Cultura » Mostre La programmazione del cinema Metropolis dal 22 al 28 febbraio

COSA VEDERE AL METROPOLIS DAL 22 AL 28 FEBBRAIO Inizia la corsa agli Oscar al Cinema Metropolis: questa settimana arriva "The Post" che ha ricevuto due candidature: Miglior film e miglior attrice protagonista per il trentesimo lungometraggio di Steven Spielberg che guida per la prima volta insieme gli attori TOM HANKS e MERYL STREEP. In programmazione in fascia pomeridiana anche il terzo capitolo delle avventure cinematografiche di Belle & Sebastien: Sebastien è cresciuto, ha 12 anni e con Belle sono ancora inseparabili, anzi la famiglia si è allargata con l'arrivo di tre splendidi cuccioli!     STEVEN SPIELBERG DIRIGE TOM HANKS E MERYL STREEP DA OSCAR] THE POST DI STEVEN SPIELBERG DA GIOVEDÌ 28 FEBBRAIO THRILLER, DRAMMATICO / DURATA 118 MIN / USA 2018 Diretto da Steven Spielberg, il thriller politico The Post racconta la storia dietro alla pubblicazione dei “Quaderni del Pentagono”, avvenuta agli inizi degli anni settanta sul Washington Post. Giovedì 22 ore 21:15 Venerdì 23 ore 21:15 Sabato 24 ore 21:15 Domenica 25 ore 19:00 - 21:15 Lunedì 26 ore 19:00 - 21:15 Martedì 27 ore 19:00 - 21:15 Mercoledì 28 ore 19:00* - 21:15* [biglietto 4 euro]   IL RITORNO DEI DUE INSEPARABILI AMICI] BELLE & SEBASTIEN: AMICI PER SEMPRE DI CLOVIS CORMILLAC DA VENERDÌ 23 FEBBRAIO FAMILY, AVVENTURA / DURATA 90 MIN / FRANCIA 2018 Mentre il padre Pierre e la neo sposa Angelina vogliono lasciare la montagna; Sebastien, ormai dodicenne, lotta per tenere con sé Belle e rimanere a vivere nello chalet! Venerdì 23 ore 16:30 Sabato 24 ore 16:30 - 18.30 Domenica 25 ore 15:15 - 17:15 Lunedì 26 ore 16:30 Martedì 27 ore 16:30 Mercoledì 28 ore 16:30* [biglietto 4 euro]   LISTINO BIGLIETTI CINEMA** Tutti i giorni (mercoledì escluso) – Intero € 6,50 | Ridotto € 5,00 Tutti i mercoledì, escluso eventi speciali, biglietto unico di € 4,00 Biglietti Ridotti riservati a spettatori under 14 / over 65 ** Prezzi relativi a tutte le proiezioni ordinarie

20/02/2018 20:07:00 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Umbertide, Il campus Leonardo Da Vinci fa il pieno di iscritti

Riceviamo e pubblichiamo Ancora in crescita le iscrizioni per il 2018/19 al Campus "L.da Vinci" di Umbertide che supera il traguardo dei 240 nuovi alunni: 242 per la precisione hanno scelto uno dei suoi sette indirizzi di studio, ciascuno caratterizzato da innovazioni metodologiche-didattiche e qualità dell'insegnamento ormai riconosciuti come modelli di riferimento regionale e nazionale. Gli alunni provengono da un vasto territorio che va da Perugia (zona Ponti), Gubbio, Montone, Pietralunga, Città di Castello, Cortona, Terontola e naturalmente Umbertide. Un’utenza ormai consolidata da questi territori: quest’anno si sono registrati incrementi di iscrizioni provenienti dal Comune di Umbertide (123) e dal Comune di Città di Castello dal quale arriverà un numero di nuovi alunni più che doppio (41) rispetto allo scorso anno. Tra i Licei, l'indirizzo più gettonato come nel resto d’Italia, risulta il Liceo Scientifico e la sua prestigiosa opzione bilingue (Italiano-Inglese) International Cambridge che, partita per prima nella Regione, sta regalando molte soddisfazioni agli alunni che recentemente hanno ottenuto i primi Diplomi ICGSE superando con eccellenti risultati gli esami di Matematica (Maths) studiata anche in Inglese e in English as a Second Language. Segue come preferenza il Liceo Linguistico nel quale, dal terzo anno, si può optare per il Progetto ESABAC che dà accesso al doppio Diploma Italo-Francese, grazie allo studio della Storia anche in Francese: a giugno le classi V affronteranno per la prima volta l’Esame di Stato ESABAC. Subito a ruota, pressoché alla pari, tutti gli altri Licei: il Liceo delle Scienze Applicate dove sono in atto interessanti innovazioni didattiche, dai libri digitali su i-Pad, alla classe dall'architettura 3.0 con l’Apple TV, all’utilizzo delle calcolatrici grafiche del Progetto MIUR-CASIO, agli approfondimenti di robotica nel FABLAB, il Liceo delle Scienze Umane ed il Liceo Economico Sociale con la sua opzione bilingue International Cambridge, ancora unica in Italia. Anche qui gli alunni conseguono il doppio diploma Italo-Inglese e studiano Economia e Geografia anche in Inglese, oltre a rafforzare l'Inglese stesso con la presenza di un insegnante madrelingua. Successo di iscrizioni oltre le aspettative anche per l’indirizzo Tecnico "Meccanica, Meccatronica ed Energia" fortemente legato al territorio e alle sue aziende di punta nel settore meccatronico che hanno consentito a tutti gli studenti finora diplomati (salvo chi ha proseguito negli studi universitari) di ottenere un immediato contratto di lavoro a tempo indeterminato. I tanti studenti che hanno scelto questo indirizzo, oltre questa certezza d’inserimento lavorativo, potranno contare su una formazione di qualità grazie anche al potenziamento di nuovi Laboratori di Energia, Robotica, Prototipazione, tutti collegati al FABLAB d’Istituto e alla sua aula coworking con stampanti 3D, scanner 3D, termocamera, LIM, stampanti wireless e plotter. L' indirizzo dei "Servizi Commerciali" ha mantenuto la sua ormai consolidata utenza, a differenza del trend nazionale che vede gli indirizzi professionali in forte calo (salvo gli Istituti Alberghieri). Ad Umbertide questo indirizzo ha radice profonde ed è costantemente curvato verso le esigenze del territorio, verso l'autoimprenditorialità, la promozione e gestione delle aziende, curando oltre che le materie di indirizzo, anche lo studio delle due lingue straniere Inglese e Francese. Insomma, chi ha scelto il Campus "L. da Vinci" di Umbertide per frequentare la Scuola Superiore, punta in alto ed è sicuro di trovare le migliori opportunità formative attuate nelle migliori condizioni strutturali e strumentali del territorio: è in atto, infatti, anche una continua riqualificazione degli spazi didattici in modalità 3.0 e un costante aumento di strumentazioni innovative e d'avanguardia, l’ ultimo è il Laboratorio di Fisica inaugurato a novembre scorso. Ormai l’Istituto, a cinquanta anni dalla sua nascita, è un vero e proprio Campus, con indirizzi di studi su tutti e tre i settori dell’istruzione (Licei, Tecnici e Professionale), l’accreditamento presso la Cambridge University come International School, partner del MIT di Boston nel progetto Global Teaching Labs, sede AICA (Milano) delle certificazioni europee ITC, Agenzia Formativa della Regione Umbria, Snodo territoriale per la formazione PNSD del personale in competenze digitali, Scuola Polo al MIUR per la comunicazione dei PON: punti di forza invidiabili anche dalle più prestigiose scuole di città metropolitane. Guidato nell’ultimo decennio, dalla Dirigente Prof.ssa Franca Burzigotti, che ha messo in atto un potente piano di miglioramento continuo, l’Istituto sta diventando punto di riferimento d’eccellenza per la formazione dei giovani, ben saldo tra gli stretti legami sul territorio locale, la dimensione europea della formazione e la visione "globale" delle opportunità da cogliere per i ragazzi che frequentano e si accingono a frequentare il “L. da Vinci” di Umbertide. "L'ampio ventaglio di indirizzi che possono essere frequentati al Campus di Umbertide è certamente una carta vincente dell'Istituto, ma sicuramente sulla scelta delle famiglie incidono anche altri punti di forza della nostra scuola: alcune importanti innovazioni tecnologiche, un innovativo modo di fare scuola, l'attenzione alla qualità della didattica assicurata da docenti giovani e stabili che aggiornano costantemente le loro competenze, il clima sereno in cui i ragazzi possono vivere positivamente la loro esperienza scolastica, la vivacità culturale e progettuale che aumenta la motivazione degli studenti, la capacità di confrontarsi con la "globalità" valorizzando le risorse locali, la qualità delle strutture, degli spazi e delle strumentazioni sulle quali l'Istituto investe costantemente, il saper costruire nuove opportunità per i ragazzi in ottica europea, il guardare avanti con chiara visione di dove si vuole andare", afferma il Dirigente Scolastico, Prof.ssa Franca Burzigotti che, a proposito di innovazioni ed opportunità per i nuovi iscritti, annuncia ancora importanti investimenti sia sul piano didattico-metodologico, sia in strutture e strumentazioni assicurati da ingenti risorse a disposizione, come si evince dal Bilancio di previsione 2018, appena approvato, che si attesta intorno ad un milione di euro e si compone per la maggior parte di finanziamenti assegnati grazie all'esito positivo della valutazione dei numerosi Progetti che l’Istituto ha candidato a vari Bandi nazionali e regionali, tra cui i PON che vi incidono per più di 250.000 euro.    

20/02/2018 12:48:06

Attualità » Primo piano Approvato lo schema di convenzione per la realizzazione del percorso ciclopedonale Montecorona – Gubbio – Fossato di Vico

Riceviamo e pubblichiamo Approvato lo schema di convenzione per la realizzazione del percorso ciclopedonale Montecorona – Gubbio – Fossato di Vico Con deliberazione del Commissario straordinario Castrese De Rosa, con i poteri del Consiglio comunale, è stato approvato lo schema di convenzione per la realizzazione in forma associata del percorso ciclopedonale Montecorona – Gubbio - Fossato di Vico lungo il percorso della ex Ferrovia dell'Appennino centrale. Lo scopo è quello di recuperare il tracciato dell'antica ferrovia Arezzo – Gubbio – Fossato di Vico e al contempo promuovere lo sviluppo di una rete viaria di mobilità lenta favorendo la crescita del turismo locale. Il progetto era già approdato in Consiglio comunale nella scorsa legislatura e rinviato in Commissione per alcuni chiarimenti. Il Commissario De Rosa, valutato positivamente l'intervento di realizzazione del percorso, ha quindi incontrato il sindaco del Comune di Gubbio e definito alcuni importanti aspetti del progetto, che sarà finanziato interamente dalla Regione dell'Umbria per 2.000.000 di euro e dalla Fondazione Cassa di Risparmio per 1.000.000 di euro, senza quindi gravare sui bilanci dei Comuni coinvolti che dovranno occuparsi della manutenzione dell'opera, ciascuno per la propria competenza territoriale. Al fine di realizzare il percorso, il Comune di Gubbio procederà all'esproprio dei terreni interessati dal tracciato che diventeranno di proprietà dei Comuni. Chiariti quindi i dubbi emersi in sede di Commissione Consiliare, il Commissario De Rosa ha approvato lo schema di convezione per la realizzazione del percorso ciclopedonale lungo la ex Ferrovia dell'Appennino centrale, prevedendo una gestione associata per le attività di progettazione, esproprio, affidamento ed esecuzione dei lavori.

20/02/2018 12:40:06

Attualità » Primo piano Giano dell’Umbria: un arresto per tentato furto in tabaccheria

La notte scorsa i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Spoleto e della stazione di Giano dell’Umbria hanno arrestato un cittadino albanese di 32 anni, con precedenti, irregolare in Italia, ritenuto responsabile di un tentato furto aggravato nei confronti di una tabaccheria della frazione Bastardo di Giano. L’arresto giunge nell’ambito di una serie di servizi straordinari di controllo del territorio eseguiti dai militari della Compagnia spoletina a seguito del recente incremento di reati predatori, registrato in zona. I militari sono intervenuti su segnalazione di un cittadino che aveva notato alcune persone aggirarsi in modo sospetto nei pressi di uno stabile a più piani. Alla vista dei Carabinieri l’uomo ha tentato di darsi alla fuga a bordo di un’auto di grossa cilindrata della quale aveva provveduto a rendere illeggibili le targhe ma, dopo un breve inseguimento, è stato bloccato e sottoposto immediatamente a perquisizione che ha consentito di rinvenire alcuni arnesi da scasso, poi sequestrati. I successivi accertamenti hanno consentito di appurare che l’uomo e i complici avevano tentato di forzare la serranda della tabaccheria per penetrare all’intero del locale. Dichiarato in stato d’arresto è stato condotto, su disposizione della Procura della Repubblica, davanti al Giudice del Tribunale di Spoleto che ha convalidato l’arresto e disposto la custodia cautelare in carcere in attesa della celebrazione del processo.

19/02/2018 17:05:11

Attualità » Primo piano Umbertide: area La Fornace, iniziati oggi i lavori di ristrutturazione del complesso immobiliare

Riceviamo e pubblichiamo Il Fondo Immobiliare UNI HS AbitaRE, gestito da Finint Investments SGR, avvia ufficialmente oggi i lavori di ristrutturazione per dare nuova vita al complesso La Fornace di Umbertide, in stato di abbandono da diversi anni. I lavori dureranno circa un anno e saranno eseguiti dall’Impresa di Costruzione SEAS Srl di Umbertide, selezionata attraverso una gara d’appalto privata indetta dal Fondo, che costituisce una piattaforma di investimento nell’ambito del Sistema Integrato dei Fondi riservato ad investitori istituzionali rappresentati dal FIA - Fondo Investimenti per l’Abitare (gestito da CDP Investimenti SGR e investito da Cassa Depositi e Prestiti) con una partecipazione al 60%. L’esperienza maturata nel settore edile, la comprovata qualifica delle maestranze e la profonda conoscenza del territorio umbertidese e delle sue realtà locali sono indicatori di garanzia per il buon esito del progetto di riqualificazione del complesso “La Fornace”, nonché il suo compimento nei tempi previsti: SEAS si avvarrà di moderni sistemi di gestione delle commesse, quali il Project Management, per la definizione dei tempi, costi e qualità a livello esecutivo, di fondamentale importanza nel settore dell’edilizia residenziale e, in particolare, in quello della riqualificazione immobiliare. Il progetto prevede il ripristino della funzionalità degli alloggi anche attraverso alcuni interventi di riconversione degli spazi per rispondere al fabbisogno abitativo del territorio. Gli interventi prevedono principalmente la ristrutturazione interna degli alloggi con la messa a nuovo dei locali degradati e delle finiture, il ripristino dell’impianto elettrico, idraulico, termico, nonché la sistemazione delle parti esterne ed interrate e in generale tutti gli interventi necessari per l’ottenimento dell’agibilità ed il miglioramento della classe energetica. L’intervento porterà alla realizzazione di 93 unità così ripartite: 56 alloggi, 6 case bottega (abitazione abbinata a studio/laboratorio professionale) e 16 residenze temporanee, per un totale di 78 unità da destinarsi prevalentemente alla locazione a canone calmierato e alla vendita convenzionata, 9 villette a schiera indipendenti (destinate alla vendita sul mercato libero), 3 locali commerciali per rivitalizzare l’area di intervento ed 1 locale da destinare ad attività di co-working. Le unità residenziali saranno caratterizzate, per meglio rispondere alle diverse esigenze degli utenti, da diverse metrature che spaziano dai 50 mq ai 150 mq. Le finiture saranno in gres ed in legno, ove opportuno. A corredo delle unità sono previste terrazze e spazi verdi privati e condominiali per garantire un alto comfort abitativo. Spazi comuni destinati all’integrazione, alla socializzazione e al tempo libero e orti condominiali completano l’offerta. La gestione degli spazi sarà affidata a un Gestore socio-immobiliare che, oltre a coordinare le attività di ordinaria gestione amministrativa e condominiale, curerà i rapporti con gli inquilini e coordinerà le attività comuni, anche con l’obiettivo di rafforzare l’identità e il senso di appartenenza della comunità con un occhio di riguardo alle esigenze del territorio, alle tematiche della sostenibilità e cercando di mettere in rete i servizi già presenti nella zona. L’accesso agli alloggi avverrà attraverso un bando di assegnazione curato dal Gestore socio-immobiliare. A seguito della partecipazione al bando, per quanti risulteranno in possesso dei requisiti previsti (che terranno conto della capacità economica e della situazione soggettiva dei richiedenti), sarà redatta la graduatoria degli assegnatari per la scelta degli alloggi. I destinatari dell’intervento saranno i soggetti appartenenti alla cosiddetta “fascia grigia” (es. giovani coppie, anziani, nuclei monoparentali, etc…), ovvero con un reddito insufficiente per accedere ai prezzi del libero mercato (affitto o vendita), ma allo stesso tempo troppo elevato per accedere all’Edilizia Residenziale Pubblica. “Siamo orgogliosi – afferma Sara Paganin, Finint Investments SGR - che sia un’impresa locale ad eseguire i lavori di riqualificazione di un complesso immobiliare così importante per Umbertide. Il coinvolgimento di operatori professionali locali è uno dei driver di valore del Fondo in quanto permette di generare indotto sul territorio, portando ad un diffuso beneficio per tutta l’economia locale. Più in generale, questo progetto rappresenta un’altra tappa importante per fronteggiare il bisogno abitativo, con un occhio di riguardo alla sostenibilità ambientale e senza utilizzo di nuovo suolo.”   “Il recupero funzionale del complesso La Fornace – afferma Alessandro Conti, Direttore Tecnico SEAS – è un passo importante nella riqualificazione del patrimonio immobiliare esistente nel territorio, un progetto che può dare risalto alla città e slancio produttivo all’economia locale. È una grande opportunità per Umbertide e al contempo un onore per noi quello di tornare, dopo diversi anni, a realizzare un intervento così importante per la nostra città.” Il Commissario Straordinario del Comune di Umbertide Castrese De Rosa, che ha incontrato stamattina in Comune la proprietà e la società aggiudicataria, ricordando il protocollo di intesa del 6 luglio 2017 con il quale erano già stati definiti i reciproci impegni per il recupero dell’area tra l’Amministrazione e il nuovo soggetto proprietario del Parco la Fornace, ha espresso la propria soddisfazione per la rapida attivazione da parte del Fondo delle fasi di appalto dei lavori e dell’attivazione dei relativi cantieri, che vedranno impegnate maestranze del territorio: "E’ un progetto innovativo e qualificante per la zona e per la città a cui il Comune di Umbertide darà il suo contributo attraverso il recupero dell’adiacente area della Draga, recentemente trasferita all’Ente dall’Agenzia del Demanio. Sarà indispensabile avere massima attenzione, durante l’esecuzione dei lavori, alla sicurezza dei luoghi e delle aree adiacenti, auspicando che, come tra l’altro confermato dalla proprietà, i lavori possano concludersi entro il 31 gennaio 2019 favorendo l'ingresso di nuovi residenti. Ho chiesto inoltre che attraverso il ricorso alla vigilanza privata venga garantito adeguato decoro e contrasto ad eventuali intrusioni abusive a garanzia della collettività. Vigileremo attentamente su questi aspetti non secondari ed assolutamente da non trascurare".

19/02/2018 14:14:17

Attualità » Primo piano Scuole, chiesti finanziamenti per interventi di messa in sicurezza per oltre 4,8 milioni di euro

Riceviamo e pubblichiamo Prosegue l'impegno dell'Amministrazione Comunale sul fronte della messa in sicurezza degli edifici scolastici, obbiettivo prioritario già individuato nella precedente legislatura e condiviso e portato avanti dal Commissario straordinario Castrese De Rosa. Nei giorni scorsi il Comune ha infatti avanzato richiesta di finanziamento per una serie di interventi di messa in sicurezza di edifici pubblici, così come previsto dalla legge n. 205 del 27 dicembre 2017, per i quali il Governo ha stanziato 150 milioni di euro per l'anno 2018. Nello specifico il Comune ha richiesto contributi per interventi di messa in sicurezza e miglioramento sismico riguardanti soprattutto le scuole del capoluogo e delle frazioni, già inseriti nel bilancio di previsione 2018-2020, alcuni dei quali in parte finanziati, per un importo totale di 4.818.000 euro. Questi gli interventi: demolizione e rifacimento della scuola dell'infanzia Monini (per la quale è stato richiesto un contributo pari a 568.000 euro da aggiungere ai 2.272.000 euro già finanziati); miglioramento sismico della scuola primaria di Niccone (800.000 euro); realizzazione del nuovo asilo nido comunale (795.000 euro); miglioramento sismico della scuola dell'infanzia di Montecastelli (250.000 euro); miglioramento sismico della scuola dell'infanzia di Calzolaro (330.000 euro); miglioramento sismico della scuola dell'infanzia di Pierantonio (600.000 euro). A questi interventi si aggiungono anche l'adeguamento sismico del Museo Santa Croce per un importo richiesto di 480.000 euro e il miglioramento sismico del Magazzino comunale per 995.000 euro. La richiesta è stata inoltrata dal Commissario De Rosa alla Direzione Centrale per la Finanza Locale del Ministero dell'Interno, come previsto dal bando, in anticipo rispetto alla scadenza del 20 febbraio 2018. “Le scuole rappresentano il biglietto da visita di una città - ha affermato Castrese De Rosa - e abbiamo voluto, d'intesa con i tecnici del Comune a cui va il mio plauso per l'impegno profuso, concentrare tutti gli sforzi in questa direzione. Confido che le nostre richieste di finanziamento possano essere accolte così potremo concretizzare le previsioni del piano triennale delle opere pubbliche anticipando i tempi di realizzazione”.  

19/02/2018 14:06:48

Attualità » Primo piano Umbertide, approvato dal Commissario straordinario De Rosa il bilancio di previsione

Riceviamo e pubblichiamo Con delibera n. 12 del 16 febbraio 2018, il Commissario straordinario Castrese De Rosa, con i poteri del Consiglio comunale, ha approvato il Bilancio di previsione 2018- 2020. Grazie all'importante contributo del personale comunale ma anche ad una normativa chiara e senza novità significative, quest'anno il documento di programmazione economica e finanziaria è stato approvato in tempi rapidissimi, tanto che quello di Umbertide risulta uno dei primi bilanci approvati in Umbria e non solo. Come affermato dal Commissario De Rosa, non è stato facile predisporre il preventivo 2018, soprattutto a causa dei minori introiti per un importo di 380.000 euro derivati dalla vendita dei certificati verdi della centrale idroelettrica sul Tevere, ma in ogni caso si è riusciti ad approvare un bilancio che mira a garantire la stessa qualità dei servizi alla persona, mantenendo invariate le tariffe e la pressione tributaria (ad eccezione della Tari per la quale si registrano in media aumenti del 6/7% solo per il 2018, a seguito dei maggiori costi derivanti dall’incremento degli oneri di smaltimento a causa delle chiusure delle discariche), ad attivare e portare a completamento importanti opere pubbliche e a razionalizzare la spesa senza per questo andare ad intaccare i livelli qualitativi dei servizi offerti ai cittadini. In merito alle opere pubbliche, i lavori previsti per il 2018 riguardano la ristrutturazione della scuola dell’infanzia Marcella Monini (2.556.000 euro), l’ampliamento della scuola primaria di Niccone (450.000 euro) e la realizzazione di una nuova viabilità in località Calzolaro (700.000 euro). Inoltre nel corso del 2018 si provvederà al completamento dei lavori di ristrutturazione del Palazzo comunale, dell’ampliamento dei cimiteri di Umbertide e Pierantonio, della realizzazione del progetto “orti felici”, della ristrutturazione del palazzo ex poste di Preggio e della manutenzione straordinaria della viabilità nelle frazioni.

19/02/2018 14:00:59

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy