Sport Vittoria per Acqua&Sapone Umbertide a Cagliari. Riuscito l'intervento al ginocchio di Ilaria Milazzo

Arriva un successo di un peso specifico importantissimo per Acqua&Sapone Umbertide sul campo di Cagliari, sia per le dimensioni, sia per la forza dell’avversario contro cui è arrivato. La quarta vittoria stagionale della formazione umbra, contro una delle squadre più in forma del campionato, è arrivata con il punteggio di 69-88. Sei le giocatrici in doppia cifra, curiosamente tutte quelle andate a segno: 24 punti per Robbins, 16 per Consolini, 15 per Gemelos, 13 per Swords, 10 per Dotto e Santucci. Questi i parziali: 20-25, 34-45, 49-68. Cagliari: Micovic 12, Correal 7, Carta 3, Stoppa 4, Taylor 15, Gatti, Airoli 2, Brunetti, Soli 10, Liston 16. All. Restivo. Rimbalzi 29 (Taylor 13) Umbertide: Consolini 16, Cabrini, Pegoraro, Ortolani, Bona, Dotto 10, Robbins 24, Santucci 10, Gemelos 15, Swords 13. All. Serventi. Rimbalzi 29 (Swords 7) Inoltre questa mattina si è svolta l’operazione al ginocchio destro di Ilaria Milazzo, resasi necessaria dopo il grave infortunio subito contro Venezia. L’intervento è stato eseguito presso il Policlinico Gemelli di Roma dal prof. Giuliano Cerulli, uno dei principali luminari nell’ambito dell’ortopedia, specialmente del ginocchio, e dalla sua équipe ed è perfettamente riuscito. L’intervento è consistito nella ricostruzione del legamento crociato anteriore e in una meniscectomia esterna. Il ginocchio è stato trovato complessivamente in buone condizioni. Per Ilaria, a cui rinnoviamo il nostro incoraggiamento, inizia ora il percorso della riabilitazione. I tempi di guarigione sono stimati tra i 5 e i 6 mesi.

03/11/2014 14:11:12

Notizie » SLIDER Bonifiche eternit ad Umbertide

E’ stato avviato l’iter per l’intervento di bonifica delle coperture in eternit dei capannoni di proprietà della Tenuta del Cerro S.p.A. situati in località Palazzo Rosa. Della vicenda se ne è discusso anche in consiglio comunale dove, in risposta ad un’interrogazione presentata dal Gruppo consiliare del Pd, l’Amministrazione Comunale aveva risposto di aver già preso contatti con la proprietà per procedere quanto prima alla bonifica delle suddette coperture. Nello specifico si tratta di tettoie in eternit che ricoprono capannoni adibiti al ricovero di macchine e attrezzature agricole, al deposito di fertilizzanti utilizzati nel ciclo produttivo aziendale e a stalla per deposito temporaneo di ovini ed uso fienile. La proprietà si è rivolta ad uno studio tecnico che sta predisponendo la documentazione per l’ottenimento delle autorizzazioni necessarie per procedere con l’intervento di bonifica amianto e la manutenzione straordinaria delle coperture. L’autorizzazione, per la quale sono richiesti i pareri della Soprintendenza e di altri Enti, soprattutto per quanto riguarda la sicurezza del cantiere nella fase di esecuzione dell’intervento, verrà rilasciata entro un tempo massimo di 60 giorni, dopodiché si procederà con i lavori. Nel frattempo è in corso la valutazione dei preventivi presentati dalle ditte per l’assegnazione dell’intervento. Come previsto nel Piano di monitoraggio e sicurezza-amianto predisposto dalla stessa proprietà, verrà posto in essere un intervento che andrà a bonificare le coperture in oggetto per una superficie complessiva di 1500 metri. Successivamente l’intervento si estenderà anche alle altre porzioni di coperture della stessa tipologia che allo stato attuale non presentano sintomi evidenti di degrado.

03/11/2014 14:07:05

Notizie » Società Civile Manutenzione delle caldaie

Quali sono le regole per le caldaie? Le norme regionali sono chiare. Tocca all'Adiconsum regionale tentare di chiarire le nuove regole per la manutenzione delle caldaie. "Le operazioni che i cittadini devono compiere sono di due tipi - spiegano dall'Adiconsum - La manutenzione periodica del suo corretto funzionamento è indicato nel libretto della caldaia o consigliato dal manutentore in relazione alla caldaia installata; c'è poi il controllo di efficienza energetica (fumi) che è indicato nella nuova disposizione regionale, per la stragrande maggioranza degli impianti (fino a 100 kw) è di 4 anni ed il costo del bollino è di 15 euro. E’ opportuno che ogni proprietario verifichi che la documentazione sia in regola, e che il rapporto di efficienza energetica sia correttamente inviato al catasto impianti da parte del manutentore di sua fiducia, per evitare i controlli da parte dell’Autorità competenti ed incorrere in sanzioni". Ma dall'Adiconsum spiegano anche cosa non abbia funzionato. "Vorremmo evidenziare come la nuova norma emanata dalla Regione Umbria, è stata elaborata senza nessun coinvolgimento dei cittadini che devono sottostare alle nuove regole e neppure le associazioni dei consumatori. Non si può introdurre una nuova norma importante su una materia così delicata, senza prevedere un periodo transitorio tra la vecchia e nuova procedura, causa di molta confusione e incertezza che riguarda la sicurezza e il corretto funzionamento degli impianti".  

31/10/2014 19:44:40

Attualità » Primo piano Umbertide: presentati i bandi regionali per le politiche abitative

Sono stati presentati questa mattina presso la Residenza comunale i due bandi regionali per le politiche abitative che riguardano gli sfratti per morosità “incolpevole” e l’acquisto da parte dell’Ater Umbria di alloggi da destinare alla locazione a canone sociale, ambedue con scadenza il 14 novembre. Erano presenti il sindaco Marco Locchi, l’assessore Paolo Leonardi, l’assessore regionale alle Politiche abitative Stefano Vinti e il presidente di Ater Umbria Alessandro Almadori. “Umbertide è una delle 12 città umbre ad alta densità abitativa, per questo è stata inserita nel bando che la Regione ha affidato all’Ater finalizzato a favorire l’acquisto di alloggi sfitti da destinare poi alla locazione a canone sociale – ha affermato l’assessore Vinti – Si tratta di un bando che risponde al diritto alla casa ma costituisce anche un’opportunità per società e privati proprietari di immobili rimasti invenduti. Il secondo bando è invece finalizzato a bloccare lo sfratto causato da morosità incolpevole, per repentina diminuzione del reddito, attraverso forme di sostegno al proprietario dell’immobile. Oltre a questi due bandi la Regione ripropone anche il mutuo garantito per l’acquisto della prima casa e agevolazioni per l’acquisto della prima casa da parte delle giovani coppie tramite un contributo fino a 35.000 euro a fondo perduto”. “Si tratta di due iniziative importanti che danno una risposta all’emergenza abitativa in un periodo caratterizzato da persistenti difficoltà economiche a causa della crisi – ha dichiarato il sindaco Locchi – con il bando per gli sfratti incolpevoli si aiutano le famiglie che, a causa della improvvisa diminuzione di reddito, non riescono più a sostenere la spesa dell’affitto, mentre con il bando che prevede l’acquisto di immobili da parte di Ater, da un lato si favorisce la ripresa del mercato immobiliare, dall’altro si mettono a disposizione nuovi alloggi per l’edilizia sociale, dando una risposta alla forte domanda di case popolari che vede oggi ad Umbertide 100 famiglie in lista di attesa”. Nello specifico il bando finalizzato a contrastare il sempre più diffuso problema della ‘morosità incolpevole’ si rivolge ad inquilini morosi e sotto sfratto a causa di problemi dovuti, per esempio, a licenziamento, cassa integrazione, mobilità, mancato rinnovo di contratti a termine, malattia grave o decesso dell’unico percettore di reddito. Il bando prevede l’erogazione di contributi direttamente al proprietario di casa, qualora rinunci allo sfratto e stipuli con lo stesso inquilino un nuovo contratto di locazione a canone concordato. Gli incentivi andranno fino a un massimo di 9.300 euro per proprietario, che prevedono fino ad un massimo di 5.000 euro per la morosità maturata e contributi di integrazione del nuovo canone di locazione di 200 euro mensili. In merito all’altro bando, la Regione Umbria ha affidato all’Ater Umbria 5,5 milioni di euro per acquistare alloggi liberi da destinare alla locazione a canone sociale. Nello specifico l’Ater acquisterà interi edifici costituiti da non meno di quattro alloggi agibili o edifici in cui il numero di alloggi invenduti sia almeno pari all’80 per cento del totale. La superficie utile abitabile di ogni appartamento non potrà essere superiore a 95 metri quadrati e il prezzo di vendita stabilito dal proprietario non potrà superare i 1.300 euro al mq. In base alle domande presentate verrà stilata una graduatoria che terrà conto, oltre che del prezzo di vendita, anche dell’ubicazione e delle qualità urbanistiche dell’alloggio. 

31/10/2014 13:09:24

Notizie » SLIDER Falde acquifere: indagini e divieto di utilizzo

C’è più chiarezza sulle falde acquifere di Borgo Baraglia. In merito all’inquinamento delle falde acquifere in località Borgo Baraglia e nella zona industriale Buzzacchero, sono state condotte indagini da parte di Arpa Umbria finalizzate ad identificarne le cause e i responsabili, in seguito alle quali il Comune di Umbertide ha stabilito con apposita ordinanza il divieto di utilizzo dell’acqua proveniente dai pozzi ricadenti nell’area. Tali indagini hanno permesso di individuare le sostanze inquinanti ma non i responsabili. Nel luglio scorso quindi il Comune ha provveduto ad inoltrare alla Regione dell’Umbria richiesta di inserimento del sito inquinato nella lista dei siti di competenza pubblica, al fine di poter accedere ai fondi pubblici per la bonifica delle aree contaminate. Con deliberazione n. 1094 del 1° settembre 2014, la Regione dell’Umbria ha provveduto ad inserire le aree contaminate in località Borgo Baraglia e nella zona industriale Buzzacchero nella lista A1 del Piano regionale per la bonifica delle aree inquinate, prendendo atto che la somma necessaria per la realizzazione del piano di caratterizzazione ammonta a 65.000 euro. Al momento si è in attesa del reperimento delle risorse per la realizzazione del piano, che consiste nello studio dell’acquifero e delle soluzioni da mettere in atto. Sulla base di tale piano, verranno individuate le aree su cui porre i vincoli stabiliti dall’art. 33 della L.R. 11/09 e sulle quali eseguire gli interventi di bonifica.

30/10/2014 18:04:35

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy