Attualità » Primo piano La moda scolpita: Rometti presenta la nuova collezione con Roberto Capucci

Rometti continua il suo viaggio poliedrico fatto di collaborazioni con i grandi maestri delle arti. Un plurale che sottolinea la volontà del marchio di alto artigianato ceramico di creare ponti e connessioni fra mondi diversi per aprire nuovi orizzonti. Dopo Kenzo Takada e Chantal Thomass, Rometti torna a creare pezzi iconici con una grande leggenda della moda: lo scultore della seta Roberto Capucci.   "La collaborazione con Rometti è nata da un incontro di menti e cuori avvenuto nel suo terrazzo romano di 200 rose, organizzato dalla mia amica di vita Nicoletta Giannoni - racconta Massimo Monini, CEO di Rometti - L’abilità di leggere dentro Capucci, la sua estrema lucidità artistica, il suo amore per il bello e la storia unica di Rometti sono stati il terreno fertile su cui questo rapporto è fiorito, portando profumi inediti e sfide che inebriano di nuova linfa il giardino della vita". La collezione, disegnata da Roberto Capucci e realizzata dal direttore artistico Jean-Christophe Clair, prodotta da Rometti nel 2021, è composta da venti opere, vasi e centrotavola, ispirati a diversi modelli di abiti del maestro. La collezione, in argilla e smalti, è interamente realizzata e decorata a mano. In dialogo con i preziosi abiti dello stilista e con alcuni dei suoi straordinari disegni, attraverso i quali si esprime tuttora vivissima la creatività di Capucci, la collezione di sculture in ceramica da lui disegnate e realizzate da Rometti viene mostrata in anteprima in un evento unico dedicato alla figura del maestro. La Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte presenta “Metafore. Roberto Capucci: meraviglie della forma”, presso la Quadreria di Triennale Milano (17 novembre 2021 - 9 gennaio 2022). Curata da Gian Luca Bauzano, in collaborazione con la Fondazione Roberto Capucci e la manifattura di ceramiche Rometti, l’esposizione -dopo Mirabilia, Vitrea e Fittile - è la quarta del ciclo “Mestieri d’Arte & Design. Crafts Culture”, nato dalla collaborazione tra Triennale Milano e Fondazione Cologni: un progetto dedicato a sostenere e promuovere l’eccellenza artigiana in Italia. “Metafore. Roberto Capucci: le meraviglie della forma” si propone di raccontare e mettere in scena l’opera di uno dei grandi protagonisti della moda italiana, artefice e artigiano già giustamente celebrato, con uno sguardo speciale e inedito. Antesignano della contemporaneità, Roberto Capucci è sempre stato innovatore e sperimentatore. I suoi abiti destano ammirazione e fanno scalpore, sfilano sulle passerelle di tutto il mondo e sono presenti nei musei e nelle istituzioni d’arte più importanti, dalla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma alla Schauspielhaus di Berlino, da Palazzo Strozzi a Firenze al Kunsthistorisches Museum di Vienna, fino alla Biennale d’Arte di Venezia: un momento fondamentale, che segna l’ingresso della Moda nel tempio dell’Arte. La manifattura Rometti si afferma ancora una volta come fucina per la sperimentazione a disposizione di nomi leggendari e giovani artisti, grazie all’impegno del titolare Massimo Monini e del direttore artistico Jean-Christophe Clair, che racconta così il suo primo incontro con Capucci: “Quando io e Massimo siamo entrati per la prima volta a casa sua, Roberto Capucci aveva già disegnato almeno 100 idee di vasi ispirati ai suoi vestiti per la nostra collezione insieme, e aveva disposto i fogli lungo tutta la seduta e lo schienale. Abbiamo selezionato i migliori, e da lì è partita una delle nostre più grandi sfide: ho reinterpretato i bozzetti dello stilista e ho voluto realizzare il suo sogno enfatizzando le forme movimentate e dando un’identità sculturale. Con lui abbiamo tradotto i vestiti in architetture monumentali, scelto i colori che rappresentassero di più la sua storia e dato vita a oggetti strepitosi”. Rometti vi invita a partecipare a questo viaggio che unisce le arti e a scoprire il risultato di una collaborazione destinata a rimanere nella storia. L’esposizione sarà aperta al pubblico con ingresso libero dal 17 novembre 2021 al 9 gennaio 2022. Il catalogo della mostra verrà offerto a tutti i visitatori. www.metaforemilano.it

23/11/2021 15:51:02 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Festa degli Alberi: piantati due lecci e un melograno alle “Garibaldi”

Festa degli Alberi 2021, piantati nel parco delle scuole “Garibaldi” due nuovi lecci e un melograno: un nuovo nespolo presso la Serra Comunale   Si è svolta questa mattina la cerimonia di piantumazione di due nuovi lecci donati dai Carabinieri Forestali presso il parco retrostante le scuole “Giuseppe Garibaldi”. L'iniziativa rientra all'interno della Festa degli Alberi e del progetto di educazione alla legalità ambientale “Un albero per il futuro”, promosso dal Ministero della Transizione Ecologica, Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri per il tramite del Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari. All'evento hanno preso parte il sindaco Luca Carizia, l'assessore all'Ambiente Francesco Cenciarini, il comandante dei Carabinieri Forestali di Umbertide, maresciallo Cristina Marinelli, la dirigente scolastica del I Circolo Silvia Reali e il parroco della Collegiata, monsignor Pietro Vispi che ha benedetto i nuovi alberi. Nel corso dei loro interventi il sindaco Carizia, la dirigente Reali, il comandante Marinelli e monsignor Vispi hanno spronato i bambini presenti ad avere cura dell'ambiente che li circonda e di avere a cuore gli alberi, al fine di diventare da grandi dei cittadini modello. Successivamente la cerimonia si è trasferita presso il giardino della scuola dell'infanzia “Garibaldi” dove è stata piantato un melograno donato dall'Amministrazione Comunale. La mattinata è stata accompagnata da alcune canzoni e da filastrocche cantate e recitate dai bambini delle due scuole. Sabato mattina, inoltre, in occasione della Feste degli Alberi al sindaco Luca Carizia è stato donato dall'Associazione Gruppo Volontari Umbertide e dalla cooperativa “Il nido dei pettirossi” un nespolo che è stato piantato presso la nuova serra comunale situata presso la ex Draga.            

22/11/2021 15:17:48 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Santa Cecilia 2021, la Sveglia della Banda è tornata in presenza con ben 23 musicisti

  La Banda Città di Umbertide torna con la tradizionale sveglia in onore di Santa Cecilia, patrona dei musicisti. Dopo la “variazione su tema” dello scorso anno – protagonista un altoparlante che ha diffuso motivetti di repertorio- tornano in scena i giovani e meno giovani che popolano la nostra banda. Noncuranti del freddo mattutino e  carichi di energia come sempre, i musicisti guidati dall’ inarrestabile Maestro Cerrini, hanno così destato dal tepore notturno gli umbertidesi. Grazie all’ automezzo offerto per l’ occasione da Massimo Cerrini, uno dei tanti amici solidali alla banda, gli strumentisti hanno così attraversato le vie del paese suonando il celebre motivetto “Tanti Auguri” della nota artista, recentemente scomparsa, Raffaella Carrà. Il miglior augurio che si potesse fare dopo un periodo così difficile.  Terminato il tour, come sempre, un caloroso saluto ai pendolari e una ricca colazione.  Rispetto delle tradizioni, condivisione di valori sociali e morali sono gli ingredienti fondamentali che rendono il gruppo banda così attivo e coeso. La manifestazione è stata attuata nel pieno rispetto delle normative anti-covid. Dichiarazione del sindaco Luca Carizia: “Sentire risuonare nel cuore della notte la musica della Banda Città di Umbertide diretta dal Maestro Galliano Cerrini è stato un momento emozionante per tutta la nostra comunità. Questa antica tradizione interamente umbertidese non si è mai fermata. Anche anno scorso la Sveglia si è svolta, in modalità ristretta, a dimostrazione di come sia una delle tradizioni più sentite a Umbertide. Quest'anno la Sveglia è tornata in presenza, con ben 23 elementi, che con la loro musica hanno regalato un sorriso agli umbertidesi e onorato la solennità di Santa Cecilia, patrona dei musicisti. Un sentito grazie va al maestro Galliano Cerrini, a tutto il consiglio direttivo e alla Banda tutta”.        

22/11/2021 15:07:08 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano “#Gemma - Il sapere è prezioso” - Il progetto umbro ha vinto il premio Internazionale Grundtvig Award 2021

Il riconoscimento dall’EAEA per gli interventi nel settore dell’apprendimento in età adulta. 25 Comuni coinvolti, tra cui Montone come capofila È stato assegnato a “#Gemma - Il sapere è prezioso”, il progetto umbro di inclusione digitale, il Premio Internazionale Grundtvig Award 2021, l’importante riconoscimento, con cui ogni anno l’EAEA - Associazione europea per l'educazione degli adulti - premia l’eccellenza nel settore dell’apprendimento in età adulta. Il premio Il premio Internazionale  Grundtvig Award, nato nel 2003 con l’obiettivo di dare visibilità e risalto ai progetti transazionali che introducono nuove idee, nuove partnership, metodologie innovative e, più in generale, nuove prospettive di intervento in ambito di educazione degli adulti; questo anno ha selezionato i più innovativi progetti con un focus sull'impatto della digitalizzazione ed in particolare sulla democrazia, intesa come inclusione, crescita della partecipazione sociale, dando evidenza a questioni come la trasparenza ed il digital divide. #Gemma - Il sapere è prezioso, nato con l’obiettivo di ridurre il divario culturale e sostenere il diritto all’apprendimento permanente nei Comuni dell’Umbria (Montone – Capofila, Umbertide, Torgiano, Bastia Umbra, Deruta, Spello, Giano dell’Umbria, Spoleto, Foligno, Perugia, Assisi Corciano, Bettona, Cannara, Marsciano, Monte Castello di Vibio, Massa Martana, Todi, San Venanzo, Gualdo Cattaneo, Trevi, Montefalco, Valtopina, Campello sul Clitunno e Castel Ritaldi) ha ricevuto l’ambìto riconoscimento, conferito durante la conferenza annuale dell’EAEA, svoltasi il 17 e 18 novembre on line, per la categoria Local/Regional/National, per la sua capacità di sviluppare modelli partecipativi che hanno reso i cittadini attori della democrazia e del cambiamento sociale. Il progetto #Gemma “#Gemma - Il sapere è prezioso”, nato in Umbria oltre venti anni fa come progetto di alfabetizzazione informatica in aula, ideato dal gruppo FORMA.Azione e Giove In Formatica srl, è un progetto intercomunale che vede come capofila il Comune di Montone ed è finanziato dalla Regione Umbria con le risorse del POR-FSE 2014-2020 nell’ambito del programma #OpenUmbria. Il progetto ha sempre puntato ad anticipare le crescenti esigenze dei cittadini dovute alla continua digitalizzazione dei servizi, ed è oggi diventata una case history, finalizzata a sostenere la massima inclusione digitale e favorire l’educazione sulle tecnologie dei cittadini, accompagnando il processo di trasformazione digitale del Paese, divenendo oggi un punto di riferimento, che non vede confini territoriali, con animazioni digitali gratuite realizzate sulla piattaforma Zoom, materiali informativi, tutorial sulla pagina Facebook e uno sportello di assistenza a distanza anch’esso gratuito, che guidano i cittadini all’uso del digitale.  Parole chiave della strategia del progetto #GEMMA sono: prossimità, accessibilità e partecipazione; infatti la modalità privilegiata di trasferimento delle competenze è quella dell’apprendimento collettivo con attività gratuite realizzate in luoghi informali ed itineranti. A seguito dell’emergenza sanitaria si sono amplificati i fenomeni di isolamento ed esclusione sociale ed anche i fabbisogni digitali dei cittadini ed il progetto si è adeguato alle crescenti esigenze, promuovendo incontri di animazione digitale on line - Zoom, dirette Facebook, pillole digitali, sportelli di assistenza digitale a distanza tramite whatsapp - dando vita anche ad un archivio digitale di “lezioni” volte all’alfabetizzazione digitale, ma che offrono sostegno anche su un ampio spettro di tematiche come l’acquisizione di strumenti e strategie per la genitorialità nell’era digitale, affrontando temi come il Sexting, il cyberbullismo, sicurezza online; dando informazioni sui servizi online per disoccupati e sulle politiche attive del lavoro; andando ad intercettare le esigenze degli over 65 a partire dall’ABC digitale per i più inesperti, per passare alla conoscenza dei social più aggiornati; ai servizi digitali del Sistema Sanitario Regionale, servizi online della Pubblica Amministrazione, alle visite virtuali a musei, siti archeologici e città d'arte; fino ad affrontare argomenti trasversali come ad esempio informarsi correttamente senza essere vittime delle fake news.    I numeri di #Gemma: -        25 Comuni dell’Umbria coinvolti nel progetto; -        Oltre 50 tra Associazioni di Volontariato, Associazioni di Promozione sociale, comitati di cittadini, Istituti Scolastici ed enti Culturali chiamati, in base alla specifica natura, a promuovere le attività, a ospitare gli incontri, a coinvolgere i cittadini con i propri canali diretti, ma soprattutto a partecipare alle attività di co-progettazione degli interventi, permettendo così di rispondere alle diverse specificità dei territori e dei cittadini; -        1440 ore di animazione per cittadini/e: incontri a carattere laboratoriale di breve durata per lo sviluppo di abilità digitali indispensabili per diverse tipologie di target. Realizzati fino a marzo 2020 in presenza e successivamente in modalità a distanza tramite piattaforma Zoom o live su Facebook o in forma di video tutorial e/o guide su diversi argomenti legati al mondo digitale; -        Oltre 1500 ore di sportelli di assistenza digitale: Luoghi prima fisici e poi virtuali in cui i cittadini hanno ricevuto assistenza gratuita nelle principali attività digitali: es. scaricare referti sanitari, effettuare prenotazioni e pagamenti online etc.; -        200 ore di formazione per “Digital volunteers”: finalizzati allo sviluppo di conoscenze e abilità digitali e alla creazione di una rete di volontari digitali coinvolti in interventi di inclusione digitale nei territori locali; -        Oltre 5000 presenze ai laboratori gratuiti; -        Oltre 110.000 tra visualizzazioni e persone raggiunte dai video realizzati; -        Hackathon: che hanno coinvolto insegnanti e studenti/esse, nonni e nonne.    Oltre al Premio Grundtvig Award 2021, il Progetto #Gemma è stato selezionato tra i migliori progetti Europei da MEDICI - Mapping the Evolving Digital Inclusion landscape to support Cohesion and Integration; fa parte di “Repubblica Digitale”, l’iniziativa strategica nazionale promossa dal Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri con l’obiettivo di combattere il divario digitale di carattere culturale presente nella popolazione italiana; inoltre in diverse occasioni viene presentato come case history di successo tra i progetti di settore.  

22/11/2021 12:26:08 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano “Una luce blu sui diritti”: da Unicef una serie di iniziative dedicate a bambini, ragazzi e ai loro diritti

Si intitola “Una luce blu sui diritti” la serie di iniziative che avranno luogo nei prossimi giorni organizzate da Unicef, Direzione Didattica I Circolo, Direzione Didattica II Circolo, Istituto Comprensivo Umbertide-Montone-Pietralunga e Campus Leonardo Da Vinci, con il patrocinio dei Comuni di Umbertide, Lisciano Niccone e Montone e in collaborazione con Asad Cooperativa Sociale, cooperativa di tipo B “Il nido dei pettirossi”, Associazione Gruppo Volontari Umbertide, associazione “Insieme Per...”, Asd FC Umbertide Agape e PIUHUB Umbria. Gli eventi sono stati organizzati per celebrare tre importanti date quella del 20 novembre giorno in cui si celebra la Giornata internazionale dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, il 10 dicembre in occasione della Giornata internazionale dei diritti umani e l'11 dicembre, in cui ricade il 75esimo anniversario dalla fondazione di Unicef. Le iniziative sono state presentate nel corso di una conferenza stampa che si è svolta nella mattinata di sabato 20 novembre presso il Museo di Santa Croce alla presenza del sindaco di Umbertide, Luca Carizia, della vicesindaco Annalisa Mierla, della vicesindaco di Montone, Roberta Rosini, del sindaco di Lisciano Niccone, Gianluca Moscioni, della responsabile della sezione Unicef di Umbertide, Monica Nanni, della dirigente del Campus Leonardo Da Vinci, Franca Burzigotti, della dirigente dell'Istituto Comprensivo Umbertide-Montone-Pietralunga Paola Avorio, della dirigente del II Circolo Raffaella Reali, della docente Roberta Orsini del Circolo in rappresentanza della dirigente Silvia Reali, della professoressa Angela Monaldi in rappresentanza del comitato provinciale Unicef, degli studenti delle scuole umbertidesi e dei rappresentanti delle associazioni che hanno collaborato agli eventi. Prima dei saluti istituzionali, è stato fatto un ringraziamento a Guida Sciurpa, storica referente della sezione Unicef di Umbertide che non ha potuto prendere parte alla mattinata. La serie di eventi è iniziata il 18 novembre, con un lancio di palloncini da parte degli studenti della scuola di Lisciano Niccone di un palloncino con riportato dei diritti della Convenzione Onu per i Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza. In occasione della Giornata dei Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza, nel pomeriggio del 20 novembre la facciata della scuola primaria “Giuseppe Garibaldi” si illuminerà di blu. Nel corso della mattinata, in occasione della Festa degli Alberi, è stato donato al sindaco Carizia dall'Associazione Gruppo Volontari Umbertide e dalla cooperativa “Il nido dei pettirossi” alcuni un nespolo che è stato piantato presso la nuova serra comunale situata presso la ex Draga. Giovedì 25 novembre, presso la scuola primaria “Giuseppe Di Vittorio” si svolgerà la cerimonia di consegna dell'attestato Unicef di “Scuola amica delle bambine e dei bambini per l’anno scolastico 2020/2021. Sabato 27 novembre, presso il Cinema Metropolis, l'associazione “Genitori insieme per...” organizza l'evento “Insieme per art. 31 diritti da favola” con letture di fiabe sul tema di diritti, seguirà proiezione del film “Versi perversi” di Roald Dahl. Quella del 28 novembre sarà una domenica tutta incentrata sul diritto di giocare. Nel corso di un pomeriggio di sport e divertimento, organizzato dalla Cooperativa Asad, Asd FC Umbertide Agape e a cura dei bambini e dei ragazzi dei centri Lucignolo, YouSpa, Piazzetta e Bangherang, a partire dalle 14, si svolgeranno una partita Bambini vs Genitori, un mini torneo a squadre e giochi per tutti. Il 10 dicembre in occasione della Giornata internazionale dei Diritti Umani, l'Istituto Comprensivo Umbertide-Montone-Pietralunga pubblicherà sul proprio sito “Diritto o rovescio?, un lavoro realizzato dagli alunni della scuola per celebrare la Dichiarazione Universale dei diritti umani. Nel pomeriggio del 10 dicembre, il Centro di aggregazione “Lucignolo” apre le sue porte   ai bambini delle scuole del territorio per la realizzazione dell’Albero dei Diritti,  un’installazione che rimarrà esposta nell’atrio del Comune di Umbertide. L'11 dicembre tanti saranno gli appuntamenti per celebrare i 75 anni dalla fondazione di Unicef. Alle ore 9.00 al nido d'infanzia “Apo e Melilla” di Montone si svolgerà “Latte e caffè sui diritti”, un laboratorio creativo genitori-figli sul tema dei diritti dell’infanzia a cura della Cooperativa sociale Asad. Alle ore 17 avrà luogo l'inaugurazione ufficiale del centro di aggregazione “La Piazzetta 2.0” situato in piazza Michelangelo e la del calendario attività invernali del centro illustrate dalla Cooperativa Asad e PIUHUB Umbria.  L’inaugurazione si concluderà con una serata di musica e divertimento presso lo Spazio Giovani YouSpa. Per celebrare i 75 anni dalla fondazione di Unicef, sempre l'11 dicembre, sarà pubblicato online un libro digitale realizzato dagli alunni della scuola primaria "Di Vittorio". Per l’occasione, infatti, i bambini delle classi quinte hanno promosso l’iniziativa “La staffetta dei desideri: festeggiamo il compleanno dell’Unicef” svolgendo a scuola un’attività di riflessione su cinque priorità mondiali. A partire dalle ore 18.30, per i 75 anni di Unicef, la direzione didattica del I Circolo ha illuminerà di blu la facciata della scuola primaria “Giuseppe Garibaldi”. Le celebrazioni per l'anniversario dalla nascita di Unicef si concluderanno nella serata di dell'11 dicembre quando è in programma “Una candela per Unicef - I nostri primi 75 anni”. Ogni bambino sarà invitato ad illuminare la propria finestra con  una candela blu. L’iniziativa verrà pubblicizzata in tutte le scuole, centri aggregativi e associazioni sportive. Alle ore 21 tutti i bambini dovranno soffiare sulla candela per festeggiare simbolicamente il compleanno di Unicef. Le famiglie potranno postare la propria foto sui social con l'hashtag #unalucesuidiritti. La realizzazione grafica e digitale del manifesto e locandine dei vari eventi dell’iniziativa sono a cura del Campus “Leonardo Da Vinci” di Umbertide.                

20/11/2021 13:22:35 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Travolto da un cancello un operaio 49enne: grave ma stabile

Grave incidente ieri mattina (19 novembre) ad Umbertide, dove un operaio 49enne è stato travolto da un cancello a scorrimento. L'uomo, residente in una frazione di Umbertide, stava effettuando dei lavori di verifica sul funzionamento del cancello stesso, che si trova in un terreno privato della zona industriale di via Madonna del Moro, quando, per cause ancora in corso di accertamento, è stato colpito e schiacciato dalla struttura, nella parte inferiore del corpo. Intrappolato ma vigile l'operaio urlando ha richiamato l'attenzione di altri tre operatori, addetti alla manutenzione del verde che si trovavano nelle vicinanze, che sono subito accorsi per liberarlo, non senza difficoltà viste le notevoli dimensioni del cancello in metallo, alto circa due metri e pesante diversi quintali. Allertati subito i soccorsi, il 49enne è stato trasportato immediatamente dal 118 all'ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia in codice rosso, ricoverato in terapia intensiva in prognosi riservata a causa dei numerosi traumi riportati. Le condizioni dell'uomo risultano comunque stabili e non sarebbe in pericolo di vita. Ancora in corso le indagini sulla dinamica dell'incidente. Sul posto sono intervenuti anche anche gli addetti del servizio Prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro (Psal) della Usl Umbria 1 per effettuare tutte le operazioni del caso.    

20/11/2021 10:16:54 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Il 22 novembre riapre la Rsa dell'ospedale di Umbertide

“La Residenza Sanitaria Assistita dell'ospedale di Umbertide riapre a partire da lunedì 22 novembre”: a renderlo noto è il sindaco Luca Carizia a seguito della comunicazione sulla data effettiva della riapertura del servizio presso il nosocomio cittadino da parte della dottoressa Daniela Felicioni, direttrice del distretto Altotevere della Usl Umbria 1.   “Durante questo periodo – prosegue il sindaco - la situazione è stata costantemente monitorata dall'Amministrazione Comunale che in maniera assidua si è confrontata con le autorità sanitarie competenti per ottenere la riapertura della Rsa del nostro ospedale. Della riattivazione del servizio era stata data notizia nel corso del Question Time del 28 ottobre, nel corso del quale era stata garantita la riapertura a partire dal mese di novembre. Oggi, la direttrice Felicioni ha comunicato che da lunedì saranno inseriti all'interno della Rsa i primi pazienti da dimissione protetta da reparti ospedalieri. La Usl Umbria 1 ha informato della riapertura i medici di medicina generale del territorio e tutti i reparti ospedalieri”.   “La riapertura della Rsa – conclude il sindaco - dimostra come il confronto dell'Amministrazione con le Usl Umbria 1 e tutte le autorità sanitarie sia continuo per garantire la piena ripresa dei servizi rivolti ai cittadini, tenendo sempre conto della situazione epidemiologica dovuta all'emergenza in corso”.  

19/11/2021 19:29:50 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy