Attualità » Primo piano Coronavirus: a Città di Castello salgono a 19 i casi positivi

  Secondo i dati forniti dall'Usl Umbria 1 "All’interno dell’ospedale di Città di Castello, sono stati eseguiti ad oggi, 18 marzo, 140 tamponi per il Covid-19, di cui 100 su operatori sanitari e 40 su pazienti ricoverati, dopo la chiusura dell’unità operativa di Medicina". Il responso dei tamponi per il coronavirus è: "Sono risultati positivi 11 operatori sanitari e 9 pazienti".  Potrebbe interessarti: http://www.perugiatoday.it/cronaca/coronavirus-usl-umbria-1-ospedale-tamponi-medici-pazienti-contagiati.html?fbclid=IwAR05m1T6DsE_6HnA86wbHzKjKIkFuqjBdmU7ESEtzFllnOzWO5Vm5HyAvcI Queste le dichiarazione del sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta: “Aggiorniamo la situazione sull’emergenza Coronavirus: i dati ufficiali della ASL Umbria, che ringraziamo per la collaborazione, da 13 casi siamo passati a 19, 6 in più di ieri, alcuni dei quali riguardano la vicenda legata all’ospedale. Le persone in quarantena sono 74. Al termine della quarantena, se non si manifesteranno sintomi come speriamo, potranno tornare alle misure restrittive di tutti noi. Per il diritto umano alla riservatezza, non diremo chi sono ma possiamo dire che si tratta di nuclei familiari. E’ iniziata la sanificazione nella zona sud e nord, dentro il centro storico e i quartieri della circonvallazione. La sostanza che usiamo non è nociva e comunque non ha poteri taumaturgici sul Coronovirus ma serve a stemperare il clima. Per quanto riguarda Poste italiane, rimarranno aperti solo gli uffici di Città di Castello e Cerbara e questo, nei giorni di pensioni, genererà un afflusso, in contrasto con il regime di contrasto al virus che abbiamo assunto. Chiederemo che almeno per alcune scadenze, venga riaperto tutto il circuito. L’Ufficio delle Entrate ci ha comunicato una sospensione delle attività dovuta a un dipendente entrato in contatto con una persona positiva, al fine di mettere tutti in sicurezza. Sottolineo lo spirito di collaborazione anche di questo Ufficio. Aggiungo una nota positiva: lo striscione di solidarietà per gli operatori sanitari di Città di Castello che sono in trincea. Ringrazio alcune società rionale e pro-loco, San Giacomo e Piosina ma anche altre nei prossimi giorni, per le donazioni all’ospedale. In questa situazione ci sono anche risvolti costruttivi. Rinnovo l’appello: bisogna stare a casa. Specialmente i giovani. Anch’io sono nella posizione di molti genitori e so che è difficile ma bisogna farlo. Immaginiamo nei prossimi giorni un aumento delle positività fino ad arrivare al picco e quindi è più che mai necessario stare a casa. MI rivolgo anche agli anziani. Mai come oggi l’isolamento sociale è l’unica carta che abbiamo per fermare il propagarsi del virus”.    

18/03/2020 15:35:40 Scritto da: Eva Giacchè

Cultura Una micro-stagione virtuale a disposizione di tutti sulla pagina Facebook del Teatro dei Riuniti di Umbertide

Anche se sono giorni difficili per tutti, lo spettacolo non si ferma. A dimostrarlo anche l'impegno del Teatro dei Riuniti di Umbertide che ha lanciato un'iniziativa online: una micro-stagione teatrale a disposizione di tutti. "Sono giorni tristi per tutti. Nessuno di noi è preparato per vivere tranquillamente e con serenità quello che sta accadendo. Ovviamente il primo pensiero va a chi non c'è più, a chi è in prima linea, agli amministratori, agli operatori della sanità, a chi sta combattendo contro questo male subdolo, a chi sta piangendo i suoi cari, a tutte le persone che, con spirito di grande sacrificio, continuano a garantirci i servizi indispensabili. Per molti di noi sono giorni surreali di pausa forzata. Per i lavoratori dello spettacolo sono giorni nerissimi. Tutti i teatri e tutti i luoghi di spettacolo sono chiusi, un esercito di professionisti è costretto al silenzio, senza remunerazione, senza prospettiva immediata, senza tutele. Un esercito variegato chiamato pubblico si trova spiazzato, costretto in casa come tutti. Il Teatro dei Riuniti, come tutti i teatri, ha interrotto le proprie attività e, come tutti, non sappiamo quando sarà possibile riprendere la stagione. Senza particolare originalità abbiamo chiesto a tutti i nostri amici, alle attrici e agli attori che hanno calcato le tavole del palcoscenico umbertidese, di realizzare insieme a noi una micro-stagione virtuale, da mettere a disposizione di tutti sulla pagina Facebook del Teatro dei Riuniti. Ogni giorno pubblichiamo un contenuto: piccoli monologhi, letture, esecuzioni musicali, pensieri... Non è una iniziativa particolarmente originale e non pensiamo di poter dare chissà quale contributo illuminante. È solo il nostro auspicio di poterci ritrovare presto insieme, dal vivo. Pensiamo insomma che questa piccola iniziativa potrebbe essere un microscopico supporto per quelli che si sentono orfani della più inutile e indispensabile tra le attività umane: il teatro".   ...

18/03/2020 10:51:58 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy