Attualità » Primo piano Eliminazione barriere architettoniche. Il Comune di Umbertide approva il progetto

L’Amministrazione Comunale ha approvato il progetto definitivo – stralcio per l’eliminazione delle barriere architettoniche nel capoluogo di Umbertide. Nello specifico l’intervento, per un importo complessivo pari a 35.346 euro già finanziati, interesserà l’area compresa tra via Forlanini e il centro storico dove si procederà ad azzerare ogni centimetro in corrispondenza degli attraversamenti pedonali, ad individuare un numero adeguato di parcheggi riservati ai portatori di handicap e ad illuminare adeguatamente i percorsi pedonali, oltre ad installare un corrimano lungo la scalinata che collega piazza del Mercato con le piazze del centro. Attualmente si sta predisponendo la gara per l’affidamento dell’incarico di progettazione esecutiva per poi dare corso all’esecuzione dei lavori. Il progetto è finalizzato a migliorare la qualità della vita dei soggetti disabili non autonomi, favorendone il massimo grado di autonomia e il perseguimento di pari opportunità, in linea con gli impegni assunti dall’Amministrazione Comunale nei confronti dell’associazione dell’Istituto del Marchio di qualità Zerobarriere (IMZ) con la quale è stata sottoscritta apposita convenzione. Anche se l’intervento risolverà solo in piccola parte il problema delle barriere architettoniche, è comunque la dimostrazione della volontà dell’Amministrazione Comunale di impegnarsi, anche per il futuro, per dare vita ad una città per tutti, e soprattutto per coloro che non godono della totale libertà di fruizione.  

13/03/2014 12:31:45

Attualità » Primo piano Umbertide. Continua la lotta per la custodia sociale della tenuta di Caicocci

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del comitato Caicocci Terra Sociale. "Sabato 8 e domenica 9 marzo, con una notevole partecipazione di persone di ogni età e provenienti da diverse parti della regione, è proseguita la “custodia sociale” di Caicocci, con momenti di lavoro, di riflessione assembleare e di convivialità. I partecipanti hanno innanzitutto ribadito il loro no alla vendita della tenuta, che sottrarrebbe per sempre questa risorsa alla collettività. Il comitato Caicocci Terra Sociale, sottolineando il valore di bene comune dei casali e delle terre circostanti, propone invece un uso sociale di questo territorio: per la creazione di lavoro e reddito, per la produzione di cibo nel rispetto della salute dei lavoratori e dei consumatori (da destinare anche al circuito delle mense scolastiche e non) e dell'ambiente, per offrire servizi e nuovo welfare dal basso alla cittadinanza, per sostenere chi oggi è aggredito dalla crisi. Nel pomeriggio di domenica il sindaco Marco Locchi e l’assessore Giovanni Valdambrini, accettando un invito del Comitato Caicocci Terra Sociale hanno avuto un incontro con i partecipanti. Questi hanno spiegato il senso e le ragioni della loro azione di “custodia sociale”, che si concretizza in una costante presenza e in un presidio fisso con l'obiettivo di fermare i furti e i vandalismi a cui l'abbandono di questi anni hanno esposto le strutture. Contemporaneamente i presidianti intendono instaurare un continuo interscambio con tutta la popolazione locale, la reale proprietaria di Caicocci. Si è parlato di alcune delle molte ipotesi comprese nella “Carta degli intenti” frutto di numerosi incontri ed assemblee, come la creazione di Orti Sociali, l’organizzazione di eventi culturali inerenti la tradizione contadina e artigianale che si sta perdendo, e, non ultimo, la possibilità di creare posti di lavoro anche nel settore del turismo responsabile visto che “Caicocci” possiede già strutture adeguate. Il sindaco ha dichiarato di condividere l’idea di una soluzione diversa dalla vendita della proprietà e di un suo utilizzo produttivo e sociale, quale quello ipotizzato dai partecipanti al presidio e si è impegnato a cercare di avviare con la regione un percorso utile a tal fine. Il comitato ha quindi chiesto, come primo passo dell’amministrazione comunale, l’approvazione di una delibera del Consiglio Comunale che esprima chiaramente l’opposizione alla vendita. Il Comitato per Caicocci Terra Sociale invita tutti ogni sabato dalle ore 15 all’”assemblea di fattoria”, nella quale vengono discusse tutte le proposte avanzate liberamente dai partecipanti e si decidono le iniziative da realizzare. Per chi vuol dare anche una mano nei lavori di manutenzione (attualmente si sta ripristinando un percorso nel bosco) l’appuntamento è per il sabato e la domenica dalle ore 11 all’entrata di Caicocci. Si è anche avviata una raccolta firme per chiedere alla regione Umbria di bloccare la vendita della Tenuta di Caicocci".                                                  

13/03/2014 10:13:10

Notizie » Politica Umbertide: il mondo del commercio sostiene Locchi

Dopo l’appoggio di circa 3.000 cittadini umbertidesi che hanno voluto sostenere con la propria firma l’attuale sindaco facente funzione e l’appello sottoscritto da decine di imprenditori del territorio, anche i commercianti di Umbertide hanno presentato un loro appello a sostegno della candidatura di Locchi, riconoscendo la grande attenzione e l’estrema sensibilità dimostrate nei confronti di un settore che soffre pesantemente gli effetti nefasti della crisi economica. “Siamo un gruppo di commercianti che in questi mesi ha apprezzato la disponibilità, la capacità di ascolto e l'attenzione che l'Amministrazione Comunale guidata da Marco Locchi ha saputo offrire al nostro settore che mai come in questo momento di difficoltà ha bisogno della presenza concreta e collaborativa delle istituzioni locali. – recita l’appello già sottoscritto da una trentina di soggetti nonostante la raccolta delle firme sia appena iniziata - Una concretezza di cui l' Amministrazione Comunale si è fatta promotrice anche in occasione della recente tavola rotonda finalizzata a fornire aiuti concreti alle imprese commerciali. E' questo lo spirito con il quale vorremmo continuare a lavorare anche in futuro, al fine di dare prospettive migliori alle nostre attività in un contesto collaborativo e di dialogo stretto con l'Amministrazione locale che ci auguriamo possa essere guidata da Marco Locchi al quale diamo il nostro sostegno in vista del prossimo appuntamento elettorale. Tutti siamo coscienti che guidare una città è complicato: un po' come dirigere un’impresa, in cui tutti i giorni si devono fare i conti in un contesto in forte difficoltà, ma al tempo stesso in profonda trasformazione, con persone e famiglie che hanno sempre maggiori problemi e minori risorse economiche. Anche rispetto a questo punto – hanno continuato i sottoscrittori dell’appello - abbiamo notato grande attenzione e sensibilità da parte di Marco Locchi, e vorremmo che le elezioni confermino il buon lavoro che ha sin qui svolto, nell'interesse dell'intera collettività umbertidese”.

11/03/2014 16:33:08

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy