Attualità » Primo piano Fine anno scolastico, il saluto del sindaco Carizia e dell'assessore Villarini

“Carissime ragazze e carissimi ragazzi, è giunto alla conclusione anche quest'anno scolastico, un anno insolito e complicato che ha messo a dura prova tutto il mondo della scuola, voi studenti, le vostre famiglie, il corpo docente e non docente, le Dirigenze, il personale tecnico amministrativo”: inizia così il messaggio agli studenti in occasione dell'ultimo giorno di scuola da parte del sindaco Luca Carizia e dell'assessore all'Istruzione, Alessandro Villarini.   “Tutti insieme – proseguono sindaco e assessore - abbiamo reagito con grandissima forza e coraggio alle difficoltà scaturite dall'emergenza sanitaria legata al Coronavirus, siamo stati costretti a cambiare le nostre abitudini, ma abbiamo mantenuto la nostra capacità di guardare al futuro con speranza e ottimismo, sapendo che certi difficili passaggi vanno superati tutti insieme come una vera comunità.   Quindi, grazie ragazzi per l'entusiasmo che avete sempre mantenuto e per non esservi arresi nei momenti di difficoltà, grazie alle vostre famiglie  che hanno condiviso con voi un passaggio complicato supportandovi, e grazie al corpo docente che con grande serietà, professionalità e dignità è riuscito a portare avanti il proprio lavoro e a svolgere la propria funzione, rappresentando un importantissimo sostegno per tutti. Grazie di nuovo e in bocca al lupo per il vostro futuro”.  

09/06/2020 12:59:48 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Salvatore Pellino e il suo viaggio intorno al mondo

di Eva Giacchè  ©  Salvatore Pellino è partito da Umbertide tre anni fa, con uno zaino in spalla e la voglia di esplorare il mondo. Dopo 64mila km il suo desiderio di conoscere nuove culture e nuovi paesi non si è placato. Lo abbiamo raggiunto via mail per farci raccontare la sua coraggiosa scelta. Dove hai trovato il coraggio di dire: mollo tutto parto? «Penso ci voglia più coraggio a spendere tutta la propria vita nello stesso posto. Decidere di partire è stato facile, ho sempre avuto il desiderio di esplorare, di essere un viaggiatore. Penso ci sia un tempo per tutto, per ognuno diverso. Quando ho capito che era arrivato il mio momento di partire, ho prenotato un biglietto sola andata per l’Australia. In realtà la mia prima intenzione era il sudamerica, poi confrontandomi con Federica, una mia cara amica di ritorno dall’Australia, ho deciso di optare per quest’ultimo paese, per la facilità di integrazione linguistica e migliori opportunità lavorative. La felicità provata al decollo ha cancellato tutte le preoccupazioni che il cambiare vita porta con sé. Una forte fonte di motivazione l’ho trovata nei libri di Carlo Taglia e Tiziano Terzani». In questi anni, quante nazioni hai visitato? «Durante questo unico viaggio sono stato in Malesia, Singapore,  India, Nepal, Bhutan, Australia e Nuova Zelanda. In realtà non sono molti, preferisco prendermi il giusto tempo per conoscere nuovi posti, per comprendere meglio le persone, la loro cultura e le loro tradizioni. Un passo alla volta, senza fretta». Qual è il paese che più ti ha segnato e perché? «Sicuramente è stato il Bhutan. E’ conosciuto come il paese più felice al mondo e vedere un popolo così felice pur non avendo tutti i comfort con i quali noi cresciamo, è stato un bagno di umiltà, da li è iniziato un cambiamento profondo nella mia vita». Hai mai avuto paura? O ci sono stati momenti pericolosi? «Paura sinceramente no, la voglia di conoscere ciò che mi circonda è troppo forte, non ho nemmeno avuto momenti particolarmente pericolosi per fortuna». Cosa ami di più di questa tua vita itinerante? «Amo la libertà, il poter scegliere di dormire ogni sera sotto un cielo diverso o di fermarsi per un po’, esplorare nuovi luoghi, conoscere nuove culture. Infine amo come il viaggio stia aprendo la mia mente». Viaggi da solo o preferisci essere in compagnia? «Mi è capitato qualche volta di condividere il viaggio con qualcuno per poi separarci ma preferisco viaggiare da solo, ha tutto un’altra intensità». 5 domande con risposta secca: Il tuo piatto preferito: «Le lasagne di mia mamma» Il cibo più esotico che hai provato: «Il durian» Il momento più magico: «Dormire a cielo aperto nel Deserto del Thar» Il posto più memorabile: «Il Paro Takstang (Tiger’s Nest)» Il miglior oggetto che ti sei portato in viaggio: «il libro Into the wild di Jon Krakauer» Cosa rispondi a chi pensa che bisogna essere ricchi per viaggiare? «Se si vuole viaggiare da turista, andare negli alberghi e non farsi mancare nulla allora bisogna essere ricchi. Io ho deciso di vivere il viaggio in maniera diversa, sono partito con uno zaino in spalla e quattro spiccioli, il sapersi adattare ed uscire dalla propria zona di comfort è fondamentale. Riuscire a capire cosa è superfluo ed eliminarlo dalla propria vita. Naturalmente lavorare in diversi posti durante questi anni in viaggio mi aiuta a continuare questa esperienza».  Quali sono i tuoi progetti futuri? «Da quando sono partito, il mio percorso non ha mai rispecchiato i progetti iniziali, per esempio quando decisi di partire avevo in mente di stare in giro per un anno, ora sono passati più di tre anni e sono ancora dall’altra parte del mondo. Quindi ho smesso di fare progetti ed ho iniziato a farmi sorprendere dalla vita. In compenso ho un cassetto pieno di sogni. Il più grande è sempre stato girare il sudamerica in autostop, vorrei anche esplorare il deserto della Mongolia con il suo popolo nomade. Vorrei poter aiutare nel concreto popoli meno fortunati. Vorrei poter lasciare un segno nelle persone che incrociano il mio cammino, cosi da potermi ricordare con un sorriso». 

09/06/2020 12:54:25 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Scuola: “un anno difficile da dimenticare, a volte drammatico. L'augurio è che si torni alla normalità”

 Il saluto del Presidente della Provincia di Perugia Bacchetta e del Consigliere Masciolini a studenti, famiglie, corpo docente e non docente “Si è chiuso un anno scolastico durante il quale dall’oggi al domani ci siamo dovuti reiventare modalità di approccio alla didattica e ai rapporti interpersonali in una situazione di forzata “clausura” determinata dall’emergenza sanitaria. Un anno scolastico che difficilmente dimenticheremo, a volte drammatico, ma che ha anche permesso di mettere ancor più in risalto l'importanza fondamentale dell’istruzione. Con grande sforzo da parte di studenti, famiglie, corpo docente e non docente si è rimarcata la necessità di garantire alle generazioni del futuro la possibilità di andare a scuola e di usufruire di un apprendimento costante”. Il Presidente della Provincia di Perugia, Luciano Bacchetta e il Consigliere delegato all’edilizia scolastica Federico Masciolini ringraziano il mondo della scuola per l’impegno e risultati positivi conseguiti, impensabili il 5 marzo quando scattò la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. Un grazie va anche alle famiglie che in questi giorni hanno aiutato i loro figli, soprattutto i più piccoli a non perdere preziosi giorni di didattica in modalità remota. “Il lavoro messo in campo dai dirigenti scolastici ed insegnanti – aggiungono - l’impegno degli studenti e la collaborazione delle famiglie, hanno consentito, malgrado tutto, lo svolgimento delle lezioni”. E già si guarda alla riapertura delle scuole prevista a settembre che vede nella Provincia di Perugia 29.890 studenti iscritti al prossimo anno scolastico che occuperanno circa 1.385 classi così suddivisi: indirizzi Liceali n. 654 classi per 15.081 studenti; indirizzi Tecnici n. 455 classi per 9.684 studenti; indirizzi Professionali n. 276 classi per 5.125 studenti. “Le Province e i Comuni – prosegue Bacchetta - sono chiamati a garantire, in vista della riapertura autunnale delle scuole, la massima garanzia di sicurezza in termini sanitari. Stiamo lavorando senza sosta affinché i nostri ragazzi possano tornare ad essere una comunità senza timori, nel rispetto di tutte le norme che sono state previste dal Governo centrale. E’ nostra ferma volontà contribuire a ripristinare con l’avvio del nuovo anno scolastico il rapporto diretto tra studenti e insegnanti fondamentale per l’armonico sviluppo della personalità dei giovani. Gli uffici sono impegnati altresì a mettere in campo un piano per l’utilizzo degli spazi anche alla luce delle maggiori iscrizioni verso i licei rispetto agli altri indirizzi. L’augurio quindi è che anche il mondo della scuola possa tornare alla normalità”. “Una menzione speciale – conclude Bacchetta – va alla popolazione scolastica delle aree terremotate della Valnerina, in particolare a Norcia dove, già prima che scattasse il lockdown per il Coronavirus, insieme al capo della Protezione civile Angelo Borrelli, al sindaco Nicola Alemanno e alla dirigente scolastica Rossella Tonti, la Provincia è impegnata nella costruzione della nuova scuola secondaria che auspichiamo possa essere inaugurata con l’avvio dell’anno scolastico 2020-2021”.

09/06/2020 12:21:12 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Città di Castello, controlli alla circolazione stradale: 4 denunciati

Con il termine del lockdown, sono ripresi in maniera consistente gli spostamenti. E’ ripartita la movida e l’uso di alcol che, come riportato dalla cronaca nazionale, in qualche caso ha lasciato tracce visibili nei centri storici delle città e talvolta vittime sulle strade. Al fine quindi di prevenire episodi di guida in stato di alterazione dovuto alla smodata assunzione di alcolici, quella appena trascorsa è stata una settimana di controlli nell’alta valle del Tevere da parte dei Carabinieri della Compagnia di Città di Castello, che si sono particolarmente intensificati nel corso del weekend. I risultati non sono mancati in quanto quattro sono state le patenti di guida ritirate ed altrettanti i conducenti denunciati alla Procura della Repubblica di Perugia, per aver guidato sotto l’influenza dell’alcol. In tutti gli episodi sono stati i militari dell’Aliquota Radiomobile del NORM della Compagnia di Città di Castello ad operare, spesso spinti ai controlli per le andature irregolari dei conducenti o per manovre anomale alla guida dei veicoli. Il primo caso ha riguardato un operaio 60enne di nazionalità algerina abitante a Città di Castello, sorpreso alla guida in via Aldo Bologni con un tasso alcolemico di quasi 2 g/l, quattro volte il minimo consentito pari a 0,50 g/l. Il secondo ha riguardato un 23enne di San Giustino, controllato in viale Europa con un tasso di oltre 3 volte il minimo. Le ultime persone a lasciare le proprie patenti di guida nelle mani dei Carabinieri sono state un commerciante di Umbertide, anch’egli come tutti gli altri controllato a Città di Castello e trovato alla guida con un tasso di alcol di quasi 2 g/l, nonché un 31enne di San Giustino, controllato in via Biturgense con un tasso di quasi 3 volte il minimo. Per tutti patente di guida ritirata fino ad un massimo di 2 anni, sanzioni fino a 6.000 euro e deferimento alla Procura di Perugia. I Carabinieri continuano a raccomandare la massima attenzione al rispetto delle norme del Codice della Strada, soprattutto in relazione all’uso di sostanze alcooliche, nel momento in cui ci si mette alla guida. Condotte dissennate, possono infatti avere gravissime conseguenze, ben oltre le previste sanzioni pecuniarie e penali. 

08/06/2020 18:31:22 Scritto da: Eva Giacchè

Cultura Montone, confermata la 24esima edizione dell'Umbria Film Festivsl

Il Covid-19 non ha fermato i lavori per la 24esima edizione dell'Umbria Film Festival. Il grande cinema torna a Montone dal 5 al 9 agosto, sotto la direzione organizzativa di Chiara Montagnini e Marisa Berna, la direzione artistica di Vanessa Strizzi e la presidenza onoraria del regista Terry Gilliam. Il festival, organizzato dall’Associazione Umbria Film Festival, con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Montone, presenterà anteprime di lungometraggi e non mancherà la sezione dedicata ai cortometraggi per bambini. Da quest’anno si inaugura un importante premio, quello per il “Miglior Casting Italiano”. Il tutto nella nuova location panoramica di piazza San Francesco, che permette di usufruire di un maggiore spazio per il distanziamento di pubblico e ospiti. “Stiamo lavorando affinché l'evento possa svolgersi in sicurezza e nel rispetto delle norme e con entusiasmo raddoppiato – sottolineano le direttrici – perché vogliamo che questa edizione sia per tutti indimenticabile!”. Tra le prime iniziative del festival, l'organizzazione di due corsi a iscrizione gratuita. Il corso di Sceneggiatura, che sarà tenuto dal regista e sceneggiatore Emiliano Corapi (Premio Moravia per la sceneggiatura, Premio del Pubblico al Torino Film Festival e Nastro d’Argento), il cui secondo lungometraggio, “L'Amore a domicilio”, con Miriam Leone e Simone Liberti, presentato in anteprima lo scorso anno al festival, è da questi giorni programmato sulla piattaforma di Prime Video. Il corso si propone di far conoscere le varie fasi che dall’idea iniziale conducono al film scritto: incontri con esercitazioni sulla struttura e forma dell'idea-base, soggetto, scaletta, trattamento e sceneggiatura, che avranno poi, come focus specifico, lo sviluppo della storia partendo dall’idea. I corsisti saranno quindi chiamati a misurarsi con invenzioni proprie, operando in piccoli gruppi, come accade per gli sceneggiatori professionisti. Poi, il corso di Fotografia documentaria, che sarà tenuto dal fotografo e documentarista Paolo Amadei. Lezioni teoriche, da tenersi in presenza degli studenti, con le nozioni base di fotografia, quindi l'analisi di spazio, luce e azione e lo studio dell'inquadratura di fotografie di grandi autori. Non mancheranno, introduzione ai programmi di editing e di post-produzione e sessioni pomeridiane nelle quali si documenterà con foto, video e interviste il borgo medievale di Montone e i suoi abitanti, spettatori e lavoratori del festival. Per le iscrizioni a entrambi i corsi è necessario inviare una mail entro il 15 luglio, corredata di curriculum vitae, al seguente indirizzo: umbriafilmfestivalmontone@gmail.com.   Per informazioni www.umbriafilmfestival.com www.facebook.com/umbriafilmfestival/ info@umbriafilmfestival.com tel. 075 9410776  

08/06/2020 15:37:47 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy