Notizie » Politica Le mozioni del M5S Umbertide su TASI e TARI

Riceviamo e pubblichiamo dal Movimento 5 Stelle Umbertide In data 3 luglio  le opposizioni hanno richiesto la  convocazione del Consiglio Comunale in seduta straordinaria al fine di discutere quanto già presentato, che per motivi di tempo non è stato affrontato nell’ultima seduta,  ed eventuali nuovi ordini del giorno . Il M5S ha presentato due nuove proposte relative a TASI e TARI, le cui aliquote verranno a breve stabilite dalla nostra Amministrazione. La nostra prima mozione chiede all’Amministrazione l’adozione dell’indicatore Isee per la determinazione delle aliquote TASI (Tariffa sui Servizi Indivisibili) che altrimenti verranno calcolate sulla base della  rendita catastale (rendita catastale che non sempre rispecchia l’effettivo valore degli immobili). Riteniamo che non aumentare la pressione fiscale sia un impegno da prendere per non gravare ulteriormente sui cittadini oltre che una sfida importante che dovrà impegnare l’Amministrazione anche nella programmazione nell’interesse dei cittadini. Chiediamo inoltre di riconoscere agevolazioni a nuclei che si trovano in condizioni di disagio economico: - esenzione totale per nucleo composto da una sola persona pensionata ultrasessantenne con Isee da 0 a 11.028 euro - esenzione (con Isee da 0 a 8.573)  per nuclei  composti da persone pensionate ultrasessantenni, per nuclei formati da 5 o più componenti, e per nuclei in cui siano presenti portatori di handicap riconosciuti ai sensi della L. 104/92. - riduzione del 40% per nucleo composto da una sola persona pensionata ultrasessantenne con Isee da 11.028,01 a 17.624 euro - riduzione del 40% (con Isee da 8.573,01 a 12.776 euro) per nuclei composti da pensionati ultrassessantenni, nuclei composti da 5 o più persone, e nuclei in cui siano presenti portatori di handicap riconosciuti ai sensi della L. 104/92. La nostra seconda mozione riguarda la proposta per la riduzione  della TARI (Tassa sui Rifiuti); partendo dal presupposto che molte attività sono stremate dalla crisi e dall?eccessiva pressione fiscale  e che in base al comma 660 della legge 147/2013 i Comuni possono deliberare riduzioni ed esenzioni con copertura assicurata attraverso il ricorso a risorse derivanti dalla fiscalità generale del Comune, chiediamo di utilizzare la fiscalità generale per la copertura di sgravi tariffari alle famiglie più bisognose e alle attività più colpite dalla TARI. Abbiamo inoltre presentato un’interpellanza in cui chiediamo l’inserimento nel prossimo regolamento della tassa TARI di uno sconto per l’utilizzo di compostiere domestiche. Il compostaggio in molti Comuni è praticato perché agevola l’economia domestica e tutti i cittadini che lo praticano ottengono uno sconto sulla tassa dei rifiuti, chiediamo pertanto che venga inserito nel regolamento della Tari uno sconto del 20% sulla parte variabile della tariffa a favore delle utenze domestiche che dichiareranno di provvedere al compostaggio domestico. Movimento 5 Stelle Umbertide

10/07/2014 10:58:05

Notizie » SLIDER Umbertide comune Riciclone

Il Comune di Umbertide è stato premiato questa mattina a Roma da Legambiente come "Comune Riciclone 2014". Umbertide è infatti risultato il primo comune umbro per percentuale di raccolta differenziata, che nel 2013 si è attestata al 73,22%, ed è stato inserito nella lista dei 224 comuni sopra i 10.000 abitanti più ricicloni d'Italia, ovvero quelli che hanno superato la fatidica soglia del 65% di differenziata. La cerimonia di premiazione si è tenuta a Roma, presso l'hotel Quirinale, alla presenza, tra gli altri, del presidente nazionale di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza; presente per l'Amministrazione Comunale di Umbertide il sindaco Marco Locchi e l'assessore all'Ambiente Maria Chiara Ferrazzano. 1.328 i comuni premiati per la XXI edizione della manifestazione e tra i campioni nella raccolta differenziata figura anche Umbertide che si colloca tra i comuni sopra i 10.000 abitanti ad aver registrato le performance migliori. "Le novità del 2014 - ha affermato il presidente Cogliati Dezza -sono il lento spostamento dei comuni ricicloni verso il centro e il sud Italia e il fatto che per la prima volta ogni regione ha avuto il suo comune riciclone". Per l'Umbria l'unico è stato Umbertide tra i comuni con più di 10.000 abitanti, mentre per quelli con popolazione inferiore sono stati segnalati i comuni di Giano dell'Umbria, Torgiano e Montecastello di Vibio. La classifica è stata stilata in base all'indice di buona gestione, che tiene conto non solo della percentuale di differenziazione dei rifiuti, ma anche della qualità della raccolta differenziata e della riduzione della produzione dei rifiuti. "È un grande risultato che premia le scelte fatte dall'Amministrazione Comunale, il lavoro di Gesenu spa, società a cui è affidato il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, ma soprattutto riconosce l'impegno quotidiano degli umbertidesi nell'attuare la raccolta differenziata. -ha affermato il sindaco Locchi - nel 2012 avevamo chiuso con il 58,34% arrivando a toccare e superare nel quarto trimestre la fatidica soglia del 65% e nel 2013 abbiamo raggiunto il 73,22% con un aumento di circa 15 punti percentuali in un solo anno. Anche il 2014 vede la conferma del trend positivo degli ultimi anni, con una percentuale di raccolta differenziata che per i primi mesi dell'anno si è attestata ben al di sopra del 70%". 

09/07/2014 19:58:06

Notizie » Società Civile Banda cittadina: patrimonio culturale

Riceviamo e pubblichiamo. La banda musicale mi ha sempre attratto, sin da quando ero bambina, allorché passava per le strade per seguire una processione o in altre circostanze. La festa cittadina è il punto centrale di questa tradizione: la banda risponde ad un’esigenza musicale popolare, quale quella di accompagnare solennemente la celebrazione del santo patrono, o altre ricorrenze sentite dalla comunità, e di scandire i vari momenti della festa. Lo stretto rapporto con la piazza e con l’uomo della strada, del quale soddisfa il bisogno di canto e di gioia, dà il senso del suo valore umano, sociale e culturale. Dovunque andasse, la banda porta allegria, diretta espressione dello spirito vivo dei suonatori, di gente che affronta i disagi. Esserci, essere fra la gente, essere presenti ai momenti salienti che scandiscono il vivere di una collettività, incrementare una tradizione che continua, dare significato vero al proprio volontariato, contribuire alla coesione della comunità, condividere il proprio tempo con quello degli altri, creare legami con realtà vicine e lontane rappresenta un valore di testimonianza civile e culturale insostituibile. Il provenire da una stessa comunità, l'incontrarsi con i coetanei o con gli amici più grandi, lo stare insieme di generazioni differenti, il recarsi in un luogo comune, la passione per la musica, il rendersi conto dell'importanza che il gruppo svolge a livello locale, l'essere utili agli altri, alle istituzioni, al Comune come alla Parrocchia, tutto questo crea nei partecipanti al gruppo bandistico un orgoglio di appartenenza, sano, propulsivo, profondamente ricco di senso. Con stima, Danila Sorci

09/07/2014 06:54:24

Cultura Alla Rocca di Umbertide la mostra di Elio Mariucci

Sarà inaugurata sabato 19 luglio alle ore 18 alla Rocca- Centro per l’arte contemporanea, la mostra di Elio Mariucci dal titolo “Anàbasis”, organizzata dal Comune di Umbertide. “Anàbasis è il viaggio per antonomasia, per i guerrieri dell’Ellade, è la discesa verso il mare che in realtà è risalire verso la terra. – recita il commento di Emilio Rossi - Se ci si immagina di raffigurare questi concetti e ci si spinge poi a traslarli nella mostra di Elio se ne comprende anche l’intento. Quel transito conoscitivo da dentro a fuori e da fuori a dentro gli è proprio e in lui diviene moto inscindibile e connesso. “Thalassa!... Thalassa!” gridano gli ospiti di Senofonte sulla spiaggia dell’Anatolia e guardano al di là del mare; è l’Anàbasis degli eserciti greci, il loro viaggio; fuga e ritorno, voci autentiche fuse in un’unica parola, significativa sintesi di termini contrari, ma c’è, anche, l’Anàbasis dell’argonauta Elio, il suo transito da uomo ad artista e da artista ad uomo, in un itinerario incognito che si farà man mano rivelazione e Cabala, e lui sarà solitario viandante dall’inconscio dell’Orco alla limpidezza dell’Epifania…., e viceversa”. Elio Mariucci, nato a Città d Castello, inizia il suo percorso artistico con una prima mostra personale nell’aprile 1973 per poi fondare insieme ad altri quattro artisti il “Gruppo 13x3” che organizza esposizioni dal 1978 al 1999. “Camminare con le mie sole gambe, dopo un magico sodalizio durato tanto a lungo, è ormai per me diventato quasi come muovere i primi passi per un bambino: drammaticamente difficile e faticoso ma allo stesso tempo stimolante e ineluttabile”, ha scritto Mariucci in occasione della personale “Piccole quinte dell’anima” dell’ottobre 2004. Attualmente l’artista ha focalizzato la sua attività di pittore e scultore anche sul concetto di “arte applicata” che tende a dare ad oggetti di uso comune forme e valenze artistiche. La mostra, a cui si accede dall’ingresso in piazza del Mercato, sarà visitabile fino al 24 agosto tutti i giorni, dal martedì alla domenica, dalle ore 10,30 alle ore 12,30 e dalle ore 16,30 alle ore 18,30. 

08/07/2014 12:36:32

Cultura 70 anni dalla Liberazione di Umbertide. La celebrazione

Umbertide ha ricordato il 5 luglio, anniversario della liberazione della città dall’occupazione nazi-fascista. Sabato 5 luglio la Sala Consiglio della Residenza Comunale ha infatti ospitato la commemorazione “Ricordando il 5 luglio”, con immagini, musica e commenti sui fatti accaduti settant’anni fa quando, dopo il bombardamento di borgo San Giovanni del 25 aprile 1944 e gli eccidi di Serra Partucci e di Penetola avvenuti nel giugno dello stesso anno, Umbertide poté finalmente festeggiare la fine dell’occupazione nazifascista, sancita dall’ingresso in città dei fucilieri dell’Ottava Armata. I commenti storici dell’avv. Francesco Innamorati, presidente dell’Anpi provinciale, sono stati intervallati da immagini d’epoca sulla liberazione tratte dai libri storici di Mario Tosti e spiegate da Achille Roselletti, direttore dell’Accademia dei Riuniti e dalle canzoni della soprano Stella Peruzzi accompagnata alla fisarmonica da Paolo Fiorucci. Alle commemorazioni hanno partecipato anche il sindaco Marco Locchi e il presidente dell’Anpi di Umbertide Umberto Zoppo insieme a Leonello Galina, testimone diretto degli eventi del 1944. “La memoria è un valore che va difeso e coltivato – ha dichiarato il sindaco Locchi -  Abbiamo il diritto e il dovere di trasmettere alle future generazioni la storia e le testimonianze che ci sono state tramandate dai nostri avi, per far sì che i giovani possano fare tesoro di questi insegnamenti e porli come base per la costruzione di un futuro di pace”. 

07/07/2014 14:33:27

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy