Attualità » Primo piano C. di Castello: manda 101 sms al giorno a una ragazza mai conosciuta, denunciato 24enne

Ancora un episodio di violenza nei confronti delle donne, contrastato dall’attività svolta dalla Polizia di Stato di Città di Castello. Un italiano di origine campana, residente già da molti anni in Alta Valle del Tevere, si è reso protagonista di un nuovo episodio di stalking nei confronti di una donna. Sono stati 101 gli sms inviati in un solo giorno da V.A. di anni 24  nato a Napoli, ad una ragazza mai conosciuta. Le indagini hanno accertato che nessuna conoscenza personale è intercorsa tra lo stalker e la donna. Sono in corso le attività di verifica per capire come l’uomo sia entrato in possesso del numero personale del telefono cellulare della donna. Sta di fatto che in pochi giorni la donna ha dovuto subire molestie telefoniche, con contatti verbali ed sms, sino ad arrivare al punto dei 101 sms giornalieri. Il contenuto assolutamente delirante, fa riferimento ad una storia d’amore corrisposta, ma nella realtà falsa ed inesistente. Un universo parallelo in cui l’uomo ha proiettato se stesso e la vittima della sua attività di molestatore seriale. Un agguato psicologico in cui è caduta la vittima di turno; pressata psicologicamente dall’attività dell’uomo, la donna ha avuto un crollo psicofisico, arrivando ad avere necessità anche di un supporto medico che la potesse aiutare a superare le fobie prodotte dall’attività scriteriata dello stalker. V.A. non è nuovo a simili episodi di stalking; solamente qualche tempo fa era stato oggetto di una nuova attività investigativa che lo aveva portato ad una denuncia a piede libero per il reato di “atti persecutori”. Gli investigatori stanno vagliando i filmati ripresi da telecamere di sicurezza di alcuni luoghi frequentati dalla donna, al fine di capire se l’attività persecutoria dell’uomo si sia anche materializzata nel seguire la vittima stessa. Anche in questo caso per lui è stato disposta dalla competente A.G. la denuncia in stato di libertà.

02/12/2014 14:48:52

Notizie » SLIDER Una croce per la missione di Santiago de Huata

Riceviamo e pubblichiamo Santiago de Huata è una comunità posta a 3900 m sull'altopiano boliviano, sulle sponde del lago Titicaca, a circa 100 km dalla capitale La Paz. Sorge alle pendici della Cordillera Real, tratto tra i più celebri e spettacolari dell'intera catena delle Ande. La popolazione che abita nella zona è per la maggior parte di etnia aymara, l'antica civiltà addirittura preincaica che da sempre popola la regione. La gente vive sparsa in piccole comunità di poche famiglie, spesso raggiungibili solo a piedi. L'economia locale, molto povera, è basata essenzialmente sulla pesca; l'agricoltura, a causa delle difficili condizioni climatiche, rende pochissimo. Le patate, e altri tuberi, sono le uniche coltivazioni esistenti sull'altopiano. La mancanza di pascoli fa si che sia pressoché inesistente l'allevamento. Elettricità ed acqua potabile non esistono. Sono molto frequenti i casi di anziani o malati soli e abbandonati, vista la tendenza di molti giovani a trasferirsi nei sobborghi di La Paz in cerca di lavoro, spesso poi arruolati dai narcotrafficanti e dal facile guadagno. La situazione sanitaria nella regione, come nel resto di tutta la Bolivia, è estremamente precaria. In questo contesto di povertà opera dal 2001 Don Leonardo Giannelli, sacerdote della diocesi di Gubbio. La sua parrocchia ha 20.000 abitanti, suddivisi in 50 villaggi. Nel tempo tanti i progetti che sono andati avanti grazie a Don Leo,  la missione garantisce la presenza fissa di un infermiere, di un dottore e di un dentista, stipendiati, che visitano gratuitamente i pazienti e delle “poste mediche” in varie zone del territorio. Tutte le domeniche si svolge l'attività di Oratorio. I bambini, circa 450,  vengono seguiti dai catechisti nei giochi e nella Santa Messa; un pasto caldo viene, poi, offerto dalla parrocchia a tutti i ragazzi. La maggior parte dei catechisti vive stabilmente con Don Leo nella casa parrocchiale, a provvedere al loro mantenimento e alla loro formazione pensa naturalmente la parrocchia. Grande il lavoro di formazione per garantire un futuro ai ragazzi, farli studiare, assolvendo allo spirito oratoriale in stile Don Bosco i ragazzi sono coinvolti in opere che imparino “un mestiere”, in quest’ottica l’apertura della falegnameria, che nel tempo ha portato all’elaborazione di un progetto di turismo etico con la costruzione di due Catamarani che oggi solcano il Lago Titicaca con scafi e vele progettati da massimi esperti italiani (autori anche delle vele del mitico Moro di Venezia), coinvolti in questa opera che sta portando un turismo attento e rispettoso, creando lavoro per i locali. Adesso la Croce in Ferro sulla collina di Santiago di Huata che creerà un gemellaggio ancora più forte con la Comunità di Umbertide da cui proviene Don Leo, perché ispirata alla Croce di Montacuto, insomma dagli Appennini alle Ande! È stata la stessa gente aymara che ha chiesto questo sogno a Don Leo. All’inizio del 2014 a Santiago si sono presentati funzionari del Governo, che spesso è ostile con le opere delle Missioni, proponendo alla popolazione la costruzione di un monumento che celebrasse le glorie nazionali. La gente riunita con le autorità locali (l’Alcalde l’equivalente del nostro Sindaco), non ha voluto questo monumento, chiedendo invece che fosse costruita una Croce alla sommità della collina che sovrasta Santiago di Huata, come segno di ringraziamento e di fede. Come spesso accade la richiesta è stata girata a Padre Leo, “ricettore” di ogni bisogno della collettività. Chiedevano di farla in legno, Don Leo, grazie ad Internet, ha fatto vedere la croce in ferro di Montacuto e del Catria, davanti alle quali gli aymara sono rimasti meravigliati e Don Leo ha promesso che avrebbe lavorato per assecondare questo gesto di fede deciso dall’intera collettività. Di ritorno per un beve periodo ad Umbertide ha contattato gli amici di sempre, che si sono attivati coinvolgendo l’Ing. Franco Palazzetti, che subito ha aderito con entusiasmo al progetto. Questo è stato sviluppato a 4 mani dall’Ing. Franco Palazzetti e dall’Ing. Paolo Taburchi, e disegnato dal p.i. Mirco Mori. Seguendo l’idea originaria di Don Leonardo, si è arrivati a definire una croce alta 14 metri con apertura di 7 metri, che è sembrata a tutti la più idonea come dimensioni e come proporzioni. È stata quindi progettata una croce in angolari e piatti di acciaio, di sezione quadrata di 1 x 1 metri, la quale in corrispondenza della base si allarga fino a 3 x 3 metri. Il basamento è in calcestruzzo armato. La struttura è modulare con elementi da 2 e 3 metri, con un peso previsto per la parte in elevazione di 2.400 Kg. I disegni sono stati già inviati a Don Leonardo in Bolivia, dove verranno effettuati la costruzione ed il montaggio. Per contribuire alla costruzione della croce, giovedì 4 dicembre, alle ore 10.30, presso il ristorante "Adamo" di Corlo, si terrà una cena di beneficenza e di raccolta fondi. Per prenotazioni: 3356164848 (Leonardo Tosti)- 3356163904 (Franco Palazzetti)

02/12/2014 14:17:43

Sport Terza vittoria consecutiva per Acqua&Sapone Umbertide

Terza vittoria consecutiva per Acqua&Sapone Umbertide che espugna anche il PalaCiti di Parma, parquet sul quale la vittoria mancava dal 2011, mantenendo il proprio record di imbattibilità in trasferta. Una vittoria arrivata grazie a un ultimo periodo di alto livello soprattutto in difesa, dopo che l’ottimo primo quarto di gioco era stato vanificato da un lungo black-out nella seconda frazione, con la partita che da lì in poi era proseguita punto a punto, seppur con Acqua&Sapone quasi sempre in testa. Un’altra chiave della vittoria è stato il dominio a rimbalzo, con 41 palloni recuperati sotto i tabelloni, tra cui spiccano in particolare i 15 offensivi. Da un punto di vista individuale, top scorer è stata Carolyn Swords, con 17 punti, 13 dei quali in un primo quarto nel quale è stata letteralmente incontenibile; è emersa nella ripresa invece Jillian Robbins, che ha messo a referto la consueta doppia doppia pesante da 17 e 16. 15 punti per capitan Consolini, in campo senza maschera e 14 per Jacki Gemelos. In casa Parma giornata di grazia per Kritscher con 19 e ottima anche Battisodo a quota 13. Il primo possesso è ben giocato da Umbertide, ma il ferro sputa la conclusione di Robbins, Kritscher dall’altra parte pasticcia, ma il canestro sembra stregato ed espelle anche le conclusioni di Consolini e Swords che sembravano ben indirizzate, prima che il centro da Boston University riesca ad inaugurare le marcature. Acqua&Sapone difende bene, ma continua a sprecare in avanti, così Battisodo trova il pari, Swords reagisce ben assistita da Robbins, ma Maznichenko è precisa dalla media. Per la difesa di Parma Swords è un enigma di difficile conclusione, la lunga Usa guadagna falli, va in lunetta e fa 2/2, dall’altra parte però Maznichenko trova la tripla del sorpasso, ma ancora un’incontenibile Swords va a segno. Un piazzato di Kritscher e il contropiede di Franchini danno però il primo allungo al Lavezzini, subito pareggiato dalla tripla di Dotto. Il ferro continua a beffare le conclusioni di Umbertide, ma Swords trova il rimbalzo e va già in doppia cifra dopo 7 minuti di gioco, quindi Gemelos trova la tripla che costringe Olivieri al primo time-out. Ancora la guardia di passaporto greco si guadagna un viaggio in lunetta e converte i liberi con il 100%, prima che Kritscher chiuda il 10-0 di parziale ospite. Subito Santucci ristabilisce le distanze dalla linea della carità e poi si guadagna un altro viaggio in lunetta stavolta per un contatto onestamente veniale. L’ala della nazionale segna il primo, sbaglia il secondo, ma Swords recupera il rimbalzo, mette la palla dentro, subisce fallo e converte il libero supplementare, completando un primo quarto stratosferico con il recupero sulla sirena che sancisce il 13-24 con cui si chiudo i primi 10 minuti. Nel secondo periodo Kritscher segna i primi punti, poi Maznichenko va in lunetta e segna entrambi i liberi, quindi Kritscher colpisce ancora dalla media e costringe Serventi al time-out. Il parziale di 6-0 è interrotto dal canestro di Robbins, ottimamente pescata dalla penetrazione di Gemelos che spacca la difesa, ma Battisodo trova la tripla e poi in penetrazione riporta Parma a -2, La penetrazione di capitan Consolini ridà fiato a Umbertide, ma Kritscher oggi è infallibile dalla media e la rubata di Clark riporta il punteggio sul 28 pari. Umbertide in attacco non riesce più a trovare il bandolo della matassa e addirittura Kritscher porta in vantaggio le padrone di casa, prima del pareggio immediato di Robbins e poi del piazzato di Bona che rimette avanti Acqua&Sapone. Almeno la difesa funziona negli ultimi possessi e così all’intervallo lungo le squadre vanno sul 30-32. Dopo un primo minuto in cui i ferri sputano le conclusioni di entrambe le squadre, Robbins trova la prima marcatura del terzo quarto, poi Santucci in gancio rimette a +6 Umbertide. La tripla di Franchini dimezza però il distacco, mentre i palloni di Swords sembrano non voler più entrare. Dopo tre minuti il rientro di Consolini al posto del pivot statunitense abbassa il quintetto, Robbins prende la linea di fondo e segna in rovesciata, poi trova ancora il canestro. Giorgi tiene a contatto le parmensi, poi Clark segna uno solo dei due liberi che si era conquistata e ancora Giorgi dalla distanza segna. Swords pescata da Consolini finalmente torna a marcare punti. Battisodo dalla lunetta ne mette solo 1, ma ancora Swords va a segno, prima della tripla di Battisodo. Consolini va in penetrazione, segna, subisce il fallo di Giorgi e chiude il gioco da 3 punti. Poi però Kritscher subisce fallo su un tentativo di tripla e segna tutti e 3 i liberi, sancendo il 45-47 che lascia tutto aperto in vista dell’ultimo parziale. Umbertide approccia bene difensivamente il quarto periodo e anche l’attacco riparte: in transizione Robbins appoggia il +4, poi finalmente il ferro accoglie la penetrazione di Consolini e quindi l’arresto e tiro di Jacki Gemelos costringe al time-out Olivieri. Crudo interrompe il parziale di Umbeertide, ma Consolini sul ribaltamento di Santucci è sola e mette la tripla, poi Robbins appoggia in contropiede e rimette avanti di 11 Umbertide. L’appoggio di Kritscher si arrampica sul ferro e entra, poi la tripla di Crudo balla sul ferro ed entra e così Parma è di nuovo a -6. Gemelos in arresto e tiro va a segno. Battisodo appoggia al vetro, poi Consolini viene abbattuta in penetrazione e segna entrambi i liberi. L’anticipo di Robbins stavolta è a vuoto, così Kritscher può appoggiare comodamente. Poi però Acqua&Sapone stringe le maglie in difesa e così a 1’28” dalla fine Gemelos trova la tripla che ipoteca il successo per Umbertide. Robbins quindi appoggia di nuovo il più 11, poi Gemelos dalla lunetta allunga ulteriormente, poi Battisodo passa palla direttamente al cronista in tribuna: è il segno della resa definitiva di Parma, il cui passivo continua a crescere con la tripla di Chiara Consolini, prima che Corbani trovi il piazzato che scrive il 58-72 finale. Lavezzini Parma: Kritscher 19, Maznichenko 7, Clark 3, Franchini 5, Battisodo 13,Crudo 5, Giorgi 4, Corbani 2, Marangoni, Trevisan ne, Fataday ne, Petrilli ne. All. Olivieri Rimbalzi 26 (Kritscher 6) Acqua&Sapone Umbertide: Swords 17, Robbins 16, Consolini 15, Gemelos 14, Dotto 3, Santucci 5, Pegoraro, Bona 2, Cabrini, Ortolani ne, Villarini ne, Milazzo ne. All. Serventi. Rimbalzi 41 (Robbins 16) Arbitri: Del Greco (Vr), Marton (Tv), Loscalzo (Pz)

01/12/2014 18:38:10

Attualità » Primo piano Rifacimento segnaletica fiere: le precisazioni dell'Amministrazione Comunale di Umbertide

Riceviamo e pubblichiamo dall'Amministrazione Comunale di Umbertide In riferimento a quanto apparso sulla stampa in merito al rifacimento della segnaletica per le Fiere di Settembre, l’Amministrazione Comunale fornisce le seguenti informazioni, già comunicate ai cittadini interessati. La disposizione dei posteggi delle fiere è stata oggetto di un importante intervento di riqualificazione diretto a migliorare la sicurezza dei tanti commercianti e visitatori che partecipano alla manifestazione. I nuovi numeri a terra non corrispondono esattamente ai precedenti in quanto la nuova mappa dei posteggi prevede percorsi di accessibilità completa da ogni strada laterale che si affaccia su via Unità d’Italia, via Morandi e Piazza Marx, al fine di garantire un più rapido ed efficace accesso dei mezzi di soccorso. Inoltre si sta procedendo affinché la nuova disposizione dei banchi garantisca gli spazi necessari per consentire l’accesso alle persone diversamente abili. Tali modifiche richiedono una rimodulazione degli spazi, una nuova pianificazione della viabilità cittadina per i giorni delle fiere e la riformulazione del piano della sicurezza. A differenza di quanto si vocifera quindi non è allo studio, né è stato mai ipotizzato, lo spostamento, nemmeno temporaneo, del mercato del mercoledì lungo il percorso delle fiere, anche in considerazione delle ripercussioni che tale possibilità avrebbe sul traffico. La realizzazione della nuova segnaletica ha invece permesso di ridefinire e riorganizzare gli spazi, cosa ben diversa e ben più complessa dal semplice rifacimento annuale della segnaletica sbiadita. La riqualificazione dei posteggi delle fiere ha interessato preliminarmente via Unità d’Italia e via Morandi in concomitanza con l’intervento di rifacimento della segnaletica stradale che ha consentito di realizzare una segnaletica orizzontale adeguata, in grado di garantire una migliore gestione della viabilità e una maggiore sicurezza dei pedoni e di realizzare nuovi parcheggi. Successivamente tale intervento riguarderà anche altre zone della città, tra cui la rotatoria tra via Roma, via Unità d’Italia, via Morandi e via Colombo.

01/12/2014 15:45:20

Notizie » Politica Umbertide: scelti dal Consiglio Comunale i delegati all'assemblea degli elettori del CAL

Nel corso dell’ultima seduta, il Consiglio Comunale di Umbertide ha provveduto ad eleggere i delegati all’assemblea per l’elezione dei componenti elettivi del Consiglio delle Autonomie Locali (CAL), secondo quanto previsto dall’artt. 7 e 7 bis della L.R. 16 dicembre 2008, n. 20. Per i Comuni con popolazione pari o superiore a 15.000 abitanti è infatti prevista l’individuazione di tre delegati che parteciperanno all’assemblea per l’elezione dei componenti elettivi del CAL. Sono invece membri di diritto del CAL i presidenti di Provincia e Regione e i sindaci dei Comuni sopra i 15.000 abitanti, tra cui quindi anche il sindaco Marco Locchi. La votazione è avvenuta con scrutinio segreto e non vi hanno preso parte i consiglieri del Movimento Cinque Stelle Pigliapoco e Venti e il consigliere di Umbertide Cambia Stefano Conti, che sono usciti dall’aula. Il Consiglio Comunale ha quindi eletto delegati i consiglieri Ilaria Fiorucci e Gianluca Palazzoli per la maggioranza e Giovanna Monni in rappresentanza della minoranza. Il CAL è un organo di consultazione e partecipazione ai processi decisionali della Regione e di rappresentanza unitaria del sistema delle autonomie locali dell’Umbria; ai sensi dell’art. 29 dello Statuto regionale, esprime all’Assemblea legislativa parere obbligatorio in merito alle proposte relative ad atti di programmazione generale, al disegno di legge di bilancio annuale e pluriennale e al disegno di legge di rendiconto e alle proposte di atti riguardanti l’attribuzione e l’esercizio di funzioni e competenze dei Comuni e delle Province. Inoltre può esprimere osservazioni su atti da sottoporre al’approvazione dell’Assemblea legislativa e svolge attività di informazione e di studio su temi che interessano gli Enti locali e i rapporti con la Regione e lo Stato. Le elezioni per il rinnovo dei componenti elettivi del Consiglio delle Autonomie Locali si terranno giovedì 18 dicembre.  

01/12/2014 14:25:56

Notizie » SLIDER Servizio Civile: domande aperte fino al 15 dicembre

Scade il prossimo 15 dicembre alle ore 14 il bando per la selezione di volontari nei progetti di Servizio Civile Nazionale promossi nell’ambito del programma Garanzia Giovani. Sono otto i posti previsti ad Umbertide per due progetti proposti da Arci Servizio civile Perugia, in collaborazione con il Comune di Umbertide: il primo è incentrato sull’assistenza ai disabili (“Diverse abilità… nessuna disabilità – Garanzia Giovani”) con quattro posti a disposizione, il secondo, sempre con quattro posti a disposizione, riguarda le attività di tutoraggio scolastico (“GiovaMenti - Garanzia Giovani”). Possono partecipare alla selezione i cittadini italiani e i cittadini stranieri regolarmente residenti in Italia che alla data di presentazione della domanda abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età. Per poter partecipare al bando i giovani devono essersi registrati al programma Garanzia Giovani. E’ possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto; la presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti. L’indennità ammonta a 433,80 euro al mese per la durata di un anno. La sede presso cui consegnare le domane è quella di Arci Servizio Civile Perugia in via della Viola 1. Per scaricare il bando e consultare in dettaglio i progetti è possibile visitare il sito internet www.arciserviziocivile.it. Per informazioni contattare Arci servizio civile Perugia allo 075 5731074 o alla mail perugia@ascmail.it, o Informagiovani Comune di Umbertide allo 075 9419273 oppure recandosi in ufficio il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12.30, il martedì dalle 16 alle 18 e il mercoledì e giovedì dalle 15 alle 18.       

01/12/2014 14:21:18

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy