Attualità » Primo piano Umbertide, la Giunta: "Noi al lavoro per il bene della città, dal Pd solo ostruzionismo"

Riceviamo e pubblichiamo dalla Giunta comunale di Umbertide   Solamente a distanza di 50 giorni dal voto che ne ha sancito il fallimento politico le forze politiche di centrosinistra si accorgono della necessità di intervenire urgentemente sulla città. A tal proposito, dalle minoranze sono già pervenute agli uffici comunali interpellanze, ordini del giorno e richieste varie, la maggior parte delle quali provenienti dal Partito Democratico. L’obiettivo è chiaro: ingolfare la macchina comunale anche in occasione del Consiglio di mercoledì, quando presenteremo le linee programmatiche per il mandato 2018-2023, momento essenziale nel quale si potranno conoscere gli intendimenti della Giunta sui grandi temi che riguardano la città. Il Consiglio del primo agosto sarà anche l’occasione per la costituzione delle Commissioni consiliari che renderanno pienamente operativi tutti gli organi istituzionali. Quello che appare come un goffo tentativo di rallentare il lavoro dell’Amministrazione rappresenta, tuttavia, un clamoroso autogol: così facendo, il centrosinistra riconosce la propria incapacità di governare e ammette le responsabilità di numerose problematiche e criticità ad oggi esistenti. Ci auspicavamo un dibattito serio riguardante gli interessi di Umbertide, purtroppo, per i motivi sopra elencati, sarà difficile che ciò avvenga. Dopo essere stati per anni forza di maggioranza, ora i consiglieri del PD, seduti tra i banchi dell’opposizione cercano di mettere i bastoni tra le ruote a chi vuole lavorare per dare risposte serie e concrete ai problemi che affliggono il territorio. Ci pare del tutto evidente che, al contrario di quanto annunciato sugli organi di stampa in merito a una opposizione seria e costruttiva, ci troviamo di fronte al tentativo mal celato di fare ostruzionismo per ingolfare l’amministrazione e gli uffici comunali. Resta inteso che, pur rispettando le prerogative dei gruppi consiliari, la priorità di questa amministrazione non è certo perdere tempo intorno a discorsi e polemiche pretestuose, ma, come i cittadini hanno avuto modo di vedere in questi primi giorni di lavoro, vogliamo realizzare nei tempi più rapidi possibile cose utili e concrete.

31/07/2018 15:28:23

Attualità » Primo piano Truffe in Altotevere, Aimet lancia nuovamente l'allarme

E’ di nuovo allarme truffe nel settore dei servizi energetici. Da qualche giorno infatti si sono intensificate le segnalazioni da parte di clienti Aimet che sono stati contattati telefonicamente o che hanno ricevuto la visita di individui che propongono contratti di luce e gas mettendo in atto pratiche scorrette e ingannevoli. In alcuni casi questi soggetti si presentano come operatori Aimet, probabilmente al fine di conquistarsi la fiducia del potenziale cliente, in altri riferiscono false informazioni relativamente alla fine del mercato tutelato – che scatterà il 1° luglio 2019 – invitando il cliente a sottoscrivere subito un nuovo contratto di energia elettrica per non incorrere nella sospensione della fornitura. Pratiche scorrette che fanno presa soprattutto tra le persone più anziane che, nel timore (infondato) di ritrovarsi improvvisamente senza gas o luce, vengono indotte a sottoscrivere contratti, spesso con condizioni economiche nettamente sfavorevoli per i clienti. Le segnalazioni sono arrivate numerose soprattutto dall’area dell’Alto Tevere che risulta essere particolarmente presa di mira in queste ultime settimane. Aimet ricorda che l’azienda non pratica il porta a porta e non contatta telefonicamente i clienti per richiedere dati riguardanti la fattura, come il POD e il PDR, pertanto chi dovesse ricevere telefonate o visite da parte di sedicenti operatori Aimet è invitato a segnalarlo. Inoltre si invitano i clienti a non comunicare alcun dato personale o relativo all’utenza, come POD e PDR, e si ricorda che, in caso di sottoscrizione di un contratto di cui non si è soddisfatti, per legge è possibile esercitare il diritto di recesso entro i 14 giorni successivi. Per qualsiasi informazione Aimet è comunque disponibile presso gli uffici di Umbertide, Città di Castello, San Giustino e Montone oppure contattando il numero verde gratuito 800 448 999.

30/07/2018 13:40:07

Attualità » Primo piano LUNA ROSSA E MARTE: UN'ECLISSI DA RECORD SPIEGATA DAGLI ASTROFILI DI 'MIZAR'

Non serve essere degli appassionati di astronomia per capire che domani, venerdì 27 luglio, il cielo ci regalerà uno spettacolo più unico che raro. La Luna si tingerà di rosso per 103 minuti e potremo osservare l'eclissi totale più lunga del secolo. E non finisce qui, perchè Marte, trovandosi nella posizione opposta al Sole rispetto alla Terra, sarà molto più luminosa del solito. Un evento da non perdere che merita di sicuro un approfondimento. Per questo ci siamo rivolti alla locale Associazione astrofili "Mizar", che per l'occasione ha organizzato una serata osservativa nella splendida cornice di Montone. Per spiegarci qualcosa di più sull'evento sono intervenuti Andrea Faloci, presidente dell'Associazione e due giovani soci, Andrei Lupu e Giulia Rossi che con il loro spontaneo entusiasmo ci hanno illustrato il fenomeno a cui potremo assistere. «L'evento del 27 luglio coinvolge un'importante opposizione che non avrà euguali fino al 2035 e un'eclissi totale di Luna visibile subito dopo il tramonto in tutta Italia. Due astri rosso fuoco insieme nel cielo estivo sono un'ottima occasione per riprendere l'evento con una fotocamera ed un treppiede oppure dedicarsi semplicemente ad osservare e farsi coinvolgere. Per questo, quella sera, metteremo a disposizione del pubblico, i nostri telescopi, in maniera assolutamente gratuita».  Dove vi troverete di preciso? «Saremo nella suggestiva Montone, nel terrazzo panoramico di Piazza S.Francesco. Un luogo che ci offrirà un'ottima osservazione, sia per la posizione elevata che per il poco inquinamento luminoso che presenta». Cosa sarà possibile osservare precisamente? «Innanzitutto l'eclissi di luna che ci permetterà di vedere la cosidetta "luna di sangue". Il nostro satellite naturale si allineerà in maniera talmente perfetta con la Terra, che il cono d'ombra che questa proiettarà inciderà sulla Luna oscurandola. Ma nonostante venga oscurata completamente, la luna rimarrà comunque visibile assumendo una colorazione rosso cupo. L'effetto è dovuto alla rifrazione della luce solare che attraversa l'atmosfera terrestre in modo radente». Da che ora sarà possibile osservare l'evento? «La totalità dell’evento si svolgerà dalle 19.14 alle 01.30, ma il culmine arriverà alle 22.21 e sarà dalle 21.30 alle 23.12 che potremo osservare l’eclissi vera e propria». E invece Marte? «Nella stessa sera avremo anche Marte da osservare che sarà in opposizione (grande opposizione per la precisione) e vicino al suo perielio, cioè nei punti di minima distanza dal Sole mentre la Terra si trova all'afelio. Il 27 luglio, Marte e Terra si troveranno ad una distanza di circa 0,386 UA contro le 0,676 dell'opposizione all'afelio. In pratica sarà riconoscibile perchè più luminosa e di un particolare colore aranciato e sarà uno dei primi oggetti astronomici visibili nel cielo dopo il tramonto».  E ora spazio alle curiosità. Sfatiamo qualche mito legato alla "Luna di Sangue". «Molti popoli hanno sviluppato fin dai tempi più antichi i propri miti e le proprie leggende riguardo alle eclissi, spesso credendo che esse fossero il presagio di qualche catastrofe naturale o della morte o disfatta di un re. Le lune di sangue sono state a lungo associate anche alle profezie sulla fine del mondo, soprattutto nelle varie religioni. Curiosa è la superstizione degli Inca che credevano che un giaguaro mangiasse la luna durante le eclissi. Gli indigeni allora terrorizzati, temevano che il predatore sarebbe poi tornato sulla terra per divorare anche loro proprio come è accaduto alla luna».  Non ci resta che sperare in un cielo sereno e buona visione a tutti.

26/07/2018 18:51:04 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano DUE NUOVI DEFIBRILLATORI PER UMBERTIDE E PIERANTONIO: GRAZIE A 'REGALA UN BATTITO'

Ci sono voluti due anni ma finalmente anche Umbertide avrà i suoi defibrillatori. La raccolta fondi "Regala un Battito" - portata avanti dall'unione di Informazione Locale, il Gruppo Comunale di Protezione Civile di Umbertide e il Comitato Croce Rossa di Città di Castello e specificatamente il gruppo di soccorritori di Umbertide - può finalmente dirsi conclusa. 5472 euro, raccolti in poco più di cinque mesi, grazie al buon cuore di organizzatori, associazioni, commercianti e gente comune, sono stati utilizzati per l'acquisto di 3 defibrillatori semiautomatici (DAE) e relative teche per la collocazione esterna. Qualche intoppo burocratico di troppo aveva permesso fino ad ora solo la consegna, a dicembre 2016, nella frazione di Preggio, grazie anche al cospicuo contributo (500 euro) della locale Proloco. Oggi, grazie alla collaborazione dell'amministrazione comunale, anche gli altri due dispostivi salvavita avranno una destinazione. Di comune accordo gli organizzatori, hanno infatti optato per la consegna dei DAE alla giovane Pro-loco di Umbertide e a quella di Pierantonio, che li avranno in gestione. La cerimonia si terrà lunedì 30 luglio, alle ore 18 ad Umbertide, sotto la Rocca, mentre un'ora dopo, alle 19 ci si sposterà nella Piazza di Pierantonio. Ad intervenire il neoeletto Sindaco di Umbertide, Luca Carizia, la Vice Sindaco Annalisa Mierla, Enzo Lepri editore di “Informazione Locale”, Claudio Stoppa responsabile Protezione Civile Umbertide, Francesco Serafini presidente del Comitato Locale Croce Rossa Città di Castello, Ascanio Burzigotti presidente della Pro-Loco Umbertide, Angelo Mierla Presidente della Pro-loco di Pierantonio e i due sacerdoti Don Pietro Vispi e Don Mauro.  

26/07/2018 09:13:50 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy