Notizie » Editoriale Cambiamenti a Umbertide

  In questi due ultimi mesi i cambiamenti sociali, amministrativi e politici ad Umbertide hanno preso una marcata accelerazione, che ha portato e sta portando a configurare nuovi equilibri. E, guarda caso, proprio in vista delle elezioni amministrative di maggio. Niente di male, intendiamoci: i cambiamenti sono il motore dello sviluppo, ma si tratta di capire la loro direzione. Selezioniamo, al riguardo alcuni temi per far capire le novità in atto. Partiamo dal piano amministrativo: qui la controversia giudiziaria sulla gestione dei rifiuti ha scoperchiato, finalmente, le pentole. E che pentole a pressione! Il Consiglio di Stato - organo di ultima istanza della giustizia amministrativa - ha dichiarato illegittimo l'affidamento del servizio rifiuti a Gesenu da parte del Comune di Umbertide in danno dell'ATI Sogepu. Di fronte ad una giustizia amministrativa che si ristabilisce, emerge tuttavia l’anomalia tutta cittadina. Umbertide era l’unica amministrazione dell’Alta Valle del Tevere che era gestita dalla perugina Gesenu. Qualcosa non quadrava. Il rispetto della sentenza ora cambia totalmente le carte in tavola, ma offre l’opportunità per giungere finalmente alla costituzione di quella società di gestione pubblica territoriale, che sembra essere l’unica via per ridurre i costi e migliorare il servizio ai cittadini. La questione Sogepu ha portato con sé, inoltre, il tema scottante del pagamento della Tares e, a sua, volta, questo ha riproposto in maniera urgentissima la questione della gestione del bilancio. Qui le nuove normative, senza entrare in dettagli tecnici che spiegheremo nei prossimi numeri, impongono un approccio completamente nuovo. Il livello di quello che viene definito investimento (ma in realtà è un debito) è troppo alto. Occorre intervenire. Da ultimo passiamo alle novità politiche. L’accordo stretto dentro il Pd tra i maggiorenti del partito (Giulietti-Guasticchi) non solo ha aperto una frattura interna al partito, aggravata dalla mancanza delle primarie, ma ha aperto un’autostrada ai critici del sistema, che adesso devono dare risposte credibili.

28/02/2014 15:39:07

Attualità » Primo piano Il Consiglio di Quartiere 6 scrive a Provincia e Regione per denunciare il degrado della SR 416

Il Consiglio di Quartiere n. 6 Valle del Niccone, presieduto da Franco Staccini, ha inviato una lettera, corredata da 450 firme di cittadini residenti nella vallata, alla Provincia di Perugia e alla Regione Umbria per denunciare “la grave situazione di dissesto in cui si trova la strada extraurbana S.R. n. 416 di competenza provinciale, nel tratto Niccone-Spedalicchio-Mita, aggravata dalle recenti azioni poste in essere sulla stessa dalla Provincia di Perugia. Tutta la strada è profondamente dissestata con enormi buche ed insidie che la rendono inadeguata non solo alla circolazione dei veicoli a motore ma anche di quelli senza motore e alla circolazione dei pedoni – recita la lettera sottoscritta dai residenti della Valle del Niccone – In particolare il tratto della strada che va dalla località Niccone alla località Molino Vitelli risulta in assoluto il più compromesso. Da anni, e a più riprese, è stato chiesto dai cittadini e dal Comune di Umbertide alla Provincia di Perugia di provvedere alla dovuta manutenzione della strada, di sua competenza, senza risultati concreti. Tale strada peraltro attraversa la Valle del Niccone, luogo di grande pregio turistico e paesaggistico. Con nostro enorme disappunto e con grande incredulità è accaduto che nei giorni scorsi sono stati modificati i limiti di velocità, portandoli da 90 km/h a 50 Km/h per gli oltre tre km di strada che si trovano tra le località Niccone e Molino Vitelli. Tale operazione pare in contrasto peraltro anche con i dettami del Codice della Strada che prevede il limite di 50 Km/h soltanto per le strade all’interno dei centri abitati e non per le strade extraurbane, come quella di interesse, che si snoda fuori dai centri abitati. In ragione di quanto precede, il Consiglio di Quartiere n. 6 Valle del Niccone, anche per conto dei cittadini della Valle del Niccone del Comune di Umbertide, che sottoscrivono la presente, chiede che la Provincia di Perugia provveda immediatamente ad effettuare la dovuta manutenzione della strada dalla località Niccone alla località Molino Vitelli ed elimini il limite di 50 Km/h, ripristinando i precedenti limiti di velocità”.

26/02/2014 20:38:39

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy