Cultura Sabato 20 giugno ultimo appuntamento con Gusta la Cultura

Andrà in scena sabato 20 giugno l'ultimo appuntamento di “Gusta la cultura”, l'iniziativa promossa dal Comune di Umbertide che intende coniugare cultura ed enogastronomia attraverso degustazioni, visite guidate e conferenze. Anche per la giornata di sabato 20 giugno, in piazza Matteotti tornerà il Mercato della Terra che si protrarrà fino al pomeriggio; protagonisti saranno i prodotti del territorio “a km zero” e i prodotti dei Presidi Slow Food, al centro delle degustazioni gratuite promosse nell'ambito dell'iniziativa “Sapori in scena”. Dalle ore 10,30 in piazza Matteotti sarà infatti possibile assaggiare i “Fritti del Mercato della Terra”, proposti dai produttori del territorio aderenti a Slow Food, ottima occasione per gustare il cibo buono, pulito e giusto del territorio presentato nella veste stuzzicante e gustosa della frittura. A seguire alle ore 12,30 al Teatro dei Riuniti a salire sul palco sarà il buon cibo con Slow Food Umbria che offrirà degustazioni gratuite di piatti realizzati con prodotti dell'enogastronomia a filiera corta e dei Presidi Slow Food. La partecipazione è gratuita con prenotazione obbligatoria ai numeri 3357775164, 3283539448 oppure 3669257459. Ma “Gusta la cultura”, come dice il nome stesso della rassegna, non è solo dedicata al buon cibo ma anche alla cultura, così in occasione del terzo appuntamento della kermesse, sarà possibile partecipare alle visite guidate agli scavi di Torre Certalda, dove è stato rinvenuto un antico insediamento fortificato risalente al basso Medioevo. Le visite saranno a cura dell'associazione Umbria Archeologica e per parteciparvi è necessario prenotarsi contattando il numero 328 3914035 oppure inviando una mail a umbria.archeologica@libero.it. 

17/06/2015 13:57:13

Notizie » SLIDER Bilancio: il commento del Movimento 5 Stelle

Riceviamo e pubblichiamo Nell'ultimo Consiglio comunale si è discusso del riaccertamento straordinario e delle modalità di ripiano del disavanzo di amministrazione. Non finiscono mai di stupirci quando si parla di bilancio. Un disavanzo che ammonta a circa 1.033.152,08 euro che aggrava la situazione finanziaria del nostro Comune e che comporta un peso di circa 34.000 euro annui, per i prossimi trent'anni, fino al 2044 insomma. Mettiamo altri pesi sulla testa dei nostri figli; è dall'approvazione del bilancio dello scorso anno che denunciamo una condizione difficile che ha portato ad intraprendere misure straordinarie, come la vendita di certi beni comunali, quali Aimet, che ricordiamo ha portato alle casse comunali oltre 800.000 euro. Per l’Assessore al bilancio Tosti e per il nostro Sindaco sembra che tutto vada bene, che non ci siano problemi e che non ci si debba preoccupare, d’altronde sembra che il loro ruolo sia quello di trovare parole rassicuranti alle mancanze ed alle difficoltà del nostro Comune piuttosto che pensare ad apportare dei miglioramenti concreti. Che la colpa di queste cifre sia dell'opposizione? I cittadini sono preoccupati e soprattutto stanchi di essere vessati da tasse sopra la norma ed al limite della sopportazione. A fronte poi di quale ottimizzazione dei servizi? Sarebbe ora di cambiare approccio, affrontare le criticità del nostro Comune anziché rimanere fermi su posizioni che potrebbero condurre Umbertide sull’orlo di una crisi irreversibile.  Magari una costruttiva autocritica da parte della maggioranza sul suo trascorso e attuale operato sarebbe gradita, visto che le ricadute si ripercuotono sempre sui cittadini, stanchi di ripianare scelte sbagliate dell'Amministrazione.

16/06/2015 19:31:40

Notizie » SLIDER Bilancio: nota dell'assessore Tosti

Riceviamo e pubblichiamo Qualcuno, più che dire la verità, continua a mistificare la realtà. Ci dispiace dover contraddire quanto affermato sulla stampa dall'opposizione ma, purtroppo per loro, il Comune di Umbertide gode di un bilancio sano e in salute, con un avanzo di amministrazione di 1.186.611,88 euro che l'Amministrazione utilizzerà per investimenti utili per il territorio. La nuova contabilità ci obbliga a costituire un fondo per i crediti difficilmente incassabili, tra i quali vogliamo ricordare i proventi dall'accertamento tributario, i crediti che il Comune vanta nei confronti di Umbra Acque e le imposte dovute ma non ancora pagate dai cittadini. É evidente che si procederà a far pagare quanto dovuto, anzi nei prossimi mesi l'Amministrazione metterà in campo tutte le misure necessarie per far fronte al mancato pagamento delle imposte, ma questo accantonamento ci consente di avere tempistiche più lunghe. D'altronde il fondo veniva già costituito nei bilanci ogni anno, semplicemente da quest'anno si aggiunge questo ulteriore accantonamento. Comprendiamo che a qualcuno possa dispiacere sentirsi dire come stanno veramente le cose, ma questa è la realtà: il Comune di Umbertide vanta una situazione contabile solida e tranquilla che ci fa guardare con fiducia al futuro. Quando saranno approvati, entro il mese di luglio, tutti i bilanci e le misure di riaccertamento, magari sarebbe utile per le opposizioni fare un raffronto con i Comuni della stessa nostra dimensione demografica, così scoprirebbero che il Comune di Umbertide è molto più virtuoso di quanto oggi, in maniera strumentale ed imprecisa, sostengono. 

16/06/2015 11:38:05

Notizie » SLIDER Bilancio: Umbertide Cambia risponde all'assessore Tosti

Riceviamo e pubblichiamo In merito al bilancio comunale Umbertide cambia risponde alle affermazione dell'Assessore Tosti con il seguente comunicato stampa: “La delibera approvata in Consiglio Comunale titola: disavanzo straordinario di amministrazione, approvazione modalità di ripiano. Noi l’abbiamo chiamata “operazione verità”, ma vediamo che fatica ad essere ammessa, pur tuttavia sappiamo che ci vuole tempo per elaborarla. Ed allora insistiamo ed aiutiamo l’assessore al Bilancio Tosti in questa elaborazione. Nel suo comunicato, Tosti sostiene che esiste un “avanzo di amministrazione di 1.186.611,88 euro” anche dopo il riaccertamento dei residui, che rimane però un gioco solo formale di poste spalmate negli esercizi di competenza (vedi tabelle inserite nella delibera). Dunque si tratta di un accertamento sulla carta. Fatto sta che il disavanzo di amministrazione, dopo l’accantonamento, in base ai nuovi principi contabili, consiste di €. 1.033.152,08 e sarà ripianato in 30 anni per un importo annuo pari a 34.000 euro circa. Questa somma, che per Tosti indica la prudenza dell’Amministrazione, ed in particolare la sua notevole consistenza, sottolinea  la difficoltà, o meglio l’impossibilità, di esigere i crediti pregressi. E conferma che i bilanci precedenti erano in qualche maniera certamente legittimi, ma fittizi. Se a questo aggiungiamo il fatto che il Comune avrebbe potuto, secondo legge, utilizzare quote di avanzo destinate ad investimenti non si capisce perché, con un avanzo di bilancio come si afferma, ciò non sia avvenuto.  Ribadiamo la nostra disponibilità a ragionare in termini costruttivi, ma al tempo stesso auspichiamo da parte dell'Amministrazione una informazione corretta, soprattutto per il rispetto che si deve ai cittadini”.                                                                                                                              Gruppo consiliare Umbertide Cambia                                                                                                                              Associazione Umbertide Cambia

16/06/2015 11:33:51

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy