Attualità » Primo piano Sicurezza: il Comune di Umbertide punta su videosorveglianza e defibrillatori

Umbertide in prima linea sul fronte sicurezza. L’Amministrazione Comunale ha infatti presentato alla Regione Umbria una richiesta di finanziamento per il progetto “La sicurezza associata”, che vede coinvolti anche i Comuni di Lisciano Niccone, Montone e Pietralunga, appartenenti al servizio associato di polizia locale. Il progetto è finalizzato alla prevenzione dei fenomeni di pericolo attraverso strumenti diretti al rafforzamento del senso di protezione dei cittadini. Nello specifico è prevista la realizzazione di un sistema di videosorveglianza con finalità di sicurezza urbana delle principali vie di accesso ai comuni di Umbertide, Lisciano Niccone, Montone e Pietralunga; le telecamere permetteranno di visionare in diretta e in remoto, sia di giorno che di notte, ciò che avviene sulle strade e i veicoli in transito, dando quindi la possibilità agli agenti di identificare i responsabili di eventuali fatti illeciti e di individuare veicoli sospetti. Il sistema di videosorveglianza, che sarà utilizzato anche per moniorare i siti sensibili come la stazione ferroviaria, consentirà poi di condividere le immagini con le altre forze di polizia del territorio permettendo accesso ai dati e scambio di informazioni e garantendo quindi un maggior presidio e controllo del territorio. Inoltre, al fine di consentire al personale di polizia locale di estendere il proprio intervento in favore dei cittadini, nel progetto è stato inserito anche l’acquisto di defibrillatori, di cui verrà dotata l’auto di servizio, specie durante gli spostamenti nelle località più periferiche. Gli agenti di polizia municipale verranno adeguatamente formati con corsi specifici per consentire loro l’utilizzo del defibrillatore in caso di emergenza cardiologica. Il costo complessivo del progetto ammonta a 37.000 euro, di cui 22.000 a carico del bilancio comunale, mentre per i restanti 15.000 è stato richiesto il finanziamento regionale.

28/10/2014 14:28:35

Attualità » Primo piano Molestatore seriale telefonico denunciato dalla Polizia

Gli agenti del Commissariato hanno denunciato in stato di libertà alla competente A.G., un italiano P.A. di 36 anni nato e residente a Gualdo Tadino per il reato di molestie e disturbo alle persone. L’indagato aveva effettuato, nei mesi precedenti, almeno due distinte telefonate nei confronti di altrettante donne, nel corso delle quali le  molestava verbalmente con contenuti erotici ed a sfondo sessuale. Le vittime, una residente ad Umbertide, l’altra a Città di Castello, erano state raggiunte dalle sue telefonate sul numero di casa. L’attività investigativa, svolta dalla Squadra Anticrimine, ha permesso di appurare che lo stesso molestatore, in entrambi i casi aveva seguito le donne sino alla loro abitazione, e dopo aver annotato i cognomi dei residenti, mediante tentativi, era riuscito ad individuare i numeri telefonici delle vittime. Lo stato d’ansia ed il timore che il molestatore seriale potesse in qualche maniera passare alle vie di fatto, hanno spinto le due donne a denunciare l’accaduto. Gli investigatori dopo aver individuato l’autore, iniziavano una serie di verifiche e riscontri che portavano a ritenere il denunciato un vero e proprio molestatore seriale. Infatti presso la sua abitazione sono stati rinvenuti 3 telefoni cellulari, 5 sim  con altrettanti numeri telefonici,  6 schede telefoniche prive di sim card. L’esame degli stessi telefoni e dei contatti in essi contenuti, ha permesso di risalire a numerosissime telefonate effettuate dal denunciato, nei confronti di altrettante presunte e destinate vittime. Sono in corso accertamenti per verificare se anche le donne contattate abbiano subito molestie telefoniche  mai denunciate.

27/10/2014 21:54:19

Attualità » Primo piano Umbertide: uomo minaccia col fucile gruppo di astrofili

Evidentemente la presenza di quel gruppetto di persone a poca distanza dalla sua abitazione lo ha talmente infastidito che ha ritenuto giusto imbracciare un fucile pur di allontanarlo. Protagonista di questa vicenda è stato un normalissimo cittadino di 48 anni residente sulle colline umbertidesi. Verso le 23.30 di sabato un gruppetto di giovani appassionati di astronomia, si sono dati appuntamento, armati di telescopio, in una zona collinare alla periferia di Umbertide. Considerata l’assenza di nuvole e le favorevoli condizioni di luce gli astrofili, tra cui anche una ragazza, hanno posizionato i loro strumenti iniziando ad esplorare il cielo. Il 48enne, la cui abitazione era poco distante dal luogo scelto dal gruppetto, forse insospettito dai rumori e dalle voci, è uscito armato di fucile e li ha affrontati. Nonostante fosse palese che i ragazzi non avevano cattive intenzioni, il 48enne li ha pesantemente minacciati con l’arma giungendo anche ad esplodere un colpo in aria. Il gruppetto di amici non ha avuto scelta e si è allontanato, chiamando però i Carabinieri ai quali hanno raccontato la disavventura. Sul posto si sono portati i militari della Stazione di Umbertide che, dopo aver ascoltato dai diretti interessati quanto era accaduto, hanno bussato alla porta del 48enne. L’uomo è stato accompagnato in caserma dove si è proceduto al sequestro di due fucili da caccia, legalmente detenuti. E’ stato denunciato in stato di libertà per minaccia aggravata.

27/10/2014 14:52:41

Attualità » Primo piano Uno spettacolo teatrale per festeggiare i 50 anni del Fratta

Il Basket Club Fratta festeggia cinquant’anni e per l’occasione salirà sul palco del Teatro dei Riuniti dove venerdì 31 ottobre e sabato 1° novembre alle ore 21,15 verrà messo in scena lo spettacolo “Ippippurrà. 100.000 canestri in 50 anni”, rappresentazione teatrale liberamente tratta dal libro di Federico Sciurpa "Ippippurrà- Canestri sentimentali fra il Tevere e l'Indiana", edito dal Gruppo Editoriale Locale e disponibile nelle librerie e presso la Digital Editor in via Roma 99 ad Umbertide, che racconta la storia della gloriosa società sportiva umbertidese. Lo spettacolo, realizzato in collaborazione con l’associazione Argento Vivo e patrocinato dal Comune di Umbertide, ripercorre le tappe del Basket Club Fratta dagli anni Sessanta agli anni Ottanta, ricordando i tanti personaggi caratteristici che hanno fatto la storia della società. A salire sul palco saranno proprio dirigenti e giocatori del Fratta: Lucio Rondini, Carlo Tramontana, Giovanni Pazzi, Giovanni Bico, Romano Moretti, Michele Crispoltoni ed Alessandro Pucci. Regia, scene e costumi sono di Luciana Orticagli, luci di Giancarlo Bendini, foto e immagini storiche di Mario Bani e Valerio Rosi, musiche di Carla Pucci, tecnico audio è Viviano Cavalaglio, il montaggio video è di coach Michele Staccini, guest star dello spettacolo sarà Bruno Pierotti mentre il coro sarà composto da tutti gli atleti della formazione di serie C maschile insieme a Tiziano Micheli, Antonio Grilli, Filippo Venturelli e Alessandro Butini. I biglietti possono essere acquistati in prevendita al costo di 10 euro contattando i seguenti numeri: Prof. Bico 339 386 6239 - Romano Moretti 335 787 5160 - Lucio Rondini 339 224 6227. 

25/10/2014 10:41:25

Attualità » Primo piano C. di Castello. Denunciati dalla Polizia tre albanesi per possesso di attrezzature atte allo scasso

Nell’ambito dello svolgimento di servizi coordinati per il controllo del territorio, mirati ad infrenare il fenomeno dei reati predatori e furti in abitazione, gli agenti del Commissariato in stretta e sinergica collaborazione con la Polizia Stradale del Distaccamento di Città di Castello, hanno denunciato in stato di libertà alla competente A.G. tre cittadini di origine albanese. Nel corso di un posto di controllo eseguito a breve distanza da un equipaggio della Squadra Volante del Commissariato e da una pattuglia della Polizia Stradale di Città di Castello, in località limitrofa all’abitato di Umbertide, venivano fermati i tre cittadini albanesi a bordo di un’autovettura Mercedes. L.E. di anni 27, A.E. di anni 23 e T.E. di anni 25 tutti con precedenti penali per furto, ricettazione e spaccio di sostanze stupefacenti, apparivano agitati ed infastiditi dal controllo. Gli agenti operanti percepivano lo stato d’animo irrequieto e procedevano alla verifica dell’auto. All’interno del portabagagli erano custoditi due cacciaviti di grosse dimensioni, guanti in lattice e stoffa, nonché altri attrezzi atti allo scasso. Non fornendo alcuna spiegazione circa il possesso di tale attrezzatura, ed essendo i suddetti già colpiti da pregiudizi penali specifici, venivano accompagnati dalla Volante e dalla pattuglia della Polizia Stradale presso gli uffici del Commissariato per i rilievi foto dattiloscopici, relative denunce ai sensi di legge per il possesso di oggetti atti allo scasso e numerose violazioni al Codice della Strada.

23/10/2014 14:57:30

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy