Notizie » Economia Tares: una presa in giro

Secondo recenti normative (legge 28.10.2013 n. 124) un comune può legittimamente applicare per il 2013 la TARES, cioè la nuova tariffa sui rifiuti, ma può altrettanto legittimamente mantenere la TARSU, cioè la tassa applicata finora. Riservandoci di entrare nel merito tecnico e giuridico della questione, ciò che vogliamo evidenziare qui ed ora è il malcelato tentativo dell’Amministrazione Comunale di Umbertide di affermare l’obbligatorietà dell’applicazione della nuova tariffa, quando invece è una scelta. Di nuovo i cittadini sono considerati alla stregua di un “popolo bue” da prendere in giro. L’aspetto più sconcertante della vicenda che in questi giorni sta mettendo a ferro e fuoco Umbertide a nostro avviso è proprio questo: una strategia di comunicazione falsa adottata dal comune per giustificare una scelta impopolare. Segnale pericoloso di una Amministrazione che non ha il coraggio di assumere la responsabilità delle proprie decisioni, e probabilmente con grandi difficoltà nel gestire il bilancio (e non solo per colpa dei tagli applicati ai trasferimenti statali).La seconda questione che stigmatizziamo è la pretesa di giustificare la richiesta di rateizzare il pagamento. Anziché venire incontro a legittimi bisogni di cittadini ed imprese, in evidenti difficoltà economiche, il comune chiede addirittura di motivare una necessitata rateizzazione: umiliazione pura. La terza è la intempestività che ha caratterizzato l’invio dei pagamenti, immediatamente  a ridosso della scadenza (ma appena dopo le primarie del PD!!). Prima ancora che una questione di merito la vicenda TARES ribadisce dunque una già sottolineata questione di metodo che caratterizza in maniera assolutamente negativa il comportamento dell’Amministrazione comunale. D’altra parte, sul piano della chiarezza normativa, in uno Stato in cui l’incertezza del diritto è oramai la regola, fino al punto di poter taroccare una tassa formalmente abrogata (IMU), di votare il Parlamento applicando una norma incostituzionale, di tentare riforme con leggi dichiarate incostituzionali, di mantenere – fino al 2017 -  un finanziamento dei partiti molto probabilmente incostituzionale in quanto tradisce la volontà popolare espressa con referendum popolare nel 1993 !!!, la questione TARES non fa eccezioni. Tutto questo ci ha indotto a chiedere , attraverso il consigliere comunale Luigino Orazi, almeno la possibilità di una rateizzazione del pagamento anche sotto i 500 euro e senza dover presentare alcuna motivazione. Il minimo, nel contesto di una vicenda ancora una volta imbarazzante.                                                                                                           Umbertide Aperta  

16/12/2013 14:54:48

Attualità » Primo piano Il sindaco di Umbertide: la posizione del Comune sulla Tares

SEGUI LA DIRETTA: LUNEDI' 16 DICEMBRE ore 11,00 IL SINDACO FACENTE FUNZIONI MARCO LOCCHI CHIARISCE LA POSIZIONE DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE SULLA TARES Il Sindaco facenti funzioni di Umbertide Marco Locchi, intervenendo sul tema rovente del pagamento dell’ultima rata della Tares, ha dichiarato che: “Per la Tares abbiamo applicato la tariffa che è stata deliberata dal governo Monti. Una tariffa che si basa su un principio di equità fiscale che non era invece presente all’interno della Tarsu. Anche se fossimo rimasti alla Tarsu, la novità introdotta quest’anno, è che devono essere ricoperti completamente i costi per la realizzazione del servizio, che deve essere infatti coperto dai cittadini con il pagamento della Tares. E’ stata una rincorsa contro il tempo per effetto delle successive deliberazioni del governo in merito anche ad altri aspetti, come ad esempio l’Imu, che hanno portato in ritardo la deliberazione, alla fine di novembre, riguardante le tariffe della Tares. Ci scusiamo con tutti i cittadini, perché siamo stati costretti ad inviare in prossimità della scadenza del 16 dicembre le bollette della tassa.” Il Sindaco ha poi affermato che: “La Tares può essere anche rateizzata, come prevede il regolamento della tassa. Infatti il regolamento prevede che sopra i  500 euro sia obbligatoria una rateizzazione. Bisogna però ricordare che la rateizzazione è estesa anche sotto questa cifra. Quindi, chiunque può comodamente rateizzare il pagamento. Ci è sembrato opportuno, visti i problemi che si sono creati, informare la cittadinanza sulla Tares attraverso contatti diretti, dove verranno illustrate dal punto di vista tecnico le modalità di pagamento e tutti i vari aspetti che riguardano la tassa. Inoltre, in ogni incontro pubblico, saranno presenti i moduli per richiedere la rateizzazione.” Gli incontri pubblici che l’Amministrazione comunale effettuerà per  chiarire gli aspetti della Tares saranno: Venerdì 13 dicembre ore 18 - Circolo Billi Fontanelle Umbertide ore 21 – Cva Montecastelli Sabato 14 dicembre ore 16 – Scuola media Pierantonio Domenica 15 dicembre ore 11 – Centro salute Umbertide Lunedì 16 dicembre ore 11,30 - Centro San Francesco Umbertide Informazione locale trasmette la diretta dell'incontro di Lunedì.  

15/12/2013 10:51:32

Attualità » Primo piano Forza Italia interviene duro sulla Tares

Vittorio Galmacci (coordinatore di Fi) mette in evidenza le contraddizine dell'Amministrazione e le proposte di Forza Italia sull'applicazione  della Tares a Umbertide. "Per Natale, dice Galmacci, la nostra Amministrazione ha scritto a tutti noi cittadini, ma non per farci gli auguri bensì per intimarci entro brevissimo tempo, il 16 di questo mese, il pagamento della TARES, l'odiosissima imposta sui rifiuti: la cifra è una vera e propria batosta. Ricordiamo a tutti che il PdL, nel consiglio comunale del 27 marzo u.s. propose di "rivedere i meccanismi di calcolo della nuova tassa in modo da evitare un eccessivo e ulteriore inasprimento del carico tributario delle famiglie e delle imprese". Volete sapere come andò a finire ? Male, molto male, al punto che la nostra proposta fu bocciata dalla maggioranza che ci governa; è tutta loro la responsabilità di questo salasso. Il Comune è stato sempre sordo e insensibile alle nostre critiche tese a risparmiare soldi; si è solo preoccupato di inaugurare opere pubbliche tanto costose, inutili solo a far tagliare qualche nastro inaugurale a chi bello in quel momento doveva apparire. L'Amministrazione Giulietti prima e quella targata Locchi poi avrebbero dovuto ascoltarci, comportandosi come le famose formichine risparmiose anzichè come le cicale. Perchè le cartelle sono state spedite all'ultimo momento? forse forse perchè spedendole prima si sarebbe turbato l'esito delle elezioni primarie del PD? Qualche maligno insinua che nelle precedenti amministrazioni ci possa essere stato anche chi temendo di inimicarsi l'elettorato si sia opposto ad un graduale ritocco delle aliquote verso l'alto. Tale ritocco avrebbe potuto offuscare l'immagine del politico di turno ostacolandone forse la carriera politica, tutta volta a migliorare la poltrona su cui poi sedersi. Ricordiamo e rinfacciamo le spese più eclatanti come la chiesa di Cristo Risorto, la Rocca, la Reggia e il miracolo dell'acqua all'insù, la Biblioteca comunale, il sottopasso ferroviario e il nuovo campo sportivo in erba sintetica.Tornando infine al tema dei rifiuti qualcuno vorrebbe farci credere che con il  passaggio della gestione alla Gesenu Umbertide ci avrebbe guadagnato, ma che cosa non si sa: si sa invece di qualche assunzione di cittadini umbertidesi. Comunque corrono in giro varie voci e sembra che saranno in molti a non pagare questo tributo; alcuni per legittima protesta, ma tanti altri per l'impossibilità materiale a farlo stante la mancanza di soldi. E dire che qualcuno ha ancora il coraggio di chiederci collaborazione per la differenziata. Perchè dovremmo farlo? Per chi dovremmo farlo?"   

13/12/2013 19:46:40

Cultura Tombola rock. Bella Iniziativa di Torre Certalda

Anche quest’anno nel calendario del mese di dicembre trova posto un pomeriggio dedicato alla musica, al divertimento e alla socialità. Sabato 14 dicembre alle ore 16 al Centro socio culturale San Francesco si terrà la quinta edizione della “Tombola Rock” organizzata da Comunità Terapeutica Torre Certalda, Unità di Convivenza di via Gagarin, strutture della Cooperativa Sociale Asad, Gruppo Appartamento di via dei Patrioti, Cad “La Ginestra”, strutture del CSM Alto Tevere, Asl 1, Unità di Strada Alto Tevere servizio del Dipartimento Dipendenze Asl 1, Spazio Giovani You.spa, Associazione Sportiva “Peter Pan” e Associazione per la Promozione della Salute Mentale “Le Fatiche di Ercole”, con il patrocinio del Comune di Umbertide. L'evento inizierà con l’inaugurazione della mostra fotografico-pittorica realizzata a conclusione del progetto “Fotodipingendo”, promosso dall’Associazione Cassiopea e finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Città di Castello. Il laboratorio ha visto coinvolti numerosi utenti del territorio che, sotto la guida di Marco Milanesi e Francesca Meocci, si sono cimentati in scatti fotografici e successivamente, con Samuele Ventanni, hanno liberato la loro creatività attraverso l’uso dei colori e del pennello. Il pomeriggio proseguirà poi con la musica del gruppo “Charlie Braun” e con numerosi giri di tombola, per concludersi con una gustosa e ricca merenda offerta dalla Cooperativa Cassiopea. La “Tombola Rock” ha come obiettivo la promozione della salute mentale e la sensibilizzazione dei cittadini, in particolare delle fasce giovanili, verso le problematiche ad essa legate: la qualità della vita e le possibilità di recupero di chi vive un disagio sociale infatti non dipendono solamente dalle cure che gli individui ricevono, ma anche dall’atteggiamento delle persone che incontrano nella vita quotidiana, dalla cordialità, dall’amicizia e dalla possibilità che hanno di frequentare luoghi di incontro aperti a tutti, senza sentirsi discriminati Fondamentale, perciò, è l’opera di collaborazione con il territorio, che aiuta a combattere l’esclusione sociale e a far riacquistare i diritti e i doveri di cittadinanza, ma offre anche una rete di risorse necessaria per dare una risposta ai percorsi della salute mentale. Gli organizzatori ringraziano quindi i numerosi sponsor che hanno contribuito all’evento mentre gli utenti e l’intera equipe del Cad “La Ginestra” ringraziano in particolare la signora Daniela Giulianelli per la collaborazione e la disponibilità dimostrata nel sostenere con donazioni alcune attività e laboratori della struttura.  

13/12/2013 15:42:18

Attualità » Primo piano La Tares alza le proteste

In questi giorni i cittadini umbertidesi stanno ricevendo a casa la TARES, la Tariffa Rifiuti e Servizi. E le proteste e i dubbi su di essa sono all’ordine del giorno. Anzi, sembra che lunedì vi sarà una manifestazione in Piazza, alle ore 12, organizzata spontaneamente (?). L’Amministrazione comunale ha pubblicato alcune precisazioni che, di seguito, riportiamo. Per quanto riguarda la TARES,  spiega l’Amministrazione, «anche il Comune di Umbertide si è dovuto adeguare alla normativa nazionale che prevede la copertura totale dei costi del servizio. Fino ad oggi ad Umbertide è stata applicata la Tarsu con la quale veniva coperto circa il 76% delle spese sostenute per il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti e, a differenza di altri comuni umbri, non si è fatto ricorso alla Tia, che invece prevedeva una percentuale di copertura dei costi ben superiore. Questo ha permesso all'utente di non dover sopportare interamente il costo del servizio, con conseguente risparmio di spesa per molti anni addietro». Inoltre l’Amministrazione Comunale chiarisce e puntualizza che il 16 gennaio 2014 i contribuenti non dovranno versare alcuna rata Tares 2014 e, ad oggi, neanche l’acconto della nuova imposta IUC “Imposta unica comunale” che sarà contenuta nella legge di stabilità ancora da approvare da parte del Parlamento. Questo il Comune. Tuttavia alcune domande possono essere sollevate: perché il Comune non ha, secondo anche disposizione di legge (art. 5 comma 4 quater del Dl 102/2013 convertito in legge n. 124 del 28.10.2013), continuato a far pagare la TARSU anche per questo anno, come avrebbe potuto, invece che scegliere la TARES? Anche perché con il conguaglio della terza rata 2013, pagata sotto TARES, è previsto il costo maggiorato, imposto da legge (non di certo dal Comune) di 0,30 per mq.

12/12/2013 20:02:24

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy