Attualità » Primo piano All'Istituto Da Vinci di Umbertide lezioni di matematica con l'insegnante del Mit di Boston

Riceviamo e pubblichiamo Si è conclusa con successo l’esperienza della teacher visiting Susan Francisca del MIT di Boston presso il Campus Da Vinci di Umbertide, uno dei 21 Istituti in Italia ad essere selezionato dal MIUR per realizzare, in partenariato con il prestigioso (Massachusetts Institute of Technology, USA), il Progetto Global Teaching Labs (GTL). Susan Francisca, studentessa senior del corso di Mathematics e Computer Science al MIT, ha trascorso tre settimane al Campus “L. da Vinci” insegnando a più classi del triennio del Liceo delle Scienze Applicate, Liceo Scientifico, Liceo Scientifico Cambridge, moduli di Matematica, Informatica e Fisica in lingua inglese. È stato interessante entrare in contatto, su diverse tematiche, con una metodologia di taglio accademico, ma molto laboratoriale. Gli studenti di tutte le classi hanno dimostrato attenzione e partecipazione e di possedere adeguate competenze, sia disciplinari che linguistiche, per poter seguire le lezioni in inglese. Susan Francisca le ha proposte ispirandosi all’autentico ambiente di apprendimento del MIT che privilegia il collaborative learning e l’apprendimento attivo, unitamente alla creatività supportata dalla tecnologia. Per gli studenti è stata una preziosa opportunità formativa di approfondimento di argomenti scientifici con la compresenza dei propri docenti e di Susan. “Per chi si occupa di Matematica, Informatica, Fisica e didattica potere ospitare una studentessa proveniente da una delle università più famose e prestigiose al mondo per la sua altissima qualità educativa, è una soddisfazione immensa. Siamo estremamente orgogliosi di essere stati selezionati e di potere offrire ai nostri studenti un’esperienza culturale e didattica che va a perfezionare e impreziosire la nostra attuale offerta formativa”, affermano i docenti di materie scientifiche coinvolti nel Progetto. “Nell’ambito del programma Global Teaching Labs sto insegnando argomenti di Matematica, Informatica e Fisica in inglese in classi del triennio del Campus di Umbertide - dice Susan Francisca - e gli studenti e la scuola sono stati molto accoglienti con me. Malgrado io sia qui nel ruolo d’insegnante, è un’esperienza di apprendimento sia per me che per gli studenti». Ho già imparato molto sugli approcci educativi - continua Susan - l’universalità tra le differenti culture, e più di tutto sulle persone. Sono arrivata ad Umbertide, francamente, un po' nervosa perché non avevo idea di cosa aspettarmi, ma ogni preoccupazione iniziale è scomparsa il primo giorno, quando sono stata accolta da molti visi sorridenti, desiderosi di incontrarmi”. Le lezioni sono state uno stimolo per gli studenti, un modo per mettersi in discussione per apprendere strategie e metodi che rendano l’insegnamento più accattivante e, forse, più efficace. E per la studentessa-tirocinante non sembra essere diverso: “Ho potuto subito lavorare con i docenti per progettare il piano delle lezioni - dice - che sarebbe stato più interessante e importante per i ragazzi. Il mio tempo al Campus di Umbertide è stato proprio stimolante, gratificante e unico nel suo genere”. “L'attività rientra nel piano di innovazione e internazionalizzazione che l’Istituto “L. da Vinci” porta avanti per dare vita ad una realtà educativa che, con i propri percorsi di studio e le numerose attività di eccellenza, si propone di consegnare agli studenti un passaporto per il loro futuro”, afferma la Preside Burzigotti che ringrazia, in primis la Prof.ssa Pucci Sabrina che ha ospitato per l’ intero periodo la studentessa, l’insegnante Bartocci Sonia che ha collaborato alle attività di accoglienza ed ospitalità, le docenti Sonaglia Orietta, Trombettoni Federica, Lombardi Silvia, Giappichelli Mariella, Pucci Sabrina, Bagaglia Cinzia, Alunni Gaetani M. Grazia che hanno assicurato la compresenza e la coprogettazione delle attività di Susan, gli studenti, le loro famiglie e tutti gli altri numerosi docenti della scuola che hanno contribuito al successo dell’esperienza.

31/01/2018 16:19:30 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Umbertide ha ricordato Donato Fezzuoglio a dodici anni dall'uccisione

Si è tenuta alle 10 di oggi, martedì 30 gennaio, in via Andreani ad Umbertide, la cerimonia di commemorazione dell'Appuntato Donato Fezzuoglio, il militare ucciso 12 anni fa durante una rapina ai danni della filiale umbertidese del Monte dei Paschi di Siena. Erano da poco passate le 15 del 30 gennaio 2006, quando un commando di rapinatori fece irruzione nell'istituto di credito. Una pattuglia del Radiomobile dei Carabinieri, formata da Fezzuoglio e dal capo pattuglia Enrico Monti, intervenne immediatamente. I militari riuscirono a sparare alcuni colpi verso i malviventi, ma il giovane Carabiniere venne raggiunto da un proiettile e morì sul colpo. I rapinatori si fecero poi largo a colpi di arma da fuoco, sparando alle auto in sosta ed in transito, ferendo due persone, prima di fuggire a bordo di un'auto sottratta a due donne. Le indagini portarono all'arresto dei sospettati ed alle condanne per il capo della banda e l'esecutore materiale dell'omicidio.  Alla cerimonia erano presenti la vedova di Fezzuoglio, Emanuela Becchetti ed il figlio Michele, i rappresentanti dell'Arma e delle altre forze dell'ordine, insieme a Marco Vinicio Guasticchi, vicepresidente del Consiglio Regionale dell'Umbria, Giampiero Giulietti, Sindaco di Umbertide all'epoca dei fatti, l'ex Sindaco Marco Locchi, una delegazione da Bella, cittadina di origine di Fezzuoglio ed il Commissario prefettizio di Umbertide Castrese De Rosa.  LA NOTA DELL'ARMA   Alle 10 di oggi, martedì 30 gennaio, si è svolta in via Andreani di Umbertide, la cerimonia di commemorazione dell’eccidio dell’appuntato dei Carabinieri Donato Fezzuoglio, Medaglia d’Oro al Valor Militare, all’epoca in servizio presso l’Aliquota Radiomobile del Comando Compagnia Carabinieri di Città di Castello. Alla toccante e commovente cerimonia, iniziata con la deposizione di corone di alloro alla lapide già da tempo presente in via Andreani, teatro del tragico fatto e culminata con una Messa celebrata dal Vescovo Emerito dell’Arcidiocesi di Gubbio-Umbertide, Mons. Mario Ceccobelli, presso la Chiesa di Cristo Risorto, hanno partecipato oltre la vedova Signora Emanuela e il figlio Michele, il Comandante della Legione Carabinieri Umbria Gen. Massimiliano Della Gala, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Perugia Col. Giovanni Fabi e il dott. Castrese De Rosa per il Comune di Umbertide, nonché rappresentanze delle locali Associazioni combattentistiche e d’Arma e tutte le autorità Provinciali e locali, sia civili che militari. Tutti certamente ricorderanno il triste episodio avvenuto in via Andreani il 30 gennaio di dodici anni fa, quando il giovane appuntato, nel tentativo di sventare una rapina ai danni della filiale umbertidese del Monte dei Paschi di Siena, venne colpito a morte dai rapinatori che stavano scappando dopo il colpo messo a segno all’interno della banca. Nella circostanza, il Comandante della Legione Umbria Generale Della Gala ha ringraziato calorosamente le scolaresche e le autorità intervenute, nonché tutti coloro che si adoperano affinché il sacrificio del militare non venga mai dimenticato.  

30/01/2018 13:47:04

Notizie » Politica Centro destra in Regione:''Per i lavoratori e per la proprietà Nardi, porte aperte in Assemblea Legislativa''

Riceviamo e pubblichiamo Centro destra in Regione: “Per i lavoratori e per la proprietà Nardi, porte aperte in Assemblea Legislativa” La Regione incontra la proprietà della Nardi. Il tavolo istituzionale è previsto per domani(Martedì 30 gennaio) a Palazzo Donini dove la rappresentanza dell’azienda altotiberina ribadirà, ai vertici governativi, la necessità di attivare la procedura per la richiesta di un anno di cassa integrazione straordinaria per tutti i 103 addetti. Sulla questione interviene il Vice presidente dell’Assemblea Legislativa Valerio Mancini che , a nome di tutto il centro destra regionale e del civico Sergio de Vincenzi ribadisce: “ Le forze politiche da me rappresentate dichiarano la propria disponibilità ad incontrare ed interloquire con i vertici Nardi successivamente all’incontro con la Presidente Marini al fine di comprendere nel dettaglio le dinamiche del meeting e di intervenire qualora se ne riscontrino le necessità. Saremmo ben lieti – precisa Mancini – di raccogliere le istanze della nota azienda metalmeccanica, ascoltare le esigenze dei diretti interessati al fine di addivenire ad un documento comune da presentare in aula che possa coadiuvare l’azione della proprietà e dei lavoratori. L’attenzione, del centro destra, alle politiche occupazionali è ben nota: ricordo, per citarne alcune, le battaglie a fianco degli operai della Ex Pozzi di Spoleto, i numerosi atti di indirizzo a favore della Perugina o della Colussi, la presenza costante a sostegno dei lavoratori della ex Novelli o della Thyssen group. Numeri alla mano – conclude Mancini - i dati occupazionali in Umbria sono ai minimi storici, mentre il tasso di povertà continua ad aumentare, la politica lassista della Giunta Marini sta immobilizzando una Regione intera che non riesce a reagire, pur avendone qualità e possibilità. Insieme possiamo rialzare la testa e il 4 Marzo rappresenta il vero cambiamento”

29/01/2018 21:09:00

Sport Basket A2/F: Umbertide fa il bis, batte Roma e vola a 10 punti in classifica

Secondo successo di fila per la Pallacanestro Femminile Umbertide che davanti al pubblico del PalaMorandi batte il San Raffaele Roma per 60 a 52. Le ragazze di coach Contu trovano la quinta vittoria stagionale e volano a quota 10 punti in classifica nel girone sud di A2, a pari merito proprio con le capitoline. Partita equilibrata nel primo periodo che termina 18-17 per le bianco-azzurre. Nel secondo quarto, Umbertide prende il largo e va al riposo in vantaggio 40 a 24. Nel terzo periodo Landi e compagne stentano a mantenere il ritmo della seconda frazione di gioco, con le romane che si riavvicinano minacciosamente. La PFU si ritrova avanti di sole nove lunghezze, sul punteggio di 50-41. Nell’ultimo periodo le umbertidesi tengono i nervi saldi e resistono fino al 60 a 52 finale. 16 i punti di Capitan Landi, 10 quelli della pivot Mandic. La PFU non vinceva in casa dal 5 novembre scorso, nella vittoria contro Forlì. Ora la salvezza è ancora più vicina, ma la giovane squadra umbertidese non deve abbassare la guardia. Prossima partita sabato 3 febbraio a Palermo, contro la corazzata guidata da Santino Coppa, prima partita di un trio di incontri formato anche da Faenza e San Giovanni Valdarno.   Pall. Femm. Umbertide - San Raffaele Roma 60-52 Parziali (18 -17, 40-24, 50-41)   Pall. Femm. Umbertide: Giudice 8, Landi 16, Mandic 10, Fusco 9, Conti ne, Dettori 7, Paolocci 8, Meschi 2, Cutrupi, Catalino ne. Allenatore: Alessandro Contu.   San Raffaele Roma: Pompei 6, Giorgi 14, Ciaccioni ne, Prosperi 3, Marchetti 18, Russo 4, Nnodi 2, Borghi ne, Ballirano 2, Santucci, Barbieri 3.   Classifica: Empoli 28, San Giovanni Valdarno 28, Palermo 26, Bologna 26, Civitanova 20, La Spezia 18, Orvieto 16, Faenza 16, Campobasso 16, Savona 14, Roma 10, Umbertide 10, Forlì 4, Virtus Cagliari 4, Alghero 2.

28/01/2018 21:19:51 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy