Attualità » Primo piano Montone: agevolazioni per il trasporto pubblico

Il Comune di Montone ha reso possibile il rilascio di tessere di viaggio speciali a tariffa agevolata su autolinee di concessione pubblica. Di quest’agevolazione, possono usufruire però, solamente soggetti che presentino determinati requisiti qua riportati: Essere residenti del comune di Montone, essere cittadini italiani, comunitari o extracomunitari in possesso di carta di soggiorno, essere in possesso dell’attestazione ISEE (non superiore a €. 16.000) in corso di validità ed oltretutto non essere titolare di agevolazioni analoghe. Possono fruire dell’agevolazione gli studenti sugli abbonamenti di viaggio annuali per l’anno scolastico 2015/2016  e coloro che alla data di pubblicazione del presente avviso risultino appartenere ad una delle seguenti categorie: Mutilati ed invalidi di guerra o di servizio dalla prima all’ottava categoria, invalidi civili e di lavoro con invalidità pari o superiore al  100%, soggetti riconosciuti con stato di handicap grave accertato ai sensi della L. 05/02/1992 n. 104 e/o invalidi civili con percentuale di riconoscimento dal 74% al 99%, minori riconosciuti invalidi civili che hanno diritto alla indennità di frequenza ai sensi della L. 11 Ottobre 1990, sordomuti riconosciuti ai sensi della legge 26 Maggio 1970, ciechi totali, soggetti ultrasessantacinquenni pensionati, disoccupati per almeno sei mesi, soggetti cassaintegrati al 31 Dicembre, soggetti riconosciuti invalidi civili con percentuale di riconoscimento dal 46% al 73% , ciechi civili parziali. I modelli di domanda sono disponibili presso il Comune di Montone, servizi sociali-Piazza Fortebraccio, 3, Montone – tel 075/9306427 – 930719 – int. 1 – e sul sito del comune (www.comunemontone.it) nella sezione avvisi. Essenziale ricordare come la domanda debba essere compilata in tutte le sue parti, il richiedente deve dichiarare ai sensi dell’art 46 del DPR.  445/2000, il possesso dei requisiti per l’accesso al contributo. Alla domanda debitamente compilata e sottoscritta, dovranno essere allegati la copia fotostatica di documento di identità del richiedente, la copia della carta di soggiorno per i cittadini extracomunitari, l’attestazione ISEE in corso di validità ed una foto formato tessera. Dove necessario allegare in aggiunta documentazione sanitaria comprovante il riconoscimento di invalidità civile, sordomutismo o cecità civile, handicap ai sensi della L. 104/92, stato di mutilato o invalido di guerra o di servizio o qualsiasi altra tipologia di documentazione necessaria.

08/07/2015 14:29:16

Attualità » Primo piano Umbertide: ruba collana d'oro a una donna, arrestato tunisino

La Polizia di Stato di Città di Castello ha tratto in arresto per rapina, un cittadino extracomunitario di origine tunisina, S.S. di anni 38 residente a Pierantonio, pluripregiudicato. Nella mattinata di ieri l'uomo giungeva ad Umbertide e si appostava nei pressi del supermercato Conad in attesa di scegliere il momento propizio per entrare in azione. Verso le 11.30 vedendo arrivare una signora sola, le si avvicinava e strattonandola con forza, le strappava la catenina d’oro che aveva al collo. Velocemente si dileguava facendo perdere le proprie tracce. Giunta la telefonata di richiesta d’aiuto al 113, in zona venivano fatte convergere diverse Volanti ed auto civetta. La vittima, malgrado lo stato di shock, riusciva a fornire una descrizione del rapinatore. La ricerca dava i suoi frutti, in quanto circa 30 minuti dopo l’accaduto, un equipaggio della Squadra Volante intercettava l’extracomunitario fermandolo. Rispondente alla descrizione fornita dalla vittima, veniva accompagnato negli uffici del Commissariato. A seguito di perquisizione personale, veniva ritrovata nascosta nei calzini, la collana sottratta poco prima alla malcapitata signora, alcune carte di credito di provenienza furtiva. Stante l’accaduto ed i precedenti penali del soggetto, l’extracomunitario veniva posto in stato di arresto per rapina ed associato, così come disposto dal magistrato di turno, al carcere perugino di Capanne. Sono in fase di accertamento verifiche mirate ad individuare eventuali responsabilità del tunisino in alcuni recenti episodi di furto verificatisi nell’abitato di Umbertide.

07/07/2015 16:50:29

Attualità » Primo piano Preggio ha ricordato la strage della famiglia Braconi

E' stata inaugurata sabato scorso a Preggio la lapide commemorativa delle vittime della strage del 4 luglio 1944 quando un'intera famiglia composta dal padre Gelindo Braconi, dalla madre Isolina e dai loro sei figli, di età compresa tra 4 e 19 anni,  rimase vittima del fuoco amico all'interno di un casolare, in località Monsiano, dove si erano nascosti un paio di tedeschi in fuga. Alla cerimonia ha partecipato il sindaco Marco Locchi, accompagnato dal gonfalone di Umbertide, che ha ricordato l'importanza di mantenere viva la memoria e di conoscere in maniera più approfondita la storia del nostro territorio. Erano inoltre presenti Alberto Bufali, presidente della Pro loco di Preggio e promotore, insieme al Comune di Umbertide e alla sezione di Città di Castello dell'Associazione nazionale famiglie caduti e dispersi di guerra, della commemorazione, la presidente regionale dell'Associazione nazionale famiglie caduti e dispersi di guerra Rosanna Tonnetti, Gianfranco Braconi, familiare delle vittime della strage del 4 luglio e Paola Milli e Pierino Monaldi dell'Istituto di storia politica e sociale “Venanzo Gabriotti”. L'inaugurazione è stata accompagnata dalla benedizione impartita dal parroco di Preggio don Francesco Bastianoni  e dalla deposizione di una corona ai piedi della lapide sulle note della tromba del maestro Galliano Cerrini. Durante la cerimonia sono stati inoltre ringraziati Mario Tosti e Alvaro Tacchini per le preziose ricerche storiche sui fatti che accaddero a Preggio il 4 luglio di settantuno anni fa. 

06/07/2015 18:09:39

Notizie » SLIDER Bilancio: invariati i tributi e le tariffe dei servizi scolastici

“Lo schema di bilancio previsionale 2015 approvato dalla Giunta è basato sulla conferma dei servizi e delle tariffe e su una politica di riduzione della spesa corrente, politica ormai consolidata nel corso degli ultimi anni e che crediamo sia doverosa da parte di chi amministra le risorse dei cittadini ma che non è affatto scontata dati i continui tagli ai trasferimenti statali che per l'anno 2015 ammontano a 757.000 euro. Nonostante questo siamo riusciti, senza effettuare alcun aumento tributario, a mantenere invariati tutti i servizi alle persone e alle famiglie, rispettando così l'impegno preso con i cittadini di non aumentare la pressione fiscale. E' stato un lavoro difficile e il risultato è il frutto del fattivo contributo di tutti gli uffici e della grande collaborazione tra gli stessi; per il 2015 quindi le tariffe rimarranno invariate, senza subire alcun aumento, e verranno mantenuti sgravi e soglie di esenzione. Nello specifico mi preme ricordare che per la Tasi sono previsti un'aliquota del 2,5 per mille e detrazioni secondo le quali per gli immobili e le relative pertinenze con valore catastale inferiore o pari a 250 euro non si pagherà nulla, mentre per valori catastali superiori a 250 euro le detrazioni sono di 50 euro ed ulteriori 50 euro per ogni figlio di età non superiore a 26 anni (fino ad un massimo di 100 euro) purché lo stesso dimori abitualmente e risieda anagraficamente nell'immobile. Per la Tari sono state confermate le riduzioni sia nel caso di mancato svolgimento del servizio sia nelle zone dove il servizio viene svolto con frequenza diversa rispetto alle zone servite, in forma domiciliare non completa o nel caso in cui il servizio domiciliare sia sostituito da punti di raccolta ad uso plurimo; altre riduzioni sono poi previste per le abitazioni tenute a disposizione. Per l'Imu sono state confermate l'esenzione per l'abitazione principale e l'aliquota pari a 0,86% per gli altri immobili; inoltre a partire dal 2015 per gli immobili posseduti da cittadini italiani residenti all'estero e iscritti all'Aire, già pensionati, nel caso in cui questi non risultino locati o dati in comodato d'uso, si applicano l'esenzione Imu per l'abitazione principale e la riduzione di due terzi di Tasi e Tari. Anche per quanto riguarda l'addizionale comunale Irpef, è stata confermata l'aliquota dello 0,5% con una soglia di esenzione per i redditi inferiori o uguali a 12.000 euro.  Per quanto concerne i servizi scolastici infine, per i servizi per la prima infanzia, il trasporto scolastico e il servizio mensa, per il 2015 le quote di contribuzione da parte delle famiglie rimarranno invariate così come i livelli di esenzione. I servizi scolastici per bambini e ragazzi in possesso di certificazione di cui alla legge 104 sono invece totalmente gratuiti. Dati alla mano quindi, ancora una volta la pressione fiscale nel comune di Umbertide si conferma tra le più basse dell'Umbria”. L'assessore al Tributi e all'Istruzione Cinzia Montanucci 

06/07/2015 14:04:58

Notizie » Politica Pd Umbertide su ambiente e sviluppo

Riceviamo e pubblichiamo dal Pd di Umbertide Dagli anni '80 Umbertide ha espresso la capacità di guardare avanti nell'orizzonte della sostenibilità e con un'attenzione particolare alle tematiche ambientali. Questo processo negli anni si è sviluppato grazie all'attività paziente e ostinata di amministratori, insegnanti e cittadini convinti che le regole dell'ecologia potessero rappresentare anche la chiave di uno sviluppo economico "sostenibile" per gli uomini e per il territorio; ricordiamo a questo proposito alla fine degli anni '80 la prima Fiera dell'agricoltura biologica proprio a Umbertide.  Negli ultimi anni il Comune di Umbertide ha proseguito lungo questo cammino: ha ricevuto riconoscimenti nazionali sul piano della raccolta differenziata dei rifiuti, ha ottenuto condizioni economiche vantaggiose attraverso l'utilizzo di energia da fonti rinnovabili "autentiche" (la centralina idroelettrica sul Tevere, fotovoltaico sulle scuole, ecc), ha scelto negli anni di salvaguardare urbanisticamente le nostre colline e ha deciso con coraggio di trasformare le aree delle cave in ambiti di ricomposizione ambientale e paesaggistica avviandole al loro definitivo esaurimento. Inoltre sono stati realizzati progetti e piccole opere per la riduzione dei rifiuti alla fonte e per primi in Umbria abbiamo aderito alla strategia "Rifiuti Zero".  Naturalmente questo lavoro e molti di questi atti hanno avuto successo grazie alla partecipazione e all'impegno degli umbertidesi: in realtà i cittadini sono i veri protagonisti  delle politiche ambientali in qualsiasi luogo. Come Partito Democratico consapevoli di quanto è stato fatto vogliamo impegnarci da ora a costruire un modello di città che nei prossimi anni possa rappresentare un esempio di sviluppo in chiave ecologica anche attraverso la realizzazione di progetti per la mobilità sostenibile (sulla base di studi già effettuati per es. nella nostra zona industriale dall'Università di PG), chiedere che sia riattivato l'Osservatorio comunale sui Rifiuti Zero, promuovere e rilanciare una rete con gli altri comuni che in Umbria hanno scelto questa strategia (Corciano,Narni, San Giustino, Città della Pieve..), proporre una moratoria sul consumo del suolo incentivando la riqualificazione urbanistica, puntare sul turismo ambientale che potrebbe essere sempre più una risorsa e una ricchezza: in questa direzione sono state significative e importanti anche le ultime scelte dell’amministrazione di realizzare la rete sentieristica tra Monte Acuto e Monte Corona (fondamentale la realizzazione dell'area SIC) e la pista ciclo-pedonale lungo il Tevere. Sarebbe bello che Umbertide si candidasse a diventare nei prossimi anni una città modello per le politiche ambientali e lo sviluppo sostenibile come in parte lo è già per quanto riguarda la promozione della pace e la convivenza tra i popoli: i presupposti ci sono e su questi temi investiremo le nostre energie e le nostre idee. Il segretario del PD di Umbertide Giovanni Valdambrini I segretari dei circoli del centro urbano Lucia Ranuncoli, Marco Montanucci e Leonardo Tosti

06/07/2015 11:15:16

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy