Attualità » Primo piano Fratta '800: il programma del 12 settembre

Balli popolari, canti del folklore umbro, improvvisazioni artistiche, numeri circensi e piatti tipici della tradizione culinaria contadina. Sono questi gli ingredienti della serata di venerdì 12 settembre della Fratta dell’800. Il programma prevede in piazza Matteotti, a partire dalle ore 18 il tradizionale appuntamento con il Festival dei burattini a cura dell’associazione culturale “Il Gufo” mentre alle ore 21,15 la festa si accende con i canti del folklore umbro della Nuova brigata pretolana seguiti, alle ore 22,30, dall’atteso balletto delle eroiche donne garibaldine. Piazza XXV Aprile sarà come sempre la sede del Circo arena dei Fratelli Pettè, a cura del “Circolistico di Senigallia”, con spettacoli continuati dalle ore 21 alle ore 23 mentre in piazza delle Erbe il Caffè degli Artisti proporrà spettacoli a cura della “Saverio Saloppa produzioni” e interventi artistici “improvvisati” dell’Accademia dei Riuniti e dell’associazione culturale “Il Gufo”. Attrazione della serata sarà la giocoleria di fuoco mentre la scuola di danza Oplas sarà l’ospite d’onore con il balletto “Parfum d’absinthe” che prende il nome dall’assenzio, il liquore tipico dell’Ottocento tanto amato dagli artisti del caffè. Anche in piazza del Mercato la danza la farà da padrona con il balletto “La fille mal gardé” proposto dal Centro Studi Danza alle ore 21,15 e in replica alle ore 22,30. Al Museo Santa Croce sarà inoltre possibile ammirare la mostra “Frammenti” di Paolo Mirmina che interpreta la Fratta di fine ‘800. Infine, come sempre, le taverne ed osterie proporranno le ricette tipiche della cucina contadina umbertidese; tra i piatti forti proposti il baccalà, cucinato in umido con le patate, al forno o nella zuppa di ceci con i pomodorini.

12/09/2014 14:21:41

Notizie » SLIDER Fratta '800: alzato il sipario sull'edizione 2014

Si è alzato il sipario sull’edizione 2014 della Fratta dell’800. In serata la pioggia ha lasciato il posto ad uno spiraglio di bel tempo che ha permesso ai figuranti di rinnovare l’appuntamento in piazza Matteotti per la consueta cerimonia di inaugurazione della rievocazione storica che animerà vie e piazze del centro storico fino a domenica 14 settembre. Intorno alle ore 21 la fanfara cittadina diretta dal maestro Galliano Cerrini ha fatto il suo ingresso in piazza seguita dal sindaco Marco Locchi, insieme al regio prefetto Achille Roselletti e al vero protagonista della festa Giuseppe Garibaldi, accompagnato da una schiera festante di camicie rosse. Quindi sulle note dell’Inno di Mameli eseguito dalla banda cittadina diretta dal maestro Galliano Cerrini, è stato issato il tricolore al centro della piazza accompagnato dai colpi di cannone e dagli spari dei fucilieri. E mentre in piazza Matteotti le ballerine della scuola di danza Oplas hanno messo in scena balletti ottocenteschi, in piazza XXV Aprile il Circo arena dei Fratelli Pettè ha dato vita ad entusiasmanti e spettacolari numeri circensi. Al Caffè degli artisti si sono alternati gli interventi improvvisati degli attori dell’Accademia dei Riuniti, il mago Fabiano e gli spettacoli della Saverio Saloppa produzioni mentre al Museo Santa Croce è stata inaugurata la mostra “Frammenti” di Paolo Mirmina. Il tutto mentre nelle taverne e nelle osterie si sono potuti gustare i piatti tipici della tradizione culinaria contadina, dalle tagliatelle al sugo d’oca ai quadrucci e ceci, dalle polpettine di cinghiale alla trippa. 

12/09/2014 14:16:40

Sport Basket Femminile Serie A1. Acqua&Sapone Umbertide vittoriosa nella prima amichevole contro Orvieto

Per entrambe le formazioni era la prima uscita stagionale, normale quindi vedere un grande cartello lavori in corso esposto sul parquet del Palazzetto dello Sport di Porano: tra un’amalgama di squadra ancora da trovare e una condizione fisica per forza di cose precaria era impossibile aspettarsi una partita dagli elevati contenuti tecnici. Dentro la messe di palle perse, rotazioni e aiuti difensivi mancati e tiri sbagliati per le mani pesanti, i due allenatori hanno comunque sicuramente tratto degli spunti interessanti. A scattare meglio dai blocchi è Orvieto che forse anche per il fatto di giocare sul campo amico (pur se di fronte a un pubblico in maggioranza umbertidese) se non altro ci mette più intensità. Brezinova inaugura il tabellino delle marcature prima ancora che il cronometro parta (stranezze delle amichevoli prestagionali), ma Santucci pareggia subito i conti da sotto. Orvieto trova i primi punti anche da Burkholder e scatta sul 6-2, prima che una tripla dall’angolo di capitan Consolini riporti a contatto Acqua&Sapone. Però in questa fase Umbertide fatica sia in attacco che in difesa a trovare le spaziature, arrivano tiri forzati o peggio palle perse che permettono alle padrone di casa di correre e trovare ampi spazi nella metà campo offensiva. Il parziale di 6-0 delle ragazze di Valentinetti induce quindi Servnti al time-out sul 12-5. Due giri in lunetta di Robbins permettono di richiudere parzialmente il gap, ma non blocca l’inerzia di Orvieto che grazie anche a un gioco da tre punti di Crafton riallunga sul 17-9 che vale il massimo vantaggio dopo 6 minuti di gioco. Qui la partita gira, grazie anche all’energia portata sul parquet da Milazzo che magari non farà sempre la scelta giusta, specie in difesa, ma in questa fase riesce sempre a far accadere qualcosa. 4 punti della siciliana (grazie anche a una bella rubata), il piazzato di Bona e la prima marcatura di Gemelos, che si mette a referto dopo due triple sbagliate e qualche palla persa di pura mancanza di conoscenza reciproca con le compagne, riportano Umbertide a -2 sul 19-17. prima che Gemelos e una fuga di Consolini sulla sirena riportino il match in parità sul 21-21. Milazzo apre la seconda frazione con il primo vantaggio umbertidese del match, bissato dopo il pari orvietano dal canestro di Consolini. La difesa di Acqua&Sapone sale di colpi e sporca inesorabilmente le percentuali di Orvieto resta a secco per tre minuti aprendo la strada al primo parziale delle ospiti che con Gemelos e Consolini colpiscono ripetutamente la retroguardia locale allungando sul 32-26. Negli ultimi quattro minuti, complice anche l’allargamento delle rotazioni, la squadra di Valentinetti si riavvicina sfruttando un paio di passaggi a vuoto delle umbertidesi che però con i punti di Robbins e Milazzo tengono la testa e vanno al riposo avanti 38-37. La ripresa si apre con 2 minuti di totale carestia da ambo i lati, con Umbertide però che vince importanti battaglie difensive portando Orvieto sempre a tirare al ventiquattresimo secondo o anche oltre, così in attacco possono arrivare punti veloci con Santucci, Robbins e Gemelos, scappando sul 37-44 e costringendo Valentinettial time-out. Si riprende comunque senza che cambi l’inerzia, Burkholder tira cortissimo da 3, mentre Milazzo brucia la retina con un bell’arresto e tiro. Orvieto trova i primi punti della ripresa dopo 5 minuti con Crafton e la penetrazione di Granzotto, con Consolini che in contropiede riporta però le distanze sul 41-48. Orvieto prova a ricucire guadagnandosi importanti tiri liberi, ma due canestri di Bona consecutivi la tengono sempre a -5, per il 47-52 che chiude il terzo parziale. Anche in avvio dell’ultimo quarto Orvieto non riesce a segnare, Gemelos invece inizia a dare spettacolo con un morbidissimo tiro dalla media  e uno spettacolare assist no-look dietro la schiena per Robbins che segna, subisce fallo, converte il libero e scrive 47-57 sul tabellone. Mentre Orvieto affoga in un mare di palle perse, Robbins si scalda definitivamente e mette a segno altri due canestri per il 47-61 a 7’25” dalla fine. Un’altra persa della Ceprini genera un brutto contrasto nel quale purtroppo rimane a terra dolorante Granzotto. Infortunio alla caviglia per la giocatrice proveniente da San Martino, costretta a lasciare il campo tra gli applausi, con la speranza che non si tratti di nulla di grave e gli auguri di una rapida ripresa. Due giri dalla lunetta di Gaglio e Dotto cambiano il punteggio ma non le sue proporzioni, anche per il tabellone che pure a un certo punto regala 3 punti a ciascuna delle due formazioni. Crafton sigla il 51-63 e Brezinova sfrutta un’incomprensione tra Gemelos e Consolini per mettere a segno il -10. Il capitano poi fa 2/2 dalla lunetta. prima di subire un colpo in faccia che però non lascia conseguenze, almeno a giudicare dalla penetrazione che vale il nuovo +12 prima che anche Dotto metta a segno il primo canestro dal campo della sua partita. A 2’30” dalla fine c’è spazio anche per Chiara Fusco. Orvieto torna a segnare con Crafton per il 57-69, cui risponde Gemelos che combatte bene a rimbalzo per il 57-71, Il piazzato di Brezinova con un piede sulla riga riporta Orvieto a -10 sul 61-71. ma alla fine mancano solo 8 secondi, il punteggio non cambia più sino alla sirena conclusiva. Soddisfatto a fine partita l’assistant coach William Orlando che sottolinea come nonostante le assenze di Swords e Pegoraro la squadra si sia mossa bene, mostrando i primi segni di quell’intensità difensiva che dovrà essere il marchio di fabbrica della squadra per poter poi correre in contropiede. Anche in attacco c’è stata una discreta fluidità nonostante le palle perse dovute all’applicazione pedissequa degli schemi provati in allenamento che ha reso prevedibili molti possessi, oltre all’assenza di Pegoraro che tra i play a disposizione è senz’altro il più ragionatore, Il prossimo impegno per Acqua&Sapone Umbertide, che già domani riprenderà gli allenamenti, è previsto per sabato prossimo alle ore 18 al PalaMorandi contro il Lavezzini Parma.   Santucci 4 (2/4, 0/1), Robbins 15 (5/7), Consolini 16 (6/7, 1/1), Gemelos 16 (7/8, 0/3), Dotto 4 (1/5, 0/1), Bona 6 (2/6), Milazzo 10 (4/4, 0/1), Ortolani (0/1), Cabrini (0/2 da 3), Villarini (0/1)

11/09/2014 14:26:14

Notizie » SLIDER Fratta '800: si apre la sfida delle taverne

Il punto di forza delle tante sagre che si svolgono ogni anno nella nostra regione è la cucina tradizionale e maccheroni col sugo d’oca, padellata di maiale e torta al testo con salsicce sono ancora i protagonisti dei menu. Ma la cucina tradizionale umbra non è solo questa e da alcuni anni la tendenza è quella di riscoprire piatti dimenticati che raccolgono vivi consensi da parte della gente. E chi, meglio dei gestori delle taverne ed osterie della “Fratta dell’Ottocento” che si terrà anche quest’anno ad Umbertide dall’11 al 14 settembre, poteva interpretare al meglio questa svolta? A dar fuoco alle polveri, ma soprattutto a stufe e bracieri, la sfida dapprima solo verbale tra i rappresentanti delle varie taverne, poi ufficializzata con il Palio per il miglior piatto dell’anno; da allora ogni edizione della rievocazione storica ci ha portato alla riscoperta di preparazioni non solo gustose, ma in alcuni casi veramente di alto livello che solo i più anziani tenevano riposte nella memoria. Ed è così che agli irrinunciabili piatti classici della tradizione come l’oca arrosto in porchetta, proposta dall’Osteria del Mattatoio, si contrappone la coda al sugo della Taverna degli Antichi Sapori; mentre le Camicie Rosse dell’Osteria dei Mille cucineranno le polpettine di cinghiale con purè di fave, i loro antagonisti dell’Osteria dei Briganti proporranno una succulenta e irresistibile pasta alla Gricia, forse suggerita da qualche fuoriuscito forestiero. Se le tavole imbandite della Taverna dei Tintori delizieranno il palato dei commensali con un raffinato capriolo al forno, l’Osteria del Musicante comporrà la sua “Marcia trionfale” con uno squisito baccalà con patate, come non ne avrete assaggiato da tempo immemorabile. Questo, mentre il caratteristico e suggestivo Borgo degli Artigiani proporrà, come si addiceva a chi lavorava tutto il giorno e non aveva tempo neppure per salire in casa per mettere i piedi sotto la tavola, dei gustosi panini con il companatico e “damagnà” da portà via, aggiungendo magari un buon bicchiere di vino. Oltre a questo i menu delle Taverne ed Osterie della “Fratta dell’Ottocento” comprendono anche ricchi piatti di antipasti tradizionali, paste e zuppe di ogni tipo, secondi piatti con carne, dolci caserecci e quant’altro suggerito dalla fantasia di chi si occupa delle varie cucine e dalla vasta esperienza maturata in questi anni.

11/09/2014 11:52:57

Notizie » SLIDER Umbertide: successo per la festa del Patrono

Con il tradizionale concerto della banda cittadina, seguito dalla tombola dell’Aucc, si sono conclusi ieri sera i festeggiamenti dedicati alla patrona di Umbertide, laMadonna della Reggia.  Gli eventi legati all’8 settembre hanno preso il via già da venerdì 5 con il taglio del nastro della 30esima edizione delle Fiere di settembre, che hanno visto come sempre un massiccio numero di presenze, sia di umbertidesi che di visitatori provenienti da fuori comune. Oltre 250 le bancarelle e gli stand che lungo via Unità d’Italia, via Morandi e via Tusicum hanno esposto la loro merce, conl’intero percorso delle fiere allietato tutti i giorni da musica dal vivo e domenica pomeriggio dalla street band “Gli Sbandati”. Nel corso dei tre giorni c’è stato inoltre un massiccio controllo da parte di Polizia Municipale, Guardia di Finanza, Polizia di Stato e Carabinieri che hanno garantito la regolarità dello svolgimento della manifestazione contrastando al contempo il fenomeno dell’abusivismo commerciale. Domenica 7 settembre invece piazza del Mercato ha attirato l’attenzione degli appassionati dei veicoli storici grazie al terzo Raduno di auto e moto d’epoca promosso dall’Associazione Cameu che ha visto la presenza di circa 35 veicoli, soprattutto Fiat e Alfa Romeo, ma anche di due Cadillac e una Praga del 1939. In contemporanea allo stadio Morandi si è svolta la seconda edizione della Marcialonga – II Memorial Rudy Dorelli che ha visto la partecipazione di 207 podisti alla gara competitiva di 14 km, oltre ai 76 partecipanti alla gara non competitiva di 4 km e ai circa 40 giovani che hanno preso parte alla corsa su pista.   La sera di domenica 7 poi si è tenuta la processione religiosa per le vie della cittàaccompagnata dalla banda cittadina che ha visto il debutto di cinque giovanissimi musicisti dagli 8 ai 10 anni, mentre lunedì 8, festa del patrono, il vescovo monsignor Mario Ceccobelli ha officiato la messa solenne della natività di Maria nella Chiesa San Francesco. La giornata è proseguita con gli stand di prodotti artigianali e commerciali ai piedi della Rocca e con la tradizionale pesca di beneficenza dell’Avis che da quasi cinquant’anni accompagna gli umbertidesi fino alla festa del patrono. In particolare ieri pomeriggio la pesca è stata letteralmente presa d’assalto dagli umbertidesi, desiderosi di accaparrarsi i ricchi premi in palio ma soprattutto di fare beneficenza a favore dell’associazione che mira a sensibilizzare la popolazione sull’importanza della donazione del sangue. Nel pomeriggio poi si è tenuta anche una seconda edizione di “Riscopri la Fratta”, visita guidata ai luoghi storici e sotterranei di Umbertide promossa da Enoteca Wine Club ed Informazione locale che ha coinvolto circa una trentina di cittadini umbertidesi che hanno avuto così la possibilità di conoscere luoghi sconosciuti ai più. Il gran finale si è svolto come sempre in piazza Matteotti dove la banda cittadina diretta dal maestro Galliano Cerrini ha dato vita ad uno spettacolo entusiasmante e variegato, dalla musica classica al jazz, passando per la chitarra di Santana, che ha divertito i tantissimi umbertidesi presenti. Ospite d’onore il tenore Claudio Rocchi, allievo di Pavarotti, che ha ammaliato i presenti con la sua straordinaria voce, accompagnato al pianoforte da don Gerardo Balbi. Al concerto hanno preso parte, oltre al sindaco Marco Locchi e all’on. Giampiero Giulietti, anche il presidente nazionale dell’Anbima – Associazione nazionale Bande Italiane Musicali Autonome – Giampaolo Lazzeri. Al termine del concerto, in molti si sono trattenuti in piazza Matteotti per la tradizionale tombola di beneficenza dell’Aucc. Tre i premi in denaro in palio, per il terno, la cinquina e la tombola, per un valore complessivo di mille euro; il ricavato dell’iniziativa andrà a finanziare l’attività dell’associazione che da 28 anni offre assistenza oncologica domiciliare gratuita ai malati del territorio. “In occasione della festa del Patrono, Umbertide ha vissuto un fine settimana ricco di eventi. – ha affermato il sindaco Marco Locchi – Nonostante le ristrettezze economiche e grazie al contributo delle tante associazioni del territorio, siamo riusciti a proporre agli umbertidesi e ai visitatori provenienti da fuori città un ricco programma di eventi, dalla musica allo sport passando per il commercio e la culturafino al gran finale di ieri sera con il tradizionale concerto della banda cittadina e la tombola dell’Aucc. Ora – ha concluso il primo cittadino – siamo al lavoro per mettere a punto un altro importante appuntamento di settembre atteso con ansia da tutti gli umbertidesi, la Fratta dell’800, al via giovedì 11 settembre”.

09/09/2014 15:26:02

Notizie » SLIDER Umbertide: il programma delle Feste di fine '800

E’ stata presentata questa mattina l’edizione 2014 delle  “Feste di settembre di fine Ottocento” che si svolgeranno da giovedì 11 a domenica 14 settembre. Erano presenti il sindaco Marco Locchi, l’assessore alla Cultura Raffaela Violini, il responsabile del Servizio cultura del Comune Gabriele Violini, il direttore artistico della manifestazione Achille Roselletti, il presidente di A.IMet., main sponsor dell’evento, Matteo Baldelli, il presidente dell’Accademia dei Riuniti Luciano Bettucci e il curatore della “Gazzetta della Fratta” Adriano Bottaccioli. L’iniziativa, giunta quest’anno alla 13esima edizione e promossa dal Comune di Umbertide con il sostegno di A.I.Met., farà tornare Umbertide indietro nel tempo fino all’antica Fratta ottocentesca, in una rievocazione storica diventata oramai un appuntamento fisso del settembre umbertidese. Come sempre il centro storico sarà animato da balli, canti, rappresentazioni teatrali, giochi circensi, spettacoli per bambini e non mancheranno taverne e locande dove sarà possibile gustare i piatti della tradizione culinaria contadina. “Anche quest’anno, nonostante le ristrettezze economiche in cui versano i Comuni, siamo riusciti a mettere in piedi un programma nutrito e variegato, ricco di eventi ed iniziative – hanno affermato il sindaco Locchi e l’assessore Violini – un grazie particolare va ad A.I.Met per il suo prezioso sostegno economico ma anche a tutte quelle persone che con il loro lavoro e il loro impegno danno vita alla festa. La rievocazione storica della Fratta dell’800 è innanzitutto una manifestazione culturale che propone vari momenti ricreativi e che soprattutto consente agli umbertidesi di recuperare quel senso di comunità che per colpa della crisi è venuto un po’ meno”. “Il programma dell’edizione 2014 è fatto di tanti piccoli ma culturalmente rilevanti  eventi- ha affermato il direttore artistico Roselletti -  per esempio al Museo Santa Croce si terrà una mostra dal titolo “Frammenti” in cui Paolo Mirmina proporrà oggetti di uso quotidiano contenenti immagini d’epoca, mentre con il cinema Metropolis stiamo organizzando una rassegna di pellicole di Gianni Magni, che meglio di altri ha saputo raccontare l’Ottocento. Come sempre ci saranno poi spettacoli di burattini per i più piccoli, saltimbanchi, mangiafuoco, artisti di strada, balli e canti popolari, spettacoli di danza; tra le gradite riconferme in piazza XXV Aprile tornerà il Circo Arena dei Fratelli Pettè, in piazza delle Erbe ci sarà il Caffè degli artisti a cura dell’Accademia dei Riuniti mentre in piazza del Mercato la pro loco di Preggio riproporrà il forno di carta. Il clou si terrà sabato sera quando in piazza del Mercato 10 cantanti accompagnati da 80 coristi, sotto la guida del maestro Paolo Fiorucci, proporranno le più belle arie del melodramma italiano e a, seguire, circa 300 figuranti metteranno in scena “Una giornata per la libertà”, ricostruzione tra storia e fantasia del passaggio ad Umbertide di Giuseppe Garibaldi in ritirata da Roma a Venezia, con la partecipazione dei Fucilieri del Battaglione estense di Modena. Domenica inoltre il centro storico sarà animato sin dalle ore 11 prima con le esercitazioni militari del Battaglione estense, poi con la scuola di balli ottocenteschi e il concerto della Fanfara dei Bersaglieri per arrivare al gran finale alle ore 21,15 in piazza Matteotti con la premiazione del “Piatto dell’anno”, la sfida culinaria tra le taverne, l’omaggio alla festa con la banda “Città di Umbertide” e la Fanfara dei Bersaglieri e il gran ballo di chiusura a cura degli ufficiali e delle dame del Battaglione Estense. Insomma, anche per quest’anno siamo riusciti a proporre un calendario ricco di iniziative, reso possibile grazie anche al contributo di artisti ed associazioni che presteranno gratuitamente la loro opera, che saprà animare una festa che riscuote sempre un grande successo con presenze anche da fuori regione”. Fondamentale per la stesura del programma è stato il contributo di A.I.Met., main sponsor della manifestazione. “Anche quest’anno abbiamo fatto uno sforzo importante per contribuire all’organizzazione della festa – ha affermato il presidente di A.I.Met. Baldelli – Questo rientra nella nostra mission e nel concetto di responsabilità sociale d’impresa che vede la nostra azienda attingere nel locale ed al contempo reinvestire sul territorio, contribuendo alla realizzazione di eventi come questo. Quest’anno poi, oltre al nostro contributo economico, A.I.Met. sarà presente attivamente alla festa, attraverso l’allestimento di uno stand, in collaborazione con il Centro Mola Casanova, dove verranno proposti interessanti esperimenti sull’energia elettrica e messi in mostra antichi oggetti utilizzati per il riscaldamento”.  In occasione della festa verrà poi riproposta la stampa del numero unico della “Gazzetta della Fratta” a cura di Adriano Bottaccioli in cui vengono raccontati fatti e curiosità della vita della Fratta ottocentesca. Bottaccioli si occuperà anche della sfida culinaria delle taverne, “perché si può fare cultura – ha detto - anche attraverso il cibo, recuperando il suo valore storico come fanno le taverne che ogni anno ripropongono piatti tipici della tradizione culinaria ottocentesca”.   Infine da parte degli organizzatori è stato lanciato l’invito a tutti gli umbertidesi ad indossare costumi d’epoca, con la possibilità di noleggio presso la sede dell’associazione Fratta dell’800 in via Cibo, al fine di contribuire a creare la giusta atmosfera per la buona riuscita dell’iniziativa. Foto in allegato   Il programma della Fratta dell’800 GIOVEDI’ 11 SETTEMBRE PIAZZA MATTEOTTI  Ore 18:00 FESTIVAL DEI BURATTINI  a cura dell’associazione culturale “Il Gufo”  Ore 20:30 SI APRE IL SIPARIO SULLA FESTA  alzabandiera alla presenza delle autorità civili e militari – fucilieri – fanfara garibaldina – inaugurazione della statua di Garibaldi  Ore 21:00 LA FESTA PRENDE VITA -  con giocolieri – saltimbanchi – mangiafuoco – uomini forzuti – poeti e comici erranti – cantastorie – briganti – stornellatori – fanfara della banda cittadina e fanfara garibaldina a spasso per le vie del borgo  Dalle 21:00 FANFARA IN FESTA - a cura della banda “Città di Umbertide”  Ore 21:15 GRAN BALLO ‘800 - balletto a cura di scuola di danza OPLAS  Ore 22:15 GRAN BALLO ‘800 - replica balletto a cura di scuola di danza OPLAS PIAZZA XXV APRILE  Dalle 21:00 alle 23:00 CIRCO ARENA DEI FRATELLI PETTE’- a cura del “Circolistico di Senigallia” (spettacoli continuati) PIAZZA DELLE ERBE  Dalle 21:00 CAFFE’ DEGLI ARTISTI - dal 1848 Assenzio, spiriti. Spazio gestito da “Saverio Saloppa produzioni” tutte le sere, oltre agli spettacoli in cartellone, attori e artisti animano il caffè.  Alle 23:15 PER TUTTA LA SERATA - interventi artistici “improvvisati” a cura dell’Accademia dei Riuniti e dell’associazione culturale Il Gufo. Ospite d’onore il mago Fabiano con il suo spettacolo “L’ Alchimista”. MUSEO DI SANTA CROCE  Ore 19:00 INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA “FRAMMENTI”- Paolo Mirmina interpreta la Fratta di fine 800, in collaborazione con “Sistema museo”. La mostra resterà aperta fino alle 23:00 PIAZZA DEL MERCATO  Ore 21:45 NUMERI CIRCENSI GIOCOLERIA DI FUOCO E DANZA AEREA  - a cura de “Il Bianconiglio” (spettacoli continuati) VENERDI’ 12 SETTEMBRE PIAZZA MATTEOTTI  Ore 18:00 FESTIVAL DEI BURATTINI - a cura dell’associazione culturale “Il Gufo”  Ore 21:15 LA NUOVA BRIGATA PRETOLANA - canti del folklore umbro  Ore 22:30 BALLETTO DELLE EROICHE DONNE GARIBALDINE PIAZZA XXV APRILE  Dalle 21:00 alle 23:00 CIRCO ARENA DEI FRATELLI PETTE’- a cura del “Circolistico di Senigallia” (spettacoli continuati) PIAZZA DELLE ERBE  Dalle 21:00 alle 23:15 CAFFE’ DEGLI ARTISTI - dal 1848 Assenzio, spiriti. Spazio gestito da “Saverio Saloppa produzioni” tutte le sere, oltre agli spettacoli in cartellone, attori e artisti animano il caffè.  Interventi artistici “improvvisati” a cura dell’ Accademia dei Riuniti e dell’Ass. culturale “Il Gufo”  “Giocoleria di fuoco” Ospite d’onore: scuola di danza OPLAS con “Parfum d’absinthe” PIAZZA DEL MERCATO  Ore 21:15 DANZE DA “LA FILLE MAL GARDE” - a cura del “centro studi  danza” diretto da M. Paola Fiorucci  Ore 22:30 DANZE DA “LA FILLE MAL GARDE”-  replica a cura del “centro studi danza” diretto da M. Paola Fiorucci MUSEO DI SANTA CROCE  Ore 21:00 MOSTRA “FRAMMENTI”-  Paolo Mirmina interpreta la Fratta di fine ‘800  In collaborazione con “Sistema museo” (orari 10:30 – 13:00/16:00 – 18:30/21:00 – 23:00) SABATO 13 SETTEMBRE PIAZZA SAN FRANCESCO  Ore 15:00 “PALIO DELLE TAVERNE 2014”  Tiro alla fune (gara tra le donne delle taverne)  Campionato di calcio a 5 (purtine) PIAZZA MATTEOTTI  Ore 17:00 “PALIO DELLE TAVERNE 2014”- partenza 1° maratonina a staffetta “Fratta dell’800”  con la collaborazione della Asd Atletica Umbertide ed i Monte acuto runners.  Ore 18:00 FESTIVAL DEI BURATTINI - a cura dell’associazione culturale “il Gufo”  Dalle 21:15 NUMERI CIRCENSI – GIOCOLERIA DI FUOCO E DANZA AEREA - a cura de “Il Bianconiglio” (spettacoli continuati) PIAZZA XXV APRILE  Ore 21:00 alle 23:00 CIRCO ARENA DEI FRATELLI PETTE’ - a cura del “Circolistico di Senigallia” (spettacoli continuati) PIAZZA DELLE ERBE  Ore 21:00 CAFFE’ DEGLI ARTISTI - dal 1848 Assenzio e spiriti. Spazio gestito da “Saverio Saloppa produzioni” tutte le sere, oltre agli spettacoli in cartellone, attori e artisti animano il caffè.  Ore 23:15 PER TUTTA LA SERATA - Interventi artistici “improvvisati” a cura dell’Accademia dei Riuniti e dell’Ass. Culturale “Il Gufo”. MUSEO DI SANTA CROCE  Ore 21:00 MOSTRA “FRAMMENTI” Paolo Mirmina interpreta la Fratta di fine 800  In collaborazione con “Sistema Museo”  (orari 10:30 – 13:00/16:00 – 18:30/21:00 – 23:00) PIAZZA DEL MERCATO  Ore 17:00 IL FORNO DI CARTA E IL VASAIO - un antico metodo di cottura di manufatti in terracotta a cura della Pro Loco di Preggio  Ore 21:00 UN PALCO ALL’OPERA - le più belle arie del melodramma italiano  Ore 22:15 UNA GIORNATA PER LA LIBERTA’ – animazione coordinata dai FUCILIERI DEL BATTAGLIONE ESTENSE di Modena con l’intervento dei figurati di tutte le taverne.   DOMENICA 14 SETTEMBRE PIAZZA MATTEOTTI Ore 11:00 ESERCITAZIONI MILITARI – a cura del “BATTAGLIONE ESTENSE” 1° battaglione di fanteria di linea 1814/1863 del Ducato di Modena  Ore 17:00 SCUOLA DI BALLI OTTOCENTESCHI – a cura degli ufficiali e delle dame del “BATTAGLIONE ESTENSE” del ducato di Modena  Ore 18:00 FANFARA DEI BERSAGLIERI IN CONCERTO  Ore 21:15 CHIUSURA DELLA FESTA PREMIAZIONE DEL “PIATTO DELL’ANNO 2014”  “OMAGGIO ALLA FESTA” – della Fanfara dei bersaglieri e della banda civica  Ore 22:00 GRAN BALLO DI CHIUSURA – a cura degli ufficiali e delle Dame del “BATTAGLIONE ESTENSE” del ducato di Modena PIAZZA DELLE ERBE  Dalle 21:00 CAFFE’ DEGLI ARTISTI – dal 1848 Assenzio, spiriti. Spazio gestito da “Saverio Saloppa Produzioni”. Tutte le sere, oltre agli spettacoli in cartellone, attori e artisti animano il caffè.  Alle 23:15 PER TUTTA LA SERATA – interventi artistici “improvvisati” a cura dell’accademia dei Riuniti e dell’Ass. Culturale “il Gufo” MUSEO DI SANTA CROCE  ORE 21:00 MOSTRA “FRAMMENTI”- Paolo Mirmina interpreta la Fratta di fine 800  in collaborazione con Sistema Museo (orari 10:30 – 13:00/16:00 – 18:30/21:00 – 23:00) PIAZZA DEL MERCATO  Ore 18:00 FESTIVAL DEI BURATTINI  A cura dell’Ass. Culturale “Il Gufo”  Ore 21:00 BALLI POPOLARI – a cura del gruppo “Folk San Marco” diretto da Susanna Siepi 

06/09/2014 12:49:17

Notizie » SLIDER Umbertide: le celebrazioni per l'8 settembre

Lunedì 8 settembre Umbertide festeggia la sua Santa Patrona, la Madonna della Reggia. Il programma religioso prevede per domenica 7 settembre, alle ore 20,45 la processione per le vie della città mentre lunedì, alle 11,15, presso la Chiesa di San Francesco il vescovo mons. Mario Ceccobelli celebrerà la Solennità della Natività di Maria. La giornata di lunedì 8 settembre si concluderà poi, come da tradizione, con il concerto conclusivo della Rassegna delle bande musicali “Città di Umbertide” che la banda cittadina diretta dal maestro Galliano Cerrini offrirà a tutti gli umbertidesi in piazza Matteotti, a partire dalle ore 21. Al termine del concerto alle ore 23 si svolgerà la tradizionale Tombola di beneficenza promossa dall’Aucc. Sempre in onore del Patrono, fino a domenica 7 settembre si svolgeranno le Fiere di settembre, giunte quest’anno alla 30esima edizione, mentre in piazza Caduti del Lavoro è in corso la Pesca di beneficenza dell’Avis. La festività della Madonna della Reggia trae origine dal miracolo che avvenne il 14 settembre del 1556: una bambina di sette anni, figlia di Orlandino Vibi, nata con una grave malformazione in una gamba che le impediva di camminare senza sostegno, mentre stava pregando davanti ad una cappella raffigurante la Madonna nei pressi del torrente Reggia, all’improvviso “si trovò libera e sana e camminò francamente”. L’evento incentivò la devozione popolare degli umbertidesi che vollero costruire una grande chiesa in cui accogliere l’immagine miracolosa; è così che nacque la Chiesa Collegiata e la Madonna della Reggia divenne la Patrona della città. Da quel momento anche lo stemma della città rese onore alla santa Patrona e, accanto alle tre arcate del ponte sul Tevere e alle tre torri, fu inserita la sigla Fov, Fracta Oppidum Virginis, ovvero Fratta città della Vergine. 

06/09/2014 11:15:32

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy