Attualità » Primo piano Consiglio Comunale aperto su servizi sociali e socio- sanitari

E' stato convocato per martedì 10 gennaio alle ore 10 presso la sala convegni del Centro socio culturale San Francesco un consiglio comunale aperto monotematico per discutere del tema “Umbertide sociale. I servizi sociali e socio-sanitari del Comune di Umbertide”. L'iniziativa è stata promossa dall'Amministrazione Comunale che già in più occasioni aveva sottolineato la necessità di convocare un consiglio comunale sul tema del sociale al fine di discutere in maniera dettagliata sui vari servizi sociali e socio-sanitari presenti sul territorio. Il consiglio comunale monotematico si aprirà con l'introduzione del sindaco Marco Locchi e le relazioni del responsabile dei Sevizi sociali del Comune di Umbertide Gabriele Violini e del direttore del Distretto sanitario Altotevere della Usl Umbria 1 Daniela Felicioni. Le conclusioni saranno affidate alla vicepresidente della Regione Umbria con delega al Welfare Carla Casciari. Dal momento che si tratta di un consiglio comunale aperto, oltre ai consiglieri comunali, potranno intervenire anche gli invitati esterni che avranno l'opportunità di offrire il loro contributo di opinioni, conoscenza e sostegno e di illustrare gli orientamenti degli enti e delle parti sociali rappresentate. A questo proposito sono stati invitati a partecipare i seguenti soggetti: Associazione Umbra per la lotta Contro il Cancro, Associazione Genitori Amici Disabili, Anmil, Associazione Gruppo Volontari Umbertide, Avis, Caritas, Associazione genitori Insieme per, Gruppo Dame di San Vincenzo, Associazione di volontariato Oltre la parola, Associazione di volontariato sportiva La Pantera Onlus, Associazione di volontariato I Samaritani, Unitalsi, Oratorio Santa Maria, Oratorio Cristo Risorto, Parrocchia Collegiata, Assessore Servizi sociali Comune di Montone, Assessore Servizi sociali Comune di Lisciano Niccone, Assessore Servizi sociali Comune di Pietralunga, Assessore Servizi sociali Comune di Città di Castello, Assessore Servizi sociali Comune di San Giustino, Assessore Servizi sociali Comune di Monte Santa Maria Tiberina, Assessore Servizi sociali Comune di Citerna, Cooperativa Asad, Dirigente servizi sociali- scuola Comune di Città di Castello Marco Menichetti, Responsabile Servizi sociali Distretto sanitario Altotevere Rossella Cestini, Responsabile Servizio integrato per l'età evolutiva Paola Antonelli, Responsabile Centro Salute Mentale Altotevere Carlo Bigi.

04/02/2015 13:55:43

Attualità » Primo piano Studenti del Da Vinci di Umbertide campioni alle Olimpiadi di Matematica e Fisica

In perfetta controtendenza rispetto ai dati statistici nazionali, gli studenti del “Leonardo da Vinci“ di Umbertide brillano ai Campionati Internazionali di Giochi Matematici organizzati dalla Università Bocconi di Milano, alle Olimpiadi di Matematica e a quelle di Fisica.  L’Istituto umbertidese smentisce, con grande soddisfazione della preside Franca Burzigotti (ex docente di Matematica e Fisica nei Licei) e di tutti gli insegnanti del Dipartimento di Scienze Matematiche e Fisiche, i risultati delle recentissime indagini che posizionano le competenze logico-matematiche possedute dagli studenti italiani agli ultimi posti in Europa. Sono infatti ben nove gli alunni dell’Istituto umbertidese che, nelle diverse categorie, si sono distinti nella fase nazionale della competizione promossa dalla Bocconi, una delle più importanti Università a livello mondiale. Tra i nove, eccellenza nell'eccellenza, l'alunna Martina Monni della classe I B del Liceo Scientifico, opzione International Cambridge, che ha svolto tutti gli 8 esercizi proposti senza nessun errore, meritando la menzione speciale della Commissione giudicatrice. E intanto altri 12 "piccoli geni" si preparano alla fase regionale delle Olimpiadi di Matematica e alle Olimpiadi di Fisica - di cui è responsabile la prof.ssa Sabrina Pucci- avendo superato con brillanti risultati la prima fase della selezione. Ecco tutti i nomi: alle Olimpiadi di Matematica il Campus "L. da Vinci " sarà rappresentato per il Biennio da: Guardabassi Marco (2°A Liceo Scienze Applicate), Ciaccini Luca ( 2° B Liceo Scientifico), Fiorucci David (2° B Liceo Scientifico), Biagioli Francesca (1° B Liceo Scientifico International Cambridge) e per il Triennio da Lucaccioni Michele (5°B Liceo Scientifico), Beccatini Niccolò (5°B Liceo Scientifico), Sarnari Chiara (4° B Liceo Scientifico),Pettinari David (5°B Liceo Scientifico), Mariucci Gaia (4° B Liceo Scientifico). Per le Olimpiadi di Fisica si sono qualificati per la fase regionale: Manuali Pietro (5° B Liceo Scientifico),Sarnari Chiara (4°B Liceo Scientifico), Nocentini Alessandro (3°A Liceo Scientifico),Conti Riccardo (4°A Liceo Scientifico), Sciri Massimiliano (4°B Liceo Scientifico),Ciocchetti Giulio( 5°B Liceo Scientifico). Da segnalare l'eccezionale risultato dell'alunno Nocentini Alessandro che, pur frequentando ancora la classe terza si è cimentato sugli stessi esercizi degli studenti della classe quarta e quinta, ottenendo la qualificazione. I nove studenti che, invece, hanno trionfato alla competizione nazionale dei Giochi matematici" organizzata dalla Bocconi sono:  MONNI MARTINA (ha svolto tutti gli otto esercizi senza errori) (1°B Liceo Scientifico International Cambridge), RONDONI SEBASTIANO (1°A Liceo Scienze Applicate), CAPORALI GIULIO (1°B Liceo Scientifico International Cambridge),per la categoria C2 dei più giovani – prima classe delle scuole superiori- PAUSELLI ELEONORA (3°B Liceo Scientifico), BUCCI LUCIA (3°B liceo Scientifico), BARAFANI MARIA FRANCESCA (3°B Liceo Scientifico) per la categoria L1 degli studenti di seconda, terza e quarta classe delle superiori BECCATINI NICOLO' (5°B Liceo Scientifico),LUCACCIONI MICHELE (5°B Liceo Scientifico), MONACELLI ILENIA (5°B Liceo Scientifico) per la categoria L2 degli studenti delle classi quinte delle superiori.  I Giochi Matematici organizzati dalla Bocconi (Giochi d’Autunno) si sono svolti in tutta Italia, come nell’Istituto Superiore di Umbertide, nel mese di novembre scorso; l'organizzazione è stata curata dal prof. Di Nallo Roberto, responsabile del progetto per l'istituto umbertidese. La gara consiste in una serie di esercizi matematici - problemi, domande, quesiti graduati in difficoltà secondo la classe frequentata – che gli studenti devono risolvere individualmente nel tempo di 90 minuti. La lettera inviata alla preside Franca Burzigotti dalla Commissione esaminatrice incaricata dalla Bocconi di valutare le prove riporta testualmente: “Ci complimentiamo vivamente con i ragazzi che si sono classificati ai primi posti delle loro categorie e la preghiamo di estendere il nostro apprezzamento a tutti gli altri concorrenti che si sono impegnati nella gara e che hanno dato una buona prova di sé. Vorremmo in particolare complimentarci con la concorrente che ha risolto correttamente tutti gli 8 quesiti proposti all'interno della categoria di afferenza. Cogliamo l’occasione per ringraziarla per il suo prezioso lavoro che ha portato alla collaborazione del suo Istituto con il nostro Centro di ricerca, recependo il messaggio affidato ai giochi matematici. Speriamo che i rapporti tra il suo Istituto e l’Università Bocconi possano ulteriormente svilupparsi”. “Il lavoro svolto dai docenti del Dipartimento di Matematica e Fisica delI'Istituto, dagli anni in cui è nato (nel lontano 1996) ad oggi, si è distinto per la cura delle eccellenze su tutti i fronti: dalla qualità della didattica in classe, alla collaborazione con le Università locali, nazionali ed internazionali, alla realizzazione di progetti di ricerca e di innovazione, alla partecipazione alle Olimpiadi di Matematica, Fisica, Informatica, Campionati e gare nazionali ed europee. - ha affermato la dirigente scolastica Franca Burzigotti - Tutto questo è ripagato dalle soddisfazioni per i risultati di eccellenza che i nostri alunni sempre più spesso ottengono nel settore scientifico e in particolare della Matematica, Informatica e Fisica: aver la Matematica nel Dna è un punto di forza della nostra scuola su cui possono contare i giovani studenti”.

02/02/2015 14:32:11

Notizie » Politica Cure palliative: Umbertide cambia insiste sulla necessità

  Riceviamo e pubblichiamo. Con un precedente ordine del giorno Umbertide cambia, pur sottolineando l'importanza del servizio garantito dal Centro Salute in collaborazione con l'AUCC nonchè la grande disponibilità e professionalità del  personale che vi opera,  ha sollecitato una riflessione in merito al sistema di cure palliative attualmente in essere, ritenendo necessario sia un potenziamento delle cure domiciliari sia la previsione di una adeguata modalità residenziale. “La (non) risposta data, che ha prodotto la bocciatura dell'ordine del giorno a causa del voto contrario del PD, non ci ha per nulla convinto – afferma il gruppo consiliare di Umbertide cambia – Intendiamo pertanto tornare sul tema, che riteniamo della massima importanza e purtroppo di quotidiano interesse, con una interrogazione, chiedendo all'Amministrazione comunale innanzitutto di spiegare con chiarezza come è stato utilizzato il finanziamento a suo tempo ottenuto e destinato alla realizzazione di uno spazio “hospice”, quindi di assumere un impegno formale nel sollecitare la ASL competente a potenziare il sistema delle cure palliative domiciliari in termini di risorse e personale e prevedere presso la struttura ospedaliera di Umbertide (e possibilmente in altre strutture del territorio) posti letto specificamente destinati alle cure palliative. Riteniamo a tal proposito fondamentale il ruolo delle associazioni di volontariato, che debbono essere ulteriormente supportate nel loro impegno ed in particolare nell'investimento su personale giovane e motivato. Ciò al fine di creare una efficace rete al servizio dei malati ed a sostegno delle famiglie in difficoltà, sviluppando al tempo stesso una collaborazione con la struttura ospedaliera. Chiediamo inoltre che il tema sia oggetto di convocazione della specifica commissione consiliare, prevedendo la partecipazione del personale ASL competente. L'occasione sarà propizia anche per capire come dovrebbe funzionare il servizio in Residenza Sanitaria Assistita (R.S.A.) che si prevede di prossima istituzione. Servizio che comunque  non riteniamo possa essere posto sullo stesso piano di un “hospice”, se non altro per il fatto che le due strutture richiedono personale infermieristico diverso in quanto a preparazione professionale e per il fatto che mentre in RSA vengono ricoverati pazienti sotto la responsabilità e gestione dei medici di base i pazienti in hospice sono invece affidati al personale medico interno all'ospedale: medicina generale, anestesista ,oncologo”. Umbertide cambia               

02/02/2015 08:54:16

Notizie » Editoriale Contabilità

Dalle questioni generali a quelle particolari. La legge di Stabilità ha profondamente trasformato il cuore delle amministrazioni locali. Infatti, finalmente, il governo Renzi ha  messo mano sulle regole contabili di Regioni, Province e Comuni. Dal punto di vista generale, in buona sostanza, senza entrare in tecnicismi, che però ci indicano la strada, i Comuni non potranno basare i bilanci su entrate previste sulla carta ma non riscosse. Ogni amministrazione, inoltre, dovrà prevedere un fondo di garanzia, proporzionale al tasso di mancata riscossione, che blocca le risorse altrimenti utilizzabili per la spesa corrente. In questo modo, le nuove regole mirano ad evitare che gli enti locali finanzino la spesa effettiva con entrate teoriche. Nel particolare, questo impone al Comune di Umbertide una nuova logica di bilancio. Come si sa, uno di problemi di fondo del bilancio comunale è proprio l’iscrizione in esso  di crediti non riscossi, alcuni dei quali non si capisce bene se addirittura prescritti. Al di là del necessario controllo da svolgere su di essi, il fatto però rimane: via le entrate previste e non riscosse. Questa nuova impostazione, spinge il nostro Comune ad  abbandonare la logica, che peraltro la Corte dei Conti ha più volte rilevato, del ricorso alle massicce anticipazioni di cassa per coprire le spese correnti. Il vero nodo da sciogliere per il bilancio comunale è infatti proprio questo reiterato attingimento alla Tesoreria per finanziarsi. Un circolo vizioso o un cane che si morde la coda: non ho liquidità, vado in banca, mi indebito, pago gli interessi e, per coprire l’operazione, mi indebito di nuovo. Lo si capisce: è possibile andare avanti così? Un’altra annotazione generale per poi scendere nel particolare. La legge di Stabilità prevede, anche qui positivamente, la realizzazione del bilancio consolidato per misurare i risultati effettivi dell’ente locale e delle sue società controllate o partecipate.  La redazione del bilancio consolidato è uno straordinario strumento per fotografare la vera realtà di un ente locale e capire quanto pesino alcune scelte nei servizi. Infatti, il Comune di Umbertide è forse per questo che si è affettato a vendere ad un privato la società pubblica AIMET per alleggerire il “consolidato” ed entrare nel Patto di Stabilità?  

01/02/2015 22:23:19

Notizie » SLIDER Amianto: Umbertide massima concentrazione

La nostra inchiesta sull'amianto trova risocntri ufficiali. Secondo dati riportati dall’Arpa Umbria il comune di Umbertide risulta essere quello con la più alta concentrazione di amianto in tutta la regione, sia per quanto riguarda gli edifici pubblici, sia per gli edifici privati che ospitano attività produttive con più di tre addetti. Anche il movimento civico Umbertide Cambia ha chiesto che il problema venga affrontato di petto, perché l’esposizione all’amianto genera una grave forma di cancro. La mappatura sugli edifici pubblici ha avuto termine nel 2007. Il censimento è stato esteso, da gennaio 2008 a fine 2009, agli edifici privati, a partire in particolare da quelli che ospitano attività produttive con più di tre addetti. La Regione Umbria ha promosso il bando “Aiuti alle imprese per sostituzione amianto con impianti fotovoltaici” e “rimozione amianto”, con il quale si vogliono sostenere gli investimenti delle imprese per l’eco-innovazione. “E’ stata rilevata - si afferma in un ordine del giorno presentato da Umbertide Cambia - la necessità di procedere in tempi rapidi alla attività di bonifica delle coperture in eternit, ed al tempo stesso l’opportunità di sostituire le stesse con soluzioni che promuovano l’uso di energie alternative o prevedano realizzazioni in bioedilizia. Occorre definire uno specifico progetto che incentivi la bonifica delle coperture in eternit, destinando uno specifico contributo ai cittadini interessati per gli interventi di bonifica. Occorre quindi attivarsi per una azione di sensibilizzazione della Regione Umbria affinché individui risorse utili a realizzare le attività di bonifica richieste da privati cittadini e definisca un piano di intervento che preveda l’obbligo di sostituzione dell’eternit presente nel territorio regionale, anche reperendo finanziamenti europei”. Il consiglio comunale ha incaricato la terza commissione di elaborare il progetto.

01/02/2015 15:56:54

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy