Notizie » Politica Elezioni 25 maggio. Il commento di Sinistra per Umbertide

Rifondazione Comunista e Comunisti Italiani, che hanno corso insieme alle elezioni amministrative del 25 maggio sotto il simbolo unitario di Sinistra per Umbertide, attraverso un comunicato effettuano la loro analisi del voto. "La lista “Sinistra per Umbertide”- inizia il comunicato- non è riuscita a conseguire un buon risultato alle elezioni amministrative e pertanto non avrà suoi candidati eletti nel prossimo Consiglio Comunale di Umbertide. Le ragioni di questa sconfitta elettorale vanno ricercate essenzialmente nel contrasto stridente che è emerso fra le proposte politiche e programmatiche avanzate dalla lista e lo svolgimento di una campagna elettorale che si è trasformata in un referendum sull’operato della coalizione di centro-sinistra da una parte e le nuove forze politiche che si sono affacciate in questa tornata elettorale dall’altra. La natura di questo dibattito ha contribuito mettere nell’ombra le proposte per il futuro della città avanzate dalla lista “Sinistra per Umbertide”. Oltre a questo è venuto meno l’attaccamento dei cittadini ai simboli tradizionali ed agli ideali riproposti dalla lista, che nelle precedenti tornate elettorali erano stati un punto di forza. Detto questo, confermiamo il nostro sostegno al programma elettorale elaborato da tutta la coalizione ed al sindaco Marco Locchi, al quale vanno i nostri migliori auguri di buon lavoro per i prossimi 5 anni, purchè vengano rispettati gli impegni sottoscritti con gli elettori. A questo proposito è opportuno affermare che la nostra lista non ha bisogno di alcuna ricompensa proporzionata al risultato elettorale raggiunto, seppure vi siano incarichi istituzionali che per noi sono sempre nobili e dignitosi ma che in questa fase possono essere considerati come un brodino consolatorio. Nessuno di noi si è candidato avendo come unico scopo il raggiungimento di una poltrona e crediamo che ricoprire un incarico istituzionale senza aver raccolto il consenso degli elettori potrebbe legittimare il clima di anti-politica che si respira anche nel nostro territorio e non sarebbe un elemento di coerenza con quella discontinuità che i cittadini hanno chiaramente espresso nelle urne."

31/05/2014 10:49:28

Notizie » Politica Il centrodestra umbertidese analizza l'esito delle elezioni del 25 maggio

La candidata sindaco del Centrodestra umbertidese, Giovanna Monni, analizza l'esito delle elezioni del 25 maggio. "Non posso esimermi dal commentare con rammarico il risultato della lista di centrodestra- scrive Monni- che ho avuto il piacere, l’onore, ma anche l’onere di rappresentare con quello stesso entusiasmo che nel 2009 ci garantì altri ed ammirevoli risultati, oggi purtroppo non confermati. Con l’onestà che ogni eletto deve ai suoi concittadini, debbo prendere atto dell’emorragia di voti e devo ricercane la cause, al netto di ogni polemica verso chicchessia, bandendo sterili e viscide polemiche che hanno preceduto la presentazione della lista e che - certamente - l’hanno indebolita, negandole altre e diverse coordinate che le avrebbero garantito migliori risultati. Ebbene, rileva come cinque anni fa rappresentavo un partito, il PDL, risultato poi essere il primo in Italia e ciò giustificava i 1.672 voti al tempo ottenuti. Il clima politico attuale è completamente diverso, si osserva l’implosione del PDL e la frammentazione politica che ne è derivata, con espressioni politiche che oggi non hanno lo stesso lusinghiero peso specifico; divisioni interne non sono mancate neppure a livello locale, espresse in rovinosi arroccamenti, candidature annunciate e tempestivamente ritirate, accuse sulla carta stampata che sono scese nel personale e che, se non hanno fatto onore a chi vi si è prestato, ci hanno purtroppo penalizzato anche nelle urne. Oggi lo sguardo va ai prossimi lavori consiliari che mi auguro saranno positivamente produttivi per tutti gli Umbertidesi." 

30/05/2014 19:10:14

Attualità » Primo piano Lavori estivi. Dal 3 giugno aperte le iscrizioni

Martedì 3 giugno, a partire dalle ore 16,30, presso l’Ufficio Informagiovani si aprono le iscrizioni per partecipare al progetto “Lavori estivi”, promosso dall’Amministrazione Comunale di Umbertide in collaborazione con le cooperative Asad, Galassia Down e Cassiopea. L’iniziativa è rivolta ai ragazzi e alle ragazze dai 16 ai 20 anni residenti nel Comune di Umbertide, che avranno così l’opportunità di avvicinarsi al mondo del lavoro in maniera protetta. I giovani saranno impegnati per circa 30 ore ciascuno, per un totale di 3 settimane, saranno inseriti presso le cooperative Galassia Down e Cassiopea e percepiranno un rimborso spese di 150 euro. Al termine del percorso verrà loro rilasciata l’attestazione per i crediti formativi scolastici. I posti disponibili sono 23: per partecipare è necessario compilare la domanda di partecipazione, scaricabile dal sito dell’Informagiovani del Comune di Umbertide (www.informagiovaniumbertide.it) e disponibile presso l’Ufficio dell’Informagiovani, e presentarla a partire da martedì 3 giugno e fino alle ore 12,30 di venerdì 13 giugno presso l’Ufficio Informagiovani negli orari di apertura del servizio (lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9 alle ore 12,30, martedì dalle 16 alle 18, mercoledì e giovedì dalle ore 15 alle ore 18). I giovani in possesso dei requisiti richiesti saranno convocati per un colloquio per valutare motivazione, attitudine e disponibilità; la graduatoria sarà stilata sulla base dell’esito del colloquio al quale potrà essere attribuito un punteggio massimo di 10 punti. Per informazioni rivolgersi all’ufficio Informagiovani o contattare i numeri 075 9419273 oppure 331 6689548. 

30/05/2014 12:47:39

Attualità » Primo piano Premiati ad Umbertide gli studenti autori dei video sul risparmio energetico

Sono stati premiati mercoledì 28 maggio presso il Centro socio-culturale San Francesco gli spot sul risparmio energetico realizzati dagli studenti degli istituti superiori dell’Alta Valle del Tevere che hanno partecipato al progetto “Energy Door”, iniziativa promossa dal Centro di educazione ambientale Mola Casanova del Comune di Umbertide e finanziata con fondi della Comunità Europea - Por Fesr tramite la Regione Umbria - Servizio Energia con l’obiettivo di disseminare consapevolezza in materia di risparmio ed efficienza energetica. Alla cerimonia di premiazione sono intervenuti, oltre alla responsabile del Centro Mola Casanova Tatiana Roscini, il sindaco del Comune di Umbertide Marco Locchi, l’assessore all’Ambiente del Comune di Città di Castello Luca Secondi, il dirigente del Servizio Energia della Regione Umbria Andrea Monsignori ed Elena Morini, dell’Ipass della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Perugia. Il progetto, della durata biennale, è articolato in due fasi: la prima, che si è conclusa oggi, ha visto gli studenti impegnarsi nella realizzazione di spot sul risparmio energetico che verranno poi diffusi sul territorio, la seconda, che si svolgerà il prossimo anno, permetterà ai ragazzi di partecipare alla costruzione di macchine per la produzione di energia da fonti rinnovabili, come mini-eolico e mini-idroelettrico, ma anche alla valutazione dell’efficienza energetica degli edifici e della mobilità elettrica. “Gli adulti hanno costruito un mondo che spreca energia ma oggi i giovani possono imparare a risparmiarla, non solo riducendo i consumi ma anche migliorandone l’efficienza – ha detto Monsignori – Questo progetto che la Regione ha finanziato con fondi europei, è in linea con l’obbiettivo 20-20-20 che prevede, entro il 2020, la riduzione del 20% dei consumi energetici, il taglio del 20% delle emissioni di gas serra e l’incremento del 20% della produzione di energia da fondi rinnovabili”. “L’Amministrazione Comunale di Umbertide ha sempre avuto un’attenzione particolare all’ambiente – ha aggiunto il sindaco Locchi – e grazie a questo progetto intendiamo diffondere a partire dai più giovani una nuova cultura basata sul risparmio energetico e sui consumi consapevoli”. “E’ un progetto che ha il pregio di avere come target le nuove generazioni – ha continuato l’assessore Secondi – che hanno la responsabilità di costruire una nuova società”. Sei gli spot realizzati da altrettanti gruppi rappresentanti delle sei scuole superiori altotiberine – Agraria “Patrizi-Baldelli-Cavallotti”, Geometri “Franchetti Salviani”, Ipsia “Patrizi-Baldelli-Cavallotti” e Liceo “Plinio il Giovane” di Città di Castello e Itis e Liceo “Leonardo Da Vinci” di Umbertide – che sono stati caricati su youtube e sottoposti ad una doppia valutazione, quella degli utenti di internet e quella di un’apposita giuria tecnica composta da Andrea Monsignori della Regione Umbria, dall’assessore Giovanni Valdambrini e dall’ing. Fabrizio Bonucci del Comune di Umbertide, dall’assessore Luca Secondi del Comune di Città di Castello, dal vicesindaco Gilberto Presenti del Comune di Citerna e da Federico Rossi dell’Ipass. Alla fine a trionfare è stato lo spot realizzato dagli studenti dell’Itis “Leonardo Da Vinci” di Umbertide, a cui è stato assegnato un buono per l’acquisto di materiale per un valore di mille euro, seguito dallo spot dei ragazzi del Geometri “Fianchetti-Salviani” che ha vinto materiale didattico per un valore di 800 euro mentre al terzo posto si è classificato il liceo “Plinio il Giovane” di Città di Castello, a cui sono andati 500 euro.   

30/05/2014 12:27:22

Notizie » Politica Il commento del Pd di Umbertide sulla vittoria alle amministrative e alle europee

Un risultato significativo e importante. Questo il commento del Pd umbertidese dopo l'elezione al primo turno di Marco Locchi a sindaco della nostra città e il successo alle elezioni Europee. "Il Partito Democratico di Umbertide- scrive in una nota il partito- ha ottenuto un risultato veramente importante e significativo sia alle elezioni europee che alle amministrative. Alle elezioni europee, grazie alla forte spinta politica del Governo guidato da Matteo Renzi, ad Umbertide il PD si attesta su di una percentuale che supera il 62% ed è un risultato storico per il PD e per tutta la Città. Alle elezioni amministrative la coalizione di centrosinistra raggiunge il 60,5 % vincendo al primo turno con il candidato a sindaco Marco Locchi (tra l'altro solo Umbertide e Castiglione del Lago tra i comuni sopra i 15.000 abitanti eleggono al primo turno) e regalando una straordinaria vittoria tanto più forte perché in presenza di liste civiche e nuovi movimenti politici estranei al consolidato panorama politico locale. E' evidente che è un successo di tutta la coalizione che ringraziamo, del Partito Democratico di Umbertide che conferma la sua "vocazione maggioritaria" e della qualità e forza della scelta del candidato che il PD unito aveva sostenuto. Fugando ogni dubbio, Marco Locchi si afferma come sindaco della città di Umbertide confermando la qualità del governo che abbiamo saputo mettere in campo negli anni precedenti e soprattutto la voglia di condividere un percorso nuovo, con lo sguardo rivolto al futuro e alla crescita della città. Ha vinto la città tutta, da subito siamo al lavoro per gli umbertidesi e per affrontare i loro problemi. Il grande consenso ricevuto ci dà una grande responsabilità nei confronti di tutti i cittadini e con il nostro impegno e la nostra serietà vogliamo essere all'altezza della fiducia che ci è stata accordata."

28/05/2014 19:49:29

Attualità » Primo piano Traffico internazionale di droga. Arrestati due fratelli di San Secondo

Gli uomini del Commissariato di Città di Castello Squadra Anticrimine hanno concluso un’importante operazione mirata alla repressione del traffico internazionale di sostanze stupefacenti. Nella mattinata di ieri sono stati eseguiti due ordini di custodia cautelare in carcere emessi dalla Procura di Perugia, per traffico internazionale di stupefacenti. Le indagini sono state coordinate dal Sostituto Procuratore dr. Mario Formisano. Gli arrestati sono due fratelli, A. B. e L. B. residenti a San Secondo, frazione di Città di Castello. L’accusa è quella di aver a più riprese organizzato acquisto, trasporto e spaccio sia di cocaina dal Brasile che di ingenti quantità di hashish nella zona. Le perquisizioni domiciliari, effettuate anche con l’ausilio del Reparto Cinofili di Ancona, sono state estese a tutte le proprietà dei due fratelli. Terreni di proprietà sono stati arati con l’aiuto di un trattore alla ricerca di altri elementi d’indagine. Nel corso delle stesse sono stati rinvenuti 8700 euro in contanti nascosti in un doppia fondo con cassetto a scomparsa all’interno di un mobile collocato in camera da letto, 3026 reali brasiliani ed altra valuta boliviana. Inoltre, altri due contenitori di legno, celati nella zoccolatura di un mobile, contenevano materiale di assoluto interesse investigativo. Gli arresti sono l’epilogo di un’intensa attività investigativa che fonda le sue origini nell’arresto di C.F., effettuato nel lontano 2007 a Città di Castello, trovato in possesso di 1 kg di cocaina, 4,5 di Hashish e 2,7 kg di Marijuana. Stretta ed assoluta connessione anche con l’individuazione e l’arresto di P.P. effettuato lo scorso 19 marzo presso l’Ospedale di Città di Castello, in quanto mediante ingerimento aveva trasportato dal Brasile 120 ovuli di cocaina pura per un totale di oltre 500 grammi.

28/05/2014 12:51:52

Notizie » Editoriale Umbertide: una nuova stagione politica

  Se non è una rivoluzione poco ci manca, anche se, apparentemente, nulla sembra cambiato. Infatti, ad una lettura immediata di quel dato finale - 60, 01% - della coalizione di sinistra che ha eletto il sindaco Marco Locchi (a proposito, auguri), si potrebbe pensare alla ripetizione ciclica della storia politica umbertidese.Non è così, però. Ad un esercizio più analitico, i cambiamenti avvenuti sono stati profondi e con effetti, probabilmente, di lungo periodo. Intanto c’è stato uno smottamento di consensi nel partito di maggioranza assoluta, il Pd, che vede la perdita di 700 voti rispetto alle amministrative del 2009. La presenza di 10 consiglieri è di certo assicurata, ma calano i voti in assoluto e ciò fa il paio con la vistosa diminuzione della coalizione di centro sinistra. Questa nel 2009 intercettava 7.582 voti; l’attuale coalizione passa a 5395. Dov’è finito l’esercito di 2187 voti? Difficile dirlo, ma il nuovo ingresso in Consiglio comunale della lista civica Umbertide cambia (1600 voti) e del M5S (circa 1300 voti) danno la misura della spallata al sistema politico consolidato ad Umbertide. Proprio rispetto a questa due forze ruota la discontinuità del sistema: per la prima volta nella storia cittadina una lista civica entra con un certo peso in Consiglio, esprimendo tre rappresentanti; e la novità della politica italiana, almeno fino a questo febbraio, il M5S, entra a pieno titolo nelle istituzioni. L’antipolitica, cioè, si istituzionalizza, con tutte le conseguenze positive del caso. Dunque:l’autonomia della società civile e il consenso anti-sistema rendono più disarticolata la rappresentanza politica e, probabilmente, ci restituiscono un’immagine più vicina alla realtà di Umbertide.   Ma le novità non finiscono qui: quella che è stata la  maggior forza di opposizione ad Umbertide - il centro destra -  rischia la marginalizzazione, ridotta com’è ad un consigliere e a soli 628 consensi. E lo diciamo con una punta di amarezza, poiché ne soffre il pluralismo della città, la quale ne ha bisogno per non ridursi ad un pensiero unico. Che dire, poi, del valore residuale, di mera testimonianza, di un partito radicato e dalla lunga storia come Rifondazione comunista, circoscritto ormai nella riserva dei suoi 234 voti? Il quadro descritto basterebbe da solo a smentire la tesi di chi sostiene la tesi della continuità con il passato del sistema politico umbertidese. Si aggiunga per di più l’ingresso, in tutte le forze politiche, di giovani volti e di primizie della politica, e allora i contorni del cambiamento diventano più netti. Ancorché non toccando le ragioni che stanno dietro il cambiamento. Perché, infatti, un dato è eclatante: il Pd raggiunge nelle elezioni europee 5.547 voti, pari al 62,11%, ma, allo stesso tempo, in quelle comunali scivola fino al 54,39%. Come è possibile che il trend nazionale di Renzi non si è concretizzato in città? Ci possono essere due diverse letture. La prima, più generale, è che l’elettorato è diventato fluido e meno ideologico, puntando alla proposta e valutando le circostanze al fine di massimizzare il voto; il secondo modo, più particolare, è l’atto di sfiducia nei confronti di una politica e di una dirigenza locale di partito che non ha voluto interpretare il nuovo segno dei tempi. Non va dimenticato, infatti, che la proposta politica offerta dal Pd umbertidese è nata da un accordo piuttosto subìto che liberamente scelto dai simpatizzanti, frutto di un accordo dall’alto, alquanto contradditorio, tra i maggiorenti di quel partito (l’on Giulietti, il consigliere regionale Mariotti e il presidente della provincia Guasticchi), che hanno negato primarie e partecipazione. E ciò proprio contro il segno dei tempi: alla fine andare contro la storia si paga. Ma oggi la politica umbertidese ha preso un’altra direzione. Spetta ora alla maggioranza di dare risposte e rendere una casa di vetro il “palazzo”, magari ascoltando le ragioni degli avversari; all’opposizione spetta di non fare sconti, ma anche di essere responsabile servendo con spirito repubblicano il bene comune, magari votando le proposte ritenute utili della maggioranza. Maggioranza e opposizione, infatti, stanno dentro il cambiamento che gli umbertidesi hanno auspicato e votato.    Il direttore, Gianni Codovini

27/05/2014 23:25:01

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy