Notizie » Società Civile Umbertide: progetto ippoterapia

Veramente un bel progetto. Si tratta del Progetto di ippoterapia dedicato ai ragazzi diversamente abili promosso dalla scuola media “Mavarelli- Pascoli” e finanziato dal Monte dei Paschi di Siena. Grazie al contributo dell’istituto di credito, i giovani studenti avranno l’opportunità di partecipare ad un percorso individualizzato che prevede la cura del cavallo, la familiarizzazione con l’ambiente e varie attività ludico-equestri, sotto la guida di un istruttore specializzato, in un processo capace di coniugare stimolo e rapporto empatico, rafforzando l’autostima e le competenze cognitive e relazionali. Alla presentazione dell’iniziativa hanno partecipato la dirigente scolastica dell’istituto Gabriella Bartocci, il sindaco Marco Locchi e il direttore territoriale mercato BMps di Perugia Claudio Peraino. Le attività di ippoterapia partiranno nelle prossime settimane, per un ciclo di circa 10 appuntamenti. "Banca Monte dei Paschi di Siena non poteva far mancare il suo appoggio ad un progetto meritevole come quello proposto dalla scuola media di Umbertide rivolto ai ragazzi disabili - ha dichiarato Claudio Peraino -. Siamo orgogliosi di poter fornire il nostro sostegno ai giovani per aiutarli in questo importante percorso di crescita individuale, di sperimentazione e formazione. Banca Monte dei Paschi di Siena ha creduto da subito nel progetto di ippoterapia, per il suo valore sociale ed etico.” L’iniziativa si inserisce nel percorso che appartiene a un più ampio progetto di didattica trasversale-laboratoriale, rivolta agli alunni con bisogni educativi speciali. L’offerta formativa della scuola media “Mavarelli- Pascoli” prevede, infatti, attività extracurriculari come idroterapia, musicoterapia, laboratorio di ceramica, con le quali i ragazzi possono sperimentare una didattica non convenzionale, integrando esperienze ed autonomie, che possono poi essere riportate anche in campo scolastico.  

07/03/2014 22:42:13

Attualità » Primo piano Caso Gesenu. L'Amministrazione Comunale di Umbertide risponde al consigliere regionale Lignani

L'Amministrazione Comunale di Umbertide, attraverso un comunicato, risponde al Consigliere regionale di Fratelli d'Italia, Andrea Lignani Marchesani, che ha presentato alla Giunta regionale un'interrogazione, per sapere se il Comune di Umbertide volesse prorogare, per altri due mesi, la gestione dei riufiti a Gesenu.  "Abbiamo appreso con stupore- dichiara l'Amministrazione- dell’interrogazione che il consigliere regionale di Fratelli d'Italia, Andrea Lignani Marchesani, ha presentato alla Giunta regionale in merito a presunte “voci” secondo le quali il Comune di Umbertide sarebbe intenzionato a prorogare l'affidamento della raccolta rifiuti a Gesenu, nonostante il Consiglio di Stato il 17 gennaio scorso abbia annullato l’aggiudicazione del servizio di igiene urbana alla stessa Gesenu. Visto l’importante ruolo che ricopre, ci saremmo aspettati dal consigliere una maggiore accortezza e professionalità, e non di dare adito a non meglio precisate “voci”. In ogni caso il Comune di Umbertide ribadisce la volontà di osservare scrupolosamente la sentenza ma vuole altresì chiarire che, per giungere alla stipula del contratto di appalto con l’ATI Sogepu-Agesp, il responsabile del procedimento deve acquisire tutta una serie di documentazione relativa ai requisiti dichiarati dalle imprese in sede di gara, ai sensi dell’art. 38, comma 3, D.Lgs 163/2006 ss.mm.ii., così come specificamente puntualizzato nella sentenza del Consiglio di Stato. Per questo motivo, il Rup con determinazione dirigenziale n. 39/37 del 11/02/2014 pubblicata all’Albo pretorio online dal 22 febbraio al 6 marzo ha disposto “di prorogare in via tecnica il contratto di appalto  rep. n. 4522 del 27/10/2011,   ai sensi dell’art. 125 comma 10 lett. c) e d)  del D.Lgs. 163/2006 ss.mm.ii.,  per la durata di due mesi a partire dal 05/02/2014, tempo strettamente necessario ad affidare l’appalto all’ATI Sogepu SpA/Agesp SpA come ordinato dal Consiglio di Stato con la sentenza citata, al fine di evitare l’interruzione del medesimo ed il conseguente nocumento per la salute pubblica. Quindi, l’affidamento dell’appalto all’ATI Sogepu-Agesp potrà avvenire  a partire dal 6 aprile 2014 qualora sia stato possibile acquisire  tutta la documentazione richiesta dalla legge e verificarne la regolarità. Le imprese aggiudicatarie, nel frattempo, potranno organizzarsi per assumere ed avviare il servizio nel migliore dei modi e in ossequio alle condizioni contrattuali previste nel capitolato e nell’offerta economica".   L’Amministrazione Comunale di Umbertide 

07/03/2014 11:44:16

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy