Cultura Umbertide: tre serate all'insegna di lirica, jazz e percussionistica

Tre concerti per tre serate all'insegna della lirica, del jazz e della percussionistica. E' l'iniziativa promossa dalle Tenute del Cerro che ha voluto animare la calda estate umbertidese con tre appuntamenti musicali rivolti a cittadini e turisti. Il programma prevede giovedì 6 agosto l'esibizione del “Lyric Quartet” che interpreterà le arie più brillanti ed appassionate delle opere liriche per proseguire venerdì 14 agosto con un originale connubio tra il jazzista Lluis Vidal e il cinema di Charlie Chaplin e terminare venerdì 28 agosto con un accattivante viaggio tra i ritmi, le sonorità e il virtuosismo delle percussioni di Angel Pereira. Si comincia quindi giovedì 6 agosto, alle ore 20,45 presso l'Abbazia di Montecorona che farà da cornice alle più belle arie delle opere liriche, dal “Rigoletto” e “La Traviata” di Verdi al “Don Pasquale” di Donizetti, dalla “Turandot” di Puccini al “Barbiere di Siviglia” di Rossini, dalla “Carmen” di Bizet alla “Cavalleria Rusticana” di Mascagni. Ad eseguirle il Lyric Quartet, composto dalle quattro voci del tenore Luigi Albani, del soprano Gemma Plandolit, del baritono Giorgio Valerio e del mezzo soprano Irene Ripa, accompagnate dal pianoforte. Venerdì 14 agosto invece si cambia ritmo e location: l'appuntamento è alle ore 20,45 in piazza San Francesco per “Musica al cinema” con il concerto del jazzista spagnolo Lluis Vidal, che ha arrangiato una nuova colonna sonora per il classico della cinematografia di Charlie Chaplin “Il Circo”, a partire da temi propri e da brani ispirati al circo di Chick Corea, Charles Mingus, Manel Blancafort, Igor Stravinski, Egberto Gismonti e dello stesso Chaplin. In piazza San Francesco quindi Vidal eseguirà dal vivo la nuova colonna sonora, insieme al batterista David Xirgu, accompagnando la proiezione della pellicola girata nel 1928, tra i maggiori successi di botteghino della storia del cinema muto. Venerdì 28 agosto infine alle ore 20,45 presso l'Abbazia di Montecorona sarà la volta del “Barcelona Percussion Project”, formazione creata da Angel Pereira, musicista dalla lunga carriera musicale e direttore della Fondazione Musicale Percumanìa. Il progetto riunisce tre musicisti con la comune passione per le percussioni, tre artisti di riconosciuto prestigio internazionale provenienti da ambienti e culture molto diverse Alan Sousa, brasiliano, Mel Semé, cubano, ed appunto Angel Pereira, spagnolo, che insieme daranno dimostrazione delle vaste potenzialità degli strumenti a percussione, facendo suonare una moltitudine di strumenti di diversa provenienza - vibrafono, marimba, batteria, percussioni, chitarra e percussioni brasiliane - dando vita ad un repertorio variegato composto da brani originali dei membri del gruppo.

03/08/2015 19:28:30

Notizie » Politica "Umbertide Cambia": aprire un confronto sulla sicurezza e sulle dinamiche sociali

Riceviamo e pubblichiamo “Adottare immediatamente il protocollo d’intesa con la Prefettura presentato dal sottosegretario Gianpiero Bocci e costruire forme di collaborazione responsabili ed efficaci con le forze dell’ordine per dare concretezza al concetto di sicurezza, che è un bene comune e non ha colore politico”. Luigino Orazi, consigliere comunale di Umbertide cambia, coglie al volo i positivi contenuti dell’iniziativa in materia di sicurezza promossa da “Informazione Locale” e ribadisce le linee del movimento civico in materia. “Occorre difendere ad ogni livello una cultura di legalità contro prepotenti e furbetti ed al tempo stesso - afferma Orazi - è necessario promuovere politiche, soprattutto in materia sociale, che limitino quanto più possibile di cadere nella marginalità, terreno fertile di reclutamento della criminalità”. L’obiettivo fondamentale, secondo il consigliere di Umbertide cambia, dev’essere quello di “preservare l’integrità del territorio, combattendo infiltrazioni di organizzazioni criminali attraverso una lettura attenta ed approfondita delle dinamiche che riguardano il commercio, gli appalti pubblici, operazioni urbanistiche. Ed in questo senso è fondamentale che anche il Comune di Umbertide recepisca il protocollo d’intesa con la Prefettura teso appunto ad un controllo di questi fenomeni”. “Dall’altra parte – aggiunge Orazi - occorre sostenere la costante azione di prevenzione ed intelligence svolta sul territorio dalle forze dell’ordine, anche studiando opportune e responsabili modalità di collaborazione che coinvolgano i cittadini in forme di sicurezza partecipata”. Come è emerso dagli interventi del Prefetto di Perugia Antonella De Miro e del Capitano dei Carabinieri di Città di Castello Alfredo Cangiano, l’Alto Tevere può essere appetibile per la criminalità organizzata. Per quanto riguarda i reati cosiddetti “predatori” (furti, rapine, truffe ad anziani ….) nel territorio opera in genere una criminalità “nomade”, proveniente da altre regioni, ma che può contare su basisti locali, mentre è ricondotto a persone del posto il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, al quale  si riferisce un numero decisamente alto di consumatori. “Certo - afferma Luigino Orazi – per l’importanza dell’argomento trattato e la competenza degli interlocutori una bella figura come Consiglio Comunale non l’abbiamo fatta, visto che erano presenti solo i consiglieri dell’opposizione ed il Presidente del Consiglio. Nemmeno un consigliere del PD e neanche un comunicato da parte del comune. Ai cittadini umbertidesi – conclude Orazi - non spaventano i 20 profughi o i 3000 stranieri presenti nel nostro territorio. Ciò che spaventa è la mancanza di una vera attenzione e di un confronto aperto e costante sulle dinamiche sociali che riguardano la comunità locale”.   Umbertide cambia

27/07/2015 09:49:46

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy