Sport Volley: esordio stagionale “sudato”, ma vittorioso per la squadra di Maddalena Rosi

Umbertide – Le attese per questo esordio stagionale tra le mura amiche della squadra guidata da Maddalena Rosi c’erano, inutile negarlo. Nell’ambiente aveva fatto un po’ parlare la campagna acquisti condotta per rinforzare una squadra la cui ossatura già collaudata ha beneficiato dei nuovi arrivi nei reparti fondamentali. E per iniziare come si conviene, al folto pubblico assiepato sulle gradinate dell’impianto umbertidese, era stato riservato un caloroso benvenuto. Al loro ingresso in campo per il saluto iniziale, infatti, le squadre sono state accompagnate da una nutrita delegazione del reparto minivolley della società biancorossa. Il momento è stato molto bello e per certi versi toccante, con le pallavoliste e i pallavolisti in erba a salutare gli spettatori stringendo le mani alle loro beniamine, ovviamente senza distinzione del colore della maglia. Ma dopo questo momento di vera condivisione, non senza qualche genitore visibilmente emozionato, è stata subito sfida vera, per la quale la società ospitante, peraltro, ha riservato un’ulteriore “coccola” a giocatrici e spettatori. A spakerare l’incontro c’era Marco Cruciani, “the voice of volley”, non solo nel panorama umbro.   Partenza sprint delle padrone di casa, che poi vanno sotto 1 a 2 Le buone sensazioni del precampionato, con le amichevoli disputate in massima parte contro le squadre della categoria immediatamente superiore e nelle quali le umbertidesi avevano fatto molto bene, si sono trasformate in un primo set di vera sostanza. Il parziale viene “ucciso” subito dal Volley Umbertide, che largheggia nel punteggio e gioca in grande spolvero in tutte le situazioni di gioco. In poco più di venti minuti la frazione è loro con un significativo 25 – 10. Gli auspici sono quelli buoni, ma a quel punto, non senza la complicità di un calo di attenzione e di tensione, che in questi casi si trasforma in calo di prestazioni e di intensità, il gioco delle padrone di casa si fa frammentario. Nonostante il punteggio si mantenga in bilico per buona parte del set e nonostante a metà frazione ci sia un allungo delle umbertidesi (+ 3), nei momenti decisivi l’attacco non incide come all’inizio. E vuoi per errori diretti, vuoi per una difesa di San Feliciano che sale sugli scudi, costringendo a rigiocare molti contrattacchi senza colpi veramente decisivi, le ospiti agguantano il secondo set (25 – 10). Un set perso ci può stare nella prima di campionato. Ma resettare e ripartire è fondamentale se non si vuole finire per alimentare l’autostima e la fiducia nei propri mezzi dell’avversario di turno. Il terzo parziale sembra la fotocopia di quello precedente, con le umbertidesi che non riescono a ritrovare quanto espresso in avvio. Al servizio incidono poco, mentre il cambio palla è sempre molto laborioso. Dall’altra parte della rete, soprattutto da posto 4, trovano buoni mani out e difendono con caparbietà. Sul 18 – 23, quando tutto sembrerebbe rimandato al set successivo, c’è una fiammata del Volley Umbertide, non solo d’orgoglio. Leonelli va al servizio e inanella una serie positiva che consente di riportare il punteggio in parità. Anzi, proprio sul servizio di Leonelli, vicinissimo alla riga dei nove metri, ma giudicato out, sfuma un set point per la squadra di coach Rosi, che fatalmente cede il parziale ai vantaggi (24 – 26).   Pareggio e tie break all’arembaggio Resettare ancora, anche perché cedere ancora significherebbe andare sotto la doccia a mani vuote. Le lacustri sono galvanizzate dopo essere passate in vantaggio e disputano un quarto set nel corso del quale non solo vanno in vantaggio (18 – 15), ma soprattutto costringono le avversarie a sudare le proverbiali sette camicie per mettere palla a terra, difendendo in modo più che caparbio. Ci vogliono tutta l’esperienza di atlete navigate come Bianconi e Nardi, oltre che la grinta di Leonelli e una ritrovata Busti per l’aggancio. Ed è proprio sul finale del set, cioè quando la palla pesa di più, che Umbertide non si lascia sfuggire l’occasione e ricomincia a giocare come nel primo parziale. Finisce 25 a 21 e la sensazione è che il tie break possa esser al continuità delle prime giocate. E in effetti è così, perché le umbertidesi giocano con molta attenzione e cinismo. L’attacco di palla bassa e il ritrovato tempo a muro, consentono alla padrone di casa di cambiare campo sull’8 a 3. Gli sguardi sono di sicurezza e San Feliciano, che si produce in un tentativo di rimonta controllato senza particolari patemi, cede definitivamente il set (15 – 9) e il match.   Alla fine una prova di carattere Che alla prima di campionato potesse accadere di incappare in sbavature e di rendere la vita più facile alle avversarie, ci può stare. E questo Maddalena Rosi lo sa bene, perché in una squadra nella quale ci sono quattro nuovi arrivi, ancorché di peso, possono esserci queste sbavature. Ma è anche certo che quanto visto nel primo set (non si vince a 10 per caso …) e nel tie break, costituisce il caposaldo dal quale ripartire. E poco male se quelle che sono considerate le più attrezzate hanno incamerato i tre punti. D’altronde il campionato è molto lungo e all’inizio vincere facile potrebbe avere le sue controindicazioni. Quello che è certo è che la rimonta del terzo set, in uno con un atteggiamento mai remissivo, anzi più che combattivo, oltre che una tenuta fisica già buona, vale a dire con i 5 set già nelle gambe, sono le ulteriori caselle riempite del mosaico che tutti auspicano possa andarsi a comporre definitivamente già dalle prossime partite.    VOLLEY UMBERTIDE – ESSEPI SAN FELICIANO AVIS MAGIONE    3 – 2   (25-10, 20-25, 24-26, 25-21, 15-9) VOLLEY UMBERTIDE: Ubaldi (C) 6, Bianconi 13, Leonelli 18, Giorgi 13, Busti 6, Moretti 10, Sarnari 3, Palazzetti, Leveque, Fiorucci, Girelli (L1), Giulietti (L2). N.e.: Beacci, Ceccagnoli. Allenatore: Maddalena Rosi. Aiuto allenatore: Laura Burzacchi. (b.s. 8, b.v. 8, muri 7, errori totali 29)   SAN FELICIANO VOLLEY: Marinelli 13, Baldoni 10, Costantini 10, Bonucci 8, Giunti 7, Angeletti 5, Andreini (L), Bigi 2, Migni 1, Marchesini. N.E. Cosci, Belardoni, Dentini (L). Allenatore: Matteo Cacciamani. (b.s. 10, b.v. 8, muri 2, errori totali 38)   Arbitro: Paolo Pocceschi

21/10/2019 09:43:32 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Presentata l'edizione 2020 del concorso “Save Energy” promosso da Aimet: premi in denaro per le scuole del territorio

Umbertide (Pg), 17 ottobre 2019 – E’ tutto pronto per l’edizione 2020 del Concorso per le scuole “Save Energy”, iniziativa promossa da Aimet srl e rivolta alle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado dei territori in cui l’azienda offre i propri servizi energetici. Il concorso, giunto alla settima edizione, è finalizzato a sensibilizzare le nuove generazioni verso un utilizzo più consapevole dell’energia e per l’edizione 2020 sarà incentrato sul tema del “Piano 20-20-20”, il pacchetto clima che dovrà essere attuato in Europa entro il prossimo anno. L’iniziativa, che ha ottenuto il patrocinio dell’Associazione Italiana Ambiente e Sicurezza e dei Comuni di Umbertide, San Giustino, Montone e San Benedetto del Tronto, è stata presentata giovedì 17 ottobre presso il Centro socio-culturale San Francesco di Umbertide. Alla conferenza stampa hanno partecipato l’Amministratore Unico di Aimet, ing. Patrizio Nonnato. il coordinatore di Aimet Federico Finocchi, l’assessore del Comune di Umbertide Sara Pierucci e il vicesindaco del Comune di San Giustino Elisa Mancini. Presenti anche dirigenti scolastici e docenti delle scuole dei territori di riferimento di Aimet.  “E’ con piacere che per il settimo anno Aimet e le società del Gruppo Esa Italia promuovono il concorso per le scuole Save Energy, iniziativa che sta riscuotendo sempre maggiore interesse da parte degli istituti scolastici dei territori di riferimento delle nostre società e che contribuisce a sensibilizzare le giovani generazioni su un tema di assoluta rilevanza come il risparmio energetico e lo sviluppo sostenibile – ha affermato l’Amministratore Unico di Aimet srl, ing. Patrizio Nonnato – Negli anni abbiamo colto un’attenzione particolare verso il concorso da parte di studenti e docenti, pertanto quest’anno abbiamo voluto organizzare un momento di dialogo e di confronto con le Istituzioni scolastiche che serva da stimolo e crescita per la nostra iniziativa”. “Chiediamo alle scuole la massima partecipazione ad un’iniziativa che crediamo sia importante per la nostra azienda ma anche per il futuro dell’ambiente – ha aggiunto il coordinatore Finocchi – Noi ci siamo, Aimet è un’azienda che vende servizi e mira a produrre utili ma che intende reinvestire parte di questi sul territorio a favore delle comunità locali”. Apprezzamento per l’iniziativa è stata espressa anche dai rappresentanti delle Amministrazioni comunali che hanno sottolineato l’importanza di un’iniziativa interessante che favorisce concretamente la diffusione di una cultura dello sviluppo sostenibile tra le nuove generazioni, contribuendo al contempo a sostenere il mondo della scuola.   Per l’edizione 2020 le scuole partecipanti dovranno scegliere uno dei tre obbiettivi previsti dal "Piano 20 20 20" (riduzione delle emissioni di gas serra del 20%, innalzamento al 20% della quota di energia prodotta da fonti rinnovabili, incremento del 20% del risparmio energetico) ed elaborare un progetto su di esso, tenendo conto delle peculiarità del territorio.   Per partecipare è necessario presentare l’apposita domanda, scaricabile dal sito internet www.aimetonline.it, debitamente compilata e firmata dal docente referente, tramite e-mail all’indirizzo saveenergy@energiaetica.eu entro e non oltre il 28 febbraio 2020.  Gli elaborati dovranno essere consegnati personalmente, via posta o via e-mail entro e non oltre il 20 aprile 2020.   Un'apposita Commissione di Valutazione provvederà poi a visionare i progetti pervenuti verificandone l'attinenza con il tema del Concorso, l'originalità della proposta progettuale e il legame con il territorio di appartenenza e, a suo insindacabile giudizio, selezionerà i vincitori.  Alle scuole vincitrici verranno assegnati premi in denaro destinati all'acquisto di materiale scolastico per un importo totale di 2.800 euro. I premi verranno consegnati nel corso di una cerimonia di premiazione che si terrà nel mese di maggio 2020.  

17/10/2019 17:02:10 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Aggiudicati i lavori per la demolizione e ricostruzione della scuola dell'infanzia Monini

Ecco la nuova scuola dell'infanzia “Marcella Monini”, i cui lavori sono prossimi alla partenza. Il responsabile unico del procedimento del Comune di Umbertide ha infatti assunto la determina dirigenziale che ha dichiarato l'efficacia dell'aggiudicazione dei lavori di demolizione e ricostruzione della scuola. L'amministrazione comunale informa che il contratto con la ditta aggiudicataria verrà stipulato quanto prima.   La nuova scuola “Monini” sarà caratterizzata da una “piazza” di accesso, volutamente definita come zona all’aperto. La piazza è racchiusa da una grande vetrata, dalle dimensioni di circa 300 metri quadrati. L'altezza raggiunge i sette metri. E' uno spazio stimolante, che consente l’aggregazione degli utenti grazie all’ampia zona luminosa in dialogo diretto con il giardino esterno. La grande vetrata crea così una zona a portico, che costituisce un pre-ingresso atto a proteggere dalle intemperie nei mesi invernali e dal sole nei mesi estivi. All’ingresso, ospitata in una ludica casetta in legno, sarà individuata una zona portineria per la sosta del personale e punto informativo per le famiglie.   La piazza della nuova scuola rappresenta uno degli elementi urbani più connotativi, è visto come un luogo di socializzazione nel quale si svolgono spettacoli e attività di vario genere, incarnando un po’ il concept del progetto della scuola: ampio spazio pensato, quindi, come punto di accoglienza e condivisione per i bambini e le famiglie che lo attraverseranno. La piazza ospiterà le varie feste annuali (inizio-fine anno, Natale, carnevale) con una capienza di circa 400 persone. La funzione principale della “piazza” sarà quella di permettere lo svolgimento delle attività sportive, divenendo un'ampia palestra vera e propria, dotata delle attrezzature e di una pavimentazione idonea. Nella zona ovest della “piazza”, due corridoi distributivi condurranno alle 8 aule, ai relativi servizi igienici e ai 4 atelier destinati a attività specifiche.   La flessibilità degli spazi, che costituisce prerogativa della scuola, è ottenuta da aule duplex, in grado di garantire una costante efficienza e di prestarsi sia per la consumazione dei pasti che a cambiamenti futuri. Ogni aula è concepita come una piccola “casetta” che ha grande permeabilità verso l’esterno mettendo costantemente il bambino in relazione con la natura e i suoi cambiamenti e fornendo un accesso diretto verso il giardino. Anche in questo caso, come per la “piazza”, le aule avranno un piccolo portico frontale, creato dalla vetrata arretrata, utile per aumentare l’ombreggiamento nei mesi estivi e le attività all’aperto nei mesi invernali protette dalle intemperie e dai venti. Sia dalla “piazza” che attraverso alcuni atelier si avrà la possibilità di accedere in maniera diretta verso la corte verde interna che, date le sue dimensioni circoscritte, permetterà una maggiore autonomia al bambino al fine di sviluppare laboratori all’aria aperta e in completa sicurezza tra esterno e interno.

17/10/2019 10:53:29 Scritto da: Eva Giacchè

Cultura Cosa vedere al Cinema Metropolis da giovedì 17 ottobre

A cinque anni dal successo planetario del primo film, arriva al Metropolis in uscita nazionale l’atteso sequel Disney «Maleficent: Signora del Male» e come sempre l'ambientazione è quella della bella addormentata nel bosco e della fata cattiva.  Il rapporto tra Malefica e Aurora, a un passo dalle sue nozze, viene messo alla prova dall’entrata in scena di nuove forze oscure e dalla nascita di alleanze inaspettate...   Inoltre continua in programmazione per gli ultimi il bellissimo Joker di Todd Phillips interpretato da Joaquin Phoenix, vincitore del Leone d'oro al miglior film alla 76esima Mostra del cinema, uno dei film della stagione.  [IL RITORNO DELLA FATA CATTIVA DISNEY] Maleficent: Signora del Male DI JOACHIM RØNNING dA giovedì 17 ottobre AVVENTURA, FANTASY / DURATA 118 MIN / USA, 2019 DISNEY Si torna nel mondo delle favole Disney: Maleficent: Signora del Male, continua a seguire la complessa relazione tra Malefica (Angelina Jolie) e Aurora (Elle Fanning). Il loro rapporto, originato da un tradimento, dalla vendetta e infine dall’amore, è ormai cresciuto e si è consolidato in un forte legame. Ma quando il Principe Filippo (Harris Dickinson) chiede la mano ad Aurora, quest’ultima accetta immediatamente, senza consultarsi con Malefica, convinta che l’amore non sempre può portare a un esito felice. La ragazza è sicura di poter dimostrare alla creatura alata che il vero amore esiste e ignora il pensiero della sua madrina al riguardo. Giovedì 17 ore 18:30 - 21:15 Venerdì 18 ore 21:15 Sabato 19 ore 18:30 - 21:15 Domenica 20 ore 16:00 - 18:30 Lunedì 21 ore 18:30 VOST Martedì 22 ore 18:30 - 21:15 Mercoledì 23 ore 18:30* [biglietto 4 euro]   [LEONE D'ORO ALLA MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA] JOKER DI TODD PHILIPS FINO A mercolEDì 23 OTTOBRE DRAMMATICO / DURATA 122 MIN / USA, 2019 WARNER BROS Joker, il film di Todd Phillips è incentrato sulla figura dell’iconico villain, ed è una storia originale, diversa da qualsiasi altro film su questo celebre personaggio apparso sul grande schermo fino ad ora. L’esplorazione di Phillips su Arthur Fleck, interpretato in modo indimenticabile da Joaquin Phoenix, è quella di un uomo che lotta per trovare la sua strada in una società fratturata come Gotham. Durante il giorno lavora come pagliaccio, di notte si sforza di essere un comico di cabaret… ma scopre che lo zimbello sembra essere proprio lui. Intrappolato in un’esistenza ciclica sempre in bilico tra apatia e crudeltà, Arthur prenderà una decisione sbagliata che provocherà una reazione a catena di eventi, utili alla cruda analisi di questo personaggio. L’esplorazione da parte del regista Todd Phillips su Arthur Fleck, un uomo ignorato dalla società, non vuole soltanto uno studio crudo del personaggio ma una storia più ampia che si prefigge di lasciare un insegnamento, un monito. Oltre a Joaquin Phoenix, il cast del film vede protagonisti Robert De Niro, Zazie Beetz e Frances Conroy. Domenica 20 ore 21:15 Lunedì 21 ore 21:15 VOST Mercoledì 23 ore 21:15* [biglietto 4 euro]    

16/10/2019 15:38:21 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy