne, originario di Napoli ma residente a Bastia Umbra. Gli arrestati sono indagati a vario titolo per furto aggravato e ricettazione, in quanto ritenuti responsabili di aver commesso un furto in abitazione e un altro all’interno di un capannone industriale,  nella prima decade di Febbraio dello scorso anno. In particolare, le indagini, supportate anche da specifiche attività tecniche hanno permesso di raccogliere concordanti ed univoci elementi di reità circa un furto in abitazione commesso a Deruta, tramite effrazione di una porta finestra, nel corso della quale venivano asportati monili denaro e beni per un valore complessivo di 4900 euro circa, nonché di un furto di ingente quantità di bottiglie di vino del valore economico di circa 9500 euro, asportato e portato via da un capannone industriale sito in Marsciano utilizzando un furgone Iveco Daily di provenienza furtiva.  In quest’ultima circostanza, tutte le confezioni di vino asportate sono state successivamente rinvenute all’interno di un container ubicato a Corciano.

01/01/2018 21:26:15

Notizie » Politica M5S Umbertide:''Buon anno''

Riceviamo e pubblichiamo BUON ANNO Tanti auguri a tutti i cittadini del comune di Umbertide, il 2018 sarà un anno difficile per colpa di chi ci ha governato finora. Tanti auguri a chi ci ha governato finora, hanno portato questo comune sull’orlo di un precipizio ma, noi ne siamo convinti, senza consapevolezza di quello che stavano facendo. Tanti auguri a imprenditori e professionisti del nostro comune, da uno studio uscito da poco Umbertide è tra i comuni umbri che sono ancora in profonda crisi, ma non è certamente colpa loro se l’Amministrazione comunale ha bloccato quasi tutti gli investimenti perché aveva accumulato troppi debiti. Tanti auguri a tutti gli automobilisti che devono fare lo slalom tra le buche per potersi muovere. Tanti auguri a quell’ampia parte di Umbertide dove i pozzi sono stati chiusi perché la falda è inquinata, i soldi per la caratterizzazione dell’inquinamento non si trovano, ma in compenso ci sono 80.000 euro per fare una cucina nell’ex magazzino tabacchi. Tanti auguri a tutti quelli che sono stati colpiti da furti e da quelli che lo saranno, l’immobilismo della nostra Amministrazione non promette nulla di buono. Tanti auguri a tutti gli islamici, a Umbertide sorgerà una delle moschee più grandi d’Italia e nessuno ne sentiva il bisogno (tranne pochissimi politici). Tanti auguri a tutte le persone che abitano vicino ad edifici con presenza di amianto, secondo Arpa Umbria il comune di Umbertide è il peggior comune umbro per amianto negli edifici pubblici, ma questa amministrazione ha deciso di bocciare il nostro “Piano Amianto”. Tanti auguri a tutti i pendolari che per recarsi al lavoro o a scuola prendevano il treno, sono stati buttati via quasi tre milioni per l’inutile bretella di Pierantonio, ma non sono stati trovati i soldi per la manutenzione. Tanti auguri a tutti gli abitanti di Calzolaro (anche quelli che non sentono la puzza), nonostante tutti i nostri sforzi la strada per la normalizzazione è ancora lunga. Tanti auguri agli abitanti di Pierantonio, l’impianto di compostaggio di Pietramelina ha riaperto questi giorni e ci saranno tanti giorni di puzza senza che il comune di Umbertide abbia fatto niente per aiutarli. Tanti auguri a tutti gli abitanti del nostro comune che il prossimo anno spenderanno molto di più per la tassa dei rifiuti, scelte completamente sbagliate hanno creato più lavoro per gli utenti ad un prezzo notevolmente più alto di prima. Tanti auguri all’ex sindaco Locchi, aveva fatto un lavoro degno dell’Attila d’oro ed ora sta passando per una vittima grazie ad una sfiducia derivata da accordicchi tra la parte della maggioranza vicino all’On. Giulietti ed una parte di Umbertide Cambia. Infine tanti auguri agli esponenti di Umbertide Cambia perché risolvano al più presto la querela per diffamazione che l’On. Giulietti gli aveva fatto nella passata campagna elettorale.

01/01/2018 21:18:06

Notizie » Politica Crisi politica, Monni e Molinari replicano a Umbertide Cambia

Riceviamo pubblichiamo Monni: “Dopo giorni di strategico silenzio, Umbertide cambia è tornata a pontificare e nel mutuato stile artistico Giuliettiano, si concede ai microfoni ed innalza manifesti affinché gli Umbertidesi sappiano a chi dire grazie per lo scioglimento del consiglio comunale. Per i Civici sono state settimane piene di avvincenti emozioni: un ballo con Locchi e subito dopo le danze alla Corte del Re, tanto da non avere il tempo di spendere due parole sulle revoche degli assessori, in una logica di opposizione io e i colleghi del Movimento 5Stelle lo abbiamo fatto. Il ruolo svolto da Umbertide Cambia in questa vicenda è stato invece di bassa manovalanza. Prima il sostegno al PD di minoranza che, forte del nuovo equilibrio di sopravvivenza, revocava i due assessori di maggioranza. Subito dopo il cambio di rotta e la mano tesa all’Onorevole PD per eliminare definitivamente il Sindaco disubbidiente. Dai balli al primo appuntamento formale nell’ufficio protocollo appena dieci giorni, a seguire lo stordimento per gli insulti e le critiche dei cittadini e poi la corsa verso la ringhiera delle Scuole Mavarelli per ricostruirsi un onore perduto. Dopo tanta promiscuità, parlate di coerenza, di responsabilità, di rispetto delle istituzioni. Vorreste- Codovini, Conti e Orazi – insegnare a una non giovanissima donna di destra come si fa il consigliere d’ opposizione a Umbertide? Voi che da giovani sedevate dall’altra parte, proprio voi che appoggiavate e sostenevate tutte le coalizioni di sinistra da Rosi a Becchetti, fino Giulietti? No grazie! Potete ripeterlo all’infinito che le dimissioni sono state un atto di responsabilità e di chiarezza ma non vi servirà, del resto anche Orazi, come me e come gli altri dell’opposizione non ha inteso dimettersi. Stava ai sette consiglieri del PD sfiduciare il proprio Sindaco e la loro stessa amministrazione, in contraddittorio con l’intero Consiglio Comunale, a carte scoperte e non di nascosto dentro un ufficio del Comune. Rimango dell’idea che ciascun consigliere, in qualsiasi lista sia eletto, abbia il dovere di sollecitare e vigilare sull’attività della Giunta, di amministrare se si trova alla maggioranza, di fare opposizione se si trova in minoranza. Nessun consigliere dovrebbe tradire il voto dei cittadini che hanno scelto per la città un governo politico e non una guida prefettizia”. Molinari: “Sono stato Consigliere di opposizione per trent’anni e posso vantarmi di non aver avuto nessun genere di contatto con la maggioranza che non fosse connotato da una logica di contraddizione tra destra e sinistra. Per cui non accetto lezioni da chi è stato sempre dall’altra parte della barricata, votando a favore , allineati e coperti, né mi aspettavo che un consigliere di opposizione facesse cadere il consiglio comunale per una crisi del PD, originata da mere lotte di potere. Nella crisi del PD dovevate soffiare invece di correre a portare acqua a Giulietti.”    

31/12/2017 18:13:55

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy